Homepage > Orrore > Finzione > Romanzo giallo > La trappola Recensioni

La trappola

The Trap
Da Tabitha King
Recensioni: 28 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
2
Bene
9
Media
9
Male
5
Terribile
3
Ce n'erano tre: irrompere nell'isolato cottage del Maine dove Livia Russell era fuggita con suo figlio di quattro anni per capire perché il suo matrimonio fosse andato storto. Tre giovani simili ad animali, ardenti di lussuria, inclini alla distruzione e totalmente senza coscienza. Ora hanno tenuto in ostaggio suo figlio e lei in loro potere. E anche lei non riusciva a indovinare quanto lontano sarebbe

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Celestyn Pesick

Ha un modo di scrivere con i dettagli. Ho quasi rinunciato a questo romanzo a metà strada ma la seconda metà è stata molto eccitante.
data di revisione 04/21/2020
Seif Meholick

Lo ammetto, l'ho letto solo perché è SUA moglie, ma è stato davvero molto bello! Mi sento un po 'in colpa, perché non mi aspettavo che lo fosse. È sempre piacevole leggere delle donne in una brutta situazione che brillano. Molto credibile e divertente.
data di revisione 04/21/2020
Alvita Zarzuela

Ho iniziato a leggere La trappola di Tabitha King l'altra sera e immediatamente ho dovuto invocare le mie Regole di equità, l'articolo 15; Colonna 2; La Sezione 9A, che afferma che quando leggo un libro, devo dargli una buona possibilità di essere un potenziale Full Finish. Il rispetto di questo articolo afferma che il lettore deve terminare non meno di cinquanta (50) pagine di qualsiasi libro da leggere a meno che gli occhi non brucino o si trasformino in acido nelle prese, per cui il lettore ha la possibilità di noleggiare il libro su audio cassetta o CD e ascolta il resto, B) chiedi a qualcuno di leggerlo a lui, o C) termina la lettura immediatamente e rimetti il ​​libro nello scaffale o nel cestino. Sembra finora un libro su una donna che viene catturata da alcuni bambini e si vendica di loro. Ahem. Non sono ancora arrivato alla cinquantesimo pagina richiesta, ma sono solo circa dodici pagine timide. E quando raggiungo i cinquanta, posso interrompere la lettura o me stesso.

Ho messo giù il libro, dato che mi sono ispirato a ricominciare a scrivere da solo. Forse è stato grazie a questo libro - mi ha mostrato che se può essere pubblicata, posso essere pubblicata - o forse che il mondo ha bisogno di sollievo da tale letteratura inondando il mercato con più opzioni. In ogni caso, ultimamente ho sentito quella sensazione di bruciore al petto, dicendomi che devo ricominciare a scrivere (o forse che devo riempire la mia prescrizione di farmaci contro il reflusso acido). Quindi questo libro rimarrà nel dimenticatoio per un po 'mentre continuo a sgattaiolare nel mio secondo romanzo, Resurrecting Mars. Ho scritto sette pagine negli ultimi giorni e mi sento di finire il libro entro circa un mese. Vi terremo aggiornati.
data di revisione 04/21/2020
Khudari Buvinghausen

Posso ammettere che, essendo un grande fan di Stephen King, ho raccolto questo libro di Tabitha King basandomi solo sul fatto che lei è sua moglie. Quindi potrei essermene accorto con le mie aspettative troppo alte. Era ok. Sicuramente non male, ma niente di spettacolare. Scrive bene ed è stata in grado di portare il fattore paura in alcune scene. È iniziato lentamente. Ero anche annoiato dalla "storia dentro la storia" in cui c'erano pagine di una sceneggiatura scritta da uno dei personaggi. Mi ha ricordato un po 'di come SK lo abbia fatto in "Misery" con il romanzo che Paul stava scrivendo. Ho saltato quelle pagine. Sembravano inutili. La storia diventa interessante verso la fine quando si svolge tutta l'azione. Avevo già letto abbastanza recensioni per sapere che stava arrivando una bella scena grafica che non vedevo l'ora. Quindi quel tipo di mi ha fatto sentire a disagio entrando in quella parte della storia. Ma nel complesso è stato OK. Non l'ho adorato ma non l'ho nemmeno odiato. Un solido 3 stelle da me (forse anche 3.5).
data di revisione 04/21/2020
Patterman Ljubonjic

Questa è la mia seconda uscita con Tabitha King. Il primo libro che ho letto, Piccolo mondo è stata una storia terribile avvolta da una bella scrittura, con terribili decisioni di stimolazione.

Questa volta, la bella scrittura è ancora lì, ma la storia - almeno le ultime 150 pagine di questo libro di 310 pagine - è molto buona. Sono le prime 160 pagine dispari che, seppur coinvolgenti, impiegano troppo tempo per impostare l'inevitabile scontro telegrafato nelle pagine iniziali.

King è una brava scrittrice, tecnicamente, ed è divertente vederla portare Nodd's Ridge nell'universo di Stephen KIng, attraverso la sua menzione di Shawshank, resa famosa solo tre anni prima in Diverse stagioni Rita Hayworth e la Redenzione di Shawshank, oltre a menzionare l'autore protagonista JC Devereaux — meglio conosciuto come Bobbi Anderson — dal terribile romanzo I Tommyknockers che suo marito avrebbe pubblicato due anni dopo.

Vorrei solo che riuscisse a inchiodare la stimolazione. Quindi sarebbe un'autrice assassina a tutti gli effetti (scrivere?). Non vedo l'ora di vedere i futuri romanzi di Tabitha King, poiché l'ultima metà di questo libro mostra che ha i beni.
data di revisione 04/21/2020
Venetis Compean

Questo libro è stato annullato dalle aspirazioni letterarie dell'autore in conflitto con il semplice thriller promesso dal testo di copertina. La prima metà, descrivendo dettagliatamente il travagliato matrimonio dell'eroina e di suo marito e le loro relazioni con i loro figli, i genitori e alcuni vicini (che appariranno nella trama in seguito), fu lunga e non terribilmente coinvolgente, con personaggi sostanzialmente poco simpatici, un ritmo singhiozzante e un punto di vista generalmente confuso. Una volta che l'invasione domestica da parte di tre criminali iniziò a metà strada attraverso le cose raccolte considerevolmente, ma alla fine tutti i suoi elementi disparati non si fondono mai in un tutto soddisfacente. Un fallimento a volte interessante.
data di revisione 04/21/2020
Scholem Gallaher

Ultimamente sono stato su un calcio di lettura della famiglia King e non ero sicuro di cosa leggere dopo. Questo era stato seduto sul mio scaffale, aspettando pazientemente di essere scoperto per mesi ormai. Non appena ho aperto questo come letto la prima pagina, ho voluto continuare. Sapevo dal risvolto interno e dalla lettura delle recensioni qui che stava arrivando una brutta parte, e avevo una sensazione quasi di mal di stomaco, in attesa che la palla cadesse. La sceneggiatura è fantastica, sono stato attratto dai personaggi e dalle loro vite e mi sono sentito subito protettivo nei confronti di Travis, come Liv stessa. Dopo che i Nighswanders irrompono e compiono le loro azioni, poi la fuga di Liv e Trav, il mio cuore che batte forte, non vedevo l'ora del trionfo che sapevo sarebbe successo. Ho adorato la casa della signorina Alden, mi piacerebbe una casa così. La parte peggiore per me (a parte lo stupro) era il pensiero di avere tutti i denti sballati come quelli di lei. Mi sono arrabbiato leggendolo, mi ha fatto male i denti.
data di revisione 04/21/2020
Driscoll Driscol

Questo è il primo libro di Tabitha King che ho letto e ci sono entrato con una mente aperta perché prima di tutto è un'autrice a sé stante e non solo la moglie di Stephen King (sono sicuro che odia essere costantemente rispetto a suo marito - so che lo farei). Ho pensato che questo libro fosse ben scritto e anche se c'è una scena grafica che diventa piuttosto intensa, penso che si aggiunge alla suspense della storia.
data di revisione 04/21/2020
Tibbitts Falt

Qualcuno ha mai visto il riprovevole film drive-in della fine degli anni '70 intitolato "I Spit on Your Grave" ?? Bene, "The Trap" è fondamentalmente questo film con meno stupratori. Nessuno sviluppo del personaggio o colpi di scena imprevedibili qui. Scritto molto male con scene grafiche di violenza e stupro.
data di revisione 04/21/2020
Georgy Gimbel

Lo ammetto, ho esaminato la bibliografia di Tabitha King solo per chi fosse suo marito. Ma la sinossi di alcuni di loro ha davvero suscitato il mio interesse, quindi ho aggiunto una manciata al mio TBR.
The Trap ti presenta una famiglia di quattro persone che trascorre l'estate nella loro seconda proprietà (una capanna nel Maine, ovviamente). Impara il funzionamento interiore del matrimonio travagliato, e la loro relazione con i loro due figli e alcuni dei loro vicini. Era scritto molto, molto bene, ma era ancora lento per la prima metà del libro. Normalmente avrei seguito la mia regola delle "50 pagine" (DNF un libro se non mi interessasse entro la 50a pagina), ma ho letto così tante recensioni che dicevano che la seconda metà ha compensato la prima metà. E avevano ragione.
I problemi del matrimonio finiscono e Livia torna a casa per le vacanze per l'inverno con suo figlio. Tre dei cittadini, che ti vengono presentati in un prologo molto scomodo, stanno facendo il loro giro irrompendo in tutte le case di vacanza disabitate. Si imbattono in Livia e suo figlio, e questo accade quando si passa da una storia che si muove lentamente a un totale "che cazzo sta succedendo". Sinceramente mi sono sentito un po 'di lato perché non mi aspettavo alcune cose che accadono. Anche l'ovvio (c'è una scena di stupro, quindi per favore cammina leggermente se questo è qualcosa che non riesci a digerire) era completamente diverso dal modo in cui sono normalmente scritti.
Tabitha ha sicuramente un modo con le parole. Sento che forse è per questo che lei e suo marito erano fatti l'uno per l'altro; entrambi sono così dotati quando si tratta di scrivere (il che spiega il loro figlio, Joe). Inoltre, entrambi tendono a vagare e aggiungere dettagli che sembrano eccessivi. In The Trap, il marito di Livia è uno sceneggiatore e parti del suo nuovo film (che onestamente sembra terribile) sono intervallate in tutti i capitoli della storia. Mi sembrava che fossero inutili e, se devo essere sincero, ne ho scremati alcuni.
Non vedo davvero l'ora di leggere altre sue opere. Consiglio vivamente anche questo, ma solo per i pochi pazienti che vanno bene con un movimento lento di circa 100 pagine così meravigliosamente scritte.
Se possibile, avrei dato queste 3.5 stelle, ma ho pensato che meritasse di essere arrotondato per eccesso anziché per difetto.
data di revisione 04/21/2020
Dambro Steagall

Non mi piace rinunciare ai libri, ma ci sono troppi in attesa di essere letti per perdere tempo con quelli che non mi piacciono. Quindi, ho seguito la mia regola di 50 pagine, poi l'ho chiusa e l'ho messa nella pila del negozio di beneficenza.

La scrittura era strana e difficile da approfondire. La storia saltellava dappertutto e non andava da nessuna parte. Non avevo idea di cosa stesse succedendo e non avevo la pazienza di restare per scoprirlo.
data di revisione 04/21/2020
Tapes Ringus

leggi questo qualche anno fa ... la trappola deve fare con il prologo e poi alcuni ... una trappola in cui un animale sarebbe intrappolato. situato su un lago ... nel Maine, credo. scene invernali, lago ghiacciato ... la separazione è tutto ciò che sappiamo del paradiso, come ha scritto Emily, e tutto ciò di cui abbiamo bisogno dell'inferno ... le persone si separano, fisicamente, perché è quello che fanno le persone, tutto il tempo, e uno cade in preda agli animali ... come ricordo comunque ... e combatte ... sembrava che ci fosse un lieto fine.

questo si adatta perfettamente allo scaffale con il gioco di Gerald e cancella Claiborne dal suo uomo.
data di revisione 04/21/2020
Bornstein Sainky

Una giovane coupé che ha problemi di matrimonio. La moglie e il giovane figlio fanno una pausa e vanno nella loro capanna estiva nel Maine Woods nel cuore dell'inverno. Una suspense pungente mentre la Madre viene violata e intrappolata nella sua cabina da tre cattivi ragazzi adolescenti. Si rende conto di una nuova forza mentre lei e suo figlio fuggono.
data di revisione 04/21/2020
Mikol Girolamo

Sono stato piacevolmente sorpreso da questo libro. Buona trama con alcune sorprese lungo la strada. Non sapevo che Tabitha fosse un'autrice lei stessa anche se ho letto le cose di suo marito per anni.
data di revisione 04/21/2020
Kammerer Tsakonas

"The Trap" è il mio primo libro su Tabitha King. So che è sposata con Stephen King (finora ho letto 15 dei suoi romanzi) e madre degli autori Joe Hill e Owen King. Mi è piaciuta la "Heart-Shaped Box" di Joe Hill lo scorso maggio (2019). Ho deciso di leggere tutti gli scrittori di questa talentuosa famiglia. Forse, in uno di questi giorni, potrei diventare abbastanza coraggioso da iniziare la pagina 702 di Stephen e Owen King "Sleeping Beauties ".

Questa storia parla di una moglie e una madre infelici. Suo marito, uno scrittore (sembra essere il tema della famiglia di un re - Stephen ha spesso personaggi che sono anche autori) è fuori casa in California per girare un film. Inoltre, ha aggiunto una nuova dipendenza (cocaina, sembra qualcuno che conosciamo?). I suoi due figli la stanno facendo impazzire e i suoi denti le stanno causando dolore. Con mio grande dispiacere, le prime 100 pagine, è tutto ciò che accade. I cattivi, tre giovani redneck del Maine vengono brevemente introdotti all'inizio, ma non ritornano fino all'ultimo terzo del libro. Durante questo periodo, ero tentato di smettere di leggere. Fortunatamente, l'ultimo terzo del romanzo è migliorato molto (e la sofferenza dell'eroina è aumentata). Stephen King è spesso criticato per i suoi finali, ma la fine del libro di Tabitha King è stata soddisfacente.

Sono consapevole che probabilmente non ero il pubblico previsto. Questo libro era simile a un romanzo di JD Robb che ho letto anni fa. Entrambi i libri sono scritti da donne sulle donne e le loro relazioni.
Come un uomo di 62 anni, questi problemi non sono molto importanti per me.

Diciamo solo che "The Trap" di Tabitha King non era "la mia tazza di tè". Lo classifico 5/10 o 2.5 stelle, ma sono ancora felice di averlo finito.
data di revisione 04/21/2020
Robison Magalski

Questo è il mio primo romanzo di Tabitha King e non sarà il mio ultimo. Nel complesso darei a The Trap un punteggio di 3.5 stelle. io
tendono ad arrotondare.

Mi è piaciuto lo stile di scrittura di Tabitha fin dall'inizio, notando il suo linguaggio descrittivo e la profondità del personaggio. Mi è piaciuto così tanto che non sono riuscito a scrivere il libro, anticipando il climax di cui sapevo poco sull'avvio. Ho scelto questo libro per la sua materia inquietante simile ai film I Spit on your Grave e Last House on the Left. Detto questo, sono sicuro che sai cosa porta a ...

Sebbene il climax fosse decente, c'erano ancora parti leggermente prevedibili e personalmente ho trovato le controparti della sceneggiatura del film "Firefight" estremamente irrilevanti.

In conclusione, mi definirei un nuovo fan di Tabitha King. Non si tiene indietro nei dettagli e questa particolare storia ha attirato la mia attenzione anche attraverso tutte le meticolose descrizioni. Vorrei comunque che gli antagonisti fossero una parte più ampia della storia. Tabitha ha più che raggiunto la paura dei mostri tra di noi e ci fa capire quanto a volte possiamo essere sicuri anche a casa nostra.
data di revisione 04/21/2020
Joann Peral

Liv Russell è un po 'sfuggente, il che la rende più interessante. Così tante eroine femminili hanno un'atmosfera prodotta in serie. Non si arrabbia o impaziente con il marito e la figlia adolescente come vorrei, e quella pazienza è ciò che la rende la madre perfetta per Travis. (E si confonde con il pragmatismo che probabilmente le salva la vita.) È subito troppo maturo e troppo infantile per la sua età. Marito Pat è fastidioso ma probabilmente riscattabile. Perfino il suo stupratore sembra essere più di quanto sembri. Non sembra abbastanza credibile che sarebbe soddisfatto di rimanere nel mondo in lento movimento con i suoi fratelli.
Alla fine mi sono sentito abbandonato sul ciglio della strada. Liv sta per costruire una casa mentre Pat va in California? I suoi problemi di salute sono stati davvero risolti da una visita dal dentista o sta per cadere un piede? Una cittadina di vacanza nel Maine può produrre abbastanza ceramiche per supportare cinque dipendenti? King poteva scrivere altri dieci libri di Nodds Ridge e li avrei letti tutti. Il suo stile di scrittura e le sue trame si adattano a me.
data di revisione 04/21/2020
Lema Gammon

Quando ho raccolto questo libro non mi sono reso conto che Tabitha era la moglie di Stephen Kings. Non era per questo che l'ho letto, ma avevo una certa aspettativa. C'erano molte cose che non mi piacevano, come gli estratti del "film" che Pat stava realizzando. Non ha aggiunto alla storia per me. La storia in sé non era male. La vita familiare era praticamente perfetta per quanto riguarda Sarah. Gli adolescenti sono esattamente come descritti. Liv era una grande eroina, adoravo che Travis la chiamasse Liv ed era abbastanza forte da apprezzarla. I cattivi meritavano tutto ciò che avevano. Vorrei che il personaggio di Miss Aldens avesse più di una parte nella storia. Era difficile credere che qualcuno con cui Liv e Travis avevano sostanzialmente una copertura li avrebbero messi nella sua volontà. Il suo personaggio meraviglioso avrebbe aggiunto una nuova dimensione alla storia. Sperava ovviamente che i Nighswaders avrebbero fatto visita a casa sua !!
data di revisione 04/21/2020
Wiersma Derington

Quando ho iniziato a leggere questo libro, ero piuttosto annoiato. Non riuscivo a capire cosa stesse succedendo. Un problema è stato accennato, ma non è mai stato messo in luce e discusso. Più sono diventato più confuso. Quindi tutto è cambiato. L'ultima metà del libro è stata scioccante e terrificante. Dopo aver letto il libro, ho letto sull'autore e ho visto che è la moglie di Stephen King. Bene, ha perfettamente senso.

Cercherò di più da questo autore.
data di revisione 04/21/2020
Bitthia Baysden

Ho davvero finito per godermi un po 'questo libro. Inizialmente l'ho iniziato all'inizio dell'anno e l'ho messo giù perché le prime 75 pagine non mi hanno attirato. Una volta che ho iniziato a leggerlo di nuovo, è davvero decollato ed è stato sempre difficile mettere giù il libro. Abbattuto una stella per il primo quarto del libro poco brillante, ma il resto è stato davvero buono.
data di revisione 04/21/2020
Rowen Panebianco

Sembra un vecchio film di Charles Bronson, un po 'prevedibile. Mi piace stare nella stessa piccola città del libro precedente e di come si avvicina e menziona personaggi precedentemente affermati.
data di revisione 04/21/2020
McGurn Weirauch

Mi è piaciuto questo, ma non posso abbracciarlo completamente. È troppo irregolare. Ho provato la stessa cosa per i Custodi. King è ambiziosa con la sua narrazione in quanto vuole realizzare diverse cose in diversi modi, ma non è sempre chiaro cosa sta cercando di realizzare o come sta cercando di realizzarlo. Ad esempio, non riuscivo a capire il punto della trama sinottica del film che Pat stava realizzando. (Non sono sicuro se la sinossi sia la parola giusta - forse solo note di sceneggiatura o note di storyboard?) Sembra che ci dovrebbe essere qualche applicazione metaforica alla storia principale, ma non la vedevo. Avrebbe potuto ottenere di più facendo parlare occasionalmente Pat del film in una conversazione informale, ma per una questione di minima importanza, solo per darci come lettori un'idea di ciò che occupa così tanto del suo tempo e della sua attenzione. Inoltre, mi sono imbattuto in questo aspettando un thriller: una donna che difende se stessa e il suo bambino da tre giovani sadici e scardinati. Ne abbiamo un accenno in apertura, King ci mostra la proverbiale pistola che intende usare nel terzo atto. (Prendo in prestito quella metafora da qualcosa che un professore mi ha insegnato al college - non mostrare una pistola nel primo atto se non hai intenzione di usarla nel terzo. E non usare una pistola nel terzo atto a cui non hai accennato nel primo.) Ma ci vuole molto tempo prima che quel terzo atto si aggiri, e non hai molto indizio nel resto del libro che sta arrivando. Questa è più la storia di un matrimonio e una famiglia che stanno per rompersi e andare in direzioni diverse. Quindi quando Rand, Ricky e Gordy si presentano di nuovo nel mezzo di una tempesta di neve, ci immergiamo di nuovo in quella cosa che ha iniziato il libro di cui ci siamo dimenticati, e va bene e va bene, ma alla fine non abbiamo un senso di come questa terrificante situazione influenzi Liv, il suo matrimonio e la sua famiglia. Potremmo usare un po 'di più le conseguenze per darci un'idea. Ho pensato che in qualche modo King avrebbe usato questa esperienza per avvicinare i suoi personaggi o per approfondire, ma in realtà non lo è. E mentre Liv mostra una certa forza nel modo in cui supera i suoi rapitori e sopravvive, non ho avuto quella forte atmosfera femminista che la giacca del libro ha promesso. Non ho visto la sua forza suprema come una donna qui, attirando dal profondo qualcosa che non sapeva di avere. Questo è un altro motivo per cui abbiamo bisogno di un epilogo più lungo e sviluppato. Non pensavo che il romanzo fosse coerente e con uno scopo unico o unificato. Ma mi piace leggere King. Mi piace la sua prosa e il modo in cui sviluppa i suoi personaggi. Forse potrebbe semplicemente usare un editor migliore. Ho intenzione di leggere il resto delle sue cose. Penso che debba essere celebrata come autrice di talento a pieno titolo, a parte la sua evidente connessione con suo marito.
data di revisione 04/21/2020
Pepe Russotti

La prima parte che introduce l'eroina, la sua famiglia e i suoi vicini è stata un po 'lenta a volte e sembrava essere stata trascinata un po' fuori, ma una volta iniziata la parte principale della storia, ha davvero preso velocità. La prosa in generale era molto buona ed era facile immaginare personaggi e scenari.
Penso che il libro avrebbe potuto essere realizzato con sequenze più brevi della sceneggiatura del marito dell'eroina che viene gettata qua e là - forse per spezzare un po 'la storia? Ma nel complesso, mi è piaciuto molto questo romanzo, il terzo che ho letto scritto da Tabitha King.
Mi sono trovato a chiedermi a un certo punto se stavo leggendo un libro di suo marito quando mi sono imbattuto in un riferimento al libro di SK "The Tommyknockers", qualcosa che Tabitha King non aveva fatto negli altri due romanzi che ho letto prima.
data di revisione 04/21/2020
Velleman Digiouanni

Ho preso questo libro a causa della scrittura di suo marito. Non mi aspettavo davvero che la sua scrittura fosse all'altezza del suo calibro, ma sono rimasto molto deluso. È stata una lettura corretta ma le linee principali della trama sono state telegrafate dall'assetto nella prima metà del libro. E la prima metà del libro sembrava avere un allestimento troppo inutile solo per allungare il libro. Non credo che cercherò altri libri di questo autore.
data di revisione 04/21/2020
Sanchez Mulberry

Uno snoozefest lento e sconclusionato. Tabitha scrive molto bene, ma la narrazione è senza scopo in gran parte del libro. E quando la storia riprende più della metà, è così completamente disconnessa dalla prima metà che mi sento quasi derubato, come se avessi perso tutto quel tempo per niente.

Le darò comunque tre stelle, per il semplice fatto che anche se il suo flusso narrativo ha bisogno di lavoro, Tabitha scrive come una professionista.

Lascia una recensione per La trappola