Homepage > Cronologia > Saggistica > Biografia > The Napoleon of Crime: The Life and Times of Adam Worth, Master Thief Recensioni

The Napoleon of Crime: The Life and Times of Adam Worth, Master Thief

Da Ben Macintyre
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
9
Bene
6
Media
11
Male
4
Terribile
0
È il napoleone del crimine, Watson, è l'organizzatore della metà che è malvagia e di quasi tutto ciò che non viene rilevato in questa grande città. È un genio, un filosofo, un pensatore astratto. . . .-- Sherlock Holmes sul Professor Moriarty in The Final ProblemIl ladro più famigerato dell'epoca vittoriana, Adam Worth era l'originale Napoleone del crimine. Soave, astuzia che vale la pena imparare presto

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Mayer Welton

Per quanto volessi apprezzare questo libro, ci sono volute alcune strane curve e ho posto una concentrazione eccessiva di attenzione sul ritratto di Gainsborough "La duchessa del Devonshire". Sono stato molto più affascinato dalla vita criminale di Worth in generale, ed è molto interessante conoscere la sua connessione con William Pinkerton, l'amico del criminale durante l'ultima parte della sua vita.

È interessante leggere i criminali contemporanei di Worth nell'Inghilterra vittoriana e negli Stati Uniti, che vivono durante il periodo di massimo splendore di industriali come JP Morgan. Valeva la pena di essere considerato un magnate, ma di iniziative criminali, non di un tradizionale percorso di costruzione di imprese. L'elenco di criminali che ha toccato sembra un "chi è chi" nel crimine del 1800.

Nonostante abbia frugato in un intero capitolo e in molte altre pagine riguardanti il ​​dipinto che sembrava catturare l'attenzione di Worth e dell'autore, questo libro è stato un interessante sguardo storico sulla traiettoria della vita di Worth. Alla fine, la storia raccontata dimostra il vecchio adagio che il crimine in realtà non paga.
data di revisione 04/21/2020
Whang Gronlund

Questo è un libro totalmente coinvolgente su un uomo che è stato il principale criminale che il mondo abbia mai visto. Il resoconto del suo furto del famoso dipinto Georgiana, la duchessa del Devonshire di Thomas Gainsborough, mi ha incuriosito dall'inizio alla fine, che è una buona parte del libro poiché ha mantenuto il possesso del dipinto per più di 25 anni. L'autore, Ben McIntyre, è un maestro del suo mestiere e ora ho letto molti dei suoi libri e non sono mai stato deluso. Consiglio vivamente questo libro a tutti coloro a cui piace un libro che attiri la loro attenzione e lo mantenga fino alla fine.
data di revisione 04/21/2020
Seel Principe

Quando ho letto una recensione di questo nel 1998, l'ho immediatamente inserito nella mia lista dei desideri. Come fan di Sherlock Holmes, come non volevo leggere l'uomo che forse era il modello per Morriarty? (Presto link di Wikipedia per il valore di coloro che sono impazienti.) E così il libro è rimasto nella mia lista dei desideri, ma non è stato acquistato, perché ho sempre pensato che sarebbe comparso in forma di ebook. Alla fine ho rinunciato e ho appena acquistato una copia cartacea, perché a volte devi solo dare la caccia ai libri che sono stati nella tua lista troppo a lungo.

(A parte: darò anche la colpa alle compagnie aeree per aver letto questo in "fatti a quattro zampe", perché mi costringono sempre a prendere un libro cartaceo per quelle volte in cui devi mettere via il tuo ereader. Brontolare i brontolii ecc.

Il libro tratta la vita del crimine di Worth, le storie dei suoi numerosi collaboratori e capperi e il furto di Thomas Gainsborough pittura (questo) di Georgiana, duchessa del Devonshire. Quel dipinto ci permette di ascoltare la storia di Georgiana, che è ancora interessante, e continua a svolgere un ruolo nella storia di Worth mentre ha sviluppato forti sentimenti per essa. Ed è anche la storia della continua caccia da parte del Pinkerton detective - non per dove si trovava Worth (sono sempre riusciti a rintracciarlo), ma per una causa per arrestarlo e accusarlo.

Versione breve (di quello che seguirà): il libro avrebbe potuto usare un editor per lucidare e stringere / rimuovere molte frasi ridondanti. Pertanto la scrittura può rendere alcuni lettori frustrati / annoiati e saltare i contenuti per arrivare a una narrazione più interessante. È comunque una storia meravigliosa che non si trova altrove, ma solo in piccoli riferimenti in altri libri. Questo è davvero l'unico libro che attualmente racconta questa storia e le personalità coinvolte sono affascinanti.

La mia critica principale è semplicemente che qua e là, il modo in cui l'autore ha scelto di raccontare la storia è un po 'difficile per il lettore. Ad esempio, spesso racchiude le citazioni della storia di autori contemporanei. Questo di per sé non è il problema (in effetti adoro la letteratura e il giornalismo). Il problema è come vengono elaborati nel testo.

Ad esempio, p 57:
"Victorian Britain was reaching the pinnacle of its greatness, and smugness. "The history of Britain is emphatically the history of progress," declared the intensely popular writer T.B. Macaulay at the dawn of the Victorian era. "The greatest and most highly civilized people that ever the world saw, have spread their domain over every quarter of the globe." A similar note of patriotic omnipotence was struck earlier in the century in an essay by the historian Thomas Carlyle: "We remove mountains and make seas our smooth highway, nothing can resist us. [I skip a sentence here, sorry Carlyle]"
...For a crook at war with the natural order, such heady recommendations were irresistible. Huge spoils, and the social elevation they brought with them, were precisely what Worth had in mind."Non scorre davvero bene, vero? E ovviamente non abbiamo alcuna indicazione che Vale la pena leggere / conoscere uno di quegli autori citati, ma questo è un problema separato.


Un'altra mia critica è che l'autore ripete spesso lo stesso punto in più frasi che non necessitano di chiarire il punto. Ad esempio, p. 92:"The Victorians' rediscovered enthusiasm for Georgiana was principally, if covertly, sexual: the chocolate-box coquetry of Gainsborough's portrait, when considered in conjunction with her racy reputation, was just the thing to send a delicious testosterone jolt through the average buttoned-down Victorian male. While they might appear repressed in sexual matters, a function of the fashion for strict outward probity, the Victorians were anything but frigid and knew a sex goddess when they saw one."Questo paragrafo continua per molte altre frasi, con alcune citazioni di giornali, tutte con le stesse informazioni. Se questo fosse un problema isolato, non lo noterei, ma il concetto di Georgiana come sex symbol era già enfatizzato paragrafi prima di questo, e menzionato di nuovo in paragrafi successivi. (E anche in altri capitoli.)

Questo mi fa davvero domandare se Macintyre (l'autore) avesse un editor per aiutarlo (che potrebbe rendersi conto della ripetizione) o se pensasse che la storia avesse solo bisogno di più lunghezza (imbottitura) e che questo fosse il modo di farlo. Perché la ripetizione di qualcosa precedentemente affermato continua a verificarsi. (Nel frattempo continuo a pensare che la frase "dea del sesso" avrebbe dovuto essere usata all'inizio del paragrafo per dargli più forza, altrimenti si perde un po '. Perché è il pensiero da asporto.)

Mentre questi problemi erano qualcosa che ho notato, non mi ha fatto smettere di leggere.


Citazioni casuali, ecc., Che mi interessavano (aggiungendo durante la lettura, quindi in ordine, come al solito):

... Tutto questo all'interno dello stesso paragrafo, pag. 74:"The contrast between outward protestations and actual behavior was particularly acute in the area of sexual morality, for while the prudish "official" line taken by most ethical commentators stressed home, hearth, and sex within marriage, or preferably not at all... The Victorians, it should be remembered, were the first to publish pornography on an industrial scale. ...If Worth held to a set of high-minded convictions that were utterly at variance with his actions, he was by no means alone. He would have enjoyed Wilde's ironic quip in The Importance of Being Earnest: "I hope you have not been leading a double life, pretending to be wicked and being really good all the time. That would be hypocrisy." "Piace 'Georgiana, dea del sesso,' la frase 'Vittoriani: produttori porno su scala industriale'mi resterà nel cervello.

... ho adorato il fatto che una donna morta da tempo potesse avere un tale effetto sulla cultura popolare, p. 115:"If, before the theft, the Duchess [the painting] had achieved iconic status, now women positively wanted to be her. She became the haute-couture statement of the hour. The theft proved a blessing to London's hatmakers, since "at most of the public ceremonials a large proportion of the ladies dressed upon the model which the painting provided." Vast ostrich-feather hats became the rate on both sides of the Atlantic, and in New York "the Gainsborough hat...was so fashionable among women (that) one fashionable modiste went so far as to call it the 'Lady Devonshire style.'" "La prima citazione in quel paragrafo era del New York Herald del 1897, la seconda del New York Sun del 1894. Il patito della storia in me avrebbe sentito che quelle citazioni avrebbero beneficiato maggiormente del riconoscimento della fonte (non solo nelle note di chiusura), dal momento che l'autore cita costantemente sia la letteratura del periodo, i giornali e le storie attuali in tutto il libro, e il lettore non è sempre informato della fonte di informazioni. Il che tende a permetterti di valutare quali informazioni sono più valide. Ma poi, l'autore cita direttamente fonti a volte e sono sicuro che farlo troppo spesso interromperebbe il flusso della storia.

... Grazie alle foto fornite non sono davvero d'accordo, p.126:"Kitty Flynn was undoubted part of the key to Worth's change of heart... The former Irish barmaid and the late Duchess of Devonshire, whose piquant history was now enjoying a second lease on life after the theft, had many of the same character traits... The physical resemblance of the two woman was equally striking. The best portrait of Kitty shows her with a teasing, pouting expression which might have been borrowed directly from Georgiana."Guardando la foto di Kitty a cui l'autore si riferisce (questo, Sulla questa pagina) e il dipinto (questo) Non riesco a vedere alcuna somiglianza reale. Riesco a vedere un parallelo nell'atteggiamento da duchessa di Kitty, mentre l'autore la ritrae, ma penso che qualsiasi somiglianza fisica sia un pio desiderio.

... Un esempio dell'autore che introduce la letteratura contemporanea, p. 147-148:"There is an uncanny resemblance in Worth's behavior, to that of Captain Nemo in Jules Verne's 20,000 Leagues Under the Sea, but whether the culture-hungry crook read the book, published ten years earlier, will never be known. Captain Nemo is the archetypal criminal aesthete whose gallery contained "thirty or so paintings by famous masters...a vertitable museum..."
[Skipping 3 sentences comparing Worth to Nemo]
...Where Verne's villain has his Nautilus and his sumptuous gallery to prove his superiority and rebellion, Worth had his false-bottomed trunk; where Nemo has thirty Old Masters, Worth had one."Non credo proprio che questa sia una buona citazione per la situazione - voglio dire, posso certamente vedere i parallelismi, ma è qualcosa che potrei vedere essere discussa in una lezione illuminata, non pertinente in un testo di storia. Soprattutto perché non c'è alcuna indicazione che Worth abbia letto o saputo di Verne, qualcosa che l'autore ammette nella prima frase.

Ancora una volta, questa non è la prima volta che l'autore estrae una citazione letteraria in un modo che non ha molto / nulla a che fare con la storia, non è utile come sfondo e non è utile per impostare la scena. Non è un buon modo di usare una citazione letteraria.

... Sento di essere troppo critico - ecco il tipo di informazioni che mi fa continuare a leggere, p. 159:"The uncut diamonds, quickly divided and mounted to prevent them from being traced, were then sold just a few feet away from the scene of the crime...
...the robbery "had the effect of causing the authorities of the postal department to place in almost every post office the wire-net protection of the counters with which we are all familiar..." "Le misure di sicurezza sono cambiate in tutto il paese a causa dei metodi di Worth in rapina, ma anche di contraffazione e altre truffe. Sicuramente una cifra degna di nota. Inoltre è sempre sorprendente che non venga catturato.

... A pagina 212 l'autore menziona un libro del 1945 intitolato Gattino, by Rosamond Marshall che crea un hash della storia reale di Kitty Flynn [la prima volta di Worth, con cui ha avuto due figli e che presumibilmente ha sempre amato], ma è apparentemente una storia d'amore (e anche un film). Mi sono imbattuto nella ricerca di una copia che puoi leggere online tramite Open Library (qui) e ora ho vagato anche io per leggerlo (rivedendolo qui, spoiler, è davvero molto male). (Questo è il modo in cui finisco per leggere più libri contemporaneamente. Spesso vado semplicemente in giro.)

... Stranamente la mia copia del libro non ha un indice. (O il libro non ne ha uno? Non ha senso.) Il punto importante qui per i fan di Sherlock Holmes è che Capitolo 23: Alias ​​Moriarty è dove troverai quel po 'di storia della cultura pop. Questo è in realtà il capitolo che stavo davvero aspettando. Si riferisce ai molti aspetti di Moriarty ispirati a Worth e fa riferimenti specifici a personaggi storici e accademici che collegano i due. Anche riferimenti specifici alla storia, come ad esempio in La valle della paura, Moriarty ha una foto appesa al muro che Holmes nota è "un'immagine di Greuze intitolata" La Jeaune Fille a l'agneau ", recuperata non meno di quattromila sterline." Mentre "un 'agneau" significa francese o da Agneau o forse qualcosa di un agnello - c'è anche il gioco di parole di l'agneau / Agnew - il nome successivo è il commerciante d'arte che possedeva il dipinto della duchessa. Ed era un gioco di parole popolare altrove all'epoca. Questo e altri suggerimenti nella storia (così come altre storie) indicano Moriarty come degno. Questo è un esempio: il capitolo è breve ma per i fan di Holmes è sicuramente interessante. Purtroppo è troppo corto. Per tutte le citazioni letterarie altrove avrei pensato che questo capitolo potrebbe essere un po 'più lungo.

E ancora incerto sul riferimento (p. 229) a Worth come il gatto di TS Eliot Macavity - ma suppongo che tutto con un tag "Napoleon of Crime" potrebbe riportare a Worth. Può essere.

... Ragazzo, non mi piacciono alcuni membri della famiglia di Worth (fratello e cognata). Non puoi essere religioso e deridere l'uomo da una parte per essere un imbroglione e poi allo stesso tempo dirgli che deve darti soldi o abbandonerai i suoi figli di cui ti stai prendendo cura.

... Nella relazione William Pinkerton-Adam Worth, che dovrebbe essere contraddittoria, c'è un tema continuo di rispetto tra i due uomini. Una delle parti migliori di questa storia, soprattutto perché sembra essere vera.

... Vale e J. Pierpont Morgan, p. 263: "Non si sono mai incontrati ma le loro vite sono state inquietanti echi l'uno dell'altro ..." - Come alcuni degli altri confronti, questo sembra vero solo per alcuni dei punti sollevati in questo capitolo.

... p. 275 - Apparentemente Henry James"romanzo finale, The Outcry , ha un ricco americano, Breckenridge Bender, che acquista un ritratto di famiglia chiamato il Duchessa di Waterbridge di Sir Joshua Reynolds, che non esiste nella realtà e dovrebbe essere un riferimento al Duchessa del Devonshire (Georgina) dipinto acquistato da Morgan. James era arrabbiato con Morgan e altri americani che trasportavano famose opere d'arte britanniche che pensava dovessero rimanere all'interno del paese, e il libro era la sua protesta. (Un altro libro per l'elenco Da leggere.)
data di revisione 04/21/2020
Ehrman Mowery

Questo è meglio del mediocre e la storia di fondo è sicuramente buona. Sfortunatamente, le parti migliori sono piuttosto sottili, poiché la maggior parte della carriera di Worth non è stata documentata, comprensibilmente in modo che i truffatori di successo non siano quelli che si vantano. L'autore ha riempito il libro continuando a parlare delle poche parti per le quali ha trovato la documentazione e i risultati sono sbilanciati.
data di revisione 04/21/2020
Victorie Bondura

“[Aveva] un sacco di tempo per la morale; sono state le leggi che ha sdegnato. "

Premiata biografia ben studiata e scritta di un criminale di cui nessuno ha sentito parlare ... anche ai suoi tempi. Il suo crimine più famigerato fu il furto di un ritratto di Gainsborough, quindi l'arte più costosa del mondo. Lungo la strada, ha svaligiato, derubato o forgiato in cinque continenti ed è diventato il modello per uno dei criminali più famosi della letteratura: il professor Moriarty di Arthur Conan Doyle.

"Il crimine non deve comportare delinquenti".

Una notevole differenza tra Adam Worth e il finto signore del crimine è che Worth ha evitato la violenza. Considerava il trasporto, e tanto meno l'uso, di armi da fuoco un segno di incompetenza. Ma non esitò a mentire, imbrogliare e rubare la strada verso le altezze della società, iniziando con la falsificazione della propria morte durante la guerra civile americana.

"La lotta darwiniana per la sopravvivenza, che dopo tutto è una lotta senza morale".

Macintyre è esaustivo nella sua documentazione nonostante abbia poche fonti. Vale la pena non collaborare in quel modo. Ripetitivo a volte, Macintyre spinge il lettore attraverso l'incredibile vita e i tempi di Worth. L'Inghilterra tardo vittoriana anticipava l'America attuale.

"Non puoi trovare una cosa giusta per un giornalista ... se scrivi i fatti a lui, li cambierà per adattarsi a se stesso." William Pinkerton

Forse il filo più sorprendente è il rapporto del maestro criminale con William Pinkerton, il detective di fama mondiale. Quest'ultimo ha inseguito il primo in diversi continenti e si è concluso eseguendo un servizio straordinario per il vecchio reprobo morente.

"Gloria allo stesso modo nella sua vera malvagità e nella sua apparente probabilità."

Alla fine del diciannovesimo secolo la cooperazione giudiziaria internazionale era appena iniziata. (Strano che non esistesse l'estradizione tra Stati Uniti e Regno Unito.) Un agile imbroglione poteva stare un passo avanti alla legge. Vale la pena girare letteralmente il mondo alla ricerca di opportunità per separare i ricchi dal peso della loro ricchezza. No Robin Hood, Worth si è preso cura della propria gente (anche quando non si sono presi cura di lui) e dei suoi amici e familiari.

"L'emancipazione per frode ha colpito un accordo con migliaia di persone al di fuori del delicato strato superiore."

Macintyre segue Worth attraverso il furto e lo spreco di molte fortune, descrivendo in dettaglio il suo rapporto con la crosta superiore reale e fasulla, per non parlare di alcuni dei crimini più audaci del secolo.

"... quasi corretto come un giornale non ottiene mai nulla." William Pinkerton

Una buona lettura

"Ci sono soldi dentro."
data di revisione 04/21/2020
Derward Stegent

Che delusione! Sembrava un libro fantastico, e di recente avevo letto un altro libro di McIntyre che era abbastanza coinvolgente. In breve, Adam Worth è stato l'uomo su cui Arthur Conan Doyle ha modellato il suo professore immaginario Moriarty. Sfortunatamente, questo libro adotta un approccio estremamente faticoso all'argomento: è un po 'un po' noioso, se vuoi. C'è un sacco di materiale qui sui Pinkerton, un famoso dipinto rubato, un sacco di doppio scambio e un ottovolante di una vita, ma non è detto qui con alcuna verve o trattino. Sembra che l'autore abbia scavato molto ... e poi abbia scrupolosamente scritto tutto.

Volevo apprezzare questo, davvero. Continuavo a sperare che potesse andare meglio, ma non lo fece. Sono riuscito a malapena a finirlo, e ho praticamente scremato l'ultima porzione. Era così noioso.
data di revisione 04/21/2020
Chelsie Nuce

Studio approfondito della vita e della psicologia di un maestro-ladro e della presunta ispirazione del professor Moriarty di Arthur Conan Doyle (sebbene l'ispirazione non approverebbe la violenza del professore). Mentre alcune delle osservazioni psicologiche sembravano di vasta portata, lo studio complessivo è stato affascinante. Ho trovato i dettagli della vita del famoso detective, William Pinkerton, avvincenti come l'analisi di Adam Worth. Un semplice riassunto di questa biografia sarebbe "il crimine non paga mai", ma Macintyre impone una risposta più complessa - quella che si spera trova come ha fatto Pinkerton - che dietro al criminale c'è un compagno umano che ha bisogno di misericordia e dignità.
data di revisione 04/21/2020
Javed Fultz

Essendo stato ucciso nella seconda battaglia di Bull Run nella guerra civile americana, si sarebbe pensato che la vita di Adam Worth fosse finita. Ma no, non è stato per lui che ha simulato la sua morte e poi è diventato un "saltatore di taglie" professionale, guadagnandosi un sacco di soldi per l'affare.

Iniziò così la sua vita da criminale e un altro soldato dell'esercito dell'Unione fu in seguito a commentare questa parte della carriera di Worth. Non era altro che William Pinkerton, in seguito della famosa agenzia investigativa e qualcuno che non solo tenne d'occhio attentamente Worth, o Henry Judson Raymond come divenne noto, ma che, nonostante la coppia fosse ai lati opposti della legge, fatto amicizia e perfino aiutato.

La vita seria del crimine di Worth è iniziata in un modo relativamente piccolo, ma ha rapidamente costruito la sua confraternita di soci e quindi è stato in grado di dominare molte rapine senza nemmeno prendere parte. Ma non era contrario a recitare un ruolo da protagonista quando l'occasione lo richiedeva.

Aveva molte amiche e aveva una relazione a tre con uno dei suoi colleghi e la moglie di quel gentiluomo, un collegamento che aveva prodotto due figli, di cui si diceva che fosse il padre. Ha quindi istituito un American Bar a Parigi e sebbene le autorità lo abbiano tenuto d'occhio, poiché non era solo l'appuntamento per molti criminali, al piano di sopra c'erano delle scommesse illegali, l'operazione è andata avanti per un bel po 'di tempo. Una delle ragioni del continuo successo era che Worth era d'accordo con le autorità parigine, una delle quali lo avrebbe lasciato fuori prima di qualsiasi raid.

Continuò i suoi vari affari, sia criminali che romantici, in quest'ultima categoria con Kitty Flynn, prima di trasferirsi a Londra dove divenne, almeno apparentemente, il perfetto gentiluomo inglese. Ed è stato a Londra che ha compiuto la sua impresa più famosa quando ha derubato la Galleria di Agnew del suo prezioso possesso, un ritratto di Thomas Gainsborough della Duchessa del Devonshire. Fu con Georgiana, la duchessa, che ebbe la sua più lunga relazione amorosa, poiché rimase con lui per oltre 20 anni.

La portava con sé ovunque andasse e sebbene fosse sospettato del crimine nessuno, nemmeno William o Robert Pinkerton, poteva inchiodarlo. Ma quando ha commesso una rapina in Belgio è stato bloccato, catturato, processato e imprigionato.

Nonostante la sua influenza e influenti amici, rimase in prigione per qualche tempo, ma quando fu rilasciato tornò a Londra, con i Pinkerton che passarono queste informazioni alle loro controparti di Scotland Yard.

Le sue azioni sono state ampiamente riportate dalla stampa ed è da queste notizie che l'autore suggerisce che Arthur Conan Doyle abbia formato la sua idea per Moriarty, il nemico nemico di Sherlock Holmes. L'autore sottolinea somiglianze tra la coppia e non c'è dubbio che Conan Doyle abbia forse usato alcune delle caratteristiche di Worth per creare Moriarty. Ma devo confessare, non sono del tutto convinto dalla totalità del racconto e quando viene suggerito che McAvity, il gatto ingannevole e soave di TS Eliot, possa anche basarsi su Worth, la mia credibilità è portata al limite.

Tuttavia, Worth, che ha continuato le sue attività criminali per guadagnare denaro su cui vivere, alla fine voleva restituire la Duchessa ai legittimi proprietari, quindi ha stipulato un accordo, con l'aiuto di William Pinkerton e con una somma di denaro come ricompensa da gli è passato per restituirlo al legittimo proprietario.

Questo accordo fu infine completato e con Agnews in possesso ancora una volta della Gainsborough, Pierpoint Morgan, la cui famiglia stava per acquistare il dipinto quando scomparve per la prima volta, entrò e divenne il nuovo proprietario. Passò dalla loro famiglia molto più tardi e fu venduto, di nuovo al duca del Devonshire a Chatsworth, per la somma principesca di £ 265,500.

L'8 gennaio 1902, appena quattro giorni dopo che Morgan aveva preso possesso della duchessa, Worth morì di insufficienza cardiaca all'età di 56 anni e fu sepolto in una tomba non contrassegnata nel cimitero di Highgate. Il "New York Journal" proclamava "Adam Worth è morto. La sua fine segna la chiusura di un singolare romanzo moderno. " E non c'è dubbio che sia una vera affermazione perché era un personaggio simpatico e carismatico che ha avuto un ruolo da protagonista negli inferi vittoriani e la biografia di Ben Macintyre gli rende certamente piena giustizia.

data di revisione 04/21/2020
Cleodell Ristig

Un altro buono di Macintyre, ma per un cambiamento, non sulle spie della Seconda Guerra Mondiale, ma invece su un magistrale criminale che condusse Scotland Yard, l'agenzia Pinkerton, la polizia francese e belga in un allegro inseguimento per gran parte della sua vita. Morì, risuscitò come Henry Raymond, un altro personaggio famoso che era morto, e rimase in questa identità per il resto della sua vita.

Ha guidato una sofisticata banda di falsari criminali, rapinatori di banche, ladri e cracker sicuri. Mentre costruiva il suo impero, si alzò dalle sue povere origini americane per diventare un ricco inglese che viveva nella crema della società vittoriana, i quali non erano a conoscenza della mente criminale dietro questo piccolo gentiluomo.

Il suo furto della Duchessa del Devonshire di Gainsborough fu semplice e scandaloso, e la tenne nascosta per un quarto di secolo.

I dettagli intorno alle sue attività rendono la lettura affascinante. Era estremamente intelligente, generoso e fedele ai suoi amici e familiari. Fino alla parte successiva della sua vita, non ha bevuto e non ha tollerato la violenza. Era più grande della vita ed è stato l'ispirazione dietro il professor Moriarty di Conan Doyle e Macavity di Andrew Lloyd Webber, il gatto misterioso del suo musical, CATS.
data di revisione 04/21/2020
Giesser Pasculli

Molto bravo a volte, The Napoleon of Crime è un apprezzabile tentativo di biografia di Adam Worth, l'uomo che ha servito come base della vita reale per Moriarty di Conan Doyle. I problemi con questo libro sono il suo ritmo lento e le sue costanti tangenti nella vita di vari altri criminali, i Pinkerton, gli aristocratici e così via. Molte volte sembra che il libro sia un termine e l'autore sta cercando di allungarlo per soddisfare un requisito di lunghezza (che è quasi ridicolo poiché ogni pagina è piena di parole, facendo sembrare questo libro di 300 pagine come un 600 pagine per me). Le parti di Adam Worth e dei suoi crimini sono piuttosto eccitanti, interessanti e ben scritte, ma il resto è poco brillante e nella migliore delle ipotesi. Volevo davvero apprezzare di più questo libro e penso che ci sia un grande (molto più piccolo) libro intrappolato al suo interno, il che è davvero un peccato.
data di revisione 04/21/2020
Rusert Fallone

Dato che non sono un appassionato di Sherlock Holmes, non mi ero reso conto che Adam Worth fosse l'ispirazione per il famoso Moriarty fino a quando non ho raccolto questo libro. Worth era il ladro più sfacciato dell'età vittoriana, un po 'come uno scassinatore di gatti Hitchcock del XIX secolo. In questa biografia, impariamo a conoscere il ladro e la sua banda, oltre ai famosi rapinatori. Mi è piaciuto il personaggio reale di Adam Worth, poiché ha mantenuto un rigido insieme di valori che mancavano ai suoi nemici.

Questa è una buona lettura decente, perfetta per un fuoco e una tazza.

Stagione del libro = Inverno (nebbia di Londra)
data di revisione 04/21/2020
Medrek Tulley

Super divertente e mi ha fatto il tifo per Worth per tutto il tempo. Un fine settimana fantastico letto.
data di revisione 04/21/2020
Brandt Reynoldsjr

Storia affascinante che lega una serie di personalità diverse dall'era vittoriana. Non buono come le opere successive di Macintyre, ma testa e spalle sopra la maggior parte dei libri.
data di revisione 04/21/2020
Binetta Hantman

Un libro eccellente sui suoi crimini e sui suoi amici. Con una punta di cappello ai Pinkerton su chi aveva rispetto ed eventuale amicizia per tutte le cose.
data di revisione 04/21/2020
Pammy Eppes

La storia era interessante ma volevo maggiori dettagli su crimini, viaggi e simili. Ma lo stile di scrittura e la ripetitività mi hanno logorato. Troppo prolisso, troppe affermazioni elastiche che confrontano le persone e la sua relazione amorosa di una foto. Ho adorato ogni libro di Ben M che ho letto, ma questo sembrava un autore diverso. Meno male che non l'ho letto prima io. Ci sono alcune parti interessanti della storia, ma solo per i lettori dalla forte volontà.
data di revisione 04/21/2020
Phillida Henman

Un amico me lo ha trasmesso e all'inizio non mi sono riscaldato. Ma per qualche motivo ho deciso di andare avanti e l'ho trovato davvero affascinante mentre continuavo a leggere. Non è un grande fan di Sherlock Holmes, quindi il fatto che questo fosse il probabile modello per il malvagio Moriarty era meno avvincente della vera storia di vita. La vera storia di vita è selvaggia, molto più folle di qualsiasi finzione, come spesso accade. Anche una storia sociale davvero affascinante, che vale la pena leggere solo su quell'account.

Questa citazione dei Pinkerton verso la fine è meravigliosa, penso: "... era sempre orgoglioso del fatto di non aver mai commesso una rapina in cui si doveva ricorrere all'uso di armi da fuoco ... sostenendo che un uomo con il cervello non aveva il diritto di portare armi da fuoco, che c'era sempre un modo, e un modo migliore, dal rapido esercizio del cervello. "

Probabilmente dovrebbero ottenere solo 4 stelle, in quanto potrebbe essere un po 'sovrascritto, ma mi è piaciuto, quindi ottiene il pieno 5. Ormai, i miei amici GR devono aver capito che le mie valutazioni non saranno di aiuto, a meno che il libro non sia un vero disastro, sarò generoso con le stelle.

data di revisione 04/21/2020
Tchao Glazner

Questo è stato un libro interessante. Racconta la storia di Adam Worth che fu l'ispirazione di Sir Arthur Conan Doyle per il personaggio del professor Moriarty. È nato in America ed è diventato un criminale in tenera età. Ha costruito una banda di coorti che hanno derubato, forgiato e ingannato milioni di dollari da vittime ignare. La sua pretesa di fama fu il furto sfacciato del famoso dipinto della Duchessa del Devonshire di Gainsborough da una galleria di Londra nel 1876. Lo rubò e lo tenne nascosto per oltre diciassette anni prima di restituirlo. Era senza paura e cambiava la sua identità ogni volta che si adattava e viveva per anni come un uomo con mezzi indipendenti su entrambe le sponde dell'Atlantico. È stato anche ammirato nientemeno che dal famoso detective William Pinkerton che lo ha aiutato a restituire il dipinto quando aveva perso tutto. L'autore fa un meraviglioso lavoro nel raccontare la sua storia e nell'umanizzare un uomo che potrebbe facilmente essere ritratto come un mostro.
data di revisione 04/21/2020
Kauffmann Vuono

Se sei abbastanza abile da guadagnare il rispetto dell'agenzia investigativa Pinkerton e diventare l'ispirazione per la nemesi di Sherlock Holmes Moriarty ... hai condotto una vita abbastanza. Ci sono sicuramente alcuni frammenti interessanti nel libro, ma il medio si protrae per sempre (2 stelle per facilmente 100 pagine) con alcuni dei perdenti associati a Worth nei suoi affari criminali. Le parti migliori sono il rapporto tra Worth e William Pinkerton, il furto del dipinto della Duchessa, e lo strano rapporto di Worth con il dipinto che lo tiene con sé nel falso fondo di una cassa ovunque abbia viaggiato. Speravo di più da un libro di Ben MacIntyre ma c'è solo così tanto che puoi fare con il tuo materiale di saggistica.
data di revisione 04/21/2020
Mosera Chumsky

Anche se a volte un po 'tortuoso, mi è piaciuto molto questo libro. Sebbene sia una storia vera, ha assunto elementi e colpi di scena come un'opera di finzione. Mi è sembrato che molti degli elementi di questo libro - comprese le relazioni interpersonali e le motivazioni - siano serviti come archetipi in molti film e libri nel corso degli anni. I più intriganti erano i rapporti di Adam Worth con i suoi scagnozzi, i molti amori della sua vita e persino la polizia di Pinkerton. Come maestro criminale, il valore è stato coinvolto in molte attività che si basavano sulla sua genialità e sulla sua capacità di evitare il rilevamento, anche mentre lavorava con uomini meno onorevoli di se stesso.
data di revisione 04/21/2020
Nalani Thurton

Chi ha mai sentito parlare di Adam Worth? Non l'avevo fatto, ma la sua storia sembrava interessante ... ed era. Lancia un Pinkerton o due e hai qualcosa lì ...

Quindi perché la valutazione media?

Bene, questo è a causa delle scelte dell'autore. L'autore ha scelto di sensazionalizzare una storia che in realtà non aveva davvero bisogno della doratura. Adam ha condotto una vita unica e interessante che non ha richiesto confronti sciocchi o aggettivi esagerati.

Meno sarebbe stato di più. Per quanto ne so, però, è l'unica biografia che qualcuno ha scritto su Adam, e potresti fare di peggio ...
data di revisione 04/21/2020
Gromme Linsay

Anche se Ben Macintyre sembra occasionalmente un po 'troppo innamorato dei suoi giri di parole - e un po' troppo disposto a ghignare di quelli degli altri - crea ancora un diavolo di un filo divertente. Il suo racconto della vita e dei tempi sordidi ed elettrizzanti di Adam Worth, forse l'ultimo e il più grande dei veri ladri gentiluomini, ha tutti i colpi di scena e personaggi memorabili di ogni grande romanzo. È divertente, intrigante e, nel suo ritratto degli anni in declino di Worth, e la sua strana e meravigliosa amicizia con il detective dal naso duro e ultra di destra che lo ha cacciato, sorprendentemente toccante.
data di revisione 04/21/2020
Perren Rodier

Iniziato in modo così interessante che sono stato incollato a circa le prime 50 pagine o giù di lì, poi si è schiantato e bruciato (per me). Lo stile è diventato più "burocratico", per mancanza di un termine migliore e impantanato in dettagli che non mi interessavano. Tuttavia, ho letto altri libri simili (simili in genere / era / caratterizzazione) che sono riusciti a includere quel tipo di dettagli e hanno comunque reso la lettura interessante.
Penso solo che "The Napoleon of Crime" avrebbe potuto raccontare la vera storia (come penso che l'autore abbia fatto) e riuscire comunque ad essere più
leggibile.
data di revisione 04/21/2020
Kinzer Shahnabaz

L'interessante materiale tematico porta con sé questa biografia, sebbene l'autore abbia incluso un po 'di resistenza alla storia vera raccontata.

Ben Macintyre ha chiaramente condotto bene le sue ricerche e la sua comprensione delle motivazioni di Adam Worth è stata molto ben ponderata, ma ho trovato le sue opinioni su alcune altre questioni che sono state brevemente menzionate un po 'troppo di opinione e meno prove concrete.
data di revisione 04/21/2020
Ginnie Oquinn

Uno dei pezzi di saggistica più avvincenti che ho letto. L'ho sfogliato in una notte e l'ho condiviso con molte persone, nessuna delle quali, fino ad oggi, è rimasta delusa. Materiale avvincente per i fan di Conan Doyle, detective Pinkerton, impronte digitali e ladri.
data di revisione 04/21/2020
June Nalley

Di solito mi annoio con le biografie, ma questo libro è abbastanza divertente e contiene fatti sulla vita di Adam Worth che non erano noti. Inoltre, la storia è molto bella e ti lascia sempre in sospeso.
data di revisione 04/21/2020
D'Arcy Catledge

Eccellente vera storia di un genio criminale, un modello per il professor Moriarty di Arthur Conan Doyle (così come Macavity di TS Eliot), la sua rete di complici, i suoi nefasti rivali e i fratelli Pinkerton che alla fine lo hanno esposto.
data di revisione 04/21/2020
Nichols Mcdowall

Una storia affascinante, mal raccontata a un ritmo frenetico. Mi piacerebbe leggere un approccio diverso da parte di un ricercatore su tutto ciò, uno meno incline alle congetture selvagge e al sessismo casuale.
data di revisione 04/21/2020
Atalya Ernest

Non posso aiutarlo; Mi piacciono i libri sul vero crimine. E questo è qualcosa che non avrei mai pensato di dire. Ma quando trovi un buon mix di biografia, storia, criminalità e scrittura solida, non puoi fare a meno di godertelo.

Se non sai nulla di questa storia, cosa che io non sapevo (scelta per la vendita di libri), è piuttosto stupidamente intrigante. È tutta la classica era vittoriana, gentiluomo di idee criminali messe insieme, con una sorprendente quantità (al contrario di una sensazione eccessiva o "questa è la lanugine") di retroscena e legami.

Bonus per voi amanti di Sherlock, Adam Worth è la base del professor Moriarity.

Vorrei avere altro da dire al riguardo, ma è un libro piuttosto diretto. L'unica cosa che mi mancava era la completa sensazione del perché questo ragazzo fosse un criminale così incredibile. Ottieni i punti salienti, ma ho quasi desiderato che ci fosse stata un'appendice con un elenco di "Okay, ecco tutte le cose che ha fatto .... o forse ha fatto .... o probabilmente ha fatto", perché ti tiene solo curioso di saperne di più.

Ad ogni modo, una grande aggiunta al tuo repertorio di "curiosità" o "curiosità". Mi è piaciuto molto questo.
data di revisione 04/21/2020
Rakia Pilotte

Questo è un libro molto interessante Mi piace il talento che l'autore usa nel suo stile di scrittura - è molto descrittivo e piuttosto drammatico. Ha davvero mantenuto il mio interesse. Adam Worth è un criminale vittoriano di cui la maggior parte non ha mai sentito parlare. Eppure è stato uno dei ladri di maggior successo di sempre. Ha eluso investigatori in diversi continenti.

Questo è un libro davvero grande che è andato in grande dettaglio per quanto riguarda i vari membri dell'equipaggio usati da Adam Worth, così come le donne nella sua vita. Descriveva moltissime scappatelle, molti investigatori e poliziotti, articoli di cronaca pubblicati e gli sforzi letterari di altre persone come Sir Arthur Conan Doyle che utilizzava Adam Worth come modello per il professor Moriarty nelle storie di Sherlock Holmes. Un'autrice ha usato Kitty Flynn, l'amore per tutta la vita di Worth, come modello per il suo romanzo d'amore "coraggioso" che è stato successivamente trasformato in un film. C'è stata un'interessante esegesi della psicologia di Worth riguardo al dipinto che ha rubato - la Duchessa del Devonshire di Thomas Gainsborough - che ha tenuto al suo fianco per molti anni. Mi è piaciuto molto questo libro e i membri del mio club del libro hanno mostrato grande interesse e mi è piaciuta anche la mia presentazione.

Lascia una recensione per The Napoleon of Crime: The Life and Times of Adam Worth, Master Thief