Homepage > Saggistica > Biografia > Memoir > Ragazzo: Tales of Childhood Recensioni

Ragazzo: Tales of Childhood

Boy: Tales of Childhood
Da Roald Dahl Quentin Blake,
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Bene
Premiato
11
Bene
13
Media
5
Male
1
Terribile
0
In Boy, Roald Dahl racconta i suoi giorni da bambino cresciuto in Inghilterra. Dai suoi anni da burlone in collegio alla sua invidiosa posizione di tester del cioccolato per Cadbury, la fanciullezza di Roald Dahl era piena di eccitazione e di imprevisto come lo sono i suoi libri di fama mondiale e più venduti. Ricco di aneddoti divertenti, alcuni dolorosi, tutto interessante questo è un libro che è

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Loss Lucario

Inglese / italiano

Scelto da mia figlia mentre leggeva l'ora di andare a letto, questo libro ricevette immediatamente un'ottima risposta da lei. È facile per uno scrittore come Roald Dahl produrre romanzi per bambini. Anche la sua vita prende la forma di un romanzo stravagante per bambini. L'immaginazione è fondamentale per lo scrittore e l'esperienza di vita non è da meno. Probabilmente è il mix perfetto di esperienza e immaginazione per costituire la ricetta perfetta per uno scrittore di successo.Votazione: 7
descrizione

Scelto da mia figlia come lettura serale prima di andare "a nanna", questo libro ha subito ottenuto i favori della sua critica. Venire semplice per uno scrittore come Roald Dahl scrivere romanzi per ragazzi. Perfino la sua vita prende la forma di uno stravagante romanzo per ragazzi. L'immaginazione è componente fondamentale per chi scrive, ma dopo questa lettura capisco che l'esperienza di vita non è da meno. Anzi, probabilmente è proprio la miscela ottimale di esperienza ed immaginazione a dare la ricetta perfetta per lo scrittore di successo.Voto: 7
data di revisione 04/21/2020
Glass Kyles

Boy: Tales of Childhood (Autobiografia n. 1 di Roald Dahl), Roald Dahl

Boy: Tales of Childhood (1984) è un libro autobiografico dello scrittore britannico Roald Dahl. Descrive la sua vita dalla nascita fino alla fine della scuola, concentrandosi sulle condizioni di vita in Gran Bretagna negli anni 1920 e 1930, sul sistema scolastico pubblico dell'epoca e su come le sue esperienze infantili lo hanno portato a scrivere come carriera. Termina con il suo primo lavoro, lavorando per Royal Dutch Shell. La sua autobiografia continua nel libro Going Solo.

عنوانها: پسر ؛ خاطرات پسر بچه ؛ نویسنده: رولد دال ؛ تاریخ نخستین خوانش: روز ششم ماه فوریه سالی

عنوان: پسر; نویسنده: رولد دال; تصویرگر: کوینتن بلیک; مترجم: شهلا طهماسبی; تهران, نشر مرکز, کتاب مریم 1378; در چهار و 166 ص; شابک 9643054586 mila; چاپ دوم 1381; سوم 1383; پنجم 1385; چاپ هشتم 1393 ؛ شابک: 9789643054588 ؛ موضوع: کودکی و جوانی رولد دال ، 1990 تا 1916 م - سده 20 م

عنوان: پسر ؛ نویسنده: رولد دال ؛ مترجم: نسرین مهاجرانی ؛ تهران ، نشر پیدایش ، 1379 ؛ در 184 ص ؛ شابک: 9646695876

عنوان: خاطرات پسربچه ؛ نویسنده: رولد دال ؛ تصویرگر: کوینتن بلیک ؛ مترجم: ف1395

کتاب زندگینامه شخصی نویسنده ی بزرگ, و معروف نروژی تبار انگلیسی, «رولد دال» نیست, با این حال, همه ی رویدادها واقعی هستند, رویدادهایی که از داستان, چیزی کم و کسر ندارند. شاید هم, همین یادمانها بوده اند, که داستانهای سحرآمیزی شدند, و تلخ و شیرین بسیاری برای خوانشگران آفریدند; ایشان عاشق داستان, و کتاب بودند; ترولها, و دیگر موجودات اسطوره ای نروژی, در قصه هایی که مادر ایشان برای ایشان, و خواهرانش , میگفت, یاد ایشان ماندند, تجربیات ناخوشایند دوران تحصیل, زندگی در افریقا برای کار در شرکت نفتی «شل»; و پیوستن به نیروی هوایی سلطنتی در جنگ جهانی دوم; همگی مواد خام داستانهایش بودند, که به قلم آن بزرگوار پخته شدند. «رولد دال» ، در جنگ جهانی دوم ، به نیروی هوایی انگلستان در «نایروبی» پیوسته بودند ؛ و مدین و دیووا،ووونننن ایشان در سال 1942 میلادی ، به «واشنگتن» رفتند ، و نویسندگی را آغاز کردند. چه مبارک سحری داشت ، و چه فرخنده شبی بود. نخست داستان‌های تجربه‌ هایش از جنگ ، در نشریات آمریکایی به چاپ رسیدند. سپس ، خوب دوست داشتند برای کودکان بنویسند ، و نوشتند. برترین آثارشان: «چارلی و کارخانه ی شکلات‌ سازی» ، «جیمز و هلوی غول پیکر» ، «ماتیلدا» ، «داستان‌نا؛چش و از بیشتر آثار ایشان فیلمی نیز ساخته شده ‌است. ا. شربیانی
data di revisione 04/21/2020
Delcina Kounce

We all have our moments of brilliance and glory, and this was mine. Questo romanzo è costituito da una miriade di racconti incentrati su eventi memorabili durante l'infanzia di Dahl. Ogni storia ha avuto pezzi di meraviglia, avventura, intrigo e terrore. Un sacco di terrore. When writing about oneself, one must strive to be truthful. Truth is more important than modesty. Le storie sulle visite e sugli incidenti del medico sono state le più memorabili, poiché sono state descritte in dettaglio estremamente esplicito. Mi stavo coprendo la bocca e mi proteggevo gli occhi quando mi descrisse come aveva quasi perso il naso nell'incidente d'auto ... e ancora durante l'incidente aereo.

Il suo tempo in collegio fu il ispirazione per Matilda - l'abuso era un bastione e c'era poco (se non altro) che si potesse fare. Gli studenti, gli insegnanti e persino il Preside si divertivano tutti nell'esercizio del loro potere. Ho provato il piccolo Roald ma l'autore non ha scritto un libro di memorie di pietà per me.

Ha incluso il ispirazione per Charlie e la fabbrica di cioccolato. Durante i suoi primi anni di collegio, lui e gli altri bambini testarono nuovi dolci per Cadbury. I bambini hanno preso questo estremamente seriamente e ha scritto valutazioni lunghe (e complicate).

Roald Dahl non è mai cresciuto. La qualità della scrittura - il modo in cui usa appena la parola giusta l'ha reso davvero un romanzo classico.

Youtube | Blog | Instagram | Twitter | Snapchat @ miranda.reads

Buona lettura!
data di revisione 04/21/2020
Marrin Holsing

Probabilmente dovrei dare queste 5 stelle come mi è davvero piaciuto, mi è piaciuto ed è così bello. Voglio dire, c'è molto dolore qui ed è così divertente.

Dahl racconta storie della sua infanzia. Andava in vacanza in estate in Norvegia con la sua famiglia ogni anno. Andò anche in collegio. Puoi vedere come questo è il seme di quasi tutte le sue storie. Tutto l'orrore degli adulti che racconta proviene dalla sua esperienza a scuola. Non riesco a credere ad alcune cose che ha dovuto vivere. È stato offensivo.

C'erano delle lattine e gli studenti potevano anche usare le punizioni corporali l'una sull'altra. L'insegnante individuerebbe gli studenti e tuttavia rende tutto divertente. Era troppo corto e probabilmente una buona cosa. Vedi da dove vengono Charlie e la fabbrica di cioccolato. Voglio dire, il Trunchbull di Matilda è uscito dalla sua esperienza.

Nell'ultimo capitolo, sono stato solleticato di più. Quindi il capitolo si chiama fagging. Nel collegio britannico un ragazzo più grande avrebbe avuto sotto di lui uomini di classe più giovani che facevano le faccende e le cose per lui e veniva chiamato un finocchio. È tornato negli anni '20 o '30 prima che il significato della parola inglese prendesse il sopravvento. Uno dei ragazzi costringe Dahl ad andare a scaldare il sedile del gabinetto per lui seduto su di esso per 15 minuti o più. Dice a Dahl qualcosa del tipo: "Hai un fondo caldo, non mi piace un frocio con fondo freddo, mi piacciono i fagotti con fondo caldo". So che è infantile e sono semplicemente morto ridendo. Voglio dire, suono così divertente. Che strano passato interagire con il futuro. Il termine è ancora dispregiativo in modo diverso. Voglio dire, è ancora triste che abbiano avuto quel tipo di potere sugli underclassmen e spero sia meglio per i bambini adesso. Immagino che la scuola sia sempre stata un inferno.

Questo vale la lettura.
data di revisione 04/21/2020
Millisent Oberdorf

Adoro leggere la saggistica, in particolare le autobiografie. Questo libro non era solo un'autobiografia, ma un libro sull'infanzia di Roald Dahl. Crescendo ho adorato il libro Matilda e mi sono divertito con James e Giant Peach e il GGG e ora da adulto mi sto impegnando a leggere tutti i suoi libri. Ho appena fissato questo obiettivo un paio di settimane fa e ho letto questo libro e The Giraffe and the Pelly and Me.

Roald Dahl ha raccontato storie affascinanti sulla sua infanzia all'età di 18 anni. Ha spiegato il suo estremo amore per il cioccolato e la sua paura della maggior parte dei suoi insegnanti. Credo che questi due fattori siano stati enormi per i suoi scritti e le sue storie.

L'autobiografia di Roald mi è davvero piaciuta, il fatto che non lo giuri e lo consiglio a chiunque si diverta come scrittore.
data di revisione 04/21/2020
Frants Cabanela

Ho appena riletto questo libro dopo averlo letto molte volte durante la mia infanzia. È stato avvincente come sempre. Mentre stavo rileggendo, ho raccolto così tante influenze che inconsciamente ho portato avanti per il resto della mia infanzia e forse persino per l'età adulta. Luoghi e idee che da bambino ho romanticizzato; Andare in Norvegia nuotando tra i fiordi e riempiendo una pipa di tabacco di capra con il mio branco di fratelli-- paradiso. Il modo in cui Roald Dahl racconta una storia - con così buon umore e senza ornamenti - fa persino sembrare in scatola il suono dell'avventura più meravigliosa del mondo!
È un'esperienza così allegra rileggere un libro che hai letto da bambino e scoprire che ti fa ancora sorridere in tutti gli stessi posti.
data di revisione 04/21/2020
Jewelle Sjoberg

Non ho letto molte autobiografie ma anche allora sento che questa era una visione completamente diversa di come dovrebbe essere un'autobiografia. Divertente e spiritoso, Roald Dahl riesce davvero a portare il lettore a fare un giro attraverso la sua infanzia e la prima infanzia e mostra un quadro realistico di com'era crescere in Inghilterra all'inizio del XX secolo. Ho adorato il modo in cui il libro è intervallato dalle sue fotografie personali scattate con la sua famiglia e nelle sue diverse scuole e dalle lettere che scrive a casa di sua madre e dai soprannomi spiritosi che conservava per il suo fratellastro e sorella (antica sorellastra e non fratellastro così antico?). Attraverso questo libro condivide anche il suo punto di vista su alcune delle pratiche di punizione non così piacevoli nelle scuole pubbliche in quei giorni come essere picchiato da un bastone, imbavagliare, ecc. E include un capitolo sul suo capo maestro a Repton che oltre ad essere Anche il preside era un clero e amava usare questa pratica di punizione che creava molti dubbi e domande nella mente del giovane Roald Dahl su alcuni "uomini di Dio" che non praticavano ciò che predicavano.
data di revisione 04/21/2020
Ciri Frehse

Questa è un'affascinante raccolta di storie dell'infanzia di Roald Dahl. Ho amato i suoi libri da bambino (i miei preferiti erano Danny il campione del mondo, Il GGG e Charlie e la fabbrica di cioccolato) ed è stato divertente ascoltare alcune storie vere del grande narratore.

Una delle mie storie preferite riguardava le barrette di cioccolato gratuite che aveva quando era in collegio. Cadbury's avrebbe spedito scatole di cioccolatini di prova, ei ragazzi avrebbero assaggiato i nuovi sapori e scritto le loro recensioni. Dahl ha detto che i ragazzi l'hanno preso molto sul serio, "rosicchiando ogni cioccolata con l'aria di intenditori, dando il nostro voto e facendo i nostri commenti." Troppo sottile per il palato comune ", è stata una nota che ricordo di aver scritto."

Dahl ha affermato che questa esperienza è importante perché si è reso conto che le grandi aziende produttrici di cioccolato avevano effettivamente inventato stanze, e ha immaginato cosa sarebbe piaciuto lavorare lì e creare nuovi sapori. "Non ho dubbi, trentacinque anni dopo, mentre cercavo una trama per il mio secondo libro per bambini, mi sono ricordato di quelle scatolette di cartone e dei cioccolatini appena inventati al loro interno, e ho iniziato a scrivere un libro chiamato Charlie e la fabbrica di cioccolato."

Un'altra dolce storia è stata quando Dahl ha avuto nostalgia di casa mentre era via a scuola, e ha deciso di fingere un'appendicite per poter tornare a casa per qualche giorno. Conosceva i sintomi perché recentemente ne aveva avuto sua sorella maggiore, e aveva fatto uno spettacolo per l'infermiera, urlando e gemendo per il dolore. La sua recita ha funzionato, fino a quando non è tornato a casa e il suo medico regolare ha capito immediatamente che stava fingendo. Il dottore gli ha fatto promettere di non farlo mai più.

L'ho ascoltato in audio, narrato dall'attore Dan Stevens, e ha fatto un lavoro meraviglioso interpretando i diversi personaggi. Mi è piaciuta soprattutto la voce stridula che ha creato per la donna cattiva che gestiva il negozio di caramelle locale, la signora Pratchett. Roald e i suoi amici odiavano così tanto la signora Pratchett che un giorno preparò un complotto per spaventarla: mise un topo morto in uno dei barattoli di caramelle. Sfortunatamente, la cattiva signora P capì chi l'aveva fatto e li fece montare dal preside della scuola.

Anche se ho ascoltato questo libro, avevo una copia stampata da sfogliare e consiglio vivamente di dare una sbirciatina alle pagine perché ha delle belle foto, note e disegni. Consigliato a tutti i fan di Dahl.

Citazione preferita:
[Dopo aver lasciato la scuola, Dahl è stato assunto dalla Shell Company e ha viaggiato all'estero]
"Ho iniziato a rendermi conto di quanto potesse essere semplice la vita se uno avesse una routine regolare da seguire con orari fissi e uno stipendio fisso e pochissimo pensiero originale da fare. La vita di uno scrittore è un inferno assoluto rispetto alla vita di un uomo d'affari. lo scrittore deve costringersi a lavorare, deve fare le proprie ore e se non va per niente alla sua scrivania non c'è nessuno che lo sgridi. Se è uno scrittore di finzione, vive in un mondo di paura. il nuovo giorno richiede nuove idee e non può mai essere sicuro se le verrà in mente o no. Due ore di scrittura di narrativa lasciano questo particolare scrittore completamente svuotato. Per quelle due ore che è stato a miglia di distanza, è stato da qualche altra parte , in un posto diverso con persone totalmente diverse, e lo sforzo di tornare a nuotare in un ambiente normale è molto grande. È quasi uno shock. Lo scrittore esce dal suo laboratorio in stato confusionale. Vuole un drink. Ne ha bisogno. sembra essere un fatto che quasi ogni scrittore di narrativa nel mondo beve m minerale di whisky di quello che è buono per lui. Lo fa per darsi fede, speranza e coraggio. Una persona è una sciocca a diventare una scrittrice. La sua unica compensazione è la libertà assoluta. Non ha padrone se non la sua stessa anima, e questo, ne sono certo, è il motivo per cui lo fa. "
data di revisione 04/21/2020
Redmund Reffner

(Decidere di rileggere questo libro è stato ispirato dalle meravigliose ragazze di Raccolta di libri e il loro fantastico meme bimestrale 'Tutto dahl e magico'. Che adoro assolutamente. )


“Quando si scrive su se stessi, si deve sforzarsi di essere sinceri. La verità è più importante della modestia. Devo dirti, quindi, che eravamo io e solo noi che abbiamo avuto l'idea del grande e audace complotto del mouse. Tutti abbiamo i nostri momenti di brillantezza e gloria, e questo è stato il mio. ”

Ho letto per la prima volta questo glorioso memoriale di dodici anni quando ho dovuto fare un progetto storico su una persona storica di mia scelta.
Sono andato a Staples, stordito come un kipper, e ho comprato circa cinque pile di carta da zucchero colorata e due pacchetti di penne gel (ovviamente quelle puzzolenti glitterate) e ho iniziato a completare probabilmente il mio lavoro preferito.
Stavo pensando ai miei affari in classe, armato con una Pritt Stick e una copia di ogni suo libro, quando questo assoluto ... così e così ... nella mia classe ha detto 'Roald Dahl? Storico? Io non la penso così. Avresti dovuto scegliere un monarca o qualcosa del genere. Otterrai un segno di spazzatura. "
Dato che ero un wallflower timido e in pensione allora, borbottai qualcosa sottovoce e la guardai da sotto la mia sfortunata frangia.
MA, se me lo avesse detto oggi avrei trovato una scrivania, ci siamo fermati sopra e, con il petto gonfio, avrei dichiarato: “Roald Dahl is una figura storica perché se Roald Dahl non avesse scritto i suoi libri, allora la narrativa per bambini britannica ... no, la narrativa britannica sarebbe stata troppo triste per tollerare. Ha catturato l'immaginazione di così tanti bambini e ha scritto storie senza tempo che incoraggiavano e continuano a incoraggiare i bambini che normalmente non avrebbero mai preso un libro per farlo. E se fare in modo che generazioni dopo generazioni si innamorino della sua scrittura non lo qualifica come una persona storica, allora non so cosa. "
Ma ... come ho detto.
Mumble. Bagliore. Frangia sfortunata.
Comunque, ho riavuto il mio progetto (e ce l'ho ancora!) E il mio meraviglioso insegnante di storia ha scritto: “Lavoro fantastico e originale qui. Hai davvero reso giustizia a una figura meravigliosa della cultura britannica. 10 crediti "
10 crediti? Fantastico e originale SI.
Comunque ... torniamo al libro.
Ho adorato il modo in cui Dahl menziona solo brevemente le storie che è noto per una volta. È proprio vicino alla fine in cui sta descrivendo come Cadbury's World (Quale is proprio come Charlie's Chocolate Factory a proposito!) era solito mandare i ragazzi del suo collegio ad assaggiare il cioccolato e come questo lo ha portato a scrivere Charlie e le sue avventure.
Quindi ogni volta che si diceva che suo nonno era alto quasi un metro e ottanta o come il ragazzo si chiedeva come funzionavano i gobstoppers, non si può fare a meno di sentire che Dahl ti sta facendo l'occhiolino consapevole o sussurrando un segreto che solo voi due sono a conoscenza di.
Testimoniare questi barlumi di ispirazione che lo hanno portato a scrivere le sue amate storie, tutti quegli anni dopo, è stata sicuramente la mia cosa preferita di questo libro.
La signora Pratchett con la camicetta coperta “Briciole di pane tostato, macchie di tè e chiazze di tuorlo d'uovo essiccato” e le mani "Sembrava che stessero bruciando grumi di carbone per tutto il giorno."
Ti ricordi qualcuno?



O il Matron, quello “Grande donna bionda con il seno” che “Governato con una verga d'acciaio."




E Dahl's Bestemama con la sua sedia a dondolo perpetuo o Bestepapa, che siede "Dire molto poco e totalmente sopraffatto".

Accoppiato con fotografie, lettere scritte a mano a casa e, naturalmente, le gloriose illustrazioni di Quentin Blake (la mia preferita è il Capitano Hardcastle con gli occhi spalancati e contorti), Boy è ancora uno dei miei preferiti di tutti i tempi.

Potrei tranquillamente riempire questa recensione di virgolette .... ma ti lascerò con questo ...

“A quei tempi gli anestetici e le iniezioni antidolorifiche non erano molto usati. I dentisti, in particolare, non si sono mai preoccupati di loro. Ma dubito moltissimo se oggi saresti del tutto felice se un dottore ti gettasse un asciugamano in faccia e ti saltasse addosso con un coltello. "



Puoi trovare questa recensione e molte altre cose interessanti sul mio blog qui.
data di revisione 04/21/2020
Ludlew Crother

Uno dei grandi autori di storie per bambini, Roald Dahl intrattiene i lettori con questo pezzo che racchiude la sua vita a vent'anni. Mentre Dahl afferma chiaramente che questo pezzo non è un'autobiografia (poiché quei tipi di libri sono pieni di racconti stantii e polverosi), questo è un favoloso compendio di ricordi dei suoi primi anni. Figlio maggiore di due norvegesi, i primi anni di Dahl sono stati un misto di dolore (ha perso la sorella e il padre in una sola settimana) e la frivolezza infantile (gli piaceva giocare con i suoi compagni di scuola ogni volta che lo permettesse). In un vivido ricordo, Dahl racconta il suo amore per i dolci e un negoziante che aveva un odio per lui, il che portò il giovane Roald a inventare un piano per vendicarsi, che fallì in modo orribile. Figlio del secondo matrimonio di suo padre, Dahl ricorda di essere stato in sella con la sua sorellastra maggiore, che ha avuto un grave incidente automobilistico che gli è quasi costato una parte della faccia, Dahl lo racconta con tutto l'umorismo che l'evento consente. Dahl si impegna a fondo per ricordare quelle vacanze estive annuali fuori Oslo, dove i nonni gli davano fastidio e non vedeva l'ora che la scuola uscisse ogni estate. Tuttavia, quei pensieri gloriosi sono contrastati con i ricordi della cinghia e delle orribili matrone che pattugliano i dormitori quando è partito per il collegio. Alla fine, Dahl crea un ponte tra i suoi ricordi di entrare nella forza lavoro e la speranza di poter scrivere un altro breve volume per invogliare i lettori a continuare questo viaggio. Come molti dei suoi libri, il lettore è attratto da un'esperienza felice con la scrittura semplice e le idee affascinanti di Dahl.

Non si può leggere Roald Dahl e non sentire alcun legame con i personaggi che riempiono la narrazione. Sebbene questo sia un allontanamento dalla finzione e costringe l'autore a ricordare la propria vita, Dahl è felice di ammettere che non ricorda grandi porzioni di vita prima delle otto, anche se i suoi ricordi si inoltrano in seguito. Mentre alcuni penserebbero che un uomo di settant'anni avrebbe così tanto da raccontare, Dahl non desidera riempire le pagine di raccapriccianti ricordi, scegliendo di raccontare sinteticamente la sua prima vita. Ho potuto vedere alcuni temi interessanti nelle vignette che Dahl ha scelto di presentare, che alla fine sono state le principali storie per bambini che ho letto nei miei anni più giovani. L'uso di questi ricordi da parte di Dahl per creare classici senza tempo, come The BFG e Charlie and the Chocolate Factory, non fa che aumentare la grandezza di questo breve libro. Detto in modo molto animato, il lettore non può fare a meno di immaginare il giovane Roald che si dirige per vedere quell'orrida matrona o visitare i suoi amati nonni norvegesi mentre sogna i dolci mentre torna a casa da scuola in seconda forma. Un pezzo che è stato così interessante, mi sto arrampicando per mettere le mani sul secondo volume, per ascoltare i suoi ricordi di guerra. Una lettura obbligata per chi ha un po 'di tempo per rilassarsi e ama lo stile che Dahl ha reso famoso.

Complimenti, signor Dahl per tutto quello che hai fatto nella tua vita. Avrai sempre un posto speciale nel mio cuore, che si rafforza solo dopo aver letto questo pezzo.

Ti piace / odi la recensione? Una collezione in continua crescita di altri appare su:
http://pecheyponderings.wordpress.com/
data di revisione 04/21/2020
Carling Miniuk

Questo è un buon piccolo libro - un manufatto piuttosto storico ora che Dahl, scrivendo a metà degli anni '80, parla di eventi che si svolgono circa 100 anni fa da oggi. È uno scrittore molto chiaro e tagliente, con uno stile semplice ma molto originale. Ciò è principalmente dovuto al fatto che si attiene alla scrittura di ciò che HE trova interessante, ad esempio il caning, che viene descritto più e più volte in dettaglio. Come dice, ne è disgustato - particolarmente lussureggiante nel descrivere il rituale che il suo preside di Repton dovrebbe seguire quando sta inscatolando un bambino - facendoli piegare sul suo divano mentre si alternava tra inscatolare le natiche nude e fumare la pipa. Quest'uomo, come spiega Dahl, divenne un vescovo e poi arcivescovo di Canterbury. Altrove descrive la sua eredità norvegese, la rimozione delle sue adenoidi (a casa, senza anestetico) e un negozio di caramelle sporco inchiodato harridan.

Il mio passaggio preferito arriva in ritardo nel libro, quando confronta la vita dell'uomo d'affari che stava allora - lavorando per Shell - con lo scrittore che sarebbe stato in seguito.

"La vita di uno scrittore è un vero inferno rispetto alla vita di un uomo d'affari. Lo scrittore deve costringersi a lavorare. Deve fare le proprie ore e se non va affatto alla sua scrivania non c'è nessuno da sgridare Lui. Se è uno scrittore di narrativa, vive in un mondo di paura. Ogni nuovo giorno richiede nuove idee e non può mai essere sicuro se le inventerà o meno. Due ore di scrittura di narrativa lascia questo particolare scrittore completamente svuotato. Per quelle due ore è stato a miglia di distanza, è stato da qualche altra parte, in un posto diverso con persone totalmente diverse, e lo sforzo di tornare a nuotare in un ambiente normale è molto grande. È quasi uno shock. Lo scrittore cammina fuori dal suo laboratorio in stato confusionale. Vuole qualcosa da bere. Ne ha bisogno. È un dato di fatto che quasi ogni scrittore di narrativa del mondo beve più whisky di quanto sia buono per lui. Lo fa per darsi fede, speranza e coraggio. Una persona è un pazzo a diventare uno scrittore. La sua unica compensazione è assoluta f a libertà. Non ha padrone se non la sua stessa anima, e questo, ne sono certo, è il motivo per cui lo fa. "

Amen.
data di revisione 04/21/2020
Lund Cavicchi

L'ho letto nell'anno 7 per l'inglese e l'ho adorato.

Io, normalmente odio i libri di scuola. Ma questo era diverso, mi è davvero piaciuto questo. È stato così interessante. Ricordo ancora metà delle cose che sono successe nel libro. Questo è quanto mi ha attaccato. Lo consiglio ai fan di Roald Dahl e anche ai non fan, questo libro è diverso da tutti gli altri suoi lavori.

descrizione

Buono diverso ...

Lo consiglio ancora, le cose che accadono e come lo descrive è solo ...

descrizione

Questa è l'unica parola per descrivere il libro.

Una recensione così brillante ...
data di revisione 04/21/2020
Ripley Leathers

Questa è la prima puntata dell'autobiografia di Dahl, scritta con il suo spirito, il suo stile e la sua accessibilità abituali. 'Boy' fornisce una visione divertente dei primi anni e dell'educazione di Dahl. Sono inclusi qui alcuni eventi che senza dubbio hanno fornito influenza e idee per alcuni dei suoi romanzi successivi.

Piccoli cavilli: nell'edizione che stavo leggendo, molti dei facsimili di estratti di lettere / rapporti ecc. Dell'infanzia di Dahl erano piuttosto difficili da leggere a causa delle dimensioni della scrittura e forse avrebbero beneficiato di essere copie leggermente più grandi degli originali ?

Sicuramente merita una lettura per tutti i fan di Roald Dahl.
data di revisione 04/21/2020
Leal Wege

Il mio interesse a leggere questo romanzo è stato stimolato alcune settimane fa quando ho visitato alcuni amici, uno dei quali nel corso della serata ha scavato la sua collezione di libri di Roald Dahl e ha continuato a reintrodurci la magia che avevamo quasi dimenticato di aver sperimentato come bambini nel leggerli.

Ho sempre amato la pura insipidezza delle storie di Roald Dahl - la natura orribile di alcuni dei suoi personaggi adulti e la natura eroica dei suoi giovani ma forti personaggi principali.

Ciò che mi è piaciuto di questo libro è che non solo è stato scritto nello stile eccentrico e senza fronzoli per il quale Dahl era noto, ma mi ha anche dato una visione affascinante di alcune delle influenze che hanno influenzato la sua scrittura.

Un'esperienza degna di nota a cui mi sono particolarmente scaldato è stata la storia della donna che possedeva il negozio di dolci vicino alla sua scuola, che aveva dita orribilmente sporche, ed era il destinatario affettuoso di uno degli scherzi dei ragazzi della scuola di Dahl - mettendo un topo morto all'interno dei suoi barattoli di lecca lecca da trovare.

Da questo, e alcuni membri della sua famiglia (l'antica sorella maggiore per esempio) posso solo immaginare che Dahl abbia preso l'ispirazione per i suoi personaggi straordinariamente cattivi: la zia Sponge and Spiker, i Twits e l'orribile nonna di George.

Affascinanti sono state anche alcune delle sue esperienze più difficili: le gioie di crescere in un momento in cui non esisteva l'anestesia e quindi far uscire le tonsille era molto più doloroso.

Incantevoli sono stati i suoi racconti di visitare la sua famiglia norvegese durante le vacanze da bambino, la confusione delle barriere linguistiche e le differenze culturali. Sono sicuro che hanno ispirato alcuni dei personaggi più eccentrici di Dahl - il signor Willy Wonka per esempio.

Tutto sommato, questo sembra più come uno dei romanzi immaginari di Dahl e non come un'autobiografia. Non uno per la pomposità, Dahl ha allegramente cancellato gli elementi più noiosi della sua vita, di cui sono grato. Tuttavia, questo libro è un meraviglioso racconto di un'infanzia ben spesa (per la maggior parte). Per quei fan delle autobiografie, che amano leggere per capire cosa spinge una persona, questa storia dell'infanzia non deluderà. Questo libro va ben oltre per impressionare il lettore sugli eventi che hanno portato alla gioiosa giovialità per cui i suoi lettori lo adoravano.
data di revisione 04/21/2020
Goran Langshaw

Prima di quest'anno, non avevo mai letto nessuna delle opere di Dahl e quando l'ho raccolto non mi ero reso conto che si trattava di un'autobiografia. Quindi immagina la mia sorpresa quando apro il libro e non vedo nulla di stravagante o sciocco. Il che è bello, ma non è quello che mi aspettavo. Non leggere la descrizione colpisce ancora!

Comunque, questa è una bella raccolta di storie dell'infanzia di Dahl e mentre penso che forse un po 'sia abbellita (chi può ricordare tanti dettagli fin dalla prima infanzia?), Mi è piaciuta molto. Mi è piaciuta soprattutto la sua famiglia, e quanto fosse meravigliosa sua madre. Era decisamente una donna forte e impegnata a fare ciò che faceva per la sua famiglia.

Ho sicuramente visto un po 'di influenza sulle sue storie qui, il che non è sorprendente ma è stato divertente perché è come guardare i mattoni del processo creativo che viene messo in atto. Cercherò il secondo libro di questa serie se riesco a trovarlo perché mi piacerebbe arrivare a dove era effettivamente uno scrittore di lavoro e leggere di più su questo. Dahl commenta brevemente qui, ma solo per contrastare un lavoro più strutturato e "normale" con il fissare se stessi per scrivere ed essere creativi. Roba interessante

Inoltre, sono molto contento di non aver mai dovuto essere uno scaldabagno per WC esterno. O_o
data di revisione 04/21/2020
Eyde Siske

Storie assolutamente affascinanti sulla famiglia di Dahl e sui suoi primi giorni di scuola. Come dice, in realtà non è un'autobiografia, ma è i frammenti che ricorda. E puoi vedere come quei ricordi hanno informato i suoi libri e come anche la sua famiglia intelligente, unita e fantastica ha ispirato lui. Completo di illustrazioni e frammenti delle sue lettere anche a casa.
data di revisione 04/21/2020
Rosalee Gaulzetti

3 ½ stelle. Ero triste e arrabbiato per il fatto che così tanta punizione e crudeltà venivano fatte ai ragazzi nel sistema scolastico.

Roald andò in una scuola gallese per la scuola materna. L'insegnante lo ha battuto con un bastone. Sua madre lo ha poi inviato in diverse scuole di inglese pensando che fossero le migliori scuole del mondo. Ma purtroppo, in ogni scuola che frequentava, veniva picchiato con un bastone da insegnanti, presidi o ragazzi con il titolo Boazer (Prefetto). Quando Roald era un adolescente era un atleta di punta. Questo di solito lo avrebbe reso un Boazer. Ma gli amministratori non lo avrebbero reso un Boazer poiché sapevano che non avrebbe usato un bastone per picchiare i ragazzi più piccoli. Penso che questo fosse uno stile di vita orribile nelle scuole degli anni '1920 e '1930. Era molto diffuso. Molti degli insegnanti e del personale erano crudeli. A volte i ragazzi innocenti venivano accusati di cose solo per essere in grado di punirli.

ATTENZIONE - CONTENUTO VIOLENTE E GRAFICO IN SPOILER:
(visualizza spoiler)[
Per essere inscatolato, il ragazzo ha dovuto abbassare i pantaloni. Un Boazer è stato ammirato per la sua abilità di inscatolamento. Colpiva ripetutamente il ragazzo nello stesso punto e spesso disegnava sangue. Alla vittima era richiesto di stare in piedi con i pantaloni abbassati per diversi minuti, mentre altri ragazzi avrebbero esaminato attentamente i lividi della lattina nei minimi dettagli. Naturalmente anche i suoi privati ​​erano in mostra per tutti da esaminare.
(nascondi spoiler)]

C'erano altre storie che erano interessanti e non mi rendevano pazzo quanto sopra.

Questa è una saggistica: 25 brevi saggi sugli eventi nella vita dell'autore dai 6 ai 20 anni.

DATI:
Modalità narrativa: 1a persona. Lunghezza della storia: 172 pagine. Parolacce: nessuna. Contenuto sessuale: nessuno. Ambiente circostante: principalmente 1920 e 1930 Galles e Inghilterra. Copyright: 1984. Genere: autobiografia, memorie.
data di revisione 04/21/2020
Willtrude Jollimore

Questo era uno di quegli occhi aperti per me da bambino; Ho letto Boy innumerevoli volte (e a casa ho ancora l'edizione ben indossata del 1986). Il concetto di un'autobiografia era così nuovo e radicale, in un momento in cui la lettura era finta per credere e finzione; "è successo davvero", non è stato inventato! Piuttosto, un libro magico che ha aperto un altro mondo, intravede una vita che non avrei mai vissuto.

I suoi ricordi dell'infanzia e della vita scolastica sono schietti, vividi e spesso orribili. In particolare, il suo racconto della rimozione inaspettata delle sue adenoidi è rimasto vividamente con me fino ad oggi, da quando l'ho letto per la prima volta (evidentemente impresso perché anch'io avevo rimosso le mie adenoidi da bambino e la rappresentazione grafica mi ha spaventato completamente) . Racconti di vita al collegio, il fagging, le scatole di canna, cioccolata e tuck, un viaggio in auto memorabile e un'aria generale di minaccia hanno esposto un modo di vivere davvero diverso.

Leggendolo ora, sono colpito da quanto sia breve e stretto. Sembrava molto più grande da bambino (proprio come i presidi, immagino). Tuttavia, mi è piaciuto rivederlo immensamente. È anche bello scegliere quegli scorci di storie e personaggi futuri di Dahl. Questo è davvero un ottimo libro per i bambini da leggere e scoprire, tanto più che ci allontaniamo dall'era raffigurata.

Dahl dice all'inizio che tutto è vero, ma in realtà non importa in entrambi i casi. È tutta magia narrativa. Vale la pena leggere, qualunque sia la tua età. Ora, ai suoi ultimi anni ...
data di revisione 04/21/2020
Tana Sinaikin

Un racconto davvero adorabile, accattivante e divertente di un'infanzia molto adorabile, accattivante e del tutto avventurosa di un autore meraviglioso. Seguirà la recensione completa.



Blog | Instagram | Twitter | Pinterest | Shop | Etsy
data di revisione 04/21/2020
Feld Keene

Racconto divertente e commovente di una bambina degli anni '1920 in Galles, Inghilterra e Norvegia, scritta da un maestro narratore.
data di revisione 04/21/2020
Solnit Comins

Come tanti bambini, sono cresciuto con i racconti classici di Roald Dahl: James e la pesca gigante, Charlie e la fabbrica di cioccolato e Matilda. Sapevo che aveva pubblicato anche lavori per adulti, ma non ne avevo provato nulla fino a quando non mi fu chiesto di partecipare a un tour del blog prima del Roald Dahl Day (13 settembre). L'anno scorso Penguin ha pubblicato un volume di otto volumi dei racconti di Dahl, raggruppati tematicamente. Mi sono concentrato su Innocence: Tales of Youth and Guile, che si apre con una ristampa di Ragazzo (1984), la cosa più vicina a un'autobiografia scritta da Dahl. Questo nonostante il suo disclaimer prefatorio:
An autobiography is a book a person writes about his own life and it is usually full of all sorts of boring details. This is not an autobiography. … throughout my young days at school and just afterwards a number of things happened to me that I have never forgotten. … Some are funny. Some are painful. … All are true.
Il padre di Dahl era un mediatore di navi con un braccio solo che si era trasferito dalla Norvegia al Galles per il carbone. Anche sua madre, la seconda moglie di Harald, era norvegese, quindi Dahl era un norvegese a sangue pieno. Dopo la morte prematura di suo padre ha frequentato la Llandaff Cathedral School e poi il collegio e la scuola pubblica in Inghilterra. Sofie Dahl, discretamente dura, si prese cura della sua covata di sei figli e figliastri, dando loro estati magiche su un'isola norvegese e mantenendola fresca durante l'incidente automobilistico in cui il naso di Dahl era quasi reciso.

Ogni volta che si separavano, Dahl scriveva a sua madre una volta alla settimana, a colpo sicuro. Il libro include estratti di fac-simile di alcune di queste lettere, insieme a fotografie e disegni di famiglia in bianco e nero. Questo è più un album che un semplice memorandum cronologico, specialmente nel modo in cui si muove tra vignette giocose e inquietanti dai tempi scolastici di Dahl. È particolarmente delizioso individuare gli incidenti che hanno ispirato i libri dei suoi figli, come una trama per piantare un topo morto nel barattolo di gobstopper della cattiva dolce signora e le scatole di cioccolatini Cadbury di nuova ricetta che sarebbero arrivati ​​alla Repton School per essere testati da ragazzi desiderosi.

Scherzi, allodole e festività: questi sono tutti qui. Ma lo è anche la schiacciante nostalgia di casa e un amaro senso di ingiustizia nell'essere in balia degli adulti sadici. A Dahl furono rimosse le sue adenoidi senza anestesia, e a scuola ricevette e assistette a molte maledizioni. Consapevole che tali scene si stanno accumulando a disagio, affronta direttamente l'argomento:
By now I am sure you will be wondering why I lay so much emphasis upon school beatings in these pages. The answer is that I cannot help it. All through my school life I was appalled by the fact that masters and senior boys were allowed literally to wound other boys, and sometimes quite severely. I couldn’t get over it. I never have got over it.
Quando si laureò, invece di andare a Oxford o Cambridge, voleva vedere il mondo e fare avventure, così trascorse l'estate del 1934 esplorando Terranova e si unì alla Shell Company all'età di 18 anni. Il suo primo collocamento fu in Africa orientale per tre anni ; poco dopo sarebbe diventato un pilota da combattimento nella seconda guerra mondiale. Nei brevi anni trascorsi come pendolare a Londra, si rese conto di quanto fosse facile un lavoro d'ufficio dalle 9 alle 5 rispetto a guadagnarsi da vivere come scrittore. (Potrei simpatizzare.)
The life of a writer is absolute hell compared with the life of a businessman. The writer has to force himself to work. He has to make his own hours and if he doesn’t go to his desk at all there is nobody to scold him. If he is a writer of fiction he lives in a world of fear. Each new day demands new ideas and he can never be sure whether he is going to come up with them or not. … A person is a fool to become a writer. His only compensation is absolute freedom. He has no master except his own soul.
Spesso non mi piace leggere libri dal punto di vista di un bambino (in particolare romanzi con un narratore di bambini) perché trovo che la voce possa suonare falsa. Non così qui. Quasi 60 anni dopo, Dahl poteva usare la memoria e l'immaginazione per abitare appieno il suo sé d'infanzia e dare un'affascinante indagine sugli eventi importanti della sua vita fino all'età di 20 anni. Consiglio vivamente Ragazzo sia per i lettori di fiction che per quelli di saggistica.


[Mi sono tuffato Trickery: Tales of Inganno e astuzia e in particolare è piaciuto "The Wish", in cui un ragazzo immagina che un tappeto sia un serpente e poi vi cade dentro, e "Princess Mammalia", un Princess Bridecommedia nera in stile su un reale che decide di strappare il potere a suo padre ma si fa rivoltare la sua malvagità. Prenderò anche io Paura, La serie curata di storie di fantasmi di Dahl di altri autori, nel mese di ottobre per la sfida del PIR.]


Originariamente pubblicato sul mio blog, Bookish Beck.
data di revisione 04/21/2020
Sybil Gillogly

Sono molto appassionato di leggere libri sulle amare esperienze dei bambini. Forse credo nella psicologa americana, la convinzione di Erik Fromm che "per capire i bambini, noi, adulti, proviamo di nuovo a pensare come un bambino". Sfortunatamente, non tutti gli adulti sono consapevoli di questo fatto. Ecco perché lo scopo principale della letteratura è educare le persone alla vita, fondamentalmente alla vita dei bambini. Ho letto alcuni libri sui bambini. Non riesco quasi mai a dimenticare Angela's Ashes di Frank McCourt (5 stelle), The Butcher's Boy di Patrick McCabe (3 stelle), i libri di Torey Hayden come The Innocent Child e il suo sequel The Tiger's Child (sono stato così generoso da criticare entrambi 5 stelle in quel momento in cui non ero ancora critico su Good Reads.) Ho anche pianto su libri classici come Oliver Twist e David Copperfield di Charles Dicken. Anche l'amato da Toni Morrison, uno dei miei scrittori di finzione preferiti, mi ha dato un pugno sul petto anche se il personaggio è un giovane adolescente che dà sensazioni inquietanti. Per i libri locali, uno è il Connecting the Dots di Gojo Cruz (5 stelle) il cui autore mi ha spazzato via. (ride) Tali libri sono immersi nello stesso tema: la crudeltà umana nei bambini, forse, per ignoranza.

Questo libro di Road Dahl è uno dei libri sopra. Questo potrebbe essere pensato per far ridere i lettori. Certo che l'ho fatto. Tuttavia, il vero punto forte di questo, persino Dahl lo ha ammesso alla fine della storia, sono le sue miserabili esperienze di studente nelle mani dei suoi capi di istituto, insegnanti e matrone. (o preferiresti metterlo senza mezzi termini, sotto il sistema educativo marcio in Gran Bretagna a quel tempo) Dahl ha raccontato di essere un bambino così povero e innocente. Era un archetipo dell'educazione educativa. Era stato picchiato molte volte. Così avevano i suoi compagni di classe. Era stato umiliato e trattato ingiustamente. Così avevano i suoi compagni di classe. Certo, mi sono abbandonato alle sue storie dette. Se fossi stato il suo compagno di classe in quel momento, sarei stato così provocatorio che avrei potuto essere avviato. (ride) Quindi, il titolo di questo libro si adatta a tutte le storie: Boys: Tales of Childhood.


Voglio sempre essere un difensore attivo dei diritti dei bambini, in particolare della loro istruzione. Come Dahl, sono stato anche vittima di un'educazione sbagliata da parte di insegnanti che potrebbero essere stati ignoranti della psicologia infantile. Come insegnante ora, credo nell'insegnare agli studenti in base al loro individualismo.

La cosa positiva di questo è che Road Dahl è stato ancora in grado di farci ridere nonostante quei sentimenti negativi. Era come un amico che ho appena fatto, condividendo le sue storie di Thomas-Sawyer. L'atmosfera che ha creato era così amabile che ho provato simpatia per lui. Inoltre, leggere è stato così facile a differenza delle altre autobiografie o romanzi sui bambini che richiedono un livello superiore di pensiero. Ha narrato le sue storie età per età e ogni frase è ben scritta. Dal momento che è un libro per bambini, spero che i giovani lettori ne traggano preziose lezioni. E non penso che dovrebbe essere bandito dalle mani dei giovani lettori proprio come quello che è successo alla sua Charllie e alla Chocolate Factory che hanno ricevuto critiche negative. Dovere sulle loro realtà distorte! ^^

Road Dahl ha detto nella sua prefazione che un'autobiografia per lui è piena di ogni sorta di dettagli noiosi. Se lo prendo per le sue parole, quello che intendeva dire credo che sia come quello che il famoso scrittore americano William Arthur Ward disse:

“L'avventura della vita è imparare. Lo scopo della vita è di crescere. La natura della vita è cambiare. La sfida della vita è superare. L'essenza della vita è prendersi cura. L'opportunità di like è di servire. Il segreto della vita è osare. Il sale della vita è fare amicizia. La bellezza della vita è dare. "

Yippee! ^^

data di revisione 04/21/2020
Ovida Gondolfi

Non so se fosse il libro stesso, la mia affinità con Roald Dahl o la narrazione di Dan Stevens, ma l'ho assolutamente adorato e, come ascoltare le vecchie storie di tuo nonno, sicuramente lo ascolterei di nuovo.
data di revisione 04/21/2020
Broder Maeder

Di solito non sono uno per le autobiografie, ma questo ha scosso. Ronald Dahl era un bambino fortunato. Per fortuna non è stato ucciso molte volte dagli eventi della sua vita e dalle fantastiche avventure e ricordi che aveva il privilegio di avere.
Ti darò il mio estratto preferito da questo libro.
"Non ci vorranno due secondi", ha detto il medico. Parlò dolcemente e fui sedotto dalla sua voce. Come un asino, ho aperto la bocca.
La minuscola lama balenò nella luce intensa e scomparve nella mia bocca.

Devi leggere il libro per scoprire quale fu il risultato di quell'incontro. Ancora meglio era la sua storia sulla signora Pratchett e il topo che mette nel suo barattolo di caramelle. Quella aveva le lacrime che mi uscivano dagli occhi dal ridere così forte.
data di revisione 04/21/2020
Watts Rennie

Quale bambino non è completamente innamorato delle storie scritte da Roald Dahl? Del resto, quale adulto non ha un posto speciale nel loro cuore per i suoi racconti audaci, fantastici, magici e capricciosi? Charlie & The Chocolate Factory, James & The Giant Peach, Fantastic Mister Fox, Matilda. Per citarne solo alcuni. Per non parlare della sua altrettanto magnifica narrativa / saggistica per adulti.

Ecco la possibilità di uno sguardo dietro le quinte nel mondo di questo narratore. Com'era l'infanzia di quest'uomo ad avere l'immaginazione necessaria per storie così grandiose? Come sono stati i suoi anni formativi? La sua famiglia? Amici? Nella sua adolescenza, sapeva di voler diventare uno scrittore?

Ragazzo: Tales of Childhood risponde a queste domande allettanti, e altro ancora. I lettori vengono a conoscenza delle avventure personali di Roald di sette anni con lo shoppe di caramelle in fondo alla strada, che senza dubbio ha ispirato la fabbrica di cioccolato di Willy Wonka e una donna che possiede lo shoppe che condivide somiglianze con i personaggi di The Magic Finger, persino Matilda. A parte questo, è uno sguardo storicamente accurato alla vita in Inghilterra / Galles nei primi anni del ventesimo secolo, dall'inizio delle automobili alle discutibili pratiche mediche ai collegi inglesi all'industria economica dell'epoca.

Viene allevato da due genitori amorevoli in Norvegia, fino alla morte di sua sorella Astri, seguita poco dopo dal suo defunto padre (probabilmente attribuibile al dolore per la figlia prediletta). Frequenta la Llandaff Cathedral School per due anni, fino a quando sua madre tesa, allevando lui e i suoi fratelli da soli e deciso a seguire i desideri del suo defunto marito che i suoi figli abbiano un'istruzione preparatoria inglese ("Il meglio è il mondo"), invia Roald Dahl a San Pietro a Weston-super-Mare, nel Somerset. Sua madre e i suoi fratelli (due dal primo matrimonio del defunto padre, tre sorelle con la propria madre, meno Astri, che ne fece quattro!) Rimasero nel vicino Galles.

A nove anni, il collegio era comprensibile un'esperienza solitaria e intimidatoria. Dai suoi ricordi del Preside e di Floor Matron, ai lettori viene data l'innegabile ispirazione per quello che è diventato il romanzo Matilda.

Il ruolo del preside continua a essere centrale nella vita di Roald quando inizia la Public School a tredici anni, questa volta a Repton vicino a Derby. La sua famiglia si era trasferita nel Kent da allora. Altri aneddoti sui suoi primi anni vengono raccontati, spesso accattivanti, sempre esilaranti. Come fotografo (dilettante), ero straordinariamente elettrizzato all'idea della sua affinità per questo. Fu anche un capitano inaspettato per Fives (simile alla pallamano) e Squash durante questi anni.

A Repton, Roald e i suoi compagni di classe ricevettero scatole di cioccolatini da The Cadbury Corporation, in cambio del loro feedback su ogni pezzo. Un'ottima strategia del gruppo di test di marketing da parte loro, ma, ancora meglio, un altro ricordo d'infanzia che ha contribuito a Charlie & The Chocolate Factory!

A diciotto anni, abbandonando l'università, Roald inizia una carriera prospera presso la Shell Company in Inghilterra. Due anni dopo, la compagnia lo riassegna a un incarico in Africa orientale, per la sua gioia. Sfortunatamente, pochi anni dopo, nel 1939, nasce la seconda guerra mondiale, trasferendo nuovamente Roald, questa volta a Nairobi, poi in tutto il Mediterraneo, fungendo da pilota della Royal Air Force. Ahimè, come promette l'autore, questa è un'altra storia (pubblicata in seguito come Going Solo). Going Solo

Inclusi in questo sono ritratti personali di Roald a varie età (un bambino adorabile, un adolescente ambizioso, un giovane bello e affascinante), fotografie di famiglia, luoghi in cui ha vissuto, frequentato per la sua prima educazione, visitato, eccetera. Naturalmente, per tutto il resto ci sono gli iconici schizzi e scarabocchi di Quentin Blake (i lettori ricorderanno la stessa mano che ha illustrato tutte le storie dei loro bambini preferiti).

Per vent'anni, dal 1925 al 1945, sua madre salvò coscienziosamente le oltre seicento lettere di Roald, scritte con diligenza e diligenza anno dopo anno. Un archivio inestimabile, soprattutto per uno scrittore come lui, che gli è stato regalato sul letto di morte di sua madre. Parti di questi sono intrecciate tra il testo (mostrando così la calligrafia in evoluzione del giovane Roald), completando in modo colorato ma autenticamente autentico, raccontando una storia quasi grandiosa come la finzione che ha scritto per decenni.

È stato un vero piacere, dato che Roald Dahl è uno dei miei autori preferiti di libri per bambini. Molti condividono i miei sentimenti. Che riposi in pace.


data di revisione 04/21/2020
Kimbra Treider

Leggere questo è stato un vero piacere, poiché i libri di Roald Dahl erano tra i nostri preferiti quando i miei figli erano più piccoli. Non mi sono ancora avventurato seriamente nei suoi libri per adulti. Ho provato a leggerne uno, ma era buio, ero seduto da solo in macchina e mi sono spaventato molto. Voglio ancora provarli e non mi sono ancora arreso. Comunque sto divagando. Questa è una lettura facile e veloce per quanto riguarda le autobiografie. Non è un'autobiografia completa, tuttavia, solo storie divertenti sulla sua infanzia. Mi è sempre piaciuto lo stile di scrittura di Dahl.

Questa parte mi ha toccato. Roald Dahl fu mandato in collegio all'età di nove anni.
“Dalla mia prima domenica a San Pietro fino al giorno in cui mia madre morì trentadue anni dopo, le scrissi una volta alla settimana, a volte più spesso, ogni volta che ero lontano da casa. Le scrivevo ogni settimana da San Pietro e ogni settimana dalla mia prossima scuola, Repton, e ogni settimana da Dar es Salaam nell'Africa orientale, dove ho svolto il mio primo lavoro dopo aver lasciato la scuola, e poi ogni settimana durante la guerra dal Kenya, dall'Iraq e dall'Egitto quando stavo volando con la RAF.
Mia madre, da parte sua, conservava ognuna di quelle lettere, legandole accuratamente in fasci ordinati con nastro verde, ma questo era il suo segreto. Non mi ha mai detto che lo stava facendo. Nel 1957, quando seppe che stava morendo, ero in ospedale a Oxford per un'operazione seria sulla schiena e non potevo scriverle. Quindi aveva un telefono appositamente installato accanto al suo letto per poter avere un'ultima conversazione con me. Non mi ha detto che stava morendo e nessun altro per quella faccenda perché ero in una condizione abbastanza seria in quel momento. Mi ha semplicemente chiesto come stavo e sperava di guarire presto e mi ha mandato il suo amore. Non avevo idea che sarebbe morta il giorno dopo, ma sapeva bene e voleva raggiungermi e parlarmi per l'ultima volta. ”

E suo padre:
“Ha nutrito una curiosa teoria su come sviluppare un senso di bellezza nelle menti dei suoi figli. Ogni volta che mia madre rimase incinta, aspettava fino agli ultimi tre mesi della sua gravidanza e poi le annunciava che dovevano iniziare le "gloriose passeggiate". Queste gloriose passeggiate consistevano nel portarla in luoghi di grande bellezza in campagna e svegliarsi con lei per circa un'ora ogni giorno in modo che potesse assorbire lo splendore dei dintorni. La sua teoria era che se l'occhio di una donna incinta osservasse costantemente la bellezza della natura, questa bellezza sarebbe in qualche modo trasmessa alla mente del nascituro nel suo grembo e quel bambino sarebbe cresciuto fino a diventare un amante delle cose belle. Questo è stato il trattamento che tutti i suoi figli hanno ricevuto prima della nascita. "
data di revisione 04/21/2020
Creight Viken

Da BBC Radio 4 - Drama:
Per celebrare il centenario della nascita di Roald Dahl, una drammatizzazione completa delle storie della sua infanzia. A volte magiche, a volte grottesche ma sempre vere, le storie della fanciullezza di Dahl sono straordinarie quanto l'acclamata finzione che avrebbe continuato a scrivere da adulto.

"Un'autobiografia è un libro che una persona scrive sulla propria vita. Di solito è piena di ogni sorta di dettagli noiosi. Questa non è un'autobiografia."

La storia dell'infanzia di Roald Dahl è piena di eccitazione e meraviglia ma anche terrore e grande tristezza. Apprendiamo le sue esperienze nei collegi crudeli, il suo audace complotto del grande topo, i pericoli di Boazers, il piacere / dolore della pasticceria locale e il suo tempo da assaggiatore di cioccolato. Solo alcuni dei meravigliosi, straordinari eventi che senza dubbio hanno continuato a ispirare i suoi libri più venduti.

Patrick Malahide fornisce la voce di Dahl in un colorato adattamento di Lucy Catherine.

Drammatizzato da Lucy Catherine

Diretto da Helen Perry
Una produzione BBC Cymru / Galles.


http://www.bbc.co.uk/programmes/b07hwhgc

data di revisione 04/21/2020
Marguerie Roese

Penso che Roald Dahl sia probabilmente il miglior narratore per bambini. Quando il mio insegnante di terza elementare ha letto "Charlie and the Chocolate Factory" alla nostra classe, ricordo di aver pensato: "Questo ragazzo è davvero bravo". Ma buono come "Charlie and the Chocolate Factory" è (o The Twits o The Witches o Matilda o scegli il tuo preferito), è "Boy", il suo libro di memorie o l'infanzia scritto per bambini, che ho letto così tante volte che la copia Ho scoperto che nel mio seminterrato la scorsa settimana è stato completamente distrutto. Scrive per bambini da bambini, non bambini da adulti meno intelligenti. Posso solo immaginare che continuerò a rileggere questo libro nel futuro. Probabilmente dovrei investire in una nuova copia.
data di revisione 04/21/2020
Beckerman Fellers

Normalmente mi piace molto conoscere l'infanzia e la vita degli autori, c'è qualcosa che trovo assolutamente affascinante! Ma questo si è rivelato piuttosto una delusione. A volte è stato un po 'ripetitivo e monotono e ho trovato il mio interesse davvero calante e ho dovuto impedirmi di sfogliare la storia. Alcuni pezzi erano interessanti ma l'ho trovato abbastanza noioso in generale.

Lascia una recensione per Ragazzo: Tales of Childhood