Homepage > Mistero > Criminalità > Svezia > Sole e ombra Recensioni

Sole e ombra

Sun and Shadow
Da Åke Edwardson
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
1
Bene
9
Media
11
Male
7
Terribile
2
Dal tre volte vincitore dello Swedish Crime Writers 'Award, una coppia viene trovata uccisa nel suo appartamento a Göteborg, i cui corpi sono simbolicamente disposti in modo misterioso e grottesco. Mentre Winter segue la scia di indizi nel mondo di culto del gotico, viene invischiato in un indovinello di incubi, dove deve districare il bene dal male e il sole dall'ombra.

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Sanderson Haning

Questo è apparentemente il terzo libro della serie Erik Winter di Ake Edwardson, ma è stato il primo ad essere tradotto in inglese dallo svedese originale e quindi è stato il primo che sono stato in grado di leggere. Questo mi ha messo un po 'in mare come lettore perché nel libro c'erano frequenti riferimenti ad eventi accaduti in precedenza e, suppongo, che erano coperti negli altri libri. Ho dovuto indovinare il loro significato.

Un altro problema che ho avuto con il libro era la sua formattazione in Kindle. Edwardson passa avanti e indietro con la voce in cui viene raccontata la storia, quasi da un paragrafo all'altro a volte. Otterremo alcuni paragrafi di cose dalla prospettiva di Erik Winter. Quindi potremmo avere notizie dalla sua ragazza, Angela, o da uno dei poliziotti con cui lavora. Questo non è un problema tranne quello non c'è quasi mai alcuna pausa per mostrare il cambio di voce. Quindi sto leggendo pensando che sto ancora ascoltando i pensieri di Erik Winter e improvvisamente mi rendo conto che la prospettiva è cambiata e questa è la mente di qualcun altro in cui mi trovo. Davvero, li avrebbe uccisi per mettere un doppio spazio tra paragrafi che rappresentano un cambiamento di prospettiva? Certamente avrebbe ridotto la mia confusione.

E, fintanto che sto mettendo i miei cavilli con il libro in primo piano, lo stile narrativo di Edwardson sembra estremamente passivo. Non sono uno che si gloria nel leggere i minuscoli dettagli del sangue e del fegato di orribili omicidi, ma aiuta il lettore, credo, almeno a sentirsi dire nella maniera più concreta possibile proprio quello che è successo alla vittima ( S). Qui, ne abbiamo una coppia, uccisa nella loro casa, che apparentemente si è tagliata la testa e bloccata in cima ai corpi degli altri, ma questo viene fuori così lentamente e fermamente nella narrazione. Quando la polizia arriva sulla scena, viene semplicemente accennato ma mai dichiarato. Più tardi, un'altra coppia viene attaccata nella loro casa e l'uomo viene ucciso, ma, per qualche ragione sconosciuta, l'assassino non finisce il lavoro sulla donna. È gravemente ferita - a quanto pare - ma non ci viene mai detto quali siano le sue ferite.

E alla fine della storia, abbiamo la ragazza incinta dell'eroe rapita e tenuta prigioniera per giorni e ( Avviso spoiler! ) alla fine è stato salvato incolume, ma non abbiamo dettagli su quel rapimento o il salvataggio. Ci viene semplicemente detto che è successo. Molto frustrante per il lettore. Almeno per questo lettore.

Inoltre, la storia va un po 'fuori strada all'inizio con una sottotrama riguardante i genitori di Erik Winter che si sono ritirati in Costa del Sol in Spagna. Suo padre soffre di un'emergenza sanitaria ed Erik si reca lì per stare con loro e la storia sembra semplicemente andare avanti senza alcuno scopo reale. Immagino che questo avesse lo scopo di arricchire maggiormente il personaggio di Erik nella mente del lettore. Ma la digressione dura troppo a lungo per i miei gusti e non aggiunge molto alla storia.

Quando Erik ritorna in Svezia, ha le ulteriori complicazioni personali della sua fidanzata dottoressa, incinta del loro primo figlio, che si prepara a trasferirsi da lui, anche se ovviamente ha delle riserve. E poi quasi immediatamente si immerge nelle indagini sugli omicidi raccapriccianti.

Questo è certamente molto diverso da ogni altro mistero / thriller omicida svedese o scandinavo in cui ho letto che è raccontato con una voce così passiva. Anche se non è necessariamente una cosa negativa, l'iterazione di Edwardson non ha catturato la mia immaginazione. Il libro andava bene, ma proprio quello.

data di revisione 04/21/2020
Hyps Muzio

Sun and Shadow, il primo romanzo del detective Erik Winter dello scrittore svedese Ake Edwardson ad essere tradotto in inglese (1999), è un oscuro mistero psicologico che racconta due grotteschi doppi omicidi e l'indagine estenuante che segue. La trama è complessa e fornisce l'accumulo di una fine fine e piena di suspense.

Lo stile di Edwardson è letterario. La scrittura è forte, in particolare il linguaggio descrittivo e il dialogo. Dopo che il detective Winter fa visita a suo padre, che ha appena avuto un infarto e con il quale Winter ha avuto una relazione tesa, ne parla alla sua amante, Angela:

"Com'è stato vederlo di nuovo?"
"Come se avessimo chattato solo la settimana scorsa."
"Sicuro?"
“Dipende da cosa intendi. Abbiamo parlato di argomenti sicuri. "
“Tutto richiede tempo. Deve prima migliorare. "
“Hmm.”
"Sei stanco?"
“Non così stanco che non posso concedermi un bicchiere di whisky duty-free. E tu?"

Queste conversazioni di riserva, che ruotano attorno a un argomento come una danza, sono comuni. Il dialogo porta efficacemente la narrazione.

Il romanzo evita ampi passaggi descrittivi che tendono a rallentare il movimento narrativo. Eppure spesso il linguaggio descrittivo è forte. Ecco un esempio di una descrizione forte e libera:

“Era notte nell'appartamento, senza più luci accese. Una lampada standard era stata accesa per tutto il giorno, ma la lampadina era sparita. All'alba, l'autunno si diffuse attraverso le tende alla veneziana e una tenda a rullo in camera da letto lasciava entrare chiazze di luce. ”

Vorrei cavillare con un paio di cose (i miei animali domestici) nello stile di Edwardson. (Dovrei aggiungere qui che è del tutto possibile che il primo di questi problemi derivi dalla traduzione e potrebbe non esistere nell'originale.)

Innanzitutto, il verbo povero e abusato "essere" viene lavorato entro un centimetro della sua vita nella prosa del romanzo, sia come verbo principale in una frase sia come verbo di aiuto usato con un verbo principale nel "–ing" ( forma progressiva). In corsivo mostrerò esempi nel seguente breve paragrafo per dimostrare:

“L'inverno stava camminando lungo il Ricardo Soriano. Era di nuovo sera. Entrò nella cerveceria di Monte Carlo e ordinò un bicchiere di birra alla spina al bar. Il posto era pieno di uomini che guardavano una partita di calcio su un grande schermo. Real Madrid contro Valladolid. Bevve la sua birra e si sentì a proprio agio tra tutte le urla. Non c'erano donne all'interno del bar. Erano seduti ai tavoli sul marciapiede fuori, in attesa della fine della partita e dell'inizio della serata. "

Cinque verbi "essere" in un breve paragrafo. Il problema: tutti questi verbi “essere” uccidono l'immediatezza dell'esperienza del lettore di ciò che accade. Confronta le seguenti possibilità: “L'inverno camminava lungo. . . “Oppure“ Il bar traboccava di uomini che guardavano. “. oppure “Tutte le donne sedevano ai tavoli sul marciapiede fuori. . “. Rivedere i verbi “essere” in verbi d'azione è un elemento base della buona scrittura.

Il mio secondo cavillo: Edwardson tende a filtrare l'esperienza sensoriale invece di darla direttamente al lettore. Ecco cosa intendo. Il detective Winter entra in un bar e il narratore ci dice: "Winter poteva sentire persone che parlavano norvegese, svedese e tedesco". I lettori dovrebbero provare il bar, non farlo provare a Winter per loro. Sarebbe facile rivedere questo passaggio per dire: "Le persone ai tavoli intorno a lui parlavano norvegese, svedese e tedesco". In questo modo il lettore sperimenta il poliglotta con Winter invece di sentirsi dire che Winter l'ha sperimentato. Questo tipo di filtro è troppo comune nel romanzo.

Va bene, con tutto ciò che ha detto, questo libro è stato una buona lettura. Lo consiglio, soprattutto per i fan della narrativa poliziesca scandinava. È un forte esempio del genere. La trama complessa si sviluppa lentamente e alla fine offre una potente finitura di guida.


data di revisione 04/21/2020
Luci Weddle

No, non l'ho letto in svedese, l'hanno avuto su Amazon, forse gratis, e l'ho letto lì perché, a quanto pare, non ero già abbastanza annoiato dai romanzi gialli svedesi. Mi devo meravigliare di me stesso. Ho odiato ogni libro di Dragon Tattoo e li ho letti tutti. Non proprio letto. Ascoltato su Audible. A volte è meglio non ascoltare cose davvero buone su Audible, quindi non ti dispiace per le interruzioni e non ti importa che davvero ne abbia ascoltato solo metà.

Non ho mai letto un romanzo di Erik Winter prima, ma Erik Winter è noioso e non voglio più leggere un romanzo di Erik Winter. Faccio anch'io parte dello scandinavo e so per certo che il genoma non ha completamente soppresso il senso dell'umorismo. Allegria, forse, ma non umorismo. Eppure i romanzi svedesi che arrivano in questo paese, come i film precedenti, sono tristi e i loro personaggi non ridono mai.

Qui abbiamo un altro detective svedese della varietà completamente abbottonata, e non perché è così fredda, ma non ci sono pretese per una cospirazione globale e i computer esistono a malapena. Erik Winter non è così irresistibile per le donne come Mikael Blomkvist, anche se, ovviamente, è caldo. In modo freddo e noioso. Il crimine in sé è cruento e c'è un po 'di suspense, ma nel caso tu fossi preoccupato per questo, Erik Winter vive per combattere il crimine un altro giorno, quindi vai avanti e spegni le luci e vai a letto già.
data di revisione 04/21/2020
Kopp Allscheid

Sun and Shadow si sviluppa mese per mese e inizia nei mesi immediatamente precedenti il ​​nuovo millennio. Ambientato a Goteborg, in Svezia, l'azione inizia a riscaldarsi con la scoperta di un doppio omicidio veramente grizzly che porta l'ispettore capo del detective Erik Winter e la sua squadra in un posto molto buio. L'unico indizio lasciato alle spalle è un nastro di un bizzarro tipo di musica metal, e Winter sa che lui e il suo team saranno fortunati a risolvere questo raccapricciante crimine. Questa è la storia di base, ma in questo libro c'è molto di più che fermare un assassino.

Il romanzo di Edwardson (3 ° nella serie) è più uno studio del personaggio. Mentre le pressioni aumentano, l'autore permette ai lettori di entrare nei panni dei personaggi principali - non solo i poliziotti ma anche altri coinvolti nella storia. Fornendo uno sguardo all'interno delle mentalità e delle menti individuali, l'autore crea un po 'di suspense - le indagini della polizia si intrecciano con queste intuizioni psicologiche personali in modo che ci siano un certo numero di potenziali sospetti prima che arrivi la fine. Questa tecnica ha rallentato un po 'la lettura, ma quando tutto è stato detto e fatto, ha reso il libro un po' più interessante.

Nel complesso, il libro è abbastanza buono, ma credo che avendo perso i primi due in ordine cronologico, potrei aver perso alcune delle mie intuizioni sul personaggio di Winter. Lo consiglierei ai lettori a cui piacciono i romanzi polizieschi scandinavi e potrebbero non essere a conoscenza di questo autore. Ora ho i quattro libri in traduzione, quindi tornerò a trovarmi con il detective capo ispettore Winter a breve.


data di revisione 04/21/2020
Waverley Scasso

Quindi sono arrivato a pagina 197 e mi sono reso conto che non mi importava di Winter, Angela, il matrimonio dell'altro poliziotto, se Winter avesse fatto qualcosa con la ragazza in Spagna o qualcosa del genere.
data di revisione 04/21/2020
Thaine Buike

Sebbene Edwardson sia stato nella mia lista di autori scandinavi del crimine da leggere per un po 'di tempo, in precedenza avevo rimandato la lettura di uno qualsiasi dei suoi romanzi perché erano stati descritti come procedurali piuttosto rigorosi e, di regola, non sono un grande fan di questo genere. Capisco che le indagini meticolose - con le loro aringhe rosse e le strade senza uscita e le innumerevoli interviste con donne anziane schifose che potrebbero aver visto qualcosa di rilevante in un crimine ma vogliono solo servire i biscotti e il caffè dell'ispettore precipitoso e avere una compagnia per un poco tempo - sono tazze di tè di alcuni lettori. Per quanto mi riguarda, tuttavia, non sono molto coinvolto nel processo. In genere mi piacciono le varie dinamiche di una forza di polizia che si ottiene in una procedura, ma quel godimento non supera in realtà il senso di stagnazione che a volte mi travolge nel mezzo di uno di questi romanzi.

Lo ammetto: mi piace la trama. E mentre questo è un elemento letterario che può essere in qualche modo fuori moda nella narrativa contemporanea "letteraria", è (generalmente) ancora molto apprezzato nei romanzi polizieschi. Quindi, mentre apprezzo il piacere che uno potrebbe trarre dalla lettura degli intricati, ma spesso noiosi o frustranti oneri quotidiani di un'indagine di polizia, di solito preferisco che i romanzi polizieschi che pronto evitino quel tipo di realismo a favore di un più ampio sviluppo del personaggio, più retroscena e / o tensione sempre crescente.

Tutto questo preambolo è dire che ho appena finito e mi sono divertito molto Sole e ombra, il primo dei romanzi Erik Winter di Edwardson ad essere tradotto in inglese (anche se non era il primo della serie). Ciò che è in qualche modo sconcertante per me - e mi scuso, perché probabilmente questo non finirà per essere la migliore vendita di questo libro - è che Edwardson utilizza una serie di trucchi che normalmente non mi piacerebbero in un romanzo. Ma in qualche modo, anche quando tutte queste strategie - e oserei dire, trucchi - sono combinate (e ci arriverò più momentaneamente), il prodotto finale è ancora un romanzo davvero divertente, ben strutturato, fortemente caratterizzato che Mi sono praticamente inghiottito in pochi giorni.

Per iniziare con il bene:

L'inverno è un grande personaggio. È abbastanza eccentrico - ama il jazz e la cucina gourmet (ci sono diverse pagine intere in cui descrive, in dettaglio a livello di ricetta, il pasto che prepara a Capodanno) - e ci viene detto presto che è il più giovane ispettore investigativo della Svezia. All'apertura del libro (giorni prima del nuovo millennio), tuttavia, sta per compiere 40 anni e sta iniziando a sentirsi un po 'introspettivo sulla sua vita. Ciò è sottolineato dall'ampio complotto familiare che Edwardson costruisce intorno a Winter: quando il libro si apre, suo padre sta morendo e la sua fidanzata di lunga data - che è incinta di sei mesi del suo primo figlio - si trasferisce con lui.

Edwardson prende davvero il suo tempo con questo sviluppo domestico. In effetti, sebbene il lettore sappia fin dall'inizio del libro che c'è stato un doppio omicidio, la polizia non lo scopre fino a poco più di 100 pagine nel libro. Il fatto che una rivelazione così allungata funzioni in un romanzo poliziesco parla davvero di quanto siano coinvolgenti Winter e gli altri detective e personaggi. Volete trascorrere del tempo con loro e immergervi nella loro vita, piuttosto che saltare semplicemente nelle indagini.

Un altro elemento particolarmente buono è la stimolazione. Raramente sono arrivato alla fine di una procedura e in realtà ho avuto una grande aspettativa di vedere risolto il caso. Quella sensazione che la polizia lo è così vicino! a risolvere il caso di solito non mi sorprende. Ma qui, Edwardson riesce a sviluppare suspense e creare tensione perché il lettore ha speso circa 200 pagine sospettando di sapere chi è l'assassino. (Non immaginavo la persona giusta, ma ero abbastanza vicino ...) Quindi, mentre le indagini della polizia continuano a restringere i suoi sospetti e si avvicinano sempre più alla determinazione di chi è l'assassino, le loro indagini tangenziali e supposte errate sono tutte le più pungente per il lettore.

Ora per gli elementi che non avrebbero dovuto funzionare, ma in qualche modo, davvero.

1. Edwardson ha la tendenza a evitare dettagli cupi / inquietanti / o comunque particolarmente visivi. In alcuni casi, questo è quasi Hitchcockian: siamo gelati da ciò che non possiamo vedere, da ciò che non sappiamo davvero. In altri, è un po 'disorientante e forse suggerisce un po' di schizzinosità / elusione da parte di Edwardson. Non voglio dare troppo, ma lasciami dire questo: la polizia scopre i primi omicidi intorno a pagina 100. Sappiamo che è successo qualcosa di terribile alle vittime e loro (i cadaveri) sono descritti un po '. Ma Edwardson detiene il vero pugno - l'attuale "cosa" degli omicidi - per circa 60 pagine in più. E quando scopri cosa è stato fatto, è una scossa inaspettata. Ma date le circostanze, ero contento di non avere la scena del crimine descritta in tutti i suoi sordidi dettagli - sarebbe stato un po 'troppo.

Questa trattenuta di dettagli e descrizioni avviene in alcuni altri casi notevoli, alcuni con effetto minore. L'esempio meno riuscito accade alla fine del libro. Un personaggio principale viene rapito - per giorni. Per tutto il tempo la cronologia si comprime all'improvviso, Winter capisce dove si trova e l'intero libro è avvolto in modo ordinato in circa cinque pagine. Ci viene detto che la donna "non è stata ferita fisicamente", il che, fantastico, ma poiché il libro finisce così in fretta, Edwardson evita anche la difficoltà di scrivere la caduta psicologica che la vittima del rapimento avrebbe sicuramente dopo un tale rapimento . Ci viene semplicemente detto che "... uno di questi giorni sarebbe tornato tutto da lei, ma non ora ... Forse mai." Che sembra semplicemente troppo facile. È possibile - dato che la serie Winter sembra riportare le trame e la storia del personaggio da un libro all'altro - che il recupero di questo personaggio verrà affrontato in un romanzo successivo. Ma ciò non significa che puoi semplicemente stroncare l'intera esperienza in questa puntata.

2. Il romanzo dipende davvero da un po 'di aringa rossa / esca e interruttore. A circa un quarto di distanza dal libro, avevo fatto un'ipotesi su chi fosse l'assassino. Circa a metà del libro, Edwardson inizia davvero a telegrafare questo personaggio come l'assassino. Alcuni altri personaggi sembrano anche avere un potenziale come l'assassino, ma ce n'è davvero uno su cui Edwardson si concentra. E mentre questo può sembrare troppo ovvio, gioca anche nel senso generale di tensione. Inizi a pensare che dovresti aver indovinato chi è l'assassino e smetti di pensare che sembra ovvio.

Il problema è che quando il personaggio che sospetti si rivela innocente, non si fa molto per spiegare le motivazioni o il background o le psicosi particolari del killer. Ci sono un sacco di basi fatte presto per spiegare il possibile stato d'animo dell'assassino e perché potrebbe scegliere di commettere gli omicidi nel modo in cui lo fa. Questo ha senso quando pensi che sia il personaggio A che è l'assassino, ma quando il personaggio B viene rivelato, in realtà non lo è. Né il modo in cui ha selezionato le sue vittime, né i messaggi che ha lasciato gli sbirri sulla scena del crimine, né i presunti indizi che dovevano essere trovati nella musica che stava suonando sulla scena del primo crimine.

3. Un pericolo troppo conveniente per il personaggio principale e la collisione di trama e sottotrama. Il personaggio che è quasi l'ultima vittima è troppo ovvio, troppo rilevante per la vita di Winter. È troppo conveniente, davvero. Tuttavia, Edwardson fa persino questo lavoro. Sviluppa il personaggio come possibile persona di interesse per l'assassino e offre una spiegazione del perché è stata presa di mira. Ora, non ha nulla in comune con le altre vittime e il suo rapimento serve solo a innalzare il climax del romanzo a un livello più drammatico, ma alla fine l'ho praticamente comprato. Perché ancora una volta, sono stato davvero investito nel vedere risolto questo caso.

In conclusione, suppongo che direi che gli ampi doni di caratterizzazione, la stimolazione costante e la trama soddisfacente di Edwardson sono ciò che rendono Sole e ombra una lettura soddisfacente. Suppongo sia qualcosa come leggere un romanzo di Agatha Christie. Sai che non sta giocando secondo le "regole" - sai che non hai tutti gli indizi che il detective ha, e sai che le cose si risolveranno piuttosto facilmente, e sai che tutti gli indizi e i punti della trama potrebbero non sommarsi. Ma l'esecuzione (nessun gioco di parole previsto) è così fluida e meticolosa che alla fine non ti dispiace davvero tanto.



data di revisione 04/21/2020
Chloras Cawthorn

La mia prima incursione nel mondo di Erik Winter. Mi è piaciuto molto. Ho anche letto la serie di Irene Hiss che si svolge a Goteborg, molto diversa! Non riesco ancora a ottenere la motivazione degli assassini in questo, ma mi sono piaciuti i personaggi e leggerò felicemente il prossimo.
data di revisione 04/21/2020
Kissee Bianco

Dopo troppe storie mediocri di criminalità scandinava, questo era proprio quello di cui avevo bisogno. Un vero noir. Classico negli elementi e nell'atmosfera di Sjöwall e Wahlöö, ma molto più moderno.
Incontra Erik Winter, 39 anni, in crisi a causa della sua vita che cambia - la sua ragazza è appena arrivata e presto diventerà papà. Mentre lui e la sua fidanzata dovrebbero passare il tempo a prepararsi per l'arrivo di Winter Jr, Winter viene coinvolto nelle indagini su un brutale omicidio di una coppia a pochi passi da casa sua. L'inizio prima del decollo delle indagini sembra richiedere un po 'più di tempo, ma tutto si lega magnificamente. È un'atmosfera bellissima, perduta, molto noir prima dove vivono i genitori di Winter, in Spagna, e poi di nuovo a Göteborg. È qualcosa dello stesso freddo Sjöwall e Wahlöö Svezia (e anche in inverno), ma non sembra così obsoleto. A differenza del vecchio noir, conosci le persone molto più intimamente. Eppure la stessa atmosfera claustrofobica del noir è ancora lì. La seconda città più grande della Svezia, eppure sembra un piccolo villaggio, dove tutti sanno chi sei e dove vivi. Almeno i cattivi lo fanno. Atmosfera e personaggi fantastici, avrò sicuramente bisogno di provare presto un altro Edwardson.
L'atmosfera claustrofobica e alcuni dei personaggi sono ciò che ha portato questo a 4 stelle. Il crimine e le sue motivazioni non erano le principali virtù, sembrano seguire troppo bene la linea di Sjöwall e Wahlöö. C'erano anche alcune stranezze nella traduzione (di Laurie Thompson - sembra che alcuni degli altri libri della serie siano tradotti da altri); ad esempio "come un lampo unto" che avevo sempre preso come espressione finlandese, ma che apparentemente era qui semplicemente tradotto dallo svedese.
data di revisione 04/21/2020
Berenice Granahan

Traduzione dallo svedese di Laurie Thompson

Aveva iniziato a piovere.

A pagina 100 - Dopo un inizio incredibilmente confuso in cui solo i fan accaniti dell'ispettore capo investigativo di Edwardsson, Erik Winter, si sarebbero presi la briga di continuare, si è stabilizzato. Adoro queste storie perché hanno sede a Göteborg e posso immaginare i luoghi coinvolti, le agguerrite bande di adolescenti e l'abbondanza di artisti di strada. Ho letto questi come e quando posso mettere una mano su uno così li ho presi fuori servizio. C'è una progressione nella vita privata dei poliziotti coinvolti che li rende abbastanza avvincenti, ma non li consiglierei necessariamente a nessuno qui.

avvertimento - Le storie invernali di DCI sono sempre gorefest, quindi fai attenzione se ti piacciono di più i misteri morbidi che richiedono meno bende.

Pagine 166/167
Apparentemente c'è una differenza tra Death Metal e Black Metal. Il Black Metal è il luogo in cui il tempo è più veloce e devi armarti di un testo che canti insieme alla musica (!). È fondamentalmente un testo di massa nero per le tensioni di un caterwaul e sembra intrinseco alla spiegazione della morte di una coppia sposata che è "scambista".

Terminato: è necessario rileggere il numero 4 per collegare le trame continue. Che storia contorta e contorta questa si è rivelata.
data di revisione 04/21/2020
Mariana Tippins

Io volevo farmi piacere questo libro.

Cose buone:
1. L'ambientazione - Göteborg, Svezia. Ho amato il freddo, sia nel paesaggio che nelle relazioni tra i personaggi.
2. Gli omicidi: metallo nero, corpi smembrati ed evidenti problemi femminili? Sì! Raccapricciante, proprio come mi piace nei miei thriller.

E ... questo era tutto.

Il libro era LUNGO. Mi ci è voluto, un lettore veloce esperto ... 25 GIORNI PER FINITURA. Vero, sono stato occupato. Ma non ho nemmeno voluto prenderlo di notte o al lavoro durante le pause pranzo perché Sun e Shadow non erano molto interessanti. Invece di concentrarsi sul gore o sulla risoluzione del mistero o sull'azione della trama, Edwardson si snoda attraverso alcuni mesi di più personaggi travagliati, nessuno dei quali è particolarmente avvincente o interessante.

Il mistero si conclude in modo poco convincente. L'ispettore risulta non particolarmente brillante. E sono stato contento di aver fermato la cosa.
data di revisione 04/21/2020
Mikkanen Florkowski

Sebbene Sole e ombra non è il primo libro di Åke Edwardson con Erik Winter, il più giovane ispettore capo delle forze di polizia svedesi, è il primo libro pubblicato in inglese. Vai a capire. Le mie critiche al libro hanno molto a che fare con il fatto che il personaggio principale, in particolare, non è stato abbastanza elaborato per me da interessarmi molto di lui. Indubbiamente questo ha qualcosa a che fare con l'ordine di pubblicazione. Ho raccolto PD James dopo un po 'di tempo e ho scoperto che potevo fare una denuncia simile riguardo alle sue caratterizzazioni del famoso detective, Adam Dalgliesh.

data di revisione 04/21/2020
Cromwell Vauters

Sono contento di non aver iniziato a leggere la serie di Ake Edwardson sin dall'inizio. È possibile che l'autore abbia avuto bisogno di un po 'di tempo per raggiungere davvero il suo passo, e così fa con questo numero della serie di Erik Winter. Molto meglio del secondo della serie e un buon filato pieno di suspense nonostante ci desse alcuni indizi extra che indicavano il cattivo prima di quanto mi aspettassi.
Nel complesso, un libro divertente.
data di revisione 04/21/2020
Dulci Cardinalli

Åke Edwardson è stato un nuovo autore per me nelle mie avventure di Nordic Noir ed è una buona persona da trovare. Questo romanzo è insolito in quanto combina una buona storia di omicidi con il continuo sviluppo di personaggi su più livelli: gravidanza, matrimonio, trentenni eccitati, preoccupazione per i colleghi e, naturalmente, il famoso clima freddo della Svezia. Oops! Di solito non a Göteborg, cosa che ho scoperto tra molte cose interessanti nel corso delle indagini nel libro. Göteborg è scritto "Gothenberg" in inglese, ma perché mi sfugge. Stoccolma è Stoccolma, non Støkkhölm, quindi perché la differenza? Inoltre, Göteborg suona meglio in svedese rispetto alla versione inglese. Gli omicidi oggetto di indagine sono, come sembrano preferire gli scrittori del Nordic Noir, di natura seriale. Cominciano con una coppia, nuda nel loro salotto, con la testa trasposta sui loro cadaveri. C'è sangue sul loro divano, ma anche alcuni diversi esempi di sperma. Così va con un'altra coppia, senza la trasposizione di noggin. Erik Winter, il giovane e accattivante ispettore capo entra nel caso con i suoi collaboratori meditando sui cambiamenti della vita che presto lo sorpasseranno: compie quarant'anni e la sua ragazza, Alicia, è incinta anche se non stanno ancora pianificando un matrimonio. Parte del romanzo è ambientata nella Costa del Sol, dove i genitori di Winter stanno prendendo il sole. Winter incontra una bellissima giovane donna e prende un caffè con lei ed è tentata ma passa anche se Alicia scopre la fiducia in Svezia. Ciò aggiunge una certa tensione alla trama come se le teste trasposte non fossero abbastanza! Back for the Millennium (il romanzo è ambientato nel 30) L'inverno prende molto sul caso e impariamo a conoscere le usanze delle feste svedesi, in particolare i menu per i vari giorni festivi. Come va per il giorno di Natale? Prosciutto, lutefisk, aringhe a fette (tradizionali) patate e cipolle cotte in crema, il tutto condito con acciughe! Per Capodanno, la caratteristica è il vitello, marinato in spezie e olio per cinque ore e servito dopo un antipasto di ostriche all'interno di omelette. Dopo tutto ciò, difficilmente si vuole leggere del mistero. Ma il corpo continua, lavorando su vari indizi tra cui un intero gruppo di rock "black metal" o "death metal" e il potenziale fattore delle vittime che sono partner altalenanti! (Ricorda quei campioni misti di sperma di DNA sul divano!) C'è il rapimento quasi necessario di Alicia, che porta alla conclusione del romanzo che è, a mio gusto, un po 'frettoloso. Il viaggio è stato così piacevole che il finale affrettato è una preoccupazione minore. Questo è il primo mistero di Edwardson ad essere tradotto in inglese e sarà divertente leggere gli sforzi successivi.
data di revisione 04/21/2020
Lai Brunot

Chi l'aveva fatto? Chi potrebbe fare qualcosa del genere? Alza la mano, chiunque l'abbia fatto. Forza mani in alto!

Va bene, questo libro mi ha portato alla fine.

Questo è il terzo libro di una serie sull'ispettore capo del detective Erik Winter di Göteborg, in Svezia, e in questa puntata, Winter sta indagando su un doppio omicidio piuttosto brutale, mentre viene anche a patti con importanti turbolenze personali e cambiamenti.

È stato il primo ad essere rilasciato in inglese e puoi capire perché. Non perché è la storia più ben scritta - voglio dire, meglio non essere la ragione perché intendo leggere il resto della serie ora - ma perché ha Un sacco di riferimenti alla lingua, alle città e alla cultura nordamericana e britannica. È facilmente digeribile per il lettore anglofono. Ci sono parti del libro che sono chiaramente riferimenti a eventi passati, ma per la maggior parte in genere si distingue anche abbastanza bene.

Per la maggior parte è stato anche tradotto bene. Gran parte del fraseggio scandinavo rimane, il che contribuisce francamente al carattere scandinavo del libro. Non l'ho odiato e penso che chiunque non abbia trascorso l'ultimo anno a guardare un particolare programma televisivo scandinavo non se ne accorgerebbe nemmeno.

Se questo libro riguardasse solo il crimine, l'autore e il protagonista altamente avvincenti, in questo momento leggeresti una recensione a 4.5 stelle. Tutto su quegli elementi interamente ti risucchia e viene realizzato quasi alla perfezione. Ci sono sezioni da sfogliare avidamente perché tu devi obbligatoriamente sapere cosa succede dopo. Questo libro dovrebbero mi hanno staccato e mi hanno fatto correre per far leggere tutti i libri alla serie.

Però. Il libro nel suo insieme non rende giustizia a questi elementi. Ci sono molti aspetti di questo libro che sembrano inutili e non ne valgono la pena una volta che tutti i pezzi sono stati cliccati insieme. Il lettore continua a impantanarsi in trame secondarie non necessarie e personaggi secondari che potrebbero benissimo servire l'arco generale della serie, ma non questo libro. Almeno, non servono al libro abbastanza. La trama principale è buona ma mi ha sputato di nuovo dopo che mi aveva risucchiato.

Ho lottato con Sole e ombra perché ero annoiato da un libro da cui ero completamente e assolutamente costretto. Non avevo idea che fosse possibile.

'Suppongo che il nuovo millennio debba iniziare in un modo o nell'altro.' ”
data di revisione 04/21/2020
ErvIn Ditullio

Questo è il mio migliore Ake Edwardson fino ad ora. Per diversi motivi: il thriller ha una trama intelligente, piuttosto unica e non si nasconde per menzionare i fatti della vita di oggi, e mostra più del personaggio di Eric Winter che Edwardson prima.
Ma soprattutto questo thriller non - come tanti altri thriller di chiunque lo faccia - "termina in un secondo ciò che è stato costruito in poco tempo quasi nessuno sviluppo che mostra il resoconto di tutto prima". Ake Edwardson ha impiegato del tempo, non sempre, per consentire al lettore di seguire la divulgazione.
Dovrebbe essere la parte migliore di un thriller, almeno quello è dove la storia parla di. Ma così spesso non lo è. A volte questo viene eliminato in una specie di epilogo insoddisfacente, per spiegare le cose in seguito. Peccato. Mi chiedo perché gli scrittori lo facciano. A volte mi viene in mente che trovano troppo difficile scrivere un finale corretto. Se non è così, per favore non dare al lettore l'impressione che sia!
Edwardson cerca almeno di scrivere i giusti finali, specialmente in questo Sole e Ombra; qui forse non era perfetto ma migliore della maggior parte.
data di revisione 04/21/2020
Joost Concienne

Ake Edwardson ha scritto l'ennesimo avvincente dramma della serie dell'ispettore Erik Winter. Questa serie procedurale di polizia basata sui personaggi è ambientata in Svezia, che fornisce approfondimenti sul sistema giudiziario e di polizia svedese.

Il padre dell'ispettore Winter si ammala gravemente, costringendo suo figlio a volare in Spagna per stare al suo capezzale. Nel frattempo, la sua fidanzata di lunga data, Angela, sta trasferendo le sue cose nel suo appartamento, dove vivranno insieme per la prima volta. Angela ed Erik stanno aspettando il loro primo figlio sette mesi dopo l'inizio di questa storia.

In aggiunta alle preoccupazioni di Winter c'è un'indagine sul brutale doppio omicidio di marito e moglie nella propria casa. Mentre l'indagine continua, si verificano un altro omicidio simile e un quasi omicidio, aumentando l'urgenza dell'identificazione del colpevole e del suo arresto.

C'è molto qui per coinvolgere il lettore.
data di revisione 04/21/2020
Hoag Cereceres

Era molto .... diverso. Davvero, ma non è stato facile seguirlo. Si è concluso in modo troppo conveniente e non ha risposto a molte delle domande, come MOTIVE. Una delle molte altre questioni "difficili da seguire" è stata il dialogo. Lunghi dialoghi avanti e indietro senza un suggerimento su chi dicesse cosa. Più volte ho dovuto ricominciare la conversazione e aggiungere un po '"ha detto / lei ha detto" nella mia testa per capire chi ha detto cosa. I dettagli che avrebbero riempito la trama sono stati lasciati fuori o solo accennati. I capitoli avevano diverse trame senza alcun avvertimento tra i paragrafi che ti lasciavano chiederti quale personaggio stesse facendo cosa. Ho iniziato a pensare che mancassero pagine o qualcosa del genere.
data di revisione 04/21/2020
Krishnah Valladares

Per prima cosa devo dire che non ho letto i primi due libri di questa serie, quindi mi possono mancare alcuni fatti. La storia è raccontata in modo interessante, ci sono molte cose che accadono in parallelo da cui l'autore salta improvvisamente. Questa è una novità per me e l'ho vista solo sulle mosse, ma è interessante. La suspense è lì fino alla fine come dovrebbe per ogni libro del crimine. In tutto, lettura veloce e interessante.
data di revisione 04/21/2020
Neils Idema

È sempre difficile capire quando leggi un romanzo tradotto se ascolti l'autore o il traduttore, ma in questo caso non ero abbastanza interessato alla trama di questo procedimento procedurale della polizia. I personaggi erano abbastanza interessanti, ma il ritmo era molto uniforme, nonostante eventi drammatici ad ogni curva. Non abbastanza per farmi desiderare di leggere il resto della serie.
data di revisione 04/21/2020
Merkle Mollenhauer

Così divertente - all'inizio, gli indizi sono così evidenti, che inizi a pensare che lo scrittore non sia molto bravo. Quindi, man mano che gli indizi iniziano ad accumularsi - tutti puntando in direzioni diverse - ti diverti il ​​delizioso divertimento di un autore che racconta un misterioso omicidio, con uno scintillio negli occhi. Sì, è raccapricciante (dopo tutto è un mistero dell'omicidio scandinavo), ma Edwardson ha un tocco meraviglioso.
data di revisione 04/21/2020
Selmner Hovsepian

Ho dovuto restituire il libro a Overdrive e aspettarlo prima di riuscire a finirlo. La storia era ben scritta ma vorrei che fosse finita prima. È stato un po 'troppo cruento per me - quando è stata descritta la scena principale del delitto, non voglio immaginarla. Mi piacciono i personaggi e spero di leggere di più nella serie.
data di revisione 04/21/2020
Genisia Bettendorf

Romanzo giallo svedese. Molto amosferico, grande sviluppo del personaggio ... ma finale terribilmente debole. Non consigliato.
data di revisione 04/21/2020
Rosemari Bodamer

Questo libro è stato OK. Potrei provarne un altro nella serie perché adoro i procedimenti di polizia?
data di revisione 04/21/2020
Shelba Freije

Il primo che ho letto da questo autore, e mi è piaciuto nonostante la lunghezza e il finale brusco.
data di revisione 04/21/2020
Duthie Zuniga

La trama sembrava molto promettente e intrigante, ma non riuscivo a rimanere dietro nessuno dei personaggi. Erano tutti molto monodimensionali. Hanno trascinato la trama e ho perso rapidamente interesse.
data di revisione 04/21/2020
Glogau Sanipasi

2.5. Forse è meglio leggere in svedese ma ho faticato. Dettagli molto mossi, troppo estranei in ogni sezione. I tentativi di farti sospettare più personaggi sono troppo pesanti.
data di revisione 04/21/2020
Corrinne Gackle

ok trama ma il motivo del killer rimane in gran parte inesplorato. È come se l'autore verso la fine avesse deciso di chiudere il libro e finirlo.
data di revisione 04/21/2020
Roybn Bigham

Riepilogo: DCI Erik Winter, appena vittima di suo padre, si confronta con un raccapricciante doppio omicidio di due "scambisti" sessuali, la possibilità di coinvolgimento all'interno dei propri ranghi e uno schema di indizi che suggeriscono che la sua compagna, incinta della loro primo figlio, potrebbe essere a rischio.

Sono un fan dei misteri di Penguin. Spesso ne comprerò uno anche se non ho familiarità con l'autore, perché li ho trovati coerentemente ben scritti e ben realizzati come misteri. Mi sono imbattuto in questo in un negozio di seconda mano, dello scrittore di crimini svedese Åke Edwardson. Non sono rimasto deluso, ma ho impiegato la lettura delle prime cento pagine per attirare completamente la mia attenzione. Dopo ciò, sono stato rivettato.

Nelle prime centinaia di pagine, ci vengono presentati i personaggi, in particolare l'ispettore capo del detective Erik Winter, vestito in modo impeccabile, amante del jazz, e intrattenuto in una relazione seria con Angela, un medico che sta nascendo il loro primo figlio. Gran parte della prima parte del libro è occupata dalla sua ultima visita con suo padre morente in Spagna, interrotta da un sanguinoso doppio omicidio che coinvolge "scambisti" sessuali a Göteborg. Ci viene presentato Patrik, un portatore di giornali che in realtà ha visto l'assassino e prima sospetta che qualcosa non vada nell'appartamento in cui è avvenuto l'omicidio, la sua ragazza, Maria, la custode dell'edificio che denuncia l'omicidio (ed è anche custode di Winters edificio) e la polizia che lavora con Winter. A quanto pare, tutto questo scenario e lo sviluppo del personaggio sono importanti mentre seguiamo Winter nelle indagini.

L'indagine di Winter è incentrata sugli indizi lasciati dall'assassino. Una cassetta di musica "black metal" con i suoi testi. La parola "Muro" scritta nel sangue con la "W" cerchiata. Le teste delle vittime decapitate si scambiarono il corpo. Poi ci sono le chiamate al suo appartamento quando c'è solo Angela. La presenza di qualcuno nel cubbyhole del seminterrato del custode nel suo edificio. Un secondo omicidio di un'altra coppia "oscillante". Uno psichiatra del crimine pensa che gli indizi indichino qualcuno che vuole essere fermato. Entro l'inverno. Le prove indicano un poliziotto o qualcuno che si veste come uno. Ci si può fidare delle persone intorno a Winter? Angela e il loro bambino sono in pericolo?

Ci si ritrova sempre più attratti dalla suspense mentre l'assassino e Winter si avvicinano. Un'abile direzione sbagliata ci fa sospettare che diversi individui diversi ci avvicinino al climax del libro. La trama è oscura, ma abbiamo persone decenti alle prese con le profonde realtà della vita sullo sfondo raccapricciante. Sono stato felice di scoprire sul sito web di Penguin Random House che ci sono almeno altri quattro misteri di Erik Winter disponibili. Winter è un personaggio ben disegnato, ed Edwardson un bravo scrittore di cui voglio tornare a lavorare. Penso che lo farai anche tu.
data di revisione 04/21/2020
Clementine Hinklin

Un poliziotto con problemi di relazione? No. Ha un problema con l'alcol? No. Qualche crisi esistenziale? Non proprio, a meno che non si consideri il periodo di adattamento in cui due persone decidono di riunirsi come una crisi esistenziale o di relazione. ErikWinter di Ake Edwardson non controlla molti dei tropi standard del protagonista principale di una procedura procedurale della polizia e che di per sé è un cambiamento rinfrescante e gli dà un vantaggio rispetto agli altri suoi contemporanei che sono impegnati a risolvere i crimini. Oh sì, ci sono riferimenti al tipo di musica che piace a Erik e quindi non è come se Edwardson stia cercando di rendere Erik completamente diverso dagli altri poliziotti immaginari.

'Sun and Shadow' vede Erik Winter prepararsi per la sua ragazza di trasferirsi con lui. Sta anche aspettando il loro primo figlio. Deve destreggiarsi tra i cambiamenti della sua vita personale con una serie di omicidi di coppie che non sembrano essere state in alcun modo collegate tra loro. Edwardson impiega il suo tempo a creare la storia che si intreccia con la vita personale di Erik, le sue interazioni professionali. Il motivo dei crimini è accennato all'inizio e può essere indovinato abbastanza facilmente. È anche chiaro a metà del romanzo che il caso sta per colpire vicino a casa per Erik. Edwardson però, getta una svolta inaspettata alla fine per quanto riguarda l'identità dell'autore. Anche il finale è totalmente "scandinavo", nel senso che non ci sono frangia o fronzoli, solo una situazione seriamente pericolosa gestita in maniera concreta.

Edwardson ha uno stile narrativo che non è rumoroso o troppo violento, il che rende anche i crimini più violenti un po 'più appetibili. Non hai la sensazione di essere precipitato a capofitto verso la fine, è una progressione più logica di essere portato dal flusso naturale di indagini verso di esso. Edwardson quasi lo perde, anche se sta andando in grande dettaglio sulla trama secondaria relativa ai genitori di Winter. Capisco che Edwardson stia cercando di creare un universo specifico per Winter in modo che si senta più reale e il lettore più vicino a lui, ma la digressione diventa troppo lunga, (quasi 1/4 di un romanzo di oltre 400 pagine) dove fanno i premi non corrisponde allo sforzo messo in esso. Avendo letto i suoi "Frozen Tracks", sembra che queste divagazioni siano un modello con lui, dove quasi perde la traccia della trama principale. Nonostante queste divagazioni, e se si scava la placidità (che come accennato in precedenza è molto naturale) della narrazione, questa è una serie che merita il tuo tempo.

Lascia una recensione per Sole e ombra