Homepage > YoungAdult > Vampires > Fantasia > Classics > Finzione > Femminismo > Il Risveglio Recensioni

Il Risveglio

The Awakening
Da Kate Chopin
Recensioni: 59 | Valutazione complessiva: Male
Premiato
10
Bene
16
Media
8
Male
8
Terribile
17
Quando è stato pubblicato per la prima volta nel 1899, The Awakening ha scioccato i lettori con il suo trattamento onesto dell'infedeltà coniugale femminile. Il pubblico abituato alle pietà della finzione romantica tardo vittoriana è stato colto di sorpresa dall'audace rappresentazione di Chopin di una donna intrappolata in un matrimonio soffocante, che cerca e trova amore fisico appassionato al di fuori dei confini della sua situazione domestica.

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Carlynne Daloisio




Se puoi avere solo una stella, potrebbe anche essere una Morte Nera.
data di revisione 04/21/2020
Frazer Canan

Mio Dio!!! Cosa posso dire di questo libro ?? È UN LIBRO CATTIVO !!! Ha una cattiva prosa di cattivo gusto, un'eroina seccamente seccante (e una specie di bimbo) e l'eroe vampiro byronic, meditabondo e meditabondo, inutile dire che nel momento in cui si guardano l'un l'altro si innamorano perdutamente. Oh si!! Non posso credere di aver quasi dimenticato !!!!! La madre di tutte le originalità ... ha anche un triangolo amoroso !!!! Penso che sia sicuro affermare che questo libro è il poster per i libri di formaggio YA pnr e poiché è stato scritto nel 1991 è ancora più sicuro dire che gli altri hanno copiato i tropi di LJ Smith e non viceversa.
Ma mi è piaciuto? Mi vergogno di ammetterlo ... ma sì l'ho fatto !!! Questo libro è un piacere colpevole, pura sciocca evasione e temo che tornerò per altro ...
data di revisione 04/21/2020
Anana Savala

Scritto molto prima di Twilight. L'affermazione di SMeyer di non aver mai letto la fiction sui vampiri è assurda. Ci sono MOLTO TANTI paralleli tra i personaggi di LJ Smith e Smeyer's.

E quando si tratta di esso? SMeyer ha Niente su LJ Smith.

La storia è rinfrescante e piena di azione. I personaggi sono simpatici. Stefan e Damon sono interessanti. E non fanno SPARKLE!


Tutto sommato? 9 miliardi di volte meglio di Twilight. Non vedo l'ora di leggere il prossimo
data di revisione 04/21/2020
Byrle Davick

Leggi Risveglio legalmente e gratuitamente qui per gentile concessione dell'editore. Ma ti preghiamo di tenere a portata di mano quantità adeguate di candeggina cerebrale.
Cosa posso dire? Ho letto questo sul presupposto generalmente sicuro che il libro sarebbe migliore del suo adattamento. Le differenze sono generalmente a favore del libro, ma per una volta non è così. La serie TV è un adattamento drammaticamente rivisto e molto libero del libro, e UN GRANDE MIGLIORAMENTO. Darei alla serie TV 4 stelle, ma questo libro è tra i più inutili che io abbia mai letto.
Sono rimasto scioccato nel rendermi conto di quanto sia brutto il libro: dialoghi atroci, Elena è arrogante dall'inizio e non migliora la conoscenza (tutti i personaggi sono piuttosto superficiali, in realtà), la storia d'amore è terribilmente artificiale e la trama ... che casino. Speravo che Breaking Dawn sarebbe durato più a lungo come il mio "libro più orribile di tutti i tempi". Ho iniziato questo libro per curiosità, sono andato avanti per le risate, mi sono depresso e l'ho finito per motivi di integrità, così da poter dire onestamente di aver letto e valutato tutto. Ma non ho modo di leggere il libro II.
data di revisione 04/21/2020
Hamon Bullion

Ok, questo era il MIO Twilight prima che ci fosse Twilgiht. Ho letto questa serie quando avevo circa tredici anni. Ero già appassionato di vampiri nel mio modo preppy goth, e questo mi ha fatto dire SQUEE! Questo libro è dei primi anni '90, ma con il fenomeno Twilight, ora è stato ristampato, rilegato con una nuova copertina con alcune modelle bionde, ed è considerato la base di una serie TV su CW (non sono sicuro di come mi sento in merito ). Mi piace di più la copertina originale (descritta sopra). Ho dovuto fare offerte su eBay per questo bambino!

Alcune parti di questo sono di cattivo gusto, ma la storia è questa: una ragazza calda, un po 'schizzinosa e arrogante della porta accanto attira l'attenzione di DUE fratelli vampiri che si odiano l'un l'altro. Inserisci qui il dramma. Quindi, nei libri successivi, getta streghe e lupi mannari e antichi vampiri arrabbiati hanno deciso di uccidere tutti.

Inoltre, ha mode rockin '90, come abiti e permanenti rosa acceso. Cosa non è da amare?

Se ti è piaciuto Twilight, probabilmente ti piacerà. A volte mi chiedo se Stephenie Meyer abbia effettivamente rubato alcune idee a LJ Smith ... alcune parti sono simili, ma immagino ci siano solo così tanti modi originali di scrivere sulla storia della ragazza / vampiro umana, Romeo e Giulietta prima che le cose inizino a si sovrappongono in somiglianza. Sono entrambi YA, sono entrambi "storie d'amore spaventose", hanno entrambi formaggio, ed entrambi creano dipendenza.
data di revisione 04/21/2020
Koral Edmunds

Dopo aver letto la trilogia sui vampiri di Stephenie Meyer, ho pensato di continuare la mia furia assetata di sangue con questa trilogia adolescenziale di vampiri più vecchia. Ecco, è quasi la stessa storia! Oh, Stephenie Meyer, ora so come hai tirato fuori quei tre grassi (avrebbe dovuto essere pesantemente curato) libri in così poco tempo! Per vergogna!
data di revisione 04/21/2020
Tamarra Taberski

Sono arrivato a quel libro su Internet. Molte persone lo hanno raccomandato e ho pensato che dovesse essere giusto. Accidenti, ho fallito.
È uno dei primi libri che non vedevo l'ora di regalare e mi pento davvero di averlo comprato. All'inizio la copertina della mia versione tedesca è brutta (sì, lo so, non giudicare un libro dalla copertina, ma È brutta)

In secondo luogo, sono davvero stufo di tutto questo "ooohw dark handsome misterioso ragazzo" o anche meglio di DUE splendidi fratelli. Voglio dire, noi normali ragazze umane adesso dobbiamo aspettare il nostro Mr. Handsome? Che dire della vera bellezza? La bellezza del cuore?

Poi il punto successivo, Elena la regina della scuola. Parlando di cliché. Non voglio davvero scriverne.
Mentre il suo personaggio non è molto complesso, è lo stesso con le sue amiche e il grazioso piccolo Stefano, il misterioso amante.
È come "oh ti ho visto e tu sei così FANTASTICO! Ti amerò per sempre!". Non c'è sviluppo, è solo dato dall'autore.

E questo è un peccato, perché ho iniziato a guardare la serie in TV e in realtà mi è piaciuto di più.

AGGIORNARE; Le serie non sono molto migliori.
data di revisione 04/21/2020
Alviani Richburgh

Stelle 1 / 5

Questo è il caso in cui l'adattamento è migliore del libro.

Questo libro è davvero pessimo.

Ho letto questo libro nel 2015 perché ero un grande fan dello show televisivo (che non lo sono più) e wow che delusione.

Elena è stata molto fastidiosa e arrogante, probabilmente uno dei peggiori personaggi che abbia letto, e onestamente tutti i personaggi erano piuttosto orribili.

Questo libro è ridicolo e una perdita di tempo, non leggere a meno che tu non voglia perdere alcune cellule cerebrali.
data di revisione 04/21/2020
Shep Goodpasture

Questo libro è stato abbastanza buono, non me lo aspettavo davvero. Mi è piaciuto molto e continuerò con la serie!

Elena era piuttosto fastidiosa, e l'insta-amore era semplicemente ridicolo, ma mi ritrovai a riuscire a guardare oltre.

Sento che la serie migliorerà, spero sia così :)
data di revisione 04/21/2020
Lust Mccardle

Immagina la scena. È il 1996, ho 12 anni. Sono in biblioteca in fondo alla strada, esaminando il singolo scaffale che compone la sezione YA. Trovo questo piccolo tascabile che promette amore mortale. Fratelli vampiri, dite? Orrore indicibile, dici? Porto il libro a casa e lo leggo nel corso di un pomeriggio. I AM AWESTRUCK. CHE COS'È QUESTO LIBRO MAGICO ??? Non ho mai letto niente del genere.

Immediatamente costringo mio padre a portarmi in libreria nel centro commerciale in modo che possa comprarmi il resto della serie. Ho trascorso il resto della mia vita (o i prossimi mesi) in varie librerie a rintracciare tutti i libri di LJ Smith.

E da allora sono stato ossessionato. E tutti pensavano che fossi strano per amare i vampiri. Ma non mi importava! Sono andato su uno di quei primi, primi siti di fan in cui potresti essere un custode di qualcosa, e sono diventato un custode del ring di Damon. Mi sono iscritto ad un elenco di e-mail delle notizie di LJ Smith, dove ogni e-mail si è conclusa Noblesse Oblige. Possiedo più copie di questa serie.



Questa potrebbe essere la mia serie preferita, anche se le adoro tutte. Ma questa era la mia droga gateway. So che alla gente non piace Elena perché è egoista e superficiale, ma questo non mi disturba. Non è che penso che le persone dovrebbero approvare il suo comportamento o altro, ma è raro vedere questo tipo di personaggio come una ragazza adolescente. Il suo comportamento non sarebbe fuori posto per, diciamo, un uomo d'affari ricco o qualcosa del genere tra la fine degli anni venti e i primi trenta. Più potere a Elena, dico.

Letteralmente non capisco come la gente pensi che questo sia negativo. CHE COSA??? Capisco che potrebbero non piacere, ma male? Ha un buon accumulo di eventi raccapriccianti, un tragico retroscena, un dramma al liceo, un'atmosfera inquietante, una scena di casa stregata, un potere misterioso e vampiri !!! Elena è determinata, Bonnie è adorabile, Meredith è snarky, Matt è un bravo ragazzo e Stefan in qualche modo non è così cattivo come me lo sono ricordato. Questo è stato di prim'ordine YA nel corso della giornata! Termina con un cliffhanger, ma se stai leggendo la nuova edizione di due libri, puoi saltare subito dentro La lotta!

Comunque. Lo adoro. Potrei avere dei paraocchi quando si tratta di questa serie, ma no, ovviamente no, è incredibile.



Damon, non ne hai idea.
data di revisione 04/21/2020
Sherrard Manzoli

Buddy ha letto con Devanshi!

Ok. Chiunque mi conosca sa che amo due cose: Peter Pan e vampiri (non necessariamente insieme, ma puoi immaginare !! ??) Quindi non sorprende che adoro lo show televisivo di The Vampire Diaries. Sono un grande fan da quando avevo circa 12 anni e recentemente ho deciso di rivedere lo spettacolo nella sua interezza. Ciò ha portato alla nostalgia di quando stavo leggendo i libri, anche alla tenera età di 12 anni. Non mi ricordavo molto di loro (allora ero un lettore particolarmente magro), quindi ho pensato, perché non rileggere i libri come Riprendo lo spettacolo?

The moon had not yet risen, and she could just make out the old graveyard and Wickery Bridge beyond it. The old graveyard dated from Civil War days, and many of the headstones bore the names of soldiers. It had a wild look to it; brambles and tall weeds grew on the graves, and ivy vines swarmed over crumbling granite. Elena had never liked it. “It looks different, doesn’t it? In the dark, I mean,” she said unsteadily. She didn’t know how to say what she really meant, that it was not a place for the living.
Prima di tutto, sono stato sorpreso da quanto è buona la scrittura. Idk quello che mi aspettavo esattamente, ma la prosa ben fatta non lo era. Sembra davvero un film spettrale degli anni '90 e l'ho davvero apprezzato.

Sfortunatamente, il resto non è stato altrettanto buono. La trama ha risentito significativamente della stimolazione iffy. Instalove fu una piaga dappertutto. E peggio di tutto, odio assolutamente i personaggi.

Grattalo. Odio assolutamente Elena e Stefan, anche se in realtà solo quando stanno insieme. O quando si struggono dopo l'altro. O quando respirano nella direzione generale dell'altro.

Tempo di confessione: mentre amo TVD, non amo Elena Gilbert. Penso che sia davvero fastidiosa, in realtà, e una specie di idiota di Mary Sue. Ma il libro Elena la rende santa. Un esempio di eccellenza. Il miglior protagonista scritto di tutti i tempi.

In primo luogo, questo perché il libro Elena e mostrano che Elena non sono la stessa persona. Sono completamente diversi in ogni modo immaginabile. Capelli diversi, occhi diversi, tono della pelle diverso, personalità e priorità diverse, diversi traumi del passato, fratelli diversi, amici diversi, zia diversa. Prenota Elena è una ragazza cattiva che promette letteralmente di fare di Stefan il suo ragazzo solo perché la prende in giro e lei è abituata a essere ossessionato da tutti i maschi del pianeta. È la cosa più ridicola del mondo. Si comporta come se fosse una cosa importante quando ha solo bisogno di un controllo della realtà. Ma poi Stefan rivela di averla amata per tutto il tempo anche se non si conoscono e non hanno mai tenuto una conversazione per più di 2 secondi. E da lì, è vero amore.

Anche ogni altro personaggio è diverso dalla loro controparte dello spettacolo: Stefan ha 600 anni e ha ancora appeso Katherine, Bonnie è una rossa mite, Caroline è una rivale accanita, e una ragazza di nome Meredith che non è Meredith Fell è la sarcastica migliore amico. L'unico personaggio che è esattamente lo stesso è Matt.

Questo non è un problema. Non mi dispiace che lo spettacolo abbia cambiato così tanto il materiale sorgente. In realtà hanno reso i personaggi migliori, più arrotondati rispetto all'originale, e hanno migliorato anche la trama. Ma è strano che gli showrunner abbiano sentito il bisogno di cambiare tutto così tanto ma mantenere uguali i nomi e il titolo della serie.

Continuerò sicuramente la mia rilettura e spero che sia passato dove ho lasciato cadere la serie nel corso della giornata. Se non fosse per la nostalgia, per il mio immortale desiderio di sapere cosa succede diversamente.

Evil will never find peace. It may triumph, but it will never find peace.
data di revisione 04/21/2020
Orlan Lindblad

Se lo spettacolo non fosse stato realizzato, se non avessi letto molti altri libri sui vampiri, THE AWAKENING avrebbe potuto essere OK. Da quando lo spettacolo è stato realizzato e da quando ho letto un sacco di YA PNR con i vampiri come figura centrale ... sono stupito di averlo finito.

Primo: questo libro impallidisce rispetto allo spettacolo. Quindi da qui in poi non mi preoccuperò nemmeno di fare un confronto.

Secondo: odio Elena! Scortese, credendosi autorizzata e molto insensibile ai bisogni e ai sentimenti di coloro che la circondavano (povera Matt!) Non mi piaceva davvero come sembrava sentirsi intitolata (cioè una volta che si era messa in vista di Steffan, nulla importava: No il suo ragazzo. Non i suoi amici.) Immagino che dovrei ammirarla per andare a prenderlo. Purtroppo, proprio non potevo! L'unica cosa su cui ero d'accordo era la sua valutazione di Katherine. Il che mi porta ai ragazzi, Steffan e Damon. Niente di nuovo per loro. Caldo, meditabondo ... bla bla bla. Suppongo di essere un po 'severo soprattutto considerando che questi libri sono stati pubblicati per la prima volta nel 1991 (?) Quindi suppongo che siano pionieri, i primi del loro genere all'epoca ... Non lo saprei.

Ma sono testardo perché sto leggendo il resto. Intendo rispondere affermativamente (e con una faccia seria) che, sì, ho letto i libri che mi ha procurato.
data di revisione 04/21/2020
Quirita Graciana

Questi erano alcuni dei miei libri preferiti da adolescente. Riguardano una studentessa delle superiori, Elena Gilbert, che è divisa tra due fratelli vampiri. Ne consegue il melodramma. Non sono i libri più maturi, ma sono tutti nostalgia per me. Certo, invecchiando, penso che molte delle cose che Elena fa siano decisamente stupide, ma ricordo ancora quanto tutto fosse romantico quando avevo 14 anni.
data di revisione 04/21/2020
Halfdan Tenda

Ho guardato lo show televisivo per un po ', il che lo ammetto sicuramente colora la mia ricezione del libro. Ma non sono riuscito a superare i primi capitoli. Ci ho provato, perché volevo vedere come i libri differivano dallo spettacolo. Ci ho davvero provato, motivo per cui sono arrivato al terzo capitolo anziché al primo. La sceneggiatura era al di sotto della media e non riuscivo a relazionarmi con nessuno dei personaggi. Sembravano caricature, tutti ossessionati dalla popolarità e dall'essere la "regina delle api", e non riuscivo proprio a prenderla. Certo, le ragazze possono essere cattive nella vita reale, ma non fino a questo punto. Il fatto che Stefan potesse leggere le menti sembrava anche che fosse solo un knock-off di Twilight, anche se se me lo chiedessi, non sarei in grado di dirti quale libro è stato pubblicato per primo. Rispetto alle loro controparti televisive, ogni singolo personaggio sembrava più cattivo o più debole o troppo distaccato per farmi sentire qualcosa per loro. So che è ingiusto confrontare i due, poiché sono in media diversi e anche le trame sono molto diverse (sì, ammetto di cercare i riassunti della trama dei libri, dal momento che non potevo sopportare di leggerli da solo) . La mia curiosità di vedere cosa è successo nella trama non è stata sufficiente per farmi passare attraverso la cattiva scrittura e la terribile caratterizzazione, e quando ho finalmente letto i riassunti della trama, non sono stato colpito neanche da quelli.
data di revisione 04/21/2020
Rhoda Pede

Bene bene bene. Questo è il libro che in realtà ha dato il via al cliché che ha influenzato il Crepuscolo serie. Mettilo nel tuo libro di storia (Whaa?), Miei cari lettori!

Non ho ancora visto la serie TV (lo farò fino al termine dell'intera serie. Non vedo l'ora che Nina Dobrev, una delle mie attrici preferite!), Ma sono abbastanza sicura che sia molto meglio di così. Non lo so, forse è stata la scrittura a farmi partire. Non direi che è stato terribile, semplicemente no. . . bene. Lo dirò ancora una volta: mostra, non dirlo, dannazione!

Dato che conoscevo meglio la serie TV, non mi aspettavo che lo fosse Elena. . . bionda. E con gli occhi blu di lapislazzuli. Perché i normali occhi blu sono troppo tradizionali, immagino. E perché i capelli castani sono per ragazze brutte. Non hai sentito che i signori preferiscono le bionde, ragazze? Ok, ecco il mio problema: Elena è una piagnucolosa piagnucolosa. Ecco, l'ho detto. Elena non è la tipica ragazza normale. Invece, è l'ape regina e davvero ricca. Ma aspetta! La sua vita non è perfetta. Vuole che tutto sia perfetto, perché se non lo fa, la sua vita è rovinata! Oh, come il mio cuore fa male per la sua sofferenza. Ha un ragazzo davvero simpatico, Matt; (visualizza spoiler)[Chi è anche un mostro. Mi sono viziato per caso. (nascondi spoiler)] i migliori amici del mondo; e, naturalmente, una frenetica, Caroline, che vuole prendere il suo posto come il più popolare a scuola. Ed è una cagna superficiale che è disposta ad avere ciò che vuole, perché è anche un parassita viziato.

Sbadiglio, sbadiglio. Dov'è la spezia?

Quindi arriva Stefan. E nel caso tu abbia perso, HE IS A VAMPIRE! Elena si innamora immediatamente di lui ed è disposta a scaricare il suo ragazzo in modo che possa averlo.
Cagna.
Stefan si rende conto che Elena assomiglia a Katherine, la sua ex amante, e il motivo per cui è un vampiro. Katherine ebbe anche una relazione con il fratello di Stefan, Damon, che ora è il suo peggior nemico. Si innamora anche di lei, ma la ignora per qualche motivo.
Le cose succedono, bla bla bla, dopo un po 'di angoscia, finalmente si riuniscono.
Non mi rende felice, però, considerando il fatto che la loro relazione è un mucchio di spazzatura. Se questa non è codipendenza, non so cosa sia! Perfino Elena ha detto che morirà senza di lui, prima ancora che si riunissero. E a quanto pare la insegue. Fantastico, questo è esattamente ciò di cui avevamo bisogno: un altro amante YA inquietante. Se non importa, però. Aspetta cosa? Perché lo sto dicendo? Facciamo un piccolo quiz, vero?

TEMPO DI DOMANDA !!
Se scoprissi che il ragazzo che ti piace ha un tuo capo di abbigliamento (quello che hai perso il secondo giorno di scuola) e ti sei frequentato ufficialmente da ieri, cosa faresti?

a) Chiama la polizia.
b) Pensa che sia stato il gesto più romantico che qualcuno ti abbia mai fatto.
c) RUN. LONTANO.

Se hai scelto A o C, allora non sei Elena Gilbert.
Abbastanza. Disse.

E dov'è Damon? Onestamente, non ho prestato attenzione a questo dopo che Elena e Stefan si sono messi insieme. Da lì non succede nulla di interessante.

Eh si, ho dimenticato! Qualcuno sta uccidendo innocenti in città! Chi è responsabile di questo crimine atroce?
Non penso che mi importi.

Il blurb ti dice che c'è un triangolo amoroso. L'unico triangolo amoroso al momento è quello tra i fratelli Salvatore e Katherine. Che è successo, come, secoli fa. Sono comunque incuriosito da ciò che accadrà con Elena e i fratelli Salvatore. Ok, sì, questo libro era prevedibile, di cattivo gusto, con personaggi insipidi e senza trama, ma voglio ancora sapere cosa accadrà dopo. Questa è la mia spiegazione per la valutazione che ho dato per questo libro.
EDIT: La valutazione ora è di 2 stelle dopo alcune considerazioni.

Una cosa, però: il finale è stato così disordinato. Questo non è un cliffhanger, è solo essere pigri!
UGH.

Sto pensando di aver fatto un grosso errore. Oh bene.
data di revisione 04/21/2020
Benil Soulard

Vampire Month of May con Karly, Jess e Heather




Yowza. È stato brutale. Come hanno fatto di nuovo uno spettacolo di questo? Voglio dire, so che lo spettacolo è di formaggio e tutto il resto, ma questo ... è così, davvero, molto peggio.

Elena è un fiocco di neve speciale BIONDO e autoproclamatasi regina della Robert E. Lee High School il cui unico obiettivo nella vita è quello di ottenere ragazzi. Assomiglia del tutto a qualcuno che un vampiro del vecchio mondo vorrebbe, giusto? Stefan è così bla e noioso, probabilmente ha bisogno di un po 'di immaturità nella sua vita. Damon, hmm ... non abbiamo avuto molto da lui, ma è come sempre un coglione snarky :)

Elena e Stefan hanno un insta-amore peggiore di molti altri. Si baciano durante la loro PRIMA conversazione in assoluto dopo che lei lo ha perseguitato per settimane. Le loro labbra si toccarono, sfiorarono dal suono di ciò, e lei sapeva che era amore. Dopo il loro bacio sbalorditivo, "si guardarono negli occhi con gioia meravigliata". Barf. Meno di 24 ore dopo, gli sta dicendo che lo ama.



E per finire, Stefan pensa che il nostro fiocco di neve speciale sia una tigre con interno in acciaio. Ha! Destra.



Mi limiterò a Ian Somerhalder grazie

data di revisione 04/21/2020
Emmye Bethurum

Dopo aver letto questo libro per la quinta o sesta volta, mi sono ancora divertito! Mi ricorda Twilight di Stephenie Meyer.

Ho circa un milione di cose positive da dire e un solo aspetto negativo: Elena dice "Ti amo" troppo in fretta. Il fatto che una dichiarazione così seria sia fatta in una fase così precoce del libro ... mi irrita. Ti amo non è qualcosa da prendere alla leggera, e quando detto troppo presto mi fa pensare all'amore tra cuccioli, non all'amore perenne.

A parte quel singolo fastidio ... questo libro è accattivante. È stato scritto anni prima di Twilight e mi chiedo se Stephenie Meyer avrebbe potuto ottenere alcune delle sue idee da questa serie.

Elena è un po 'pretenziosa all'inizio, ma fiorisce in tutto il libro. La sua ossessione si trasforma in devozione, e il suo presunto comportamento si trasforma in una risoluta determinazione a diventare qualcuno degno.

Stefan recita la parte dell'anima ferita. Crede di non essere più degno di felicità e cerca invece di fondersi nella società solo per trovare accettazione in Elena.

Damon è un personaggio accattivante. Anche nella prima puntata di questa serie, è difficile non amarlo. È l'incarnazione della sessualità e della tentazione che diventa solo più appetitosa nelle parti successive della serie.

Consiglio vivamente questo libro a chiunque abbia una passione per i triangoli amorosi e il soprannaturale.
data di revisione 04/21/2020
Olag Pommer

So che lo show televisivo è MOLTO meglio del libro, ma siamo sinceri ragazzi, questo è il pezzo originale che ha dato vita ai personaggi. È stato scritto nel 1991 per l'amor di Dio, dai un po 'di credito a LJ! È oro puro. ????
data di revisione 04/21/2020
Dahle Pusateri

descrizione

Ok, quindi mi ricordo di quando Netflix aveva almeno le prime 3 stagioni di questo show lì (o forse 2? Non ricordi), la mia vicina ha raccontato ai miei genitori di questo show e di come lo AMAVA e così hanno visto il primo 3 episodi ed esci. D'altra parte ho visto i primi 20 minuti e la mia curiosità ha suscitato (soprattutto dopo aver visto gli splendidi sexy fratelli Salvatore haha) e ho iniziato nell'episodio 1 e sono andato avanti e ho guardato dal vivo dopo la stagione che era su Netflix. Quindi è stato quando ho scoperto non molto tempo dopo che era una serie di libri nel '91 (quando sono nato) e ho pensato: "Perché non provare il primo libro?" Sapevo che andare in questo sarebbe stato tremendamente diverso, MA non sapevo quanta differenza ...... * ride * Odio dirlo, ma onestamente preferirei Twilight. lì l'ho detto ed è orribile di quanto sia vero. È uno di quei momenti RARI in cui lo show è stato fatto perfettamente, il casting è stato / è fantastico, ma sono anche contento che lo show sia nella loro ultima stagione. Giuro che stanno finendo la trama e sono entrato nel secondo libro e ho pensato che non avesse molto di una storia ..... solo casualità. Quindi, in realtà, sono GLAD, ci sono voluti tutti questi anni per fare una serie di film / tv, in particolare il casting. (Penso di essere solo uno schifo per Ian Somerhalder e Paul Wesley haha). Ma se ti piacciono questi tipi di libri, ma per me, è stato molto più sdolcinato di Twilight e non il mio preferito. (Non mi sono nemmeno preoccupato degli altri 4 o del resto è stato così male per me .....)

e un'ultima nota .... un'altra cosa che DID è uscito bene da TVD è stato Klaus Mikaelson!

descrizione

E NON CURA se Caroline è con Sefan o chiunque spedirò SEMPRE KLAUS E CAROLINE! KLAROLINE PER SEMPRE NESSUNA QUESTIONE DI COSA! haha

Ultimo ma non meno importante......

descrizione

DELENA FOREEEEEEVER !!!! Ha detto abbastanza ahah .......

data di revisione 04/21/2020
Bryner Kirlin


The Awakening (The Vampire Diaries # 1)
Genere: YA romanticismo paranormale
Pagine: 272
Pubblicato: 1991
The Vampire Diaries # 1



Ok, i diari dei vampiri. Prima di tutto, ho capito perché hanno questa copertina, ma quando ha i capelli scuri e Elena ha la bionda, è solo strano.

Elana immagina un ragazzo, il ragazzo Stefan è un vampiro, lei lo vuole, ha paura per il suo bene, si riuniscono.

Questa era la versione breve.

Prima, ragazza di 17 anni, vampiro di 500 anni, eww.

Ok alla storia. Elena non mi piaceva. Era la ragazza più bella della scuola, era la più popolare, la adoravano tutti. L'unico ragazzo non la riconosce e scoppiò in lacrime e il suo mondo l'ho distrutto. E dovrei piacermi? È una mocciosa viziata, ma oh no, c'è qualcosa che è lì, quindi non sarà troppo perfetta, è un'orfana.

Il libro era, meh.
data di revisione 04/21/2020
Mazurek Snitker

Come sempre, leggerò il primo e non continuerò, questa serie sembra non finire mai e onestamente dopo aver letto questo primo libro posso dire che la serie tv deve essere migliore per il libro. Questo era noioso e non così intrigante. Non interessato.
data di revisione 04/21/2020
Kentigerma Rockwood

“Da quando lei, Elena Gilbert, aveva avuto paura di incontrare persone? Da quando aveva avuto paura di qualcosa? Si alzò e con rabbia spinse le braccia in un kimono di seta rossa. Non guardò neppure l'elaborato specchio vittoriano sopra il comò in legno di ciliegio. Sapeva cosa avrebbe visto. Elena Gilbert, bella, bionda e snella, la fashion trendsetter, la liceo senior, la ragazza che ogni ragazzo voleva e che ogni ragazza voleva essere. "

Signore e signori, presentando ...

Queen Snowflake !!!!

Elena possiede la scuola. Tutti la adorano, ed è sempre circondata da tutti i suoi amici "fighi", così come "Quattro o cinque prostitute che speravano di ottenere popolarità dall'associazione." Tutto ciò che Elena vuole, ottiene. Ma quando, al primo giorno di ritorno a scuola di Elena, la misteriosa e straordinariamente attraente nuova studentessa le passa davanti senza nemmeno guardare la sua strada, il mondo di Elena precipita in preda allo shock e all'orrore:

"Era passato di lì, senza uno sguardo! Non riusciva a ricordare da quanto tempo era passato da quando un ragazzo lo aveva fatto. Sembravano tutti, almeno. Alcuni fischiavano, altri si fermavano a parlare, altri semplicemente fissavano, e quello era sempre andata bene con Elena. Dopotutto, cosa era più importante dei ragazzi? Erano il segno di quanto eri popolare, quanto eri bella e potevano essere utili per ogni sorta di cose ".

E ora, dun dun DUN! Il nuovo ragazzo non le ha dato l'ora del giorno. Povera, povera Elena.

Il Risveglio è la storia di una ragazza del liceo estremamente privilegiata che si innamora del nuovo ragazzo in città, che a quanto pare è un vampiro di 500 anni. Quando pensa che in qualche modo non si sia innamorato di nuovo (non preoccuparti, davvero, non lo sa), la vede come una grande sfida e inizia a usare i suoi amici per progettare e tramare e capire come catturarlo. Dimentica che anche Bonnie è interessata a Stefan, SE È ELENA E NON PUOI AVERLO. (Oh aspetta, dici? Elena ha già un fidanzato davvero caldo, popolare e gentile? Beh sì, ma lo ha scaricato nel momento in cui qualcosa di più caldo è venuto in città. Povero Matt. Ma davvero, sta meglio senza di lei.) Comunque, così, Elena e i suoi amici iniziano a inventare bugie e diffondere voci e chiedere favori agli umani minori della scuola che farebbero qualsiasi cosa per l'attenzione della regina e della sua corte. Oh sì, anche lei chiede favori a Matt ... il ragazzo che ha letteralmente scaricato per Stefan ... e ora sta chiedendo a Matt di aiutarla a vincere Stefan ... (Matt deve essere il miglior personaggio di tutto il libro, sul serio.)

Ora non voglio ottenere troppo spoiler, ma l'insta-amore ha la sua possibilità di brillare e procede un po 'così:

"C'è una fame quasi disperata dentro di lui quando mi bacia, come se volesse estrarre l'anima dal mio corpo ..."

"Ha baciato la bocca predatrice che l'aveva minacciata solo pochi minuti fa."

Sì, è ... sano.

Allora perché non ho dato a questo libro una stella? SONO UN SUCKER PER I VAMPIRI, OK? KINDA MI È PIACIUTO SEMPRE. Ma proprio perché Damon. È stato tutto per te, amico.

* PS Le mie citazioni probabilmente non sono punteggiate correttamente perché le ho copiate dall'audiolibro.

* PPS Non ho problemi con un personaggio bello, popolare, privilegiato. È solo che Elena ha un tale marmocchio e non cresce nemmeno. Almeno non nel libro 1.

* PPPS Qualcuno di voi ha letto Il gioco proibito serie anche di LJ Smith? Qualcuno nota quanto siano simili le sue eroine? Con l'eccezione che Jenna è più carina di Elena, potrebbero essere la stessa persona. Entrambe le bionde perfette e belle che sono popolari e fanno innamorare disperatamente ogni uomo, compresi quelli malvagi.
data di revisione 04/21/2020
Cammy Boler

Meno di una recensione e più di me sfogato, scusa. Sei stato avvisato. Stavo pensando di iniziare dicendo Il Risveglio legge come fanfiction, ma. . . sarebbe un insulto alla fanfiction.

Sono abbastanza sicuro l'unico motivo per cui ho superato Il Risveglio è stato perché sono giunto alla conclusione che Elena ha un disturbo narcisistico della personalità. Il primo giorno a scuola, Elena vede Stephan e decide che andrà prendilo, Anche "se l'avesse uccisa. Se avesse ucciso entrambi, l'avrebbe avuto." (30) Va bene, non è salutare. E poi, cosa, Stefan non ha voce in capitolo? Non credo. Apparentemente è il primo ragazzo a non iniziare automaticamente a cerbiatta dappertutto. "He'd walked right by. Without a glance. She couldn't remember how long it had been since a boy had done that. They all looked, at least. Some whistled. Some stopped to talk. Some just stared." E poi dopo inizia a piangere perché lo guarda e lui distoglie lo sguardo. Questo è letteralmente tutto ciò che accade. Si gira sul sedile e gli sorride e lui guarda la sua scrivania. Elena decide che questo significa che Stefan pensa che sia migliore di tutti gli altri. Perché, naturalmente, non è possibile che sia in realtà timido o altro.

(visualizza spoiler)[Penso che si parlino come una volta l'un l'altro, forse. E poi la salva da un ragazzo che sta praticamente cercando di violentarla e / o ucciderla e (eppure ha più paura di Stefan!) E poi lei e Stefan si baciano e lei gli dice che lo ama. * Gag * (nascondi spoiler)]

Detto questo, penso di poter vedere dove l'autore stava andando con questo. Due fratelli vampiri in lotta per una ragazza umana. Lo spettacolo televisivo è abbastanza popolare; se il libro fosse stato fatto bene, avrebbe potuto essere anche popolare, anche se un po 'di cliché. Probabilmente non è così popolare perché lo spettacolo ha Ian Somerhalder * sbavare * E Katherine è in realtà un tosto nello show. Ma la cattiva scrittura e la terribile caratterizzazione erano troppo difficili da trascurare. C'è una possibilità molto, molto magra, che leggerò il resto della serie.
data di revisione 04/21/2020
Knight Kinlow

Bene, questo libro non mi è piaciuto. Affatto. Ho letto metà del libro e poi mi sono davvero annoiato, quindi ho scannerizzato le pagine fino alla fine. Ero sollevato e deluso. Deluso perché il libro non era buono. Non mi piacevano i personaggi, specialmente Elena. E sollevato perché ero stato salvato da un'altra mezza giornata di pura stupidità.

L'ossessione di Elena per Stefan era semplicemente troppo fastidiosa, inoltre c'erano un sacco di scene stupidamente esasperanti che erano così, beh ... esasperanti e stupide. Prendi ad esempio il nastro che ha lasciato nel cimitero. Perché ha scoperto che Stefan lo ha tenuto, è semplicemente stupidamente balzata alla conclusione che "mi ha sempre amato", "oh mio dio!" e poi ha pianto a dirotto. Ero tipo: che diavolo era quello? OO

Povera Elena. È troppo ossessionata da Stefan per il fatto che la sua ossessione le sta mangiando metà del suo cervello =. = Non le è neppure passato per la mente che forse lo ha trovato nel cimitero più tardi quella volta che l'ha lasciato e poi ha deciso di tenerlo.

Oh bene ... Non ho intenzione di leggere questo libro fino alla fine, né sto aspettando di leggere i libri successivi. Potrei anche iniziare a leggere altri libri che hanno davvero senso.
data di revisione 04/21/2020
Yale Whipps

Un romanzo romanzesco-vampiro per adolescenti piuttosto divertente, anche se abbastanza standard, breve e facile.

In realtà sono stato un po 'deluso da questo libro, e onestamente non so davvero perché mi aspettassi che fosse più di quello che era. Ero eccitato da un po 'di tempo per iniziare a leggere questa serie e l'ho ipotizzato così tanto nella mia mente che ero sicuro che sarebbe stato il miglior libro sui vampiri che avrei letto in epoche, profonde e oscure e intelligente e pieno di colpi di scena e azione, avventura, eccitazione e trama non-stop. Non così tanto.

Ma era ancora una lettura facile e divertente e se non fossi stato convinto di essere in un tipo di viaggio completamente diverso, probabilmente mi sarei divertito ancora di più.

Ho sentito che migliora dopo il primo libro, quindi persevererò. Forse i miei desideri da vampiro saranno esauditi :) Ho anche sentito che è molto meglio dello show televisivo, ma non posso commentarlo perché non l'ho mai visto, non riesco proprio a guardare oltre il fatto che sono i maschi chiaramente circa 35 anni e tutti si comportano come se passassero ragionevolmente per studenti delle scuole superiori di 16 anni.

Ancora una cosa: ogni descrizione che ho visto di questo libro descrive in modo bizzarro la trama come "un triangolo amoroso tra una ragazza delle superiori e due fratelli vampiri". Non posso commentare il resto della serie, ma non è affatto ciò di cui tratta questo libro. È meglio di così.

Ecco come mi piacerebbe descrivere la trama:

La bella Elena Gilbert ritorna dopo aver trascorso l'estate a Parigi per iniziare il suo ultimo anno di liceo. All'arrivo a scuola, vede che è iniziata una nuova studentessa: la splendida e misteriosa Stefan a cui Elena è immediatamente attratta ... e che è il primo ragazzo ad averla spazzata via. Ora è più determinata che mai a renderlo suo.
Stefan è un vampiro secolare che cerca di farsi una nuova vita a Mystic Falls. Quando vede Elena, gli viene immediatamente ricordato Katherine, il suo primo amore, e Damon, suo fratello con cui non parla da secoli ... a causa di quello che è successo a Katherine.
Quando le persone a Mystic Falls iniziano ad essere attaccate nello stesso momento in cui arriva Stefan, anche Stefan inizia a mettere in discussione la propria innocenza.
data di revisione 04/21/2020
Greenland Hosack

Ho letto solo 1-2 capitoli di questo libro. E dopo aver cercato in alto e in basso, leggendo i thesauri e riflettendo per ore, ho escogitato il perfetto parola per descrivere The Awakening (The Vampire Diaries # 1) Eww. Posso sentirti applaudirmi, così farò un inchino virtuale. Grazie. Grazie. Infatti, NO? Eww, eww, eww.

Cosa abbiamo qui? Un adolescente vanitoso, egocentrico e depresso e un antico vampiro innamorato che divora ... aspettalo ... soffici, innocenti, soffici, carini, soffici conigli. Assolutamente imperdonabile. Umanità Il vampiro ha raggiunto un livello completamente nuovo di crudeltà. Qualcuno chiama l'RSPCA. Ho raggiunto la parte in cui Elena l'egomaniaco viene "insultata" dopo essere stata ignorata da Stefan, il sadico mangiatore di conigli. E poi ho provato a buttare giù il libro con un sospiro disgustato. Sfortunatamente, stavo leggendo un file PDF del libro sul mio laptop ed ero irritato, come puoi immaginare, che non potevo soddisfare le mie intenzioni. Purtroppo, ho dovuto lottare con me stesso chiudendo il file con un clic veemente del mouse e imprecando un flusso di parole disgustose. NOTA IMPORTANTE: Non c'è gioia come la gioia di leggere la copia fisica e cartacea di un libro. Può essere baciato, abbracciato, pianto, macchiato e, naturalmente, anche fatto a pezzi: D E poiché credo che l'ultimo sia il sacrilegio, penso che dovrebbe essere sostituito dal libro colpevole che viene lanciato da un'altezza di circa 1.5 metri (non più, affinché il libro non venga gravemente danneggiato - il che è anche sacrilegio) e viene detto con una voce rigorosa "Cattivo libro! CATTIVO LIBRO!"

Ad ogni modo, dopo tutto questo, era chiaro che il libro sarebbe stato un orribile miscuglio di pessime storie d'amore e inquietanti drammi del liceo. Così ho giurato di nuovo sul libro e sono andato a leggere qualcos'altro.

Sìì!
La fine

PS La serie TV è tanto meglio dei libri.
data di revisione 04/21/2020
Olympia Luthe

NOME CHE LIBRO

Per prima cosa abbiamo
Photobucket
oh fantastico non vedo l'ora ....
quindi aggiungere alcune righe
Photobucket
aspettalo!



Foto orologio: Clock thclock.gif

e poi la grande rivelazione.
sto tremando in anticipo




= Photobucket
data di revisione 04/21/2020
Wallie Radilla

Come fan dello show, avevo sentito centinaia di volte che non avrei dovuto leggere questi libri. Ma avevo soldi da spendere e niente da leggere, quindi l'ho fatto. Non dovrei dire di essere deluso poiché mi aspettavo così poco per cominciare, ma wow, ero ancora deluso. Sapevo che sarebbe stato completamente diverso, il che andava bene, ma il libro non è buono. La quantità di immaturità è ridicola e tutte quelle altre recensioni che affermano di dichiarare il loro amore come in un giorno e mezzo non sono esagerate. Prendi Caroline dalla prima metà della prima stagione, moltiplica le sue peggiori qualità per 10, ed è Elena in The Awakening.

* Rileggi l'1 / 8/18: i miei sentimenti non sono cambiati troppo da 5 anni fa, ma questo libro non è così brutto come ricordato. Penso che forse ci riuscirò stelle 2.5 quindi cade nel mezzo. Penso che il narratore di audiolibri abbia fatto un buon lavoro nel rendere Elena come ... non simpatica, ma come tollerabile come può essere.
data di revisione 04/21/2020
Artema Spycher

Awh, amico. Volevo davvero leggere questo libro in modo da poter scrivere un'accusa dannatamente approfondita su quanto sia terribile, ma quel blurb mi fa venir voglia di bruciarlo, bruciare tutto a terra.

Nemmeno il godimento della mia compiacenza quando non mi piace il libro terribile che sto leggendo può convincermi a riprenderlo e tentare anche una sola frase.

Invece, ti lascerò con il mio dilemma filosofico preferito: come ottengono le erezioni?

Immagino sempre una sorta di ponteggio.
data di revisione 04/21/2020
Michelsen Bosack

Perché così tante brutte recensioni da una stella? Tutto quanto penetrante come l'onnipresente recensione di una stella di Lolita che chiama Nabokov l'uomo un molestatore infantile, deliri idioti che non riescono a distinguere un personaggio da un autore e vanno oltre semplicemente mancando il punto. E quanto ironico che tutte queste recensioni sembrino provenire da donne infuriate per il fatto che questo libro (che ovviamente tutti leggono per la loro classe di "teoria del genere") presenta un personaggio che abbandona i suoi figli. Ugh, donne che lo criticano come romanzo femminista perché il personaggio principale non è una buona mamma e quindi basa le loro valutazioni esclusivamente su quanto gli piace il personaggio principale. Queste persone danno voti alti solo ai libri con personaggi che amano? Pensano che i personaggi delle donne nei libri di finzione non dovrebbero avere difetti, noia e fondamentalmente tutto ciò che rende un personaggio buono? Vogliono che il personaggio sia umano ma privo di difetti, vogliono che sia un'eroina femminista, ma la denuncia per non aver messo i suoi figli davanti a se stessa. È che l'avrebbero accettato in un personaggio maschile ma non da una "moglie e madre" perché quando leggo queste recensioni è quello che mi sembra. Perché in tutte quelle recensioni da una stella è sostenuta e giudicata una donna e non un essere umano? Non è questa l'essenza del femminismo? Se è così, queste stupide ragazze sono quelle che sono anti-donna, non Chopin, che lo scrisse nel 1899 per l'amor del cielo!

L'intero punto del libro riguarda la sua scoperta di se stessa come individuo e che anche come individuo esistiamo in una società e come umani dobbiamo bilanciare l'essere un individuo con il fatto che siamo animali sociali. Il suo fallimento non è che ha abbandonato i bambini ma che si abbandona. Se questo ha un fallimento come romanzo femminista, è il finale formulaico in cui viene punita per i suoi desideri. Mi piacerebbe vedere una storia quando la donna scappa e non è punita dalla morte, come è sempre il finale, ora quella sarebbe progresso!

Non che sia un grande libro, i miei pochi amici che lo hanno valutato hanno dato per lo più 3 stelle, ed è giusto, sto aggiungendo una stella in più per dispetto.

Inoltre, questo è il mio primo libro letto sul mio nuovo kindle, quindi è stato piuttosto eccitante!

data di revisione 04/21/2020
Fleck Seilheimer

Spesso ho assistito a donne che continuano a parlare di misoginia, sessismo o affermano le loro opinioni su un pezzo di letteratura femminista, iniziando il loro discorso con qualcosa sulla falsariga di "Non sono molto femminista ... ma". Come se fosse meglio mettere una distanza considerevole tra loro e questa parola temuta all'inizio e negare qualsiasi possibile collegamento. Come se definirsi una femminista degrada automaticamente una donna nella posizione di una creatura violenta, non cruda, poco femminile, violenta dall'inferno le cui predilezioni includono disprezzare tutti i maschi del pianeta con una passione e gridare dai tetti sui diritti delle donne all'inizio opportunità.

Attenzione signore e signori! Il femminismo non è più così figo, almeno non come negli anni '80 o '90.

Non chiedete cosa sia scatenato quel particolare sfogo, ma sì, suppongo che le numerose recensioni da 1 stella di questo potrebbero essere state un fattore scatenante.

Quindi la storia di Edna ottiene una stella perché è una "cagna egoista" che si innamora di un altro uomo che non è suo marito, non sacrifica la sua vita per i suoi figli e sente le emozioni dell'attrazione sessuale per qualcuno che non ha l'amore in modo romantico. Edna ottiene una stella perché osa mettersi prima come individuo prima dei suoi ruoli specifici di genere come moglie e madre.

Ma tanti altri romanzi per nuovi adulti ed erotica (SE uno può essere abbastanza generoso da chiamarli 'romanzi' per mancanza di un termine alternativo più adatto) virtualmente pieno di sessismo, misoginia e zeppa di tutti gli odiosi stereotipi che rafforzano la visione stentata e retrogressiva della società delle dinamiche relazionali tra un uomo e una donna, ottieni 5 stelle gloriose da innumerevoli revisori (la maggior parte di chi sono donne) su questo sito.

Questo mi fa perdere la fiducia nell'umanità e in particolare nelle donne.

Edna Pontellier riconosce il suo risveglio e il suo bisogno di staccarsi dalle compulsioni che le sono state imposte dalla società. Abbraccia la sua "devianza" e cerca di venire a patti con questa nuova conoscenza di se stessa. Desidera attraversare l'intera gamma di azioni ed emozioni umane, indipendentemente da quanto "moralmente" ambigue, ingiustificate o egocentriche ciascuna di esse.

E questo NON è il punto centrale di questo business del femminismo?
"Feminism is the radical notion that women are people." - Rebecca West
Una donna ha bisogno di essere riconosciuta e accettata come prima persona umana - imperfetta, imperfetta, egocentrica, e forse anche come cattiva madre e moglie irresponsabile, proprio come il modo in cui la società accetta un cattivo marito come cattivo marito, un cattivo padre come un cattivo padre e continua dopo aver pronunciato alcune parole di critica negativa. In qualche modo essere un cattivo padre è ragionevolmente accettabile, ma essere una cattiva madre costituisce un atto sacrilego.

Il marito di Edna è ugualmente responsabile dell'abbandono dei loro figli come lei. Limita il suo ruolo di padre all'esecuzione di compiti minori come l'acquisto di caramelle, arachidi e regali e l'insegnamento a sua moglie su come dovrebbero essere allevati senza preoccuparsi di assumersi parte del suo peso. Come se il compito di crescere i figli richieda la sola competenza della madre e il padre può sfuggire con disinvoltura a tutte le responsabilità mantenendo una presenza persistente nella loro vita.

Ho visto i lettori essere empatici nei confronti dei mariti fittizi infedeli e dei loro dilemmi esistenziali (ad esempio Tomas e Franz in 'L'insostenibile leggerezza dell'essere' che sto attualmente leggendo) e anche cercando di razionalizzare la loro incapacità di rimanere in relazioni monogame. Ma oh cielo proibisci se è una donna al posto di un uomo! Alle donne viene negato l'ingresso nel mondo dell'infedeltà o del sesso occasionale (e nel raro caso in cui sono ammessi, ricevono etichette come "troia", "puttana", "crostata" e così via). Devono essere modelli assoluti di perfezione a colpo sicuro - angelici, compassionevoli, premurosi, sempre sottomessi, sempre pronti a essere al vostro servizio come una buona madre e una buona moglie e languire in uno stato perpetuo di abnegazione con quel dolce sorriso forzato bloccato sui loro volti. Doppi standard molto?

Edna è un po 'imperfetta e, quindi, molto umana. Edna è in tutti noi. E il suo freddo rifiuto di lasciare che le norme sociali decidano il corso della sua vita, ridurla allo stato di semplice madre e moglie, la rende solo coraggiosa ai miei occhi.

(visualizza spoiler)[Il suo suicidio non è che forte 'vaffanculo' al sistema patriarcale. E posso solo salutarla per il suo atto di sfida. (nascondi spoiler)]
data di revisione 04/21/2020
Mandy Vose

(** SPOILER nei commenti **)

Uno dei primi libri di retorica femminista che dormono con chiunque tu voglia. Penso che gran parte di ciò per cui le femministe hanno combattuto e realizzato sia stato vitale per proteggere le donne. Le donne non hanno mai vissuto con tale libertà. Sono dietro molti dei progressi. Questo libro, tuttavia, come parte della filosofia femminista generale degli anni '60 (non il pensiero principale delle prime femministe), credo abbia avuto un effetto distruttivo. Invece di promuovere una filosofia secondo cui gli uomini dovrebbero essere più onesti sul potere delle relazioni fisiche - che avrebbero contribuito a correggere molti dei veri problemi (e quindi sarebbero stati veramente progressivi) hanno incontrato le donne altrettanto egoiste. Questo tipo di pensiero ci ha spinti indietro. Il loro coraggio vacillò quando non stabilirono lo standard che era veramente necessario. Il caos provocato dalle anime degli esseri umani, sia quelli coinvolti nella sessualità che professano fisicamente una cosa che un'altra spiritualmente - la sessualità egoista - e i bambini che vivono nel caos di queste relazioni (o non relazioni) sono un passo indietro nel progressione dell'individuo che dovrebbe muoversi verso l'amore vero e lontano dall'egoismo.
data di revisione 04/21/2020
Meill Minkel

In un'udienza che ho osservato una volta, il marito ha testimoniato che aveva cercato di far servire la moglie con la sua petizione per il divorzio nel parcheggio Costco. La moglie andò di corsa attraverso il parcheggio per evitare il servizio, ei suoi figli di otto e dieci anni le corsero dietro, schivando il traffico e saltando nell'auto della moglie mentre usciva dal parcheggio. Il marito le ha filmate sul suo iPhone, gridando: “Sei stato servito! Sei stato servito! "

Il giudice ha commentato che era preoccupante guardare un video dei bambini che correvano in un parcheggio pericoloso e ha chiesto alla donna perché correva. La donna rispose: "Non credo nel divorzio, tuo onore".

Il giudice disse: "Bene, signora, non è come il coniglietto pasquale: esiste".

C'è quel punto nella vita di una donna quando si sveglia sospettando che le fiabe con cui è cresciuta non raccontassero l'intera storia, che ci sia vita oltre il tramonto alla fine del film e che la vita non sia più facile della vita prima il tramonto. E ci sono un numero qualsiasi di storie in cui quell'incudine cade sulla testa di un personaggio. Tolstoj scrive la versione ammonitrice della moralità Anna Karenina, Flaubert scrive la versione della tragedia pastorale in Madame Bovarye Elizabeth Gilbert scrive la versione di douche auto-coinvolta in Mangia, prega, ama, per dirne alcuni. Ma allora, Il Risveglio. Questo è il mio preferito. Questa è la bella.

Ad esempio, c'è questo:

"Conosci Mademoiselle Reisz?" chiese lei irrilevante.

"La pianista? La conosco di vista. L'ho sentita suonare."

"Dice cose strane a volte in modo scherzoso che non noti in quel momento e ti ritrovi a pensare dopo".

"Per esempio?"

"Bene, per esempio, quando l'ho lasciata oggi, mi ha abbracciato e ha sentito le mie scapole, per vedere se le mie ali erano forti, ha detto." L'uccello che sarebbe salito sopra il piano piano della tradizione e il pregiudizio deve avere ali forti. È uno spettacolo triste vedere i deboli lividi, sfiniti, svolazzanti sulla terra. "


Tutte le donne in questo libro sono uccelli: galline chioccianti, che proteggono la loro covata; uccelli decorativi in ​​gabbie; ed Edna che fa crescere le ali e cerca di volare via. Amo l'immagine delle donne come uccelli perché penso che sia così vivido nel mostrare la disconnessione di una donna con la società. Solo l'immagine di un uccello in una gabbia è qualcosa di fuori posto, confinata dove dovrebbe essere libera. È indesiderato e innaturale fuori dalla gabbia, ma incapace di andarsene. Il film Moulin Rouge usa anche l'immagine. Dove il personaggio di Ewan McGreggor è il tradizionale Orpheus, il cui dono è la sua canzone, quella di Nicole Kidman è la donna come un uccello. "Oh, lo faremo", dice al suo uccello domestico, "Voleremo, voleremo via da qui!" Non so da dove provenga questa metafora (sirene?) O come sia diventata quella che è in queste storie, ma penso che sia commovente.

(visualizza spoiler)[Ed è toccante che, chiaramente, l'unica fine per un uccello fuggito dalla gabbia sia la morte. Una donna che sfida la tradizione e il pregiudizio, come dice Mademoiselle Riesz, è sgradita e deve volare con ali particolarmente forti. Ma tutte queste storie che immaginano qualcosa al di là della tradizione hanno Thelma e Louise terminazioni. Le donne che si svegliano e si rendono conto di essere sgradite nella società così come sono, che si rendono conto di non poter più fingere di essere ciò che la società vuole più, possono solo concepire il suicidio come alternativa. E, dentro Il Risveglio, almeno, la morte di Edna non è un ammonimento o una punizione. È solo l'unica alternativa immaginabile in una società che non offre nulla per le donne se non il matrimonio. È interessante notare che, Mangia, prega, ama è l'unica storia che mi viene in mente su questo argomento che non si esaurisce con la morte della donna, quindi è perversamente piena di speranza. (nascondi spoiler)]

Tengo molto alle relazioni delle persone. Probabilmente troppo a volte. Le relazioni mi sembrano questi delicati e misteriosi alieni, e dovremmo sussurrare attorno a loro in modo da non spaventarli. Questo è uno dei motivi principali per cui odio i matrimoni, perché così spesso hai questo nuovo, fragile rapporto, e che cosa la gente decide di farci? Distruggilo con la mazza di pianificare un evento gigantesco che simboleggia le vulnerabilità emotive più amare e dolorose di tutti nelle vicinanze generali. La relazione potrebbe essere bella e forte durante un matrimonio, ma dopo essere stata ammucchiata dal bagaglio emotivo delle famiglie e degli amici coinvolti, è qualcos'altro. È appena fuori dallo scaffale, ma già logorato dall'usura e dalla tensione.

E un matrimonio, un matrimonio, non è una relazione. Un matrimonio è un contratto. Un matrimonio è un evento. Il divorzio è lo scioglimento di un contratto. Una relazione è qualcos'altro. Una relazione esiste o non esiste al di fuori di qualsiasi evento o licenza. A volte un matrimonio è troppo pesante per una relazione, a volte un matrimonio è troppo pesante per questo. Mi sembra spesso, quando le persone si fidanzano, come se stessero cercando di abbonarsi a un certo tipo di relazione e l'impegno è il modulo di iscrizione. Ma, per quanto ne so, le relazioni sono selvagge e non possono essere sottoscritte. E nessuno sa quanto siano forti se non le persone nella relazione, e talvolta nemmeno loro.

Ma anche se sei Edna, se stai vivendo la tua vita, se vai avanti, e improvvisamente ti rendi conto che lo sei non vivere la tua vita, ma che sei in una sorta di costume e reciti in una commedia: devastazione. Nessuna delle tue relazioni esiste, ma le persone intorno a te hanno relazioni con il personaggio che hai interpretato. E non si può tornare indietro. Li hai già traditi e non lo sapevi nemmeno, e loro ti hanno già tradito non rendendoti conto che non eri tu. Quando inizi a capire chi sei, c'è troppo slancio per voltarti. Sei già fuori dalla gabbia e voli via, sia che le tue ali siano forti o deboli, sia che il vento sia per te o contro di te.

Nel mondo di Kate Chopin, penso, il divorzio era come il coniglietto pasquale, come il tramonto verso il quale una donna potrebbe nuotare ma non vedere oltre. La fine di questa storia, per me, è un rifiuto di quel mondo, che non ha tenuto nulla per Edna. È una domanda per qualcos'altro. È triste, sì, perché è spaventoso che non ci fosse nulla per lei, ma non è sbagliato o ingiusto, credo. Anche se non penso che la storia sia un avvertimento per le donne, penso che sia un avvertimento per il mondo. Dice che ciò che hai per noi, con la tua rigida proprietà di genere e le tue gabbie, non è abbastanza. Siamo di più, quindi il mondo deve essere di più.

E penso che sia diventato di più. Come donna, penso che mentre ero incanalato verso la vita triste e vuota di Edna, sono stato in grado di rifiutarla, ali forti o meno, e decidere di essere una vera ragazza con relazioni reali, non solo la facciata insignificante dell'impegno e matrimonio e divorzio. Ora ci sono altre opzioni a causa di libri come questo. Non è facile o perfetto, ma è qualcosa di reale, qualcosa che esiste.
data di revisione 04/21/2020
Fayette Parul

Vorrei dare a questo libro stelle ZERO, ma non è un'opzione. Questo è senza dubbio il peggior libro che abbia mai letto. Non lo dirò mai più in una recensione, perché questo vince quel premio.

GRANDE SPOILER AVANTI - Attenzione.

Ho dovuto leggere questa cosa due volte al college ed è una storia orribile. Dovremmo provare simpatia per una donna egoista senza qualità redimibili. Solo perché il suo matrimonio è cattivo, non le dà il diritto di essere una persona schifosa e spregevole. Divorziare? Sì. Trova nuovo amore? Sì. Abbandonare i tuoi figli, essere completamente egocentrico, commettere adulterio e annegare te stesso? No, no, no e no. Questo è il mio problema con il libro. Annegare se stessi e lasciare i propri figli senza la guida della madre è una tragedia. Il libro vorrebbe farti credere che sia un trionfo. Questo è il difetto irrinunciabile nel libro.

È anche fisicamente impossibile morire come ha fatto lei. Non puoi galleggiare sul fondo dell'oceano. Il tuo corpo ti costringerà a nuotare e combattere. È un fatto scientifico che non puoi annegare te stesso senza una lotta. Avrebbe lottato alla fine. Sì, puoi nuotare così lontano da non riuscire a rientrare e annegare nel processo. Ma no, non puoi semplicemente affondare fino in fondo. Sarebbe un orribile, bavaglio, ansimante, vomitare acqua salata, calciare braccia e gambe in lotta.

La stessa scrittura non è niente di speciale. Non è male. Chopin non è una cattiva scrittrice a livello tecnico, ma non è nemmeno esperta.

Odio essere quello che piove sulla parata, ma questo è il libro più sopravvalutato che abbia mai incontrato.
data di revisione 04/21/2020
Bowerman Cajigas

Questa recensione è stata pubblicata principalmente a causa del fantastico retroscena. In realtà ho dovuto leggerlo due volte al liceo e non me ne importava neanche tanto.

Ma ecco che arriva la mia grande storia!

Quando ero al secondo anno del liceo, uscivo con questa ragazza che alla fine mi ha scaricato e mi ha dato la ragione per cui sarebbe uscita con me solo fino a quando il ragazzo che le piaceva davvero ha mostrato interesse per lei. Un vero svantaggio!

Avanzamento rapido verso l'anno senior. . .

Ero a teatro e mi è capitato di fare spettacoli nella scuola per tutte le ragazze dove è andata la ragazza di cui sopra. Dopo un'esibizione (ero Albert Peterson in Bye Bye Birdie), venne da me e mi disse che aveva bisogno di parlarmi e che era interessata a me frequentare il ballo con lei! ?? CHE COSA!?? Non le parlavo da un paio d'anni. . . la mia mente era sconvolta!

Ho detto di sì, ma ero scettico. . .

Mentre al ballo mi ha fatto sedere per "il discorso". Ha detto che si sentiva malissimo per quello che mi ha fatto. Ha detto che durante la lettura di The Awakening, ha iniziato a rendersi conto che ero davvero buono con lei e che essere il proprietario del posto per quest'altro ragazzo non era giusto per me. * VINDICATO! * Ha scritto un saggio su ciò che mi aveva fatto e su come il libro le aveva aperto gli occhi (un risveglio, forse ???). Questo saggio ha finito per vincere una sorta di competizione a livello statale. * Mi sento abbastanza bene a questo punto! *

Epilogo

Venne da me alla fine del ballo e mi chiese se poteva andarsene con un altro ragazzo a cui era interessata per un po '. . . (Non puoi inventare questa roba!) Quindi, ho ottenuto la mia rivendicazione, ma la storia si è ripetuta - almeno non stavo uscendo ufficialmente con lei questa volta!
data di revisione 04/21/2020
Moise Vandevere

Book Review
4 su 5 stelle a Il Risveglio by Kate Chopin. Ho letto questo libro diversi anni fa e ho scritto un articolo su come la società trattava le donne durante quel periodo in letteratura. Ne taglio e incolla un po 'di seguito, poiché penso che offra più di una normale recensione su questo. Per favore, tieni presente che mi riferisco alle donne nel 19 ° secolo, vale a dire i personaggi del libro - non pensieri sulle donne oggi! Per quanto riguarda il libro - è fantastico ... adoro vedere ciò che la gente pensava 150 anni fa, vedere alcune cose non cambiano mai e alcune persone sbagliano sempre! E per la cronaca, ho adorato Edna ... ho pensato che avesse il diritto e che avrebbe dovuto spingere di più.

Domanda: Edna Pontellier: prevale l'innocenza?

La società si aspetta che le donne rimangano pure e caste, ignorino l'impulso di intraprendere qualsiasi tipo di comportamento che potrebbe essere interpretato come civettuolo, e di seguire le richieste dei loro padri fino al matrimonio. Tuttavia, le donne vedono queste limitazioni come troppo restrittive, motivo per cui vivono le loro vite in un modo che si adatta a loro e non agli altri. Le donne spesso assumono il controllo della propria vita partecipando a comportamenti civettuosi, ignorando i desideri dei genitori e impegnandosi nel sesso prematrimoniale. Quando le donne sono sposate e desiderano ancora vivere la propria vita, possono avere relazioni extraconiugali, possono lasciare i loro mariti o amanti e possono suicidarsi. Questi comportamenti sono un modo per contrastare le ingiuste limitazioni poste su di loro. Spesso il "desiderio di essere socialmente funzionali e accettabili può portare all'ostilità verso coloro che sembrano non convenzionali o indipendenti" (Allen 336). Come risultato di questa ostilità e della lotta, se le donne siano o meno veramente innocenti ha pervaso le menti della società americana.

Poiché l'innocenza delle donne è sempre stata un argomento che affascina la mente della società, gli scrittori ne trarranno spesso vantaggio e creeranno opere che riguardano l'innocenza delle donne. Il periodo realistico della letteratura, dalla fine della guerra civile alla prima guerra mondiale, 1865-1915, contiene molte opere che sono rappresentative delle donne e del loro livello di innocenza. In opere come The Awakening (1899) di Kate Chopin, ci sono personaggi femminili la cui innocenza viene messa in discussione. Edna Pontellier vive la sua vita in un modo così ambiguamente civettuolo che le persone della società in cui vivono, mettono tutti in discussione l'innocenza e la moralità delle donne. Edna è in qualche modo colpevole, anche se ha una scusa. Edna sta entrando nella sua femminilità per la prima volta in un momento in cui le opinioni erano abbastanza diverse rispetto a oggi. Potrebbe perdere la sua innocenza con diversi uomini, ma non ha mai saputo quale fosse l'innocenza prima del suo risveglio sessuale. Indipendentemente dalle azioni di Edna, è ancora innocente anche se il suo comportamento civettuolo implica che non lo è. Dopo aver affrontato l'ira della società, si gira verso l'interno per trovare supporto invece di rivolgersi alle persone che la circondano. Dopo aver pensato al suo futuro, Edna si snoda lungo il percorso dell'autodistruzione e si suicida, come un modo per uscire dalla miseria in cui si trova. Quando la sua innocenza sembra essere persa, sceglie di togliersi la vita, piuttosto che lottare per dimostrare alla società che non ha fatto nulla di male. Tuttavia, non perde mai la sua innocenza in modo permanente, poiché era nascosta solo sotto il suo risveglio alla femminilità.

In The Awakening, di Kate Chopin, Edna Pontellier, anche una giovane donna sposata viene trasferita dalla sua solita casa americana a quella della società creola francese a New Orleans, in Louisiana. Anche se la storia si svolge ancora in America, la società creola francese è più europea che americana. Si aspetta che le persone che vivono lì seguano le credenze europee su donne, innocenza e sessualità. Edna è stata sposata con Leonce Pontellier per diversi anni e hanno anche due figli. Trascorrono le vacanze estive su un'isola al largo della costa della Louisiana durante le estati, non molto lontano dalla terraferma dove abitano abitualmente. Edna è cresciuta con un padre che si aspettava che lei seguisse le sue regole nel modo più perfetto possibile. Era un "presbiteriano ipocrita, di gioco d'azzardo, ubriaco, di lingua pia [dal Kentucky]" (Skaggs 98). La sua interpretazione della religione doveva essere inconciliabile durante la settimana e quindi espiarla la domenica durante il culto. Edna divenne così due anime separate all'interno del suo stesso corpo. Voleva essere devota e buona, il che spiega perché rimase sposata con Leonce in un matrimonio senza amore per quasi dieci anni. Tuttavia, aveva anche un lato appassionato e selvaggio che scoppiò improvvisamente dopo aver incontrato Robert Lebrun sulla Grand Isle. Secondo James H. Justus, lo squilibrio che tormenta Edna è dentro di sé e il dilemma è risolto in termini di sue compulsioni psichiche. Intrappolata tra urgenze contrastanti, il suo bisogno di soccombere alla sua sensualità è contrastato da un uguale bisogno di una libertà quasi anarchica ”(Giusto 73).

Edna Pontellier è annoiata da suo marito, la sua vita di maternità e le pulizie al suo ritorno sulla terraferma. Vuole anche essere libera di fare qualunque cosa scelga invece di essere incatenata a suo marito. Le piace l'attenzione che riceve da Robert e trova il giovane piuttosto attraente. Una volta iniziato, “Edna non tenta di reprimere il suo desiderio sessuale, non esita a rinunciare ai suoi doveri tradizionali verso la sua famiglia. Si rende conto che non è in grado di vivere come l'aggiunta essenziale all'uomo, come l'oggetto su cui l'uomo governa ”(Seyersted 62). Di conseguenza, “Edna Pontellier ha la sua prima relazione per fame sessuale, senza furbelow romantico. È innamorata, ma il giovane che ama ha lasciato New Orleans ”(Kauffmann, 59). Edna Pontellier è un'adultera, ma si può perdonarla perché è stata gettata in un matrimonio per il quale non era pronta dopo aver vissuto per molti anni sotto il dominio di suo padre. Edna non ha mai avuto la possibilità di crescere come donna. Di conseguenza, è costretta a reprimere la sua sessualità, e ne esce piena forza durante le sue vacanze estive con i Lebrun.

Tuttavia, la relazione tra Edna e Robert ha un'influenza positiva sulla vita di Edna. Carley Rees Bogarad ritiene che “il desiderio di Edna per la prima volta nella sua vita sia diretto a qualcuno che lo restituisce e che ha soddisfatto i suoi bisogni emotivi. Alla fine ha le prove del modo in cui Robert l'ha trattata e del suo emergente senso di sé che potrebbe scegliere di vivere in un modo più significativo, costruttivo e attivo. Non perde il suo senso di responsabilità; lo ridefinisce ”(160). Tuttavia, Edna perde Robert quando lascia il paese, ed è costretta a tornare a casa con suo marito e due figli dove la sua vita diventa monotona e noiosa senza Robert. Più tardi, incontra Alcee Arobin, che in qualche modo le ricorda Robert. Edna e Arobin iniziano anche una relazione. Questa volta, “Edna gode della compagnia perché [Arobin] è un uomo affascinante, attento, divertente, una persona del mondo. È un partner sessuale che non chiede, non si aspetta o non dà amore. Di conseguenza, Edna non ha bisogno di sentire che lo sta compromettendo perché ama un altro. Ciò che scopre lentamente è che non c'è modo di separare ciò che il corpo fa da ciò che la mente o il cuore sente senza creare una violazione di sé (Bogarad 160). Edna sembra decisamente che non abbia morale a questo punto. Non poteva fregarsene di meno della sua famiglia; tutto ciò che Edna vuole fare è esplorare il suo nuovo risveglio sessuale trovato. È vista negativamente per questo nella società; Eppure, in realtà, "gli uomini della sua vita l'hanno divisa-Robert la vede come l'angelo, e Alcee la vede come la puttana" (Bogarad 160).

Edna Pontellier è vittima del destino e non può essere criticata per questo. Non può fare a meno di essere svegliata sessualmente, il che porta alle sue numerose relazioni con Robert e Alcee. Dopo essersi trasferita fuori di casa e aver vissuto da sola, nel modo in cui lo desidera, Edna si riduce lentamente al nulla. Perde suo marito, Robert e Alcee. Robert ritorna brevemente e sembra che lui ed Edna si riuniranno, ma loro no. Invece, i sentimenti risvegliati di Edna e l'ancora di salvezza la diminuiscono. Spangler osserva che “nelle pagine finali, Edna è diversa. . . non è più intenzionale, solo intenzionale: non più liberata, semplicemente perversa: non più giustificata, semplicemente dispettosa ”(Spangler 155). Alla fine, Edna viene lasciata sterile e desolata. Vaga per il mare, si toglie i vestiti e si lancia alla morte. Secondo Spangler, “Chopin circonda la morte di Edna con simboli contraddittori di sconfitta e rinascita. Ciò rende difficile valutare il significato dell'atto finale di Edna e rendere conto delle varie letture proposte. C'è anche l'ulteriore complicazione che non è chiaro se la morte di Edna sia stata scelta consapevolmente come suicidio o se, come molto altro nella vita di Edna, sia semplicemente trascinata in ”(156). La tragica fine di Edna lascia i lettori a chiedersi quale fosse il suo scopo. Edna potrebbe rappresentare le donne che "sono attratte perversamente dal frutto proibito" [e per le donne che] vogliono possedere [che] forma solo relazioni distruttive piuttosto che quelle che sono [vere] e durature "(Roscher 292). Tutto ciò che i lettori possono dedurre è che "le sue azioni e il suicidio finale suggeriscono che è una donna la cui volontà e determinazione la costringono a" seguire la sua strada "; ma uno sguardo più attento a Edna mostra che non è un personaggio che rifiuta una società nel "pensare e agire". . “. (Portales 431). Edna Pontellier potrebbe aver avuto degli affari, ma rimane in qualche modo innocente. Non ha mai saputo cosa fosse l'amore quando ha sposato Leonce. Era stata influenzata da suo padre e supponeva che si sarebbe innamorata di Leonce una volta sposati. Tuttavia, Edna ci prova senza successo, quindi decide di passare dei bei momenti, ma si innamora di Robert ed entra in una relazione con lui - forse la prima in cui è richiesto il loro amore tra i due. Edna non può quindi essere incolpata per aver perso la sua innocenza, dato che non l'ha avuta quando era sposata. Non sapeva nemmeno cosa fosse non avere innocenza in quel momento. Edna ha sofferto per mano così il destino e suo padre. Raramente aveva il controllo della propria vita.

Chi Sono...
Per chi non conosce me o le mie recensioni ... ecco lo scoop: ho letto MOLTO. Scrivo MOLTO. E ora blog MOLTO. Per prima cosa la recensione del libro va su Goodreads, e poi lo invio sul mio blog WordPress all'indirizzo https://thisismytruthnow.com, dove troverai anche recensioni TV e film, la rivelatrice e introspettiva 365 Daily Challenge e molti blog sui luoghi che ho visitato in tutto il mondo. E puoi trovare tutti i miei profili sui social media per ottenere i dettagli su chi / cosa / quando / dove e le mie foto. Lascia un commento e fammi sapere cosa ne pensi. Vota nel sondaggio e voti. Grazie per esserti fermato. Nota bene:: Tutto il contenuto scritto è una mia creazione originale e protetto da copyright per me, ma la grafica e le immagini sono state collegate da altri siti e appartengono a loro. Mille grazie ai loro creatori originali.
data di revisione 04/21/2020
Rachael Breniser

Immagino di poter capire perché The Awakening sia considerato così importante nello sviluppo del canone femminista. Allo stesso tempo, posso capire perché è stato respinto in modo così deciso ai suoi tempi. Chopin è uno scrittore a posto. Il suo lavoro, tuttavia, vede l'ignoranza. Il suo lavoro è stato ignorato a suo tempo perché in realtà non valeva la pena riconoscerlo. Comunque, questa è la mia modesta opinione, e non così intellettuale.

Il protagonista, 29 anni, sembra risvegliarsi in un'adolescenza in questo libro. Con il pretesto di scoprire la sua sessualità e di avanzare verso una sorta di autorealizzazione, fa poco più che diventare il trollop della città mentre si cimenta in battute pseudo intellettuali ed isteriche. Sì, ho detto isterici.

Affronta questioni come essere prigioniera del matrimonio, della società, delle grazie sociali e della maternità. Allo stesso tempo, non fa mai i piccoli mentali verso uno stile di vita che le darebbe il potere della propria agenzia. È viziata, coccolata e non ha il coraggio di essere una persona autosufficiente. Quando decide di ribellarsi, lo fa tradendo suo marito, abbandonando i suoi figli e le sue responsabilità. Per tutto il tempo è circondata da servi, stravaganze e persone che alimentano il suo distorto senso del diritto. Alla fine viene umiliata quando qualcuno con un migliore senso della realtà rifiuta i suoi progressi. È rimasta a costruire questa nuova vita solo per se stessa. Veramente solo. Questo tremendo colpo la porta al suicidio. Non poteva sopportare di stare in piedi da sola.

Non puoi dirmi che il lavoro di Chopin è così giovane e carente perché è stata la prima. Lei non lo era. Non in Louisiana creola. Guarda Aphra Behn, Mary Wollstonecraft, persino Mary Shelley. Quella era letteratura. Quelli erano i mattoni della scrittura femminista. Chopin è viziata, confusa e completamente inconsapevole di come funziona davvero il mondo che la circonda.

data di revisione 04/21/2020
Jelsma Renigar

WOW

probabilmente il libro più bello che abbia mai letto, oltre a tanto femminismo che mi rende debole. Adoro questo libro e comprerò presto la mia copia per poter rileggere, rileggere e rileggere fino alla morte.
data di revisione 04/21/2020
Huggins Mcritchie

Se una donna decide per capriccio di evitare le responsabilità familiari della maternità e della moglie e diventare una serva dei suoi sensi di passaggio, dovrebbe essere rimproverata. Se un uomo lo fa, dovrebbe essere rimproverato lo stesso. Qualsiasi persona, indipendentemente dal genere, dall'età o dalla posizione sociale che dimostra tale irresponsabilità merita il suo castigo.

Ho letto molte risposte diverse a questo romanzo e molte criticano questo libro per l'egoismo irresponsabile della sua eroina imperfetta. E non commettere errori; Sarei l'ultima persona ad approvare le sue azioni. Tuttavia la gravità che questo libro porta non sta nelle azioni imperfette dell'eroina ma nella sua capacità di essere imperfetta. Scritto durante la società all'indietro del diciannovesimo secolo che non solo chiede ma crede che le donne dovrebbero essere l'incarnazione perfetta del desiderio macho: sottomesso, immacolato, modesto, sensibile - ed essere altrimenti doveva essere scortese. Kate Chopin ha presentato la remota possibilità che forse una donna si definisce piuttosto che definita dalle convenzioni e dagli editti sociali che la circondano.

La nostra eroina, Edna Pontellier, non può scuotere questa sensazione di disagio. C'è in lei questa grande premonizione che dentro di lei esiste qualcuno che non è né moglie né madre. “Pensava a Leonce e ai bambini. Facevano parte della sua vita. Ma non devono aver pensato di poter possedere lei, il corpo e l'anima. " E così, guidata dall'affetto per un altro uomo, cammina lentamente lungo il tragico percorso della sua sfida contro suo marito e la società crudele di cui fa parte. Più audace ad ogni passo che fa, capisce lentamente che la sua guerra contro il mondo non riguarda solo l'uomo che sceglie di amare ma il suo senso di identità come donna.

Qui sta il diavolo. Edna è stata condannata per non avere una vittoria a portata di mano, non importa quanto lottasse. La società non ha permesso a lei, una donna, di diventare liberamente la persona che cercava di diventare - una creatura di sua spontanea volontà. Eppure, di fronte a una certa sconfitta, mostrò coraggio e forza di volontà finché non ebbe più nulla da dare, sconfitta dal suo tempo.

“L'uccello che si innalzerebbe al di sopra del piano pianeggiante di tradizione e pregiudizio deve avere ali forti. È uno spettacolo triste vedere i deboli lividi, sfiniti, svolazzanti sulla terra. Dove saliresti? ”

Il 21 ° secolo è implacabile e infido per una donna come secoli fa. Il patriarcato e la misoginia, nonostante tutte le battaglie vinte, hanno trovato nuovi modi per contenere i doni della femminilità e incatenare i suoi pensieri. Ma il vento del progresso soffia più forte di quanto abbia mai avuto. Le madri non sono solo madri e le mogli sono molto più che mogli. C'è un clamore per te per essere coraggioso, per condurre, per essere diverso, per essere imperfetto.

Salirai?
data di revisione 04/21/2020
Frodina Hartsock

"Non agitando ma annegando!"

Edna non vuole appartenere a nessuno tranne a se stessa. Vuole essere libera di scegliere la sua vita e il suo amore con una passione non diretta dalle aspettative della società. Non rinuncerà all'essenza della sua anima a nessuno o altro e ciò alla fine distruggerà il suo spirito - perché l'amante, il marito e la famiglia hanno tutti la stessa idea del posto di una donna nel mondo: "appartiene" a loro come un possesso. Può essere abbandonata, scambiata o protetta come se fosse uno strumento o un gioiello.

Quando capitola, l'impossibilità della vita è se non sei abbastanza forte da osare e sfidare completamente come un'artista.

Non si arrende. Si arrende.

Un meraviglioso romanzo breve di identità e comunità, di amore e integrità, di appartenenza e libertà. Essere letto e riletto ogni volta che ci si sente troppo lontani e nessuno vede l'ondeggiamento.

Annegamento.
data di revisione 04/21/2020
Macey Yendell

"Può sembrare molto meschino lamentarsi, ma ti dico che quel genere di cose si deposita su una come una polvere sottile."
-Ammonitore, Lolly Willowes

Questo libro è una prima distillazione di un particolare tipo di romanzo che veniva scritto periodicamente all'inizio del XX secolo. Questi romanzi sono tutte variazioni sullo stesso tema, ma lo schema di base è lo stesso. Questo servirà a darti una buona idea del lotto:

Edna Pontellier è la moglie piuttosto benestante di un uomo d'affari di New Orleans con due figli, una casa ben arredata, servi e un posto chiaro e chiaramente soddisfatto nella sua particolare cerchia sociale. Suo marito è gentile con lei in molti modi convenzionali: non risparmia spese per la famiglia, si preoccupa della crescita dei figli, compra regali e sontuosità personali e sontuose, sembra offrire complimenti periodici e non è d'accordo tutto geloso o possessivo. Ovviamente ha i suoi difetti - gli piace che le sue routine siano come sono e attribuisce grande importanza al fatto che sua moglie adempia al suo ruolo "femminile" nella famiglia e nella società, a trattare con i domestici, a garantire cene di alta qualità, a provvedere ai suoi bisogni e generalmente mettendolo al primo posto quando è a casa, essendo costantemente coinvolto con i bambini, pagando le stesse chiamate mattutine alle stesse mogli di soci d'affari che lei ha sempre. Nessuna di queste aspettative è particolarmente fuori dal comune per il suo tempo e il suo posto, e in effetti non ha mai dovuto sopportare alcuni degli oneri extra moralmente orribili ma legalmente accettabili che altre mogli devono sostenere senza mettere in discussione. Suo marito è occasionalmente maleducato e irascibile, a volte trascorre la serata fuori con i suoi amici e la incolpa ingiustamente per eventi che sono spazzati via da tutte le proporzioni. Ma questo è tutto.

E ancora, "Può sembrare molto meschino lamentarsi, ma ti dico che quel genere di cose si deposita su una come una polvere sottile."

Naturalmente, come sappiamo, questo non è il vero problema. Il problema è con le basi sottostanti del sistema patriarcale di varie assunzioni e regole di base. In questo caso, il Sistema manifesta nell'assunto casuale di suo marito di vedere la sua "occupazione" come lui, di vivere la sua vita come una raccomandazione e di aver attratto la carriera di suo marito, o addirittura di promuoverla. C'è una scena in cui le consiglia di accettare e rifiutare biglietti da visita e inviti in base al fatto che ogni donna in questione abbia un marito che favorirà la sua carriera. Si aspetta che tutto a casa rifletta il suo successo fuori casa, inclusa la cena che mangia (di cui sembra essere più turbato sulla base del fatto che non si adatta al suo status di qualsiasi altra cosa). Concettualizza la sua vita privata come "pubblica" (dal momento che non ha una "pubblica" da aggiungere alla sua), vincolata dalle stesse sistemazioni e decisioni professionali che una persona in una carriera potrebbe prendere. Quando si discosta dalle sue scelte convenzionalmente femminili, assume che potrebbe aver bisogno di cure mediche.

Come la versione femminile di Bartleby the Scrivener, inizia la fase di ribellione "Preferirei non farlo" e continua fino a quando non avrà capito che preferirebbe semplicemente non vivere la maggior parte della sua vita. Quindi, ovviamente, deve decidere cosa fare dopo.

È qui che molte storie differiscono. Nel Lolly Willowes, forse il più chiaro parallelo a questo libro, il libro fa emergere tutta la colpa e l'odio di sé che quella "polvere sottile" può suscitare in una donna abituata a una vita dei suoi vincoli. Lolly in realtà si concepisce come una strega, * una vera serva del diavolo *, perché alla fine sceglie di vivere una vita secondo i suoi desideri, di ignorare le affermazioni e i bisogni delle altre persone che ha trascorso la sua vita tendendo così lontano . Ciò è incoraggiato dal fatto che Lolly non ha mai raggiunto quella presunta "massima vocazione" per le donne: marito e figli. Quindi, tutto ciò che dovrebbe offrire è una vita di servizio disinteressato agli altri da cui dipende. Quindi ha senso considerare se stessa non solo meno di niente, ma in realtà attivamente malvagia per aver negato di ripagare ulteriormente la società di quello che è visto come il suo unico dovere naturale, data la sua mancanza di queste altissime benedizioni. Tutta la passione spesa è un altro forse più maturo parallelo. In questa iterazione, Lady Slane ha effettivamente raggiunto marito e figli. Inoltre, sono cresciuti e hanno successo, con figli propri. Suo marito era un eminente funzionario pubblico e ha adempiuto al suo "ruolo" (proprio come il marito di Edna aveva richiesto) per tutta la vita. Come afferma Edna in modo chiaro ed espressivo Il Risveglio:

"in un periodo molto precoce aveva compreso istintivamente la doppia vita - quell'esistenza esteriore che si conforma, la vita interiore che mette in discussione".

Lady Slane lo ha sostenuto e ha scelto di non dire a nessuno per decenni e decenni di matrimonio, al punto che persino la sua famiglia ha dimenticato di essere una persona reale piuttosto che un oggetto prezioso, in qualche modo, da prendersi cura di un cimelio potrebbe essere. Il suo momento Bartleby arriva durante un incontro che decide il suo futuro, in cui i suoi figli hanno quasi dimenticato di partecipare alla conversazione. Decide di vivere la sua vita, come Lolly, in una casa tutta sua. In questo caso è la casa stessa, piuttosto che una relazione immaginaria con il diavolo, che diventa la ribellione di Lady Slane. Una casa stravagante e in rovina con un simpatico custode, diventa, sconcertante per la sua famiglia, di maggiore interesse per lei rispetto ai suoi figli e nipoti.

L'incantato aprile è un bagno lussuoso, amorevole e fin troppo temporaneo della luce solare dorata del fiore all'occhiello di questa storia. È presentato come una fantasia di fuga. Le donne coinvolte prendono una casa in Italia e trascorrono settimane incantate, nell'ora del crepuscolo, di quiete, contemplazione, rabbia repressa e gioia sfuggendo ai loro obblighi verso la loro famiglia, i loro mariti o altri uomini, le loro pose verso il mondo e il loro bisogno di reprimere i loro sentimenti. C'è una donna, infatti, che a volte sembra quasi non muoversi affatto, camminando perpetuamente in giro con un sorriso represso e beato sul viso. Ci sono uomini nel romanzo, ma entrano in quello che è chiaramente un mondo di donne, incantato dalle loro fantasie e desideri repressi. Alcune donne pongono più confini e limiti nel lasciarsi andare rispetto ad altre, ma la tendenza è presente ed è l'opposto di ciò che si trova all'esterno. Anche questo breve momento di sospensione e immobilità ripristina alcune delle donne abbastanza per andare avanti, alcune coppie escono trasformate, più o meno, e svaniamo con calma, con la pura quiete ancora l'ultimo sogno del nirvana.

Signora Dalloway fornisce una prospettiva diversa, più caleidoscopica sullo stesso tema, forse anche leggermente più ottimista e amorevole a modo suo. Clarissa Dalloway in realtà trova una sorta di adempimento nei suoi doveri di casalinga, nelle sue commissioni quotidiane e nelle creazioni domestiche. L'interessante cambiamento di prospettiva qui è che sembra il tentativo di Woolf di capire come questo può essere il caso in cui lei stessa è così diversa da questa, piuttosto che avere la prospettiva spiegare una donna "diversa" a una massa di persone che capiscono e vivono il suo contrario. Clarissa Dalloway, come Edna, comprende la divisione tra la vita interna ed esterna e la vive istintivamente ogni giorno. Lei, come queste altre donne, ha desideri oltre la sua famiglia, ma ha trovato ragioni per non soddisfarle. Ha trovato il suo modo di rendere la propria vita, anche con un marito a cui sembra non avere molta connessione, con un ex amante per il quale può ancora provare forti sentimenti dopo tutti questi anni e con una figlia insoddisfacente che non è decisamente il suo doppio in alcun modo. È in grado di trasformare questi obblighi in una sorta di missione e di vedere la minuscola bellezza nelle cose di ogni giorno che raggiunge, o almeno di venire a vederlo dopo una lotta quotidiana con tutta la sua situazione che rispecchia alcuni dei sentimenti che questi altri le donne hanno, anche se lo giustifica e pensa in modo diverso. La sua conclusione leggermente più ottimista (a modo suo) sull'affare di adempiere al suo ruolo di donna e su cosa può portare, nella migliore delle ipotesi, non riduce affatto le lotte, i dubbi e le riflessioni che la vediamo attraversare. Il suo successo nel reprimerle potrebbe renderla più forte in qualche modo, ma ciò non significa che lei, come Lady Slane, sembra aver smesso di essere una persona negli occhi e diventare solo uno spettacolo esteriore. Mantiene la sua personalità per tutto il tempo, il che è il trionfo che la maggior parte di queste donne desidera ottenere comunque.

Ovviamente, il precursore più ovvio di tutto ciò è la disastrosa avventura di Emma Bovary nella speculazione e nei sogni, a causa della sua insaziabile desiderio di qualcosa di più, qualcosa superiore di credere in quella chiamata che le è stata data come donna. Anche Anna Karenina ha un suo pezzo da condividere, ovviamente, a modo suo. Ma queste affermazioni spinte alla testa, queste esplosioni di gioia e rabbia sono urla nella notte, quasi in una categoria a parte, separate dai sussurri, dai sogni a lume di candela e dalle trasformazioni incorporate nella quotidianità quello è il resto di questi libri. Quelle donne cercano di distruggere, distruggere, in un certo senso, mentre queste donne cercano semplicemente ... di esistere in un modo diverso. Vogliono trovare un modo per loro leggermente diverso, non previsto, ma non ... pubblicamente. Questi sono ancora soggetti privati ​​ancora interessati a mantenere la propria privacy ed esistere all'interno della maggior parte dei limiti. Sono al massimo .... Leggermente fuori, nel contesto della loro giornata, o forse nel caso di Clarissa Dalloway, non esternamente "spento". Sono interessati a approfondire e ad agire su alcuni pensieri specifici e a lungo cari che non sono necessariamente radicalmente fuori dalla norma. È il tipo di "dispari" che ti guadagna gli sguardi laterali dai tuoi figli e un "Beh, non ho mai pensato a te" o "Non so cosa intendi per ..." quando li spingi a cosa è esattamente sbagliato. È eccentricità, non rivoluzionaria.

Penso che i predecessori migliori siano le versioni più o meno codificate della narrazione in cui ci troviamo Villette e Jane Eyree un'affermazione dolorosa e dolorosa di ciò attraverso Dorothea in Middlemarch. Le versioni di Charlotte ne sono coperte con il balsamo vittoriano del matrimonio, ovviamente, alla fine. Ma sia Lucy che Jane sono interessate al tipo di onestà, il tipo di “essere te stesso essere vero” che porta così tante altre donne in alto a mettere in discussione ciò che vogliono e perché. Villette, in particolare, offre al suo pubblico un finale che è, nella migliore delle ipotesi, profondamente ambiguo sul fatto che sia il matrimonio stesso (piuttosto che l'atto di esso) che libera o meno Lucy. Suo marito non sarà mai un tipo di ideale, e il modo in cui le parla ha quello che sarebbe cortesemente chiamato onestà di rinforzo per una virtù. Con Jane, ovviamente, mentre consente al matrimonio di essere più un ideale raggiunto per lei, l'ideale non viene raggiunto fino a quando non possono incontrarsi come entrambi finanziari e l'intellettuale è uguale a qualcosa di materiale e spirituale da portare al matrimonio, per assicurare a chiunque li giudichi che Jane ha qualcosa che valga la pena contribuire. Questo fa eco all'abbandono di Edna della sua casa e di tutto ciò che suo marito le ha mai comprato, la sua fissazione sui soldi di suo marito come la cosa che la lega e la tiene in schiavitù, allo stesso modo in cui Jane ha rifiutato la raffinatezza che Rochester ha offerto per il loro primo matrimonio.

La Santa Teresa di Dorothea è una presentazione più o meno aperta di una donna con più passione, intelligenza e voglia di raggiungere qualcosa che i limiti della sua vita consentiranno. Come Lolly, i suoi sogni e pensieri su come concettualizzare queste capacità al suo interno sono limitati dalle percezioni e dai presupposti che le vengono presentati dalla società. Quindi, sogna di assistere un "Grande Uomo", del tipo di amorevole servizio che Lolly è stato condannato a fornire, seppur di tipo più intellettuale. Quando le donne sono incoraggiate a fare ideali per gli uomini, a vederli come il "sesso superiore", quei tipi di personalità che sono propensi a desiderare il meglio per se stessi, a raggiungere tutto ciò che la vita ha da offrire, intraprenderanno azioni per vedere che essi ne fanno parte. La sua disillusione è tanto attesa quanto dolorosa da leggere. La cosa interessante di lei è che in realtà è una persona che vuole l'obbligo di adempiere e di fornire il tipo di servizio di sacrificio che le donne devono fornire. Lo sta implorando, il suo problema è che gli obblighi che le sono stati affidati non sono sufficienti. Alla fine, anche lei trova la felicità nel "matrimonio migliore", che le consente più sfogo di assumere più obblighi ed essere felice di farlo. Eppure, la sua fine porta ancora a una delle mie espressioni preferite dei motivi per cui il femminismo esiste ed è ancora così necessario:

“Molti che la conoscevano, pensavano fosse un peccato che una creatura così sostanziale e rara avrebbe dovuto essere assorbita nella vita di un'altra, ed essere conosciuta in un certo circolo solo come moglie e madre. Ma nessuno ha affermato esattamente cos'altro avrebbe dovuto fare. "

Viene lanciato nel mezzo di un paragrafo nel mezzo di un epilogo che include l'intero cast principale codificato, a modo suo poi e privato dell'affermazione di fine libro che avrebbe dovuto godere, ma finiamo ancora su Santa Teresa , contemplando i grandi sacrifici di cui Dorothea era capace e mettendo in discussione ciò che avrebbe potuto ottenere di più senza questi obblighi quotidiani che le imponevano.

Così Edna Pontellier aveva molte sorelle eloquenti che dicevano, dipingevano, cantavano e trasmettevano in modo subliminale tutte le sfumature di questo messaggio per decenni prima Il Risveglio guadagnato un vasto pubblico o quasi. Ma fu una di quelle che lo fecero sia per prime che apertamente (ricordate ancora che Brontes e George Eliot lo fecero in modi più codificati, e che la signora Bovary era, dopo tutto Francese e uno scandalo per decenni.) Nel 1899, sebbene non vietato, il libro fu ampiamente respinto e evitato dal pubblico di lettura. Le biblioteche si rifiutarono di trasportarlo. Ha ottenuto recensioni contrastanti, ma anche quelli buoni che hanno evitato la condanna della moralità prudente o "convenzionale" e dei ruoli di genere non ortodossi hanno scelto la critica secondaria di coloro che la trovano sgradevole ma si rendono conto che dire così li farebbe guardare indietro al borghese: la condiscendente denuncia che avrebbe potuto scegliere un soggetto più alto e migliore per i suoi talenti piuttosto che "Entrare nel campo sovraccarico della finzione sessuale", come ha scritto un autore del Chicago Times Herald.

Ovviamente capisco che nel 1899 scrivere di donne che provassero qualsiasi tipo di sentimento o desiderio sessuale lo avrebbe fatto automaticamente. Ma guardando il libro dal punto di vista di un lettore moderno, mi farebbe fatica a chiamare questa "finzione sessuale" di qualsiasi tipo. Ciò che apprezzo e ciò che penso che altri lettori moderni possano apprezzare di questa particolare iterazione del tema è stato come onesto e privo di ... dispositivi, immagino sarebbe la parola migliore, che lo fosse. C'erano metafore minime usate per cercare di descrivere ciò che stava cercando di dire, né la cosa era racchiusa nell'universo alternativo e interiore del pensiero. Il libro era quasi ... ingenuo, infantile, persino sentimentale sul modo in cui descriveva la realizzazione e l'attualizzazione della sua libertà da parte di Edna. Ho pensato che fosse molto serio provare a ... quasi solo record una serie di momenti che si sono aggiunti all'incapacità di Edna di negare ciò che aveva provato.

Pertanto, come queste altre donne tranquille, che stanno cercando di capire, possiamo passare dal suo più piccolo sentimento di "stranezza" e differenza fino al suo crescente desiderio di agire su di esso. Il primo grande scontro inizia dal desiderio che Edna debba dormire fuori su un'amaca in una serata calda, piuttosto che entrare. È una cosa piccola che diventa sempre più importante quanto più il marito la spinge. Alla fine, si unisce a lei fuori per fumare il suo sigaro e fingere a chiunque guardi che questo era un desiderio comune. Lentamente, questo elimina ogni magia che la sua ribellione ha finché non scivola lentamente dentro. La vediamo a poco a poco spostarsi dai contrasti al semplice rifiuto di fare cose sempre più grandi, ritirandosi per scelta dalla sua vita, da ogni cosa che non ha importanza in sé, ma che, sommata, costituisce la vita che lei ha vissuto nel suo insieme. Penso che questo metodo di farlo sia stato abbastanza potente, dal momento che possiamo vedere tutte le piccole cose che la pungono e la inchiodano, dopo anni di ripetizione, apportando l'enorme cambiamento che fa.

Alla fine, Edna ha una conversazione sincera con uno dei suoi amici più cari, cercando di spiegare la differenza essenziale tra le priorità di questa donna e le sue. Alla fine le dice:

“Vorrei rinunciare all'essenziale; Vorrei rinunciare ai miei soldi, darei la mia vita per i miei figli; ma non mi darei. Non posso renderlo più chiaro; è solo qualcosa che sto cominciando a comprendere, che si sta rivelando a me. "

La donna non capisce, e lo dice, ma la parte importante è che vediamo Edna che cerca di riflettere su questo, di esprimere i suoi nuovi limiti e confini e di definirli diversi dagli altri. Ovviamente, come abbiamo visto sopra, il vero lavoro di diventare una persona per conto tuo, piuttosto che un accessorio, o qualcuno che recita un ruolo definito per se stesso che non richiede loro di pensare ai propri sentimenti o desideri.

Questa è stata la mia parte preferita di ciò che il viaggio di Edna cerca di mostrarci. Questo, la sessualità e tutto il resto, una delle principali essenze del femminismo è, come qualcuno ha detto, che le donne sono persone. Tutto ciò che Edna sta facendo in questo libro è mettere alla prova le sue simpatie e antipatie, trovare amici che le piacciono, trovare un'occupazione che la soddisfi e sradicare quelle cose della sua vita che non le piacciono o di cui non hanno bisogno.

Voglio dire, mi sembra il college. Liceo, college, i miei vent'anni. Edna ha ventotto anni e non ha avuto davvero, nessuna di quelle esperienze, tranne brevi infatuazioni, conquistate rapidamente. Le è mancato tutto, e si tratta di capire che si è persa qualcosa. Che, come Chopin ci dice in modo eloquente, è più di quanto la maggior parte delle donne della sua classe e del suo status ottengano la possibilità di realizzare, dati i confini, le aspettative, gli obblighi e, francamente, le ricompense apparenti e le desinenze simili alla felicità che molte sono in grado di raggiungere, almeno secondo la sceneggiatura che hanno avuto da quando erano bambine:

“Una certa luce stava cominciando a sorgere vagamente dentro di lei - la luce che, mostrando la via, le proibisce [la sua consapevolezza del perché stesse facendo quello che stava facendo]. In quel primo periodo servì ma per sconcertarla. La spostò nei sogni, nella riflessione, nell'angoscia oscura che l'aveva sopraffatta la mezzanotte quando si era abbandonata alle lacrime.

In breve, la signora Pontellier stava cominciando a realizzare la sua posizione nell'universo come essere umano e a riconoscere i suoi rapporti come individuo con il mondo dentro e intorno a lei. Questo può sembrare un peso ponderato di saggezza per discendere sull'anima di una giovane donna di ventotto anni, forse più saggezza di quanto lo Spirito Santo sia di solito garantito a qualsiasi donna.

Ma l'inizio delle cose, in particolare di un mondo, è necessariamente vago, ingarbugliato, caotico ed estremamente inquietante. Quanti di noi sono mai emersi da un simile inizio! Quante anime periscono nel suo tumulto! ”


Capisci cosa intendo per quanto sia semplice?

(... continua nei commenti).
data di revisione 04/21/2020
Oram Loretz

Anche se l'intera trama di questo romanzo può essere riassunta come "la donna siede e non fa nulla mentre ha pensieri femminili", c'è una bellezza clamorosa nella sua monotonia. Il Risveglio è un romanzo rapido e coinvolgente (specialmente con quella fine). Anche se penso che possa essere leggermente soggetto a troppa pubblicità, non si può contestare la sua importanza come opera femminista precoce. E su questo conto, lo consiglierei.
data di revisione 04/21/2020
Obelia Erick

“A volte è entrato nella mente del signor Pontillier chiedersi se sua moglie non stesse diventando un po 'squilibrata mentalmente. Poteva vedere chiaramente che lei non era se stessa. Cioè, non riusciva a vedere che stava diventando se stessa e ogni giorno metteva da parte quel sé fittizio che assumiamo come un indumento con il quale apparire davanti al mondo. ”(P. 79)

"Che cosa le hai fatto, Pontillier?"
“Fare! Parbleu!”
"Ha," chiese il Dottore, con un sorriso, "si è associata di recente con un circolo di donne pseudo-intellettuali - esseri superiori super-spirituali? Mia moglie mi ha parlato di loro ”. (P. 91)

“Autorità, coercizione sono ciò che è necessario. Metti il ​​tuo piede buono e duro; l'unico modo per gestire una moglie. " (p. 99)

“Le condizioni si sarebbero in qualche modo adattate, pensò; ma qualunque cosa accadesse, non aveva mai più deciso di appartenere a un altro che a se stessa. " (p. 110)

Queste citazioni riassumono per me la difficoltà che Edna ha affrontato quando è diventata se stessa o ha scoperto se stessa. Il libro è il suo viaggio, verso l'interno e poi anche verso l'esterno, per scoprire chi è e come vuole essere. Adoro l'immagine del "mettere da parte ogni giorno" il suo vecchio io come un "indumento". Naturalmente, il problema era che suo marito e gli uomini intorno a lui pensavano che stesse perdendo la testa. Il Dottore accusa persino il marito di essere troppo indulgente. La colpa è diretta non solo al marito, ma anche ad altre donne, donne "pseudo-intellettuali" senza nome. Questi uomini non possono capire o spiegare il comportamento di Edna o il cambiamento di atteggiamento. In questo momento, e anche ora, le donne lottano per ottenere l'indipendenza dal ruolo di moglie e madre. Cercare di capire dove si trova il sé entro i confini di quei ruoli e come gestire i tre con successo è ancora difficile. L'ultima citazione è così forte, Edna finalmente riconosce di possedere se stessa, che non è proprietà — non solo la moglie, la madre o persino l'amante o l'amico di qualcuno — è la sua stessa persona e diventa più forte, trovando la sua determinazione. Questa decisione è ciò che la porta alla sua decisione finale, diventando assolutamente la propria persona ad esclusione di qualsiasi altro ruolo. La fine è alquanto inquietante, sebbene poetica. La lotta tra Edna e il suo ambiente, il suo tempo e quelli intorno a lei - le sue lotte interiori - sembrano portarla a quel punto finale di non ritorno.
data di revisione 04/21/2020
Estas Lynaugh

Una novella un tempo controversa sull'infedeltà coniugale, Il Risveglio considera il devastante bilancio emotivo dei vincoli della femminilità vittoriana. La storia segue Edna Pontellier, un'aspirante artista intrappolata in un matrimonio senza amore, mentre persegue il romanticismo illecito e l'indipendenza finanziaria di fronte alla soffocante disapprovazione sociale. Più Edna si allontana da marito e figli, più si sente svegliata dalle possibilità della vita e più ricca diventa la sua vita interiore; allo stesso tempo, la sua colpa per aver rinunciato alle sue responsabilità come madre sale alle stelle, e rimbalza tra ottimismo e disperazione. La morale femminista è confusa dal fatto che un uomo è la causa del risveglio di Edna e, in seguito, della sua rovina e del ritmo a scatti, proprio come la prosa del colore locale spesso sembra arcaica.
data di revisione 04/21/2020
Race Cieri


Questo è un lavoro su una donna piuttosto insolita, Edna Montpellier, che vive a New Orleans con suo marito Léonce, un uomo d'affari piuttosto di successo, e i loro due figli, Etienne e Raoul. Parte del libro si basa anche sulla loro vacanza a Grand Isle nel Golfo del Messico.

La scena è presto ambientata quando Edna inizia a sentirsi turbata dopo sei anni di matrimonio piuttosto insipido con un uomo più anziano e sente che c'è qualcosa che manca nella sua vita. Si verifica quindi un incidente che presto la avvia su una rotta che non può essere modificata. Non sa cosa sia ma è determinata a scoprirlo.

Ora questo non sembra un libro molto interessante che potresti chiedere, e forse un po 'pedonale, ma è qui che ti verrà smentito. Il motivo era che fu pubblicato nel 1899, un periodo in cui una donna doveva credere e sostenere che il suo posto era puramente in casa, avendo figli e prendendosi cura di suo marito. Come nel caso di Edna, ma un giorno è andata inaspettatamente completamente contro l'establishment quando, con suo stupore, l'amicizia, l'amore e il desiderio sono precipitati nell'arena. Tutta la sua personalità è cambiata, ma credo che ciò sia avvenuto davvero quando ha imparato a nuotare perché ha scoperto una forza dentro di sé che non aveva mai saputo esistesse. Non sono una femminista in quanto tale, ma potrei davvero entrare in empatia con Edna quando getta via alcune delle sue catene e salta con Élan verso l'ignoto, senza pensare a quale sia il risultato.

Ho anche iniziato a percepire le somiglianze di comportamento con Emma Bovary.

Impostato per la maggior parte del tempo dal mare, l'acqua si rivelerà il catalizzatore di questo straordinario lavoro. Edna ha scoperto l'acqua e poi lei ... Ma sta a te leggere questa piccola gemma letteraria!


data di revisione 04/21/2020
Lacie Kerin

Soddisfazione sessuale e indipendenza contro la soddisfazione di reprimere le richieste di una società del sud modellate sulla cultura dell'Inghilterra vittoriana

Sensuale, se vuoi, Grand Isle, Louisiana, USA, 1899:

Un'aria salata e afosa che si insinua in un golfo senza vento e luccicante, sedie di legno bianco che posano nell'antica, nebbiosa eleganza di una grande veranda, tende accecate a metà al tramonto su sagome ondulate e un corsetto allacciato alveolato dall'oscurità della luce solare.


Edna Pontellier fu cresciuta protestante nel Kentucky rurale, poi si sposò con una famiglia cattolica francese creola a New Orleans. È completamente impreparata alle restrizioni della società quando si reca per la prima volta nella casa estiva di Pontellier a Grand Isle, nel sud della Louisiana. Né era pronta ad affrontare le campane del Sud del 1899 che sashay di casa in casa soffocavano l'aria soffocante mentre si gonfiavano su bicchieri sudati di tè freddo. Come scrisse Pat Conroy, "la dolcezza delle donne del sud spesso nasconde la mortalità dei serpenti". Così vero. Donna Tartt probabilmente spiega meglio il dolore di essere cresciuto e vivere in questo set civettuolo, scrivendo che "molte donne del Sud sono ex-bellicose feroci e dignitose che hanno cambiato il loro modo di diventare pazze o di uccidere qualcuno".

Il voluttuario Edna viene svegliato sessualmente dal giovane singolo creolo, Robert LeBrun, da allora in poi inizia una relazione con un cattivo cad di nome Alcee Arobin, e alla fine si trasferisce da casa per iniziare la sua nuova vita "indipendente". Alla fine, non riesce a gestire le esigenze della società di New Orleans e fa una lunga nuotata.

In un certo senso, mi ricorda Madame Bovary pubblicata 43 anni prima (1856). Oltre alle differenze geografiche, Edna era più spinta a cercare l'indipendenza dalle sue circostanze e dalla sua società, a ribellarsi alla repressione sessuale in un luogo più sciovinista e puritano della Francia mezzo secolo prima; mentre Bovary sognava storie d'amore e amore libero come quello nei libri che leggeva.

La scrittura è stata encomiabile e allettante. Certamente, era lungimirante dal punto di vista femminile negli Stati Uniti al precipizio del 20 ° secolo. Da quello che ho letto, questo breve romanzo ha scioccato i lettori americani nel 1899 con il suo sguardo disinibito all'infedeltà e alla sessualità femminile, e non ha venduto bene fino a quando non è stato riscoperto negli anni '1960 dalle femministe del mondo accademico che lo vedevano e lo vedono ancora significativo e liberatorio.
data di revisione 04/21/2020
Erika Cwikla

Il risveglio, Kate Chopin
The Awakening è un romanzo di Kate Chopin, pubblicato per la prima volta nel 1899. Ambientato a New Orleans e sulla costa del Golfo della Louisiana alla fine del XIX secolo, la trama si concentra su Edna Pontellier e la sua lotta tra le sue visioni sempre più poco ortodosse sulla femminilità e la maternità con gli atteggiamenti sociali prevalenti del sud americano di inizio secolo. È uno dei primi romanzi americani che si concentra sulle questioni delle donne senza condiscendenza. Prefigura le opere di romanzieri americani come William Faulkner ed Ernest Hemingway e fa eco alle opere di contemporanei come Edith Wharton e Henry James. Può anche essere considerato tra le prime opere del sud in una tradizione che culminerebbe con i moderni capolavori di Faulkner, Flannery O'Connor, Eudora Welty, Katherine Anne Porter e Tennessee Williams.
Il risveglio e altre storie, Kate Chopin; a cura di Nina Baym; introduzione di Kaye Gibbons, New York: The Modern Library, 2000 = 1379. 375 p.
تاریخ نخستین خوانش نسخه انگلیسی: روز یازدهم ماه آگوست سال 2014 میلادی
عنوان: بیداری; نویسنده: کیت شوپن; برگردان: ماهان سیارمنش; رشت: دوات معاصر, 1397; در 210 ص; شابک: 9786009989133 millions; موضوع: داستانهای نویسندگان امریکایی - سده 19 م
رمان «بیداری» نوشته ی «کیت شوپن» ، نخستین بار در سال 1899 میلادی منتشر شده است. داستان درباره ی زندگی «ادنا» ، و کشمکشهای ایشان ، بر سر اندیشه های غیرعادی ، درباره ی زنانگی ، و مادر بود کتاب یکی از نخستین رمانهای آمریکایی ست ، که بر مشکلات زنان تمرکز میکند ، و از سویی ، در دییر داستان با «ادنا» آغاز میشود ، او با خانواده اش ، برای گذران تعطیلات ، به جزایر «گرند» رفته اند. در آنجا «ادنا» ، به مرد جوانی به نام «رابرت لبران» نزدیک میشود ، اما پیش از اینکه با هم رابطه داشته،ب » «ادنا» بدون «رابرت», احساس تنهایی میکند, اما چیزی نمیگذرد, که به خانه ی خویش در «نیو اورلینز» برمیگردند, و ایشان دوست پسری برای خودش پیدا میکند ....; فیلم «گرند آیزل» نیز با الهام از این رمان ساخته شده است. ا. شربیانی
data di revisione 04/21/2020
Shulamith Kasten

Tanto per cominciare, questa storia non mi è piaciuta e non vedevo perché la vita di Edna fosse assolutamente miserabile. Non mi importava di lei, davvero. E la sua condizione non mi ha affatto parlato.

Tutto è soggettivo, tuttavia, Edna ha molte più opzioni e scelte rispetto ad alcune donne. Più di ogni altra cosa ha la sicurezza e la capacità di proteggere se stessa e i suoi figli. Questo di per sé è più di molte donne, anche oggi. Riesco a capire che mi sento limitato, ma penso che Edna fosse una donna molto egoista. Semmai, avrebbe dovuto pensare ai suoi figli. Non sono qui per dire che le donne non hanno esistenze al di fuori dei loro matrimoni, dei loro figli. Non sono fortemente d'accordo con quello. Ma una donna ha una scelta da fare. Quando porta i bambini nel mondo, cambia le decisioni che può prendere. Può essere felice e può avere gioia, ma deve assicurarsi che i suoi figli siano amati e curati.

Edna era una donna viziata con un marito indulgente, e aveva i mezzi per fare una bella vacanza ogni anno. Aveva servi e amici. Molte donne non hanno nemmeno quelle cose, ma riescono ad alzarsi dal letto ogni giorno e vivere la loro vita. Sì, sentiva che stava negando il suo io interiore e doveva sposarsi, anche se forse non voleva. Non posso negare che ciò abbia causato un po 'di angoscia emotiva, ma non c'è né / o. Ecco: Ok, questo è quello che ho, vediamo cosa posso farci. Ottieni il meglio da ciò che hai.

Edna faceva continuamente cattive scelte. Ha fatto un errore e ha avuto una relazione extraconiugale. Non è la fine del mondo. Credo che suo marito l'avrebbe perdonata. O avrebbe potuto persino vivere separato da lui ed eventualmente essere ancora madre dei suoi figli. (Forse sono ingenuo per questo periodo, forse no). Avrebbe potuto rimanere con suo marito e avere un matrimonio di amicizia senza coinvolgimento fisico e dipinto. Persino le sue faccende purché fosse discreta. Aveva alcune scelte. Molte donne, molte persone no. Non ho comprato l'opzione che ha preso. Penso che fosse una regina del dramma. Scusa, non ho avuto molta simpatia per questa donna.


Vedo come questo deve essere stato un lavoro importante al momento in cui è stato scritto. Tuttavia, non riesce a parlarmi dell'empowerment femminile in un mondo che consente alle donne meno potere, scelte e uguaglianza. La mia valutazione si basa più sull'incapacità di questa novella di dimostrare ciò che si prefiggeva di realizzare che sulla mia antipatia per la storia. Vorrei leggere di più Chopin e intendo farlo.
data di revisione 04/21/2020
Wauters Gals

Le regole del mare, del sole, della balneazione e delle vacanze estive formano una ricetta per una tregua. L'ambiente caldo e accogliente, modellato da persone con diverse predisposizioni riunite nelle stesse condizioni lenitive, alleggerisce le maniere del protagonista. I suoi sensi, prima impigliati oltre il riconoscimento, improvvisamente si ammorbidiscono e lasciano entrare melodie, odori e forme. Gli adattamenti in lei, a lungo guidati dalle chiamate della società, ora lentamente, ma costantemente, cambiano rotta. Nel risveglio con gli stimolanti e le novità, la protagonista in silenzio, ma fermamente, esige il suo diritto di provare i propri sentimenti.
Se nelle opere di statura simile le sfumature delle emozioni sono spesso ma sottilmente implicite e nascoste dietro il comportamento eccessivo, vengono qui dichiarate apertamente e affettuosamente. Sebbene ci venga dato libero accesso ai suoi pensieri, è con meno spettacolo di quanto qualsiasi implicazione possa lasciarci immaginare. È una forza silenziosa e diretta; non si perde in una relazione amorosa, ma ne trae vigore. Allo stesso modo, il suo declino è più connesso con la realizzazione dell'eterno divario tra natura umana e leggi naturali che non con l'amore stesso. Quando l'estate finisce, arriva l'autunno e interrompe l'immediatezza del suo legame con la natura. Essendo racchiusa tra le pareti dell'invenzione umana, non conosce vie d'uscita, poiché il suo risveglio procede in modo lineare e non è in sintonia con le stagioni cicliche della natura.
data di revisione 04/21/2020
Cassandre Ramsier

Non ho voglia di recensire questo romanzo / novella, qualunque esso sia ... Dirò solo che questo tipo di libri mi ha fatto avere problemi con il mio corso di letteratura e fuggire dalla maggior parte dei "classici". Sebbene i libri siano stati scritti da autori rumeni, riconosco il tipo. Mi sono reso conto dopo essermi unito a GR e ora provo a guadagnare il tempo perso leggendo i libri che avrei dovuto coprire in precedenza nella mia vita. Fino ad ora i risultati sono stati soddisfacenti, visto che sto per diventare un grande fan della letteratura vittoriana. Tuttavia, questo libro è stato così lento e non ho potuto sentire nulla. Capisco il potere del romanzo ma non è stato abbastanza per farmi piacere. Inoltre, vorrei che ci fossero altri fini per le donne che hanno relazioni oltre al suicidio.
data di revisione 04/21/2020
Debra Bromsey

"Ma non hanno bisogno di pensare che potrebbero possederla, il corpo e l'anima."

Se c'è mai stato un Manifesto femminista, è davvero "Il risveglio" di Kate Chopin.

Edna Pontellier è una moglie e madre di 28 anni a New Orleans, 1900. Suo marito è benestante, e i giorni di Edna consistono nel guardare la tata prendersi cura dei suoi due giovani ragazzi, rimproverare il cuoco su una brutta zuppa, dare e partecipare a cene piene di champagne e ricevere chiamate formali dalle signore dell'alta società di New Orleans il martedì. Inoltre, i Pontelliers trascorrono ogni estate sulla costa di Louisianna, in una casa al mare. (La tata si accompagna, mentre Edna è libera di trascorrere le sue giornate a suo piacimento - che sembra andare in barca e nuotare con il figlio non sposato del proprietario della casa sulla spiaggia - Robert).

Ma c'è un'angoscia che cresce all'interno della signora P. La sua incapacità di connettersi con suo marito e i suoi figli la fa sentire oppressa. A poco a poco, e con l'aiuto del giovane Robert, si accende una scintilla. "In breve, la signora Pontellier stava cominciando a rendersi conto della sua posizione nell'universo come essere umano e a riconoscere le sue relazioni come individuo con il mondo dentro e intorno a lei." In altre parole, dopo sette anni di matrimonio, Edna si sta finalmente "istruendo" su cosa significhi davvero essere moglie e mamma. E non si sente super tagliata per il lavoro.


La signora Pontellier è ad un bivio. Ricordata di aver camminato senza meta attraverso un prato da bambina, Edna desidera ardentemente il tempo (matrimonio senza amore, bambini pre-figli) quando non ha dovuto calcolare ogni passo. Desidera ardentemente essere sollevata dal peso delle sue responsabilità "assunte ciecamente" e avere il permesso di vagare senza scopo. Edna è dolorosa per la solitudine, ma teme di non avere il coraggio di sfidare il vincolo sociale e diventare un'entità libera, libera di lasciarsi alle spalle marito, casa e figli e seguire il suo cuore.

La dualità e la trasformazione di Edna mi hanno ricordato diverse nella finzione - dal mostro di Frankenstein allo scarafaggio di Kafka. La nuova, sexy Edna si riconosce come diversa dal suo ex sé - una nuova creazione. Come il mostro, è un "essere appena risvegliato". Il vecchio mondo è ora "alieno" e "antagonista". Ha messo da parte la maschera che indossava per il mondo. La nuova Edna è audace e vivace, come "un animale che si sveglia al sole".

Grande sospiro, perché qui è dove cerco di adattarmi al modo di pensare di Edna. Immagino da qualche parte sullo spettro femminista, come tutti gli spettri teorici, cado da qualche parte nel mezzo. Sì, posso vedere come Edna potrebbe sentirsi intrappolata e oppressa. La vita domestica può sicuramente essere ripetitiva, banale ed esasperante. Posso immaginare il desiderio che qualcosa accada rompa la monotonia. Posso immaginare come sarebbe una donna essere considerata come un pezzo di proprietà - scelta a mano per gestire una famiglia e dare alla luce bambini, senza alcuna speranza di variazione, scrutando il resto della sua vita e vedendo pochissime scelte in anticipo - fuori di quello che sarà il prossimo per cena.

Ma verso l'altra estremità, posso vedere cose che Edna non è riuscita a vedere: la gratificazione che deriva dalla crescita di una famiglia ... ciò che ottieni quando dai ... la pace interiore che viene dal non dubitare mai del tuo scopo e del corso della tua vita. Edna sentiva che i suoi figli la stavano derubando della sua anima, io do il mio in libertà, ogni giorno.

Anche se non mi identifico al 100% con Edna, posso ancora apprezzare lavori come questo. Poiché le donne come Chopin erano abbastanza audaci da scrivere personaggi come Edna, il modo in cui le donne venivano percepite era drasticamente cambiato. Libri come The Awakening hanno spianato la strada alle donne moderne per scegliere dove cadiamo nello spettro (la SCELTA è la chiave), per tracciare il nostro percorso, per salire e non sprofondare.

data di revisione 04/21/2020
Maurine Mohar

Come dice Angela Carter da qualche parte, ci vorrebbe molto tempo prima che una donna in letteratura possa scopare chi voleva senza punizione, come aveva fatto in Chaucer.

Edna Pontellier è un bell'esempio americano del genere - sbarcato con un marito che la guarda "come si guarda un prezioso pezzo di proprietà personale" e circondato da un circolo sociale costituito principalmente da "donne che hanno idolatrato i loro figli, adorato il loro mariti, e lo stimava un santo privilegio cancellarsi come individui e far crescere le ali come angeli ministranti. La stessa Edna, che si avvicina ad altri uomini e prova agitazione di attrazione fisica per quasi la prima volta nella sua vita, è raffigurata come "un animale bello ed elegante che si sveglia al sole".

Conosciamo abbastanza bene questa storia da Zola, Tolstoy o Flaubert. (Willa Cather, in revisione Il Risveglio per uno dei giornali, lo descriveva come 'un creolo Bovary', che ne riassume.) Zola, Tolstoj e Flaubert, ovviamente, erano tutti uomini (dannazione!), e Chopin porta molta più simpatia e comprensione a come viene descritta la dinamica - il che rende tutto ancora più fastidioso che il libro si dirige verso lo stesso finale punitivo, questa volta con un fatidico incontro con il Golfo del Messico.

Quando ne uscì, Chopin era noto principalmente come scrittore "regionale", e l'ambientazione scenica atmosferica è davvero una delle cose migliori del libro: le descrizioni della Louisiana del tardo XIX secolo, dalla costa di Grand Isle fino a New Orleans, sono lussureggianti e suggestive, ei suoi personaggi - per lo più creoli - passano spesso dal francese all'inglese, il che conferisce al dialogo una piacevole multidimensionalità. Quindi c'è molto da divertire, anche per i lettori moderni che potrebbero chiedersi di cosa si occupi quando si tratta del comportamento di Edna.

Tuttavia, non era proprio il contenuto stesso, ma il fatto che una scrittrice pubblicasse queste cose, e nel Sud degli Stati Uniti, che sconvolse le persone. E le reazioni sono state complesse. Un medico britannico scrisse quanto segue a una delle sue conoscenti dopo avergli prestato il libro:

That which makes The Awakening legitimate is that the author deals with the commonest of human experiences. You fancy Edna's case exceptional? Trust an old doctor – most common. It is only that Edna was nobler, and took that last clean swim. […] The essence of the matter lies in the accursed stupidity of men. They marry a girl, she becomes a mother. They imagine she has sounded the heights and depths of womanhood. Poor fools! She is not even awakened. She, on her part, is a victim of the abominable prudishness which masquerades as modesty or virtue.

Davvero, è quella prudenza che sta dietro le convenzioni della storia, per quanto soddisfacente possa essere vederle debitamente (non debolmente!) Adempiute. Personalmente, speravo vagamente che la storia di Edna si concludesse con una scena acrobatica di MFM che coinvolge Arobin e Robert - ma credo che la community di fan fiction se ne sia già occupata per me.
data di revisione 04/21/2020
Siusan Luptak

Quel momento in cui leggi un libro così bene, vuoi rimanere sveglio tutta la notte e rimuginare su di esso.

La recensione arriverà di sicuro, ma potrebbero volerci alcuni giorni: ci sono troppi pensieri nella mia testa e non penso che si risolveranno presto.
data di revisione 04/21/2020
Prosperus Cheanfant

Non sono molto convinto del pieno risveglio, parzialmente, sì, ma un sostituto del titolo del romanzo potrebbe essere "Sulla mancanza di vita" (Seneca). Questa è una storia (molto) dispiaciuta, dall'inizio alla fine, e sicuramente, abbastanza prevedibile, ai tempi attuali. Questo non è un libro di memorie o un'autobiografia (da quello che ho letto sull'autore potrebbero esserci alcune somiglianze con la sua vita reale), nonostante, durante l'intero corso di lettura, la mia mente sembrava congelata su un breve testo dall'introduzione al saggio di Orwell chiamato 'Beneficio del clero: alcune note su Salvador Dali': 'l'autobiografia deve essere attendibile solo quando rivela qualcosa di vergognoso. Un uomo che dà una buona spiegazione di se stesso probabilmente sta mentendo, dal momento che qualsiasi vita vista dall'interno è semplicemente una serie di sconfitte.
Quindi l'eroina principale della storia vede la sua vita - forse troppo tardi e troppo negligentemente - e vede il lungo treno di errori, che alla fine esplode in un certo tipo di risveglio, non risolvendo gli enigmi della vita, ma dando una scelta per sé, non necessariamente il più saggio considerando la varietà di opzioni.
Una nota molto positiva: mi sono sicuramente goduto il fantastico ambiente della Grand Isle: semplice, rustico, quanto basta per una vacanza estiva molto desiderata. Ah, e il mare, il mare ...
data di revisione 04/21/2020
Paolo Zalenski

Un matrimonio senza amore + due bambini + una vita di svago = una donna annoiata che non vuole più essere una moglie sottomessa. Palpitante con un desiderio incontrollabile per la bella Robert, la 29enne Edna decide di cambiarle la vita ..... con un risultato sfortunato.Splendidamente scritto e pubblicato per la prima volta in 1899 questo breve racconto classico sull'indipendenza di una donna e le decisioni non ortodosse ha suscitato scalpore con i critici e le persone dell'epoca causando la messa al bando del romanzo per decenni dopo ...
data di revisione 04/21/2020
Hylton Cleamons

Kate Chopin ha scritto questa storia di autorealizzazione femminile alla fine del XIX secolo, ma è applicabile oggi come lo era allora. Penso che ci sentiamo tutti intrappolati dalle decisioni che abbiamo preso capricciosamente e tutti consideriamo, anche se brevemente, la fuga. Il personaggio principale di questo romanzo non solo si rende conto di essersi intrappolato, ma cerca attivamente di liberarsi. La sua azione, piuttosto che solo emozione e disperazione (a la Goethe), è ciò che la separa dalla mandria.

Ecco il basso: Edna è una donna, probabilmente sui trent'anni, sposata con un finanziere di successo e madre con due bambini affascinanti. Fa l'estate su un'isola, probabilmente per sfuggire alle malattie estive in città, a New Orleans. Un'estate acquisisce un amico, Robert. Sebbene le donne sposate in questa società abbiano spesso amici maschi, Edna è un'estranea e prende troppo sul serio le attenzioni di Robert. Apparentemente, è allo stesso modo infatuato. Basandosi sull'attenzione di Robert, Edna capisce finalmente di aver scartato i suoi sogni e le sue speranze giovanili e che la sua vita attuale è insoddisfacente. Fa piccoli passi per liberarsi e Robert sembra un complice disposto per un po '.

Ma Robert vede la disperazione di una tale infatuazione: dopo tutto Edna è sposata. Improvvisamente, Robert lascia l'isola e parte per il Messico, presumibilmente per cercare fortuna. Edna è devastata. Anche dopo che è tornata in città, le sue emozioni sono in subbuglio. Ma la solitudine in realtà si rivela utile. Riapprende chi è, rivendica i sogni della sua giovinezza e abbandona marito e figli. L'autore è attento con quest'ultimo, rendendolo tragico e irresponsabile, ma alla fine inevitabile. Nelle ultime 20 pagine, Edna è gratuita.

E poi Robert ritorna. Edna dice che non si sente obbligata dal loro reciproco amore; dice che ora è una donna indipendente che non è di proprietà di nessun'altra persona. Ma sta mentendo. Le sue azioni dimostrano che dipende da Robert, bisognoso del suo amore e dell'attenzione. Non riesco ancora a decidere se l'autore abbia creato questa rottura tra le parole e il comportamento di proposito, o se davvero intendesse farci credere che Edna fosse totalmente indipendente.

In effetti, l'unica parte debole della storia, secondo me, è che Edna non si assume la responsabilità del proprio risveglio. Afferma che Robert l'ha "svegliata".

Edna alla fine escogita una soluzione che dimostra la sua massima libertà e indipendenza, ed è l'unica soluzione che funziona. Ma non lo rovinerò scrivendolo qui.

La cosa che rende questo libro così adorabile è che non è predicato. Così tanti romanzi moderni sul potere delle ragazze ti colpiscono in testa con il mantra per ragazze e uomini. Questo libro parla di Edna; non pretende di riguardare tutte le donne. È un lavoro molto personale e la mano narrativa è leggera. Ci lascia, lettori, liberi di riconoscere i pezzetti di Edna in tutti noi, e sebbene il resto di noi alla fine non possa scegliere il corso di Edna, ci dà la speranza che tale libertà sia possibile, anche dopo il fatto.
data di revisione 04/21/2020
Glover Steinharter

Pubblicato nel 1899, "The Awakening" è una storia che ruota attorno alla libertà personale e sessuale delle donne. Il libro fu ambientato a New Orleans e nelle vicine zone costiere dove le donne - e qualsiasi proprietà che accumulavano dopo il matrimonio - erano considerate proprietà dei loro mariti. Il divorzio era quasi inesistente in quella zona cattolica.

Edna e Leonce Pontellier sono in vacanza in una località costiera con i loro due figli piccoli. Leonce è un marito generoso in termini materiali, ma non si collega bene emotivamente con sua moglie. Edna si innamora di Robert Lebrun, un giovane del resort. Robert parte per il Messico poiché si rende conto che la relazione non avrebbe avuto un buon risultato.

Edna fa amicizia con due donne con stili di vita contrastanti. Madame Ratignolle è una moglie e una madre perfette, ma Mademoiselle Reisz, una pianista, ha una vita molto indipendente. Edna è infelice nella sua vita di moglie e madre, anche se ha dei domestici per svolgere la maggior parte del lavoro in casa. Ha l'opportunità di ribellarsi quando suo marito fa un lungo viaggio d'affari e i loro figli vengono mandati a casa della nonna per un lungo soggiorno. Inizia una relazione con Alcee Arobin, un uomo con la reputazione di inseguire donne sposate. Afferma la sua indipendenza uscendo dalla sua grande casa in una dimora più piccola, dilettandosi con l'arte e si sveglia come una donna sessuale. Quando Robert ritorna più tardi, dice: "Non sono più uno dei possedimenti del signor Pontellier da smaltire o meno. Mi do dove scelgo."

Il libro è stato molto controverso perché Edna ha lasciato marito e figli per la propria libertà, una mossa che sarebbe stata socialmente scioccante all'inizio del secolo. Ancora oggi la società guarda severamente alle donne che abbandonano i loro figli. All'inizio del libro, si affermava che "la signora Pontellier non era una madre-donna". Verso la fine del libro, diceva: "Lo sconforto l'aveva colpita lì nella notte di sonno e non si era mai alzato ... I bambini le apparvero come antagonisti che l'avevano sopraffatta; che avevano sopraffatto e cercato di trascinarla nel la schiavitù dell'anima per il resto dei suoi giorni. Ma sapeva un modo per sfuggirle. "

Il libro ha meravigliose immagini di fame e cibo, l'attrazione del mare, gli uccelli in volo, il sonno e il risveglio. Edna era un personaggio affascinante. Sembrava una donna che non era in grado di contare le sue benedizioni, poteva solo vedere i problemi che erano certamente genuini e probabilmente soffriva di depressione. Si è trasferita così tanto in un mondo fantastico che una soluzione sembrava senza speranza. Alla fine sente il richiamo del mare: "La voce del mare è seducente, non si ferma mai, sussurra, mormora, mormora, invitando l'anima a vagare in abissi di solitudine. Lungo la spiaggia bianca, su e giù, non c'era cosa vivente in vista. Un uccello con un'ala spezzata batteva l'aria in alto, barcollando, svolazzando, girando disabilitato giù, giù nell'acqua. "
data di revisione 04/21/2020
Hwu Perches

Il risveglio è certamente un romanzo importante. Pubblicato nel 1899, questo romanzo fu un precursore in molti modi. Indubbiamente, Chopin realizzò una delle prime opere del femminismo, quando scrisse la storia di Edna, una giovane donna che viveva un "risveglio". Creando un'eroina letteraria che sta subendo un risveglio spirituale, psicologico, emotivo e sessuale, Chopin ha sfidato non solo le opinioni sociali del suo tempo, ma l'identità sociale in quanto tale. Inoltre, credo che The Awakening non sia riservato a un genere (femminile), né a un libro strettamente femminista, poiché può essere letto come una ricerca individuale dell'identità personale e della libertà. È un romanzo che è invecchiato bene e contiene ancora molte lezioni preziose. Non sto contestando il suo legittimo posto nel primo cannone femminista, sto solo dicendo che penso che ci sia qualcosa di piuttosto senza tempo.


La scrittura in quanto tale è piuttosto bella. Fin dall'inizio, Chopin fa un ottimo lavoro nel creare il tono e l'atmosfera. Il romanzo si apre con Edna che è in vacanza a Grand Isle con i suoi figli. La sensazione dell'estate è molto presente nella scrittura. A Grand Isle, Edna si innamora di Robert. Il loro "innamoramento" è ben scritto e credibile. Una volta tornata a casa, Edna è una donna cambiata. Chopin descrive con precisione diverse impostazioni. La sua interpretazione dei personaggi è attenta e ben arrotondata. Non è così intimo e approfondito come forse mi sarebbe piaciuto, ma Chopin fa un ottimo lavoro con la caratterizzazione. Descrive con cura le lotte interiori di Edna Pontellier. Edna, una giovane donna intrappolata in un matrimonio senza amore, ci viene mostrata, non solo come donna, ma soprattutto come essere umano. Quello che mi è piaciuto di più di questo romanzo è come si sentiva Edna umana. Edna non è idolatrata, non si sente mai una vittima. Ho adorato Edna anche quando sembrava egoista, forse a quei tempi soprattutto. Non vi è dubbio che il risveglio di Edna sia il risultato della ricerca della propria identità dentro se stessa e non all'interno del suo ruolo familiare. Il suo rifiuto di prendere parte alle attività sociali è sorprendentemente modernista. Edna preferisce non intrattenere, rifiuta di ricevere ospiti e, una volta "svegliata", preferisce trascorrere del tempo da sola.


Direi che nel corso di questo romanzo la storia della vita di Edna Pontellier, una giovane donna che cerca la sua identità (come spesso accade con grandi storie) diventa qualcosa di universale. Quando ho appreso per la prima volta di questo romanzo, non ne ero molto entusiasta, ma mi è stato smentito. Edna mi è passata sotto la pelle. Ma non è solo Edna. Questo romanzo ha un gusto e un sapore unici. Prendi quel passaggio sull'esperienza di Edna ad ascoltare musica classica, ad esempio. Dopo il suo risveglio, Edna può sperimentare completamente la musica. Tuttavia, il suo risveglio ha un prezzo. Sentivo che Edna stava diventando quasi un'artista, aveva il potenziale per diventarlo almeno, solo per il coraggio di cercare la sua identità dentro di sé. Tuttavia, una donna può vivere la sua vita solo per se stessa? Questo libro solleva molte domande interessanti. L'eventuale separazione di Edna tra sessualità e amore, ad esempio, potrebbe essere interpretata come qualcosa di abbastanza modernista.


La trama può assomigliare ad Anna Karenina di Tolstoy, ma solo in superficie. Entrambe le donne si sposano infelicemente, si innamorano tutte e due e decidono di intraprendere una relazione amorosa al di fuori del loro matrimonio. Entrambi sfidano la società. Tuttavia, non ho visto The Awakening come una copia di Anna Karenina di Tolstoy. La trama di questi due romanzi può essere sorprendentemente simile, ma lo stile di scrittura è abbastanza diverso. Sento che lo stile di scrittura di Chopin deve di più allo scrittore francese Maupassant, quindi a Tolstoy. In altre parole, Chopin è più un naturalista che uno scrittore realistico. La sua interpretazione dei personaggi ha una nota occasionale di animalismo. C'è anche qualcosa di pessimista nel modo in cui Chopin considera la società, qualcosa che mi fa pensare a Maupassant. Inoltre, nonostante molte somiglianze tra la vita di classe superiore di Anna ed Edna, non si può contestare che Chopin abbia creato un personaggio unico. Edna è un grande personaggio a sé stante.
data di revisione 04/21/2020
Marchelle Ngov

È interessante leggere un romanzo di fine secolo dalla parte opposta del ventesimo secolo, anche se nel romanzo di Chopin non vi è alcuna preoccupazione per il ciclo senza remore del tempo misurato, i cento anni intercorsi e tutte le loro evoluzioni , sia culturali che letterari, faranno parte del contesto del lettore moderno.

Attenzione: questo è un po 'di spoiler.

Mentre il romanzo si svolge, è molto difficile apprezzare Edna Pontellier. In questi giorni di due stipendi richiesti solo per sopravvivere, in aggiunta alla fatica infinita di lavori domestici, manutenzione dell'auto e bisogni dei bambini, l'insoddisfazione di Edna per una vita di impegni sociali, cene raffinate che non ha dovuto preparare o ripulire dopo e le ore congeniali di stare semplicemente seduti in veranda a chiacchierare pigramente, rendono molto difficile per un lettore moderno simpatizzare con lei.

Mentre è ossessionata dai suoi legami percepiti di schiavitù, non risparmia un pensiero alle donne senza nome di colore che lavorano incessantemente in background facendo il lavoro faticoso che è una parte inevitabile dell'esistenza quotidiana. Alla donna che sembra essere la principale custode dei due ragazzi di Edna non viene neppure garantito un nome; viene liquidata come "il quadroon", un epiteto razziale che la relega a un'importanza da qualche parte sotto l'arredamento del salotto, che almeno sono notate dai chiamanti.

La suggestiva rappresentazione della vita di Chopin in Louisiana cento anni fa è affascinante sia per le differenze che per i momenti che risuonano con la nostra esperienza. La scena del parto di Adele Ratignole, con il suo dolore e la sua intensità emotiva. La capacità dei bambini quindi, come ora, di inventare giochi sul terreno polveroso. Seduto attraverso un teatro amatoriale. I dettagli sensoriali e le dinamiche emotive che ne risultano trasmettono tutti quella scintilla di verosimiglianza: i profumi dei fiori. La viscosità dell'abbigliamento nella stagione calda. Come l'arte musicale trafigge le nostre emozioni primordiali come un coltello senza elsa. Il momento della realizzazione in cui il calore dell'amicizia si trasforma in lussuria.

Il tema generale del romanzo sembra essere la scoperta di sé, ma mi sembra più un coinvolgimento personale. Edna irrequieta ed emotivamente soffocata viene "risvegliata" prima dalla musica di Madamoiselle Reisz, e poi da una nuotata di mezzanotte quando osa, per la prima volta, non guadare, ma per colpire nelle acque scure e testare quel nesso sfuggente tra il fisico elevato sforzo e morte.

Il suo desiderio di liberarsi da tutte le sue catene percepite di libertà e maternità virano quando scopre, tardivamente, la sua brama di Robert Lebrun, e di nuovo quando rinuncia all'amicizia serena, generosa, ma senza ambizioni di Adele Ratignolle. Dice a Robert di amarlo; lui risponde in natura; in un disperato atto di onore martirizzato, Robert se ne va, ed Edna scrolla le spalle al mondo e fa un'altra nuotata, questa verso l'eterna oscurità.

È interessante notare che le ultime immagini di Edna non sono di nessuno dei suoi cari putativi, ma di dettagli sensoriali vividi e sconnessi:Gli speroni dell'ufficiale di cavalleria risuonarono mentre attraversava il portico. C'era il ronzio delle api e l'odore muschiato dei rosa riempiva l'aria. In tutto il romanzo la presenza di vite solitarie strizza l'occhio dentro e fuori come lucciole: il pappagallo, il quadroon, Madamoiselle Reisz; persino gli innamorati, che non sono mai stati nominati, né interagiscono con nessun altro nel loro totale assorbimento reciproco.

Edna si collega con quattro persone diverse, due uomini e due donne, per quanto effimere. Ognuno dei quattro è collegato al resto della propria comunità attraverso un diverso filo del merletto della vita: Adele e Robert come madre e gentiluomo, rispettivamente, della società; Madamoiselle Reisz come artista e Arabin come sensuale.

Tutti e quattro vivono le vite che vogliono vivere, le ultime due come single, Robert come figlio e fratello e Adele come moglie e madre. Sono Robert e Adele che, come membri della comunità, compiono ciascuno atti sacrificali: Robert nel lasciare per salvare la sua reputazione e quella di Edna (se ne va due volte) e Adele attraverso il parto.

Ogni atto è doloroso, ognuno è una necessità per sostenere il bene superiore implicito della comunità. La signora Reisz conduce un'esistenza indipendente, avendo tutto ciò che vuole tranne (è implicito) il sesso. È lei che incoraggia Edna a "prendere il volo" e anche se parla in termini di arte, ci si chiede se in effetti la zitella incoraggi Edna a darle il brivido vicario della passione che lei, vecchia e brutta, desidera. Di certo sa cosa vuole Edna, così come Adele, che cerca di salvare Edna dal tagliare se stessa da tutte le altre presunte connessioni della sua vita per soddisfare questo desiderio illecito. E naturalmente Arabin rappresenta la vita del desiderio illecito, mai responsabile, per lo più evitato, senza connessioni permanenti al di fuori della ricerca infinita di gratificazione.

Sembra che l'aspetto illecito dei desideri di Edna sia la forza trainante della sua ricerca. Prova una cosa dopo l'altra, vagando per le strade fino a quando le piace mangiare e adulterio golosi, e poi li abbandona. Non può essere infastidita da tutto ciò che richiede autodisciplina - non nel vegliare sui propri figli, nel comunicare con suo marito o persino nel dipingere.

Dal punto di vista di uno che era giovane negli anni sessanta e settanta, non sorprende che questo romanzo abbia vissuto una rinascita di interesse durante quel periodo. Sembra, guardando indietro, che l'alienazione e il comportamento autoassorbito fossero idealizzati durante quel periodo; romanzi e film presentavano giovani single che rifiutavano tutto tranne la ricerca del piacere e lo trovavano anche insignificante. L'angoscia esistenzialista sembrava la ragion d'essere di tutta l'arte, perché la vita era insignificante e le femmine sentivano le catene delle aspettative degli anni Cinquanta: noi dovevano essere il Doris Day, conforme a una dedica allegra della nostra vita a un maschio, che a sua volta avrebbe fornito casa, macchina e bambini.

Oggi la chiameremmo disfunzionale, ed Edna è certamente una vivida rappresentazione di una donna disfunzionale. Nonostante il licenziamento mendacemente casuale di Chopin della sua eroina nella sua risposta al rifiuto critico del romanzo come "elaborare la propria dannazione", si sospetta che Chopin abbia davvero ammirato la sua eroina. Tutti quei ricordi di quanto fosse attraente agli occhi degli altri; la ferma intrusione auctorial che non consente al lettore alcuna simpatia per il signor Pontellier e la sua "adorazione dei suoi dei familiari" - sebbene sia lui che spende più energia nel tentativo di capire sua moglie, di comunicare con lei e di farla contento. È lui che ha il legame più forte con i bambini, sebbene la cultura a quel tempo avesse già disimpegnato i padri dalla genitorialità attiva, tranne che in punizione e controllo economico. Il momento culminante del libro è la cena di Edna, dove viene percepita come Afrodite, la dea dell'amore - un'osservazione ironica di una donna che non sembra essere stata capace di vero amore.

Questo non vuol dire che il romanzo non funzioni. In realtà, è così ben scritto che funziona su numerosi livelli, come un pezzo storico della vita di fetta regionale, e come un esercizio è brillantezza stilistica. Come una storia di ammonimento durante la prima parte di questo secolo, quando il nascente movimento femminile stava cominciando a sviluppare abbastanza velocità da provocare resistenza culturale. Come racconto di alienazione e autoassorbimento per il giovane lettore adulto, che è spesso alienato e autoassorbito, come è stato per un periodo nella nostra storia recente, quando tali racconti hanno goduto del loro eclat letterario. Come una storia di disfunzione per i lettori contemporanei, che sono impegnati a esporre la letteratura del passato in modo da trovare un modo per ridefinire i nostri ruoli - ruoli di genere, ruoli familiari, ruoli della comunità - per il futuro.

Lascia una recensione per Il Risveglio