Homepage > Classics > Finzione > HistoricalFiction > L'uomo di proprietà Recensioni

L'uomo di proprietà

The Man of Property
Da John Galsworthy
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
9
Bene
13
Media
6
Male
1
Terribile
1
L'oggetto più apprezzato nella collezione di cose belle di Soames Forsyte è sua moglie, l'enigmatico Irene. Ma quando si innamora di Bosinney, un architetto senza un soldo che rifiuta completamente i valori di Forsyte, la loro relazione sfiora una serie di eventi che possono solo finire in disgrazia e disastro. John Galsworthy affronta il suo tema della scomparsa delle classi medio-alte

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Deny Lardizabal

I primi due capitoli sopraffanno l'umile lettore con Too Many Damn Characters, che sembrano avere tutti 75 anni. Per ottenere questo pacchetto di Forsyte nella tua testa, quindi, puoi consultare l'albero genealogico stampato in modo utile nella parte anteriore del libro, dove vedrai che l'originale Jolyon Forsyte aveva dieci figli

Ann (zia Ann)
Jolyon (Old Jolyon)
James
Swithin
Roger
Julia (zia Juley)
Hester (zia Hester)
Nicholas
Timoteo
Susan

Alcuni dei quali ne hanno sette o otto e così via.

Ma il mio consiglio è, per quanto utile, questo albero genealogico sembra essere, NON LO GUARDA. Perché (ovviamente!) È pieno di spoiler - questa persona sposa quella persona, quella divorziando da questa e la sposa invece. Quindi davvero puoi guardare l'albero genealogico solo quando hai letto tutti e nove i romanzi della saga. Non molto utile, quindi.

John Galsworthy, il nostro narratore sempre affabile, ultra-clubbable, gradualmente, a un ritmo piacevole (questa non è una storia poliziesca bollita), si svolge, con l'uso di molte, molte virgole, clausole e persino, un ostacolo per il lettore moderno, una mano libera con il punto e virgola, la situazione di questa banda squallida di Forsytes. Non per un momento non abbiamo dubbi su ciò a cui questo romanzo è interessato:

1. La classe media superiore (non la metà media e non la parte superiore inferiore). E certamente non i poveri - la loro parte in questa saga è quella di apparecchiare la tavola e portare la zuppa e una bottiglia dei migliori campioni ed essere rapidi.

2. La centralità della proprietà. Tutto è proprietà - case, azioni e azioni, mutui, fabbriche e, sì, mogli - la storia principale di guai qui è il declino e la caduta del matrimonio di Soames con Irene e come la moglie è proprietà del marito. O forse no.

Galsworthy gioca con il lettore. È felice di farci entrare nel funzionamento delle menti di molti personaggi, ma non di Irene. Quindi, se vogliamo sapere perché esattamente ha iniziato a detestare suo marito, dovremo indovinare. Soames afferma di non sapere il perché. È una trattenuta esasperante ma molto deliberata delle informazioni in un romanzo che è altrimenti felice di raccogliere grandi balle di informazioni dal retro di Brougham.

In verità questa è una soap opera satirica e satirica, e niente di sostanzialmente sbagliato in questo. Anche se Galsworthy alla caduta di un cappello dell'opera ama improvvisamente passare alla modalità ronzante retorica di fantasmi esagerati:

Il resto dei giardini loro, i giardinieri, spazzarono abbastanza nudi, rimuovendo ogni mattina la pioggia di foglie della Natura; accumulandoli a cumuli, da dove fuoriesce un fuoco lento e dolce il fumo acre che, come la nota del cuculo per la primavera, il profumo dei tigli per l'estate, è il vero emblema dell'autunno. Le anime ordinate dei giardinieri non potevano sopportare il motivo oro e verde ruggine sull'erba. I sentieri di ghiaia devono trovarsi senza macchia, ordinati, metodici, senza conoscenza delle realtà della vita, né di quel lento e bello decadimento che lancia corone sotto i piedi per fissare la terra con glorie cadute, da cui, mentre il ciclo rotola, salterà di nuovo selvaggia primavera .

Sicuramente non ti è permesso usare "da dove" due volte su una pagina se non stai scrivendo una trilogia fantasy per giovani adulti?

A volte può essere difficile sapere se JG sta avendo un pop con gli atteggiamenti prevalenti o sta promuovendo un atteggiamento se stesso:

Vestendosi bene e bene, apparteneva a un club femminile, ma non era affatto il tipo nevrotico e lugubre del membro che pensava sempre ai suoi diritti.

All'inizio pensavo che non avrei mai accettato questo brutto equipaggio di camicie imbottite, ma Galsworthy è bravo, la sua voce è seducente, conosce le sue cipolle e non ha paura di un problema difficile (stupro coniugale). Sembra che i critici abbiano finalmente consegnato il degno signor Galsworth alla metà superiore della divisione B e probabilmente è giusto. Ma a volte l'aria nella Divisione A può diventare tremendamente sottile e puoi aspettare per sempre un omnibus.

data di revisione 04/21/2020
Barclay Longe


Ricordo che il recente adattamento televisivo della BBC di questo libro - e presumibilmente uno o più dei suoi sequel - è stato mostrato in televisione quando ero un adolescente. Non l'ho guardato, probabilmente perché era rivolto agli adulti e da tredici anni non ero un grande fan delle serie drammatiche di cofano e abito lungo. Un vero peccato, perché se la serie televisiva è stata buona come questo libro, deve aver fatto davvero un'ottima visione.

Questo è il primo romanzo di quella che alla fine è diventata una saga familiare multi-generazionale di nove romanzi. Riguarda la famiglia allargata Forsyte, una ricca famiglia borghese londinese di agricoltori yeoman. All'inizio del romanzo, tutti e dieci i fratelli Forsyte anziani sono ancora vivi. Il loro padre aveva fatto soldi e si trasferì a Londra, dove i sei figli della famiglia si dedicarono con successo agli affari e alle professioni. Alcuni fratelli Forsyte sono sposati, altri no. Alcuni hanno figli da portare con il cognome, altri sono senza figli. Ciò che distingue un vero Forsyte, tuttavia, non è l'appartenenza a una famiglia ricca e di successo, ma una filosofia particolare. L'acquisizione è una descrizione un po 'semplicistica ma tuttavia accurata di quella filosofia. L'avidità è un'altra.

Non sono sicuro di cosa mi aspettassi quando ho iniziato ad ascoltare l'edizione dell'audiolibro del romanzo. Tuttavia, ero in vena di un'altra saga familiare multi-generazionale, avendo appena letto il notevole Thomas Mann Buddenbrooks: il declino di una famiglia. I romanzi sono ambientati all'incirca nello stesso periodo e affrontano molte delle stesse preoccupazioni, tra cui il matrimonio, la posizione delle donne e il ruolo della famiglia come unità economica - con Mann che si concentra maggiormente sulla famiglia nel suo insieme e Galsworthy sugli individui all'interno della famiglia. Entrambi i romanzi presentano un narratore onnisciente e ironico, sebbene in Buddenbrook il narratore è piuttosto più distaccato del narratore in L'uomo di proprietà.

Ciò che non mi aspettavo di trovare in questo romanzo è una satira pungente sui valori della tarda classe media vittoriana. Il poco che ho letto su Galsworthy (grazie, Wikipedia!) Indica che era un attivista sociale che aveva fatto una campagna per questioni come i diritti delle donne, la riforma carceraria e il benessere degli animali. Gli atteggiamenti progressisti di Galsworthy sono rivelati nel testo in un modo non particolarmente sottile. Tuttavia, ciò che la sua scrittura manca di sottigliezza è più che compensato da ironia, umorismo, eccellente prosa, personaggi memorabili e una vivida evocazione di tempo e luogo.

Quando ho acquisito l'audiolibro, non ho notato che era narrato da David Case. Conosciuto anche come Frederick Davidson, il defunto Mr Case è un narratore che generalmente evito. Inizialmente pensavo che il suo drawl interessato mi avrebbe fatto gettare il mio iPod contro il muro. Tuttavia, mi sono reso conto abbastanza presto che il suo tono superbo si adatta perfettamente al romanzo e che le sue voci per tutti i personaggi erano giuste. Per fortuna il mio iPod è emerso indenne dall'esperienza.

data di revisione 04/21/2020
Latreece Wascher

Come un bambino inglese degli anni sessanta c'erano diverse parti da scegliere: Beatles o Stones? Mod o Rocker? Irene o Soames? Tutti nella nostra strada avevano una vista. Le femministe sostenevano Irene, i tradizionalisti (bigotti) erano per Soames. Gli uomini sostenevano Soames, donne, Irene. Gli uomini che avevano visto il BBc erano per Irene perché Nyree Dawn Porter raggiunse altezze di grazia e bellezza che rallentarono il sangue, quindi lo accelerarono. Avevo solo 10 anni e non sapevo davvero di cosa stessero parlando. Ho appena letto il libro e ora almeno so perché stavano parlando. È una storia fantastica e questi due sono probabilmente la scelta di un raccolto di personaggi memorabili e attentamente osservati. I Forsytes sono fuori moda. Il recente adattamento televisivo non è riuscito a far parlare chiunque, e Galsworthy è spesso considerato lo scrittore inglese sbagliato ad aver vinto il premio Nobel. OK, non era un modernista; il suo stile era decisamente fuori moda, ma era dannatamente bravo in quello che faceva. Mi ci è voluto molto tempo per iniziare a leggere il primo volume. Il resto seguirà presto.
Oh, e non posso decidere. Sono un po 'innamorato di Irene, ma Soames ... che personaggio!
data di revisione 04/21/2020
Ramsdell Negroni

"Giustizia, non c'è giustizia per gli uomini, perché sono per sempre al buio"

In alcuni romanzi, l'ammirazione dell'autore per le loro creazioni è evidente; in varia misura, un romanziere ti farà entrare chi è il loro preferito, a volte in modo fastidioso (tanto quanto mi sono piaciuti i libri di Harry Potter, il ritornello di "Harry, Ron ed Hermonie" che ha iniziato costantemente i capitoli è diventato, oserei dire, faticoso).

Qui il lettore non ha la sensazione che Galsworthy ammiri davvero nessuno dei suoi argomenti, forse si aspetta da Old Jolyon e Young Jolyon. A volte ricordava il modo in cui viviamo di Trollope; come quel meraviglioso romanzo, ha costruito una storia che ha messo in discussione idee di principio alla base dell'alta classe. Qui, Galsworthy identifica tutto con la proprietà; anzi, un momento redentrice nel romanzo, quando un personaggio giunge a una consapevolezza del suo comportamento e con una portata più ampia di se stesso, viene definito come un comportamento poco pratico (e, quindi, nel linguaggio dei Forsyte, inutile).

Qui vediamo la nozione di proprietà come principio portato al suo estremo, ed è inquietante. Per tutti gli spettacoli televisivi che ora si basano su uno shock e una violenza persistente, sono i romanzi silenziosi che vengono alla ribalta che, secondo me, sono i più risvegliati e potenti. Il romanzo Disgrace di JM Coetze fa lo stesso, quasi nello stesso modo: le idee di proprietà e possesso che sembrano sane ma portate all'estremo sono viste come la fonte di così tanto dolore. Abbiamo qui, ed è difficile vedere il personaggio allo stesso modo, è difficile perdonarlo, anche se ha quella realizzazione redentrice non pratica.

Dobbiamo sempre vivere per sempre nel buio, avendo così un vero senso di giustizia che ci allude? Questa sembra essere la domanda del romanzo e dipende dalla nostra suscettibilità a rigidi modi di vivere, alla ricerca puramente egoista.

Avevo intenzione di leggere gli altri in questa serie, con i libri 2 e 3 pronti per me nell'audiolibro durante il mio tragitto giornaliero. I Forsyte, finora, hanno dimostrato di essere come un lato della tua famiglia (o dei suoceri) di cui sei ansioso di conoscere e forse di pettegolezzi e di visitare brevemente, ma anche di sentirti un po 'sollevato quando sali sull'aereo andare a casa. "Più vedo le persone", scherza il giovane Jolyon, "più sono convinto che non siano mai buone o cattive - solo comiche o patetiche". Dickens credeva nelle anime buone come luci del mondo, nelle viscere del fumetto o patetico; e per quanto possa essere d'accordo con i sentimenti di Young Jolyon, se mi viene chiesto una risposta assoluta, mi sento meglio con l'illusione che il mondo sia un po 'più Dickensiano, a volte contro ogni prova contraria.

A+
data di revisione 04/21/2020
Agler Bisking

Ambientato a Londra alla fine del XIX secolo, questo è il primo volume di una trilogia (senza contare gli intermezzi) che descrive le fortune in evoluzione della famiglia Forsyte. Tutti loro, almeno in questa prima parte, sottoscrivono più o meno la stessa "filosofia familiare": proprietà (risparmia e mantieni). Non diversamente da molti altri inglesi, allora come adesso, preoccuparsi delle scale di proprietà, "comprare per lasciare", e cosa no.

Non succede molto, ma è sempre sorprendente e spesso divertente, specialmente quando le circostanze richiedono che il motto della famiglia venga ignorato. Ottima lettura della luce. In attesa di altri libri e molto felice di non aver visto nessuno degli adattamenti della serie TV per rovinare il divertimento.
data di revisione 04/21/2020
Eldred Vigneau

"Aveva dimenticato da tempo come si fosse librato, lento e pallido, con i baffi laterali di color castagna, attorno a Emily, nei giorni del suo corteggiamento. Aveva da tempo dimenticato la casetta nel purlieus di Mayfair, dove aveva spiato i primi giorni della sua vita matrimoniale, o meglio, aveva dimenticato da tempo i primi tempi, non la casetta, -a Forsyte non aveva mai dimenticato una casa-lui l'aveva poi venduto con un chiaro profitto di quattrocento sterline . "

So di averlo letto alla fine degli anni '20 o all'inizio degli anni '30, ma non ricordo molto della storia, quindi sono stato felice di riprenderla per quel motivo. Ma mi chiedo anche se non mi ha attaccato perché l'ho letto troppo giovane. Sospetto di aver capito molto meglio i temi, le motivazioni dei personaggi e la satira ora che sono più vecchio e un lettore migliore. È stato anche interessante da leggere poiché il personaggio di St. John Clark da A Dance to the Music of Time è stato presumibilmente modellato su Galsworthy.

Pubblicato nel 1906, The Man of Property, è il primo libro della saga di Forsyte a 9 libri, si legge come un romanzo vittoriano e si svolge nel tardo periodo vittoriano. "Man of Property" è Soames Forsyte, la seconda generazione di una famiglia inglese di classe medio-alta molto rispettabile. Tutti i Forsyte apprezzano il denaro e i beni e uno dei beni più preziosi di Soames è la sua bellissima moglie, Irene, che non lo ama. Un'altra importante trama è quella dell'antico Jolyon, il patriarca della famiglia che desidera riconciliarsi con il figlio disonorato. In molti modi, questo è un romanzo molto insaponato pieno di affari e pettegolezzi. Ma è anche abbastanza commovente e commovente e con un acuto morso satirico. E quel finale! Pow! L'edizione che ho letto (non nella foto) contiene anche la novella / epilogo Indian Summer of a Forsyte che è interessante da leggere, ma in qualche modo diluisce il potere della pagina finale di The Man of Property.
data di revisione 04/21/2020
Charlene Dautrich

Questo è il primo libro dei nove volumi Forsyte Saga. Non ho guardato la serie tv quindi non avevo particolari aspettative su questo libro, ma mi è piaciuto molto. La storia della grande famiglia Forsyte è raccontata in terza persona con ironia e arguzia. L'evento centrale è l'affare di Irene Forsyte con il giovane architetto impoverito Bosinney e come suo marito Soames gestisce la faccenda (non molto efficacemente), tuttavia il clan dell'alta borghesia di Forsytes è pieno di membri interessanti. Ho adorato il modo in cui sono state descritte sia le caratteristiche fisiche che le personalità dei personaggi. Secondo il suocero di Irene, Bosinney è "più nitido di quanto avesse pensato e più bello di quanto sperasse".

Il libro affronta molte questioni, tra cui il sistema legale, gli allontanamenti familiari, la posizione delle donne nella società e l'invecchiamento. Non so se avrei dovuto simpatizzare con Irene, che aveva sposato Soames per i suoi soldi, ma sentivo davvero che sia il fidanzato di Soames che quello di Bosinney erano mal usati da lei.

Dubito che leggerò l'intera saga, ma sicuramente leggerò il prossimo libro. La narrazione di David Case sull'audiolibro è stata eccellente.
data di revisione 04/21/2020
Erick Yantis

Non è un libro che consiglierei a tutti: che ti piaccia o no dipende semplicemente dal fatto che ti piaccia o meno questo stile di storia. Uno in cui non una persona, ma una famiglia è la protagonista. E uno in cui tutto procede abbastanza lentamente. Detto questo, è ancora un libro eccellente, e il cui messaggio è ancora valido e importante oggi. Sono stato particolarmente colpito dall'atteggiamento sorprendentemente progressista di Galsworthy. È ovvio che mentre satira i Forsyte (non molto sottilmente), lo fa con un occhio acuto e molto critico. Mi è piaciuto, anche se spesso mi rendeva nervoso e ansioso mentre gli eventi si svolgevano in modi inevitabili ma a volte inquietanti.
data di revisione 04/21/2020
Epifano Orland

È l'inizio del 1967 e mia madre è stata coinvolta nella produzione di The Forsyte Saga. Per 26 settimane ha guardato quello spettacolo e ha seguito quella famiglia. Leggeva anche i libri e da ragazzo di 14 anni non avevo la minima idea del perché lo avrebbe fatto! Ora, 51 anni dopo l'ho capito !! Ho appena finito il libro 1 di questa Saga e mi tufferò nel resto. Una storia familiare ben scritta sui Forsyte e su tutte le loro relazioni. Molte domande sorgono nel libro 1. Perché Irene ha sposato Soames Forsyte? Che cosa ha fatto che l'ha trasformata in ghiaccio freddo per lui? Perché ci stiamo concentrando su Irene quando la vera persona lesa sembra essere la nipote del vecchio Jolyon, Joan? Perché non siamo più arrabbiati per l'impegno di Joans con Bosinney? Perché l'Old Jolyon è un tale dolore reale in quel bagno !! E perché tutti i fratelli e i loro discendenti si disprezzano? Perché così poco sulle altre donne della famiglia? E che ne dite di ciò che l'autore ha scritto sulla morte di zia Ann e di come ciò abbia iniziato la dissoluzione della famiglia, come se fosse la colla che teneva tutti insieme. Queste e altre domande riceveranno una risposta in futuro.
Questo è un libro facile da leggere e per me è stato molto divertente mettermi nei panni della mia defunta mamma e godermi questa meravigliosa storia di famiglia. Negli ultimi 3 anni mi sono appassionato a Dickens, Trollope, Delderfeld e ora Galsworthy!
data di revisione 04/21/2020
Dolli Juul

Mia madre adorava questo libro, forse perché la famiglia di mio padre era l'immagine sputata dei Forsyte. Misericordiosamente, non era Irene, anche se mio padre aveva una certa pallida somiglianza con Soames.

Vorrei che Galsworthy avesse conservato un editore migliore o avesse ascoltato meglio il suo editore. Durante la morte di Old Jolyon, i suoi occhi "brillano" così spesso che mi aspettavo una voce fuori campo di Carl Sagan. Galsworthy sopporta così pesantemente e ovviamente il materialismo del clan Forsyte che questo lettore si è ritrovato a mormorare: "Sì, sì, ho capito, andiamo avanti". Alcune scene non sono realmente pertinenti alla storia: l'intera morte di Old Jolyon avrebbe potuto essere compressa in 1/4 della lunghezza. Come molti scrittori, Galsworthy si innamora della propria scrittura lirica più di quanto non faccia bene ai suoi romanzi.

Quando eravamo giovani donne e elettrizzate dal tumulto del Movimento delle donne, ricordo di aver ascoltato con orrore le storie di molte donne nel nostro Gruppo di sensibilizzazione confessano di essere state stuprate dai mariti o dai fidanzati viventi. È stato davvero uno stupro, ci siamo chiesti? I Forsyte non hanno dubbi su questo crimine, anche se non fanno nulla al riguardo quando si scopre che Soames ha violentato Irene. Come avevamo dimenticato questo?

Galsworthy è geniale nell'esplorazione della mescolanza di tenerezza nel trattamento di suo padre da parte di Soames con la violenza del suo trattamento di Irene. Non ci piace Soames, eppure, lo capiamo. Ma Irene rimane sempre una cifra. Perché ha sposato un uomo che l'ha respinta? Come donna, dubito che il corteggiamento ostinato di Soames sarebbe stato sufficiente. Sembra non cambiare mai, ma essere sempre, semplicemente, The Perfect Lady. Che strano trovarmi più impegnato con uno stupratore che con la sua vittima!

data di revisione 04/21/2020
Lamoureux Prevatt

Un inizio fantastico per la trilogia La saga dei Forsyte. È piuttosto rinfrescante leggere della classe medio-alta; la mia letteratura in passato tendeva a concentrarsi sull'aristocrazia (o almeno sulla classe superiore) o sul lavoratore / povero. Ha senso poiché in quel momento la classe media stava crescendo e, forse, molto comprensibilmente erano ossessionati dal denaro e dalla "proprietà". Fu per questo che un uomo cercava di aumentare la sua prosperità e garantire un posto per la sua famiglia. L'istruzione e la cultura andavano molto bene, ma il denaro era la base su cui si basavano e, alla fine, era l'unica cosa che contava davvero.

Soames, il 'coming man' incarna i valori di questo modo di pensare della classe medio-alta. Proviene da una famiglia benestante ed è intento a lavorare sodo, aumentando la sua prosperità e affermandosi come un uomo di conseguenza. Sua moglie, Irene, potrebbe non sentirsi allo stesso modo anche se è così silenziosa e ritirata che è difficile da dire.

I protagonisti di questo dramma familiare sono stati ben attratti da John Galsworthy - nessuno di loro forse è stato davvero simpatico, essendo piuttosto superficiale ed egoista nei loro vari modi, ma sono tutti estremamente umani. In particolare, ho scoperto che Irene era esasperante, al punto che provavo una certa simpatia per Soames nel suo trattamento frustrato nei suoi confronti, cosa che non avrei mai pensato di poter fare.
data di revisione 04/21/2020
Wise Brockhaus

La mia prima lettura del 2015 è stato anche il primo libro di una delle mie sfide di lettura di un anno. The Man of Property è il primo libro di The Forsyte Saga. Ho letto il primo volume di The Forsyte Saga prima, molto tempo fa, ma da allora sono passati così tanti anni e così tanti libri sotto il ponte che ne avevo poca memoria. Ero abbastanza contento di esserci arrivato quasi fresco, e ora sono fermamente agganciato, e anticipando con impazienza la prossima puntata. Mentre anche Liz e Karen stanno leggendo questo, o al momento o presto, e altri potrebbero voler unirsi a noi, proverò a non includere spoiler.
L'uomo della proprietà del titolo è Soames Forstye, un membro di un'enorme famiglia, Soames figlio di uno dei dieci figli di un uomo che si è fatto da sé, un costruttore, il cui interesse per la proprietà si è trasferito ai suoi discendenti. I Forsytes sono l'epitome di un tipo di famiglia della classe medio-alta negli anni '1880 del XIX secolo, quando questo romanzo è ambientato, in effetti Old Jolyon vede i Forsytes come indicativi di una particolare sezione della società.

Recensione completa: https://heavenali.wordpress.com/2015/...
data di revisione 04/21/2020
Heidy Freniere


Febbraio è uno dei mesi migliori per la lettura. Non mi importa del Superbowl; gli Oscar sono uno snoozefest, quindi c'è un sacco di tempo per colpire i libri. Ogni anno provo a rivisitare uno dei "classici" più lunghi durante il mese di febbraio. La scelta di quest'anno è "The Forsyte Saga" di Galsworthy.

Galsworthy ha scritto un totale di nove romanzi sulla famiglia Forsyte, definiti collettivamente "The Forsyte Chronicles". L'intera serie è normalmente raggruppata in tre trilogie: "The Forsyte Saga", "A Modern Comedy" e "End of the Chapter". Sarò felice di superare la prima trilogia: "The Man of Property", "In Chancery" e "To Let", anche se il mio set in scatola contiene anche romanzi 4-6, nel caso dovessi diventare ambizioso . Non so se qualcuno riuscirà mai a superare l'intero set di nove romanzi - non aiuta che l'azione nei libri 4 e 5 trascini considerevolmente.

Come la maggior parte dei lettori della mia generazione, ho scoperto per la prima volta la Forsytes per gentile concessione della serializzazione della BBC in 26 parti dei primi sei romanzi, trasmessa per la prima volta alla fine degli anni '1960 come "The Forsyte Saga" (c'è una leggera discrepanza tra la nomenclatura della BBC e quella di Galsworthy). Ecco un link:
http://www.ceejbot.com/EricPorter/For...

Una nuova produzione della saga è andata in onda su diverse stazioni PBS due o tre stagioni fa, ma nel mio cuore nessuno sostituirà gli originali. Non può esserci Irene oltre a Nyree Dawn Porter (la recente produzione Irene non era nemmeno una bionda, per aver pianto a squarciagola); Margaret Tyzack * è * Winifred; Fleur può essere interpretato solo da Susan Hampshire e solo Eric Porter è in grado di incarnare il "adesso lo ami, ora lo odi", torturato "uomo di proprietà", Soames Forsyte.

Circa 100 pagine nel primo libro, è sorprendente quanto vividamente tutto mi ritorni. Il pezzo di pianoforte che Irene suona quando Soames la incontra per la prima volta? Valzer di Chopin in C # minore. Vedere la Forsyte Saga è stato ciò che mi ha dato la perseveranza di imparare a suonare questo valzer in modo appropriato, con grande stupore del mio insegnante di pianoforte.

Quindi mi arrendo al piacere di conoscere nuovamente tutti questi personaggi, riscoprendo le loro stranezze e debolezze, mentre il Libro 1 si dirige verso il suo climax scioccante - quell'indimenticabile scena di stupro in cui Soames, l'uomo di proprietà, esercita i suoi diritti coniugali su un'irene riluttante, ponendo così le basi per la storia che si svolge nelle generazioni.

data di revisione 04/21/2020
Ferdinande Velk

L'ho appena riletto per la terza / quarta volta e l'ho amato di nuovo senza riserve. I vincitori del premio Nobel mi sembrano spesso inaccessibili, ma non così Galsworthy. Sono ancora affascinato, attratto da questa storia molto reale di persone reali con fallimenti e debolezze molto umane. Mi sento per il povero Soames, il cattivo dell'opera, che è emotivamente paralizzato, riconoscendo e desiderando la bellezza, ma solo come un possesso, e quindi destinato a distruggere la sua felicità e quella degli altri intorno a lui. Mi piacerebbe Old Jolyon come nonno. Vorrei che Irene avesse più coraggio. E nonostante i Forsyte siano una classe molto particolare di persone in un determinato paese in un determinato momento della storia, li riconosco.

Le mie opere preferite sono nell'interludio di chiusura, Indian Summer of a Forsyte
The stable clock struck four; in half an hour she would be here. He would have just one tiny nap, because he had had so little sleep of late; and then he would be fresh for her, fresh for youth and beauty, coming towards him across the sunlit lawn - lady in grey! And settling back in his chair he closed his eyes. Some thistledown came on what little air there was, and pitched on his moustache more white than itself. He did not know; but his breathing stirred it, caught there. A ray of sunlight struck through and lodged on his boot. A bumble-bee alighted and stolled on the crown of his Panama hat, and the head swayed forward and rested on his breast. Summer - summer! So went the hum.

The stable clock struck the quarter past. The dog Balthasar stretched and looked up at his master. The thistledown no longer moved. The dog placed his chin over the sunlit foot. It did not stir. The dog withdrew his chin quickly, rose, and leaped on old Jolyon's lap, looked in his face, whined; then, leaping down, sat on his haunches, gazing up. And suddenly he uttered a long, long howl.

But the thistledown was still as death, and the face of his old master.

Summer - summer- summer! The soundless footsteps on the grass!
data di revisione 04/21/2020
Scotty Demange

Il romanzo inglese parla di tempo, amore e denaro. Alcune persone dicono che questi tre temi sono ciò di cui parlano tutti i romanzi.
Ma il denaro è l'argomento di cui siamo più disonesti. Di solito è trattato con sguardi indiretti e allusioni, un po 'come le scene di sesso di Hollywood degli anni '1950.
Il contributo di questo libro è che l'autore è in grado di trovare un modo per parlare un po 'più direttamente del denaro. Lo fa dividendosi, tra la vita di denaro della sua famiglia e la sua educazione liberale (Il denaro manda i suoi figli a scuole fantasiose). Galsworthy prende in giro papà, ma non gli sfugge mai. È questa tensione che guida la trama e le intuizioni dell'autore sul denaro e sulla vita.

Da lontano la volontà di proprietà è del tutto assurda (cosa significherebbe possedere un pezzo di terra?), Eppure tutti ci siamo impegnati. Solo la maggior parte di noi non lo ammetterà. In effetti, ci rallegriamo della nostra ignoranza finanziaria. La maggior parte degli europei e degli americani non capisce nemmeno davvero che i soldi fanno soldi (no, davvero! Parla dei soldi ad alcuni dei tuoi amici).

Non ne parliamo.

Questo romanzo ci fa entrare, dall'altra parte, per vedere dentro la mente dell'Uomo di Proprietà.

Secondo nella mia lista di romanzi sui soldi è quello di Gaskell Wives and Daughters.
data di revisione 04/21/2020
Cordier Mcquarrie

Incolpo la superba mini-serie TV per aver rovinato parzialmente la mia esperienza di lettura in questo classico, probabilmente mi aspettavo troppo. Ho adorato l'adattamento e ho deciso di leggere il libro per vedere come l'autore ha esplorato le relazioni intime all'interno della famiglia allargata dei Forsyte e in che modo i temperamenti incompatibili possono portare alla dissoluzione del matrimonio, come nel caso di Soames e Irene.
Non sono rimasto deluso dallo stile di Galsworthy e le sue descrizioni delle debolezze dei personaggi e delle loro relazioni familiari sono state splendide.
D'altra parte, non mi sono sentito vicino a nessuno dei personaggi e ho trovato il ritmo della storia un po 'irregolare: alcune parti erano in grado di attirare gli altri (ad esempio quando Galsworthy diventa tangente con alcune riflessioni di personaggi minori) troppo lento. La mia valutazione a 3 stelle riflette questa incoerenza e il fatto che sorprendentemente, alla fine, non mi piaceva nessuno dei personaggi.
data di revisione 04/21/2020
Nelie Archuleta

Galsworthy è uno scrittore vecchio stile - quasi vittoriano nel suo stile - quindi la sua scrittura potrebbe essere difficile per il lettore moderno. Tuttavia, consiglierei a qualsiasi lettore di perseverare in questa storia straziante di amore, tradimento e perdita.

I Forsyth di questa saga sono una grande famiglia inglese di classe medio-alta che vive comodamente nel West End di Londra. I molti membri si incontrano regolarmente a casa di Timothy Forsyth per scambiare notizie e andare in famiglia. C'è molto di cui parlare in questa famiglia.

Il giovane June Forsyth sta per fidanzarsi con un architetto con una spiccata inclinazione artistica. Philip Bossiney. Questo non sta bene con il nonno di June, Jolyon. Probabilmente perché suo figlio, "Young Jolyon", è fuggito con la governante di June dieci anni prima.

In completo contrasto è Soames Forsyth. È un avvocato e collezionista d'arte e il più stabile (e noioso) possibile. È sposato con la bellissima Irene che non lo ama, ma lo ha sposato per sfuggire alla sua infelice casa.

Bossiney viene assunto per costruire una casa di campagna per Soames e quando incontra Irene, le scintille volano all'istante e iniziano una relazione. Questo è abbastanza grave, ma avrebbe potuto essere tenuto segreto se solo Bossinney fosse stato un po 'meno artistico e si fosse attenuto al suo budget. Invece corre sopra e Soames, in un impeto di pique, lo fa causa. Dopo aver vinto, Irene mostra il suo totale disprezzo per Soames ed esercita i suoi diritti come marito. Quando Bossinney lo sente, esce dai suoi alloggi in una nebbia fitta per incontrare Irene e viene investito per strada.

Tutti sono infelici: Bossinney è morto, June ha perso la sua grazia, Irene deve tornare al suo matrimonio senza amore e Soames deve affrontare il fatto che, per quanto ci provi, non è adorabile.

data di revisione 04/21/2020
Edward Coulliette

Mi sembra di essere un po 'cieco quando si tratta di romanzieri di epoca vittoriana ed edoardiana. Non sono entusiasta del lavoro di Anthony Trollope e in passato ho lottato con lo stile di scrittura di George Eliot (vedi, ad esempio, la mia recensione di "Silas Marner"). Speravo che "The Man of Property" di John Galsworthy, il primo libro della sua famosa serie di storie conosciute come "The Forsyte Saga", potesse aiutare a porre rimedio alla situazione. Ma mi pento di averlo detto. È noioso e turgido ed è popolato da personaggi freddi e sgradevoli. Se non mi fossi impegnata a discutere del romanzo nel gruppo di lettura a cui appartengo, sospetto che avrei rinunciato molto prima della fine. Ero annoiato da questo.

Il personaggio principale è Soames Forsyte, un membro di spicco di una ricca famiglia borghese della classe media. L'azione si svolge alla fine del XIX secolo. Soames è sposato con Irene, ma non vanno d'accordo. Di conseguenza, Irene ha ricordato a Soames della sua richiesta pre-matrimoniale che avrebbe dovuto darle la sua libertà se la loro relazione fosse mai stata fondata. Nel disperato tentativo di provare a compiacere la moglie infelice, Soames progetta di costruire una grande tenuta di campagna. Assume l'architetto Philip Bosinney per occuparsi del progetto. Bosinney è fidanzato con la cugina di Soames, June. Intraprende una relazione scandalosa con Irene. Il trauma familiare causato dall'affare è descritto nelle circa 19 pagine di questo romanzo secco e austero.

La trama di "The Man of Property" non è originale. Ma è comunque interessante, come lo sono i temi sottostanti del romanzo sulla natura distruttiva del materialismo e della possessività e sul fatto che il potere economico non può risolvere ogni problema. Questo avrebbe potuto essere un grande romanzo. Ma è afflitto dallo stile di prosa disperatamente noioso e spesso prolisso di Galsworthy e dalla sua eccessiva dipendenza dal dialogo. Ci sono anche troppi personaggi e spesso mi sono trovato confuso su chi fosse legato a chi e in che modo. Ho trascorso troppo tempo a consultare l'albero genealogico che è stato utile all'inizio del libro.

Viviamo in un'epoca di gratificazione istantanea, in cui gran parte delle nostre informazioni e intrattenimento provengono da download, streaming, giochi per computer, app per telefoni cellulari, radio e TV. Vi è quindi un bisogno preciso di letture lunghe, piacevoli e informative i cui piaceri emergono lentamente e sono durevoli. Sfortunatamente, alcuni dei romanzieri vittoriani che ho incontrato sembrano essere stati in grado di produrre opere di quel tipo che sono anche leggibili e avvincenti. Sulla base di questo romanzo, John Galsworthy non fa eccezione. Di scrittori più recenti, RF Delderfield ed Elizabeth Jane Howard hanno scritto saghe familiari altrettanto penetranti ma molto più divertenti. Esito a dirlo ma, in questo caso, TV e radio vincono la pagina stampata. Dopo aver letto "The Man of Property", penso davvero che il modo migliore per sperimentare "The Forsyte Saga" sia attraverso il classico adattamento TV della BBC della fine degli anni '1960 e l'adattamento radio BBC ancora migliore dei primi anni '1990 (quest'ultimo narrato di Dirk Bogarde). Entrambi sono disponibili nel Regno Unito. Non preoccuparti di questo noioso e noioso romanzo. 4/10.

(Ai fini dell'equilibrio, dovrei aggiungere che gli altri due membri del gruppo di lettura che hanno letto il romanzo hanno detto che non gli piaceva solo: lo adoravano! Ciò dimostra semplicemente come le risposte a un libro, film, pittura ecc. può differire notevolmente.)
data di revisione 04/21/2020
Wivinah Chriscoe

In qualche modo, la mia recensione originale di questo libro è scomparsa. Questo è il primo libro di una serie sulla famiglia Forsyte, una ricca famiglia di proprietà. Gli uomini sembrano amare solo la proprietà e vedere tutti i loro beni come proprietà da avere e da detenere. Questo include le loro mogli e le loro famiglie. Questa sicuramente non è una famiglia di cui vorresti far parte. Soames vuole costruire una casa per la sua adorabile, ma fredda moglie. L'architetto si innamora della moglie e ne consegue una relazione che porta alla tragedia. Non è chiaro il motivo per cui la moglie, Irene, sia infelice nel suo matrimonio con Soames, ma potrebbe essere perché la vede solo come un bel possesso. Ho trovato alcune delle descrizioni lunghe e noiose e non ho capito bene i motivi di Irene. Questi numeri hanno dato al libro solo 3 stelle. Sto continuando a leggere la serie, sperando che migliori, ma voglio anche saperne di più su ciò che fa battere Irene.
data di revisione 04/21/2020
Bala Fitcheard

Ho sentito che questo libro faceva parte della serie di una "soap opera". Ma avevo bisogno di arieggiare il cervello dopo una serie di libri pesanti o non divertenti, quindi ho pensato che un po 'di leggerezza mi avrebbe fatto bene.

Non che questo libro is "soap opera" o troppo spensierata, ma è divertente e piacevole da leggere e soprattutto - molto, molto spiritoso e scattante. Glasworthy sferza i difetti dei suoi personaggi senza pietà e non risparmia la sua beffa su nessuna vecchia abitudine folle e processo di pensiero che uno dei suoi personaggi ha.
Inoltre i diritti delle donne.
Inoltre i diritti degli animali!

Questo libro mi è piaciuto molto.
data di revisione 04/21/2020
Westhead Turben

Lo stile di scrittura mi ha risucchiato subito. Non mi aspettavo di godermi così tanto il mio primo Galsworthy, e ora devo semplicemente leggere il resto della saga.

Ciò che amo è che, nonostante la differenza nei secoli e nei continenti, vedo ancora la natura umana come descritta da Galsworthy tra le persone intorno a me, nella Manila di oggi. E non è questo il segno di uno scrittore veramente universale?
data di revisione 04/21/2020
Hernando Nelligan

Questa è stata una bella storia con molti commenti sociali. Troppo? Sfortunatamente l'ho letto durante una di quelle volte in cui la mia mente era mezza poltiglia e di conseguenza ero in grado di leggere solo circa 20 pagine al giorno. Questo ha fatto sembrare una storia molto piccola e un sacco di volgarità relative al contesto sociale. Volevo solo la soap opera.

Penso che il libro sia buono ma non ero nel giusto spazio per farlo. Ho deciso di smettere dopo questa prima puntata ma sono abbastanza sicuro che tornerò a leggere il resto della trilogia ad un certo punto.

Ora vai a vedere la versione TV.
data di revisione 04/21/2020
Goldston Carstarphen

Come vanno le storie, non c'è nulla di nuovo nella storia della passione che guida un uomo alla sua distruzione. Ma "The Man of Property", il primo libro di "The Forsyte Saga", di John Galsworthy, è uno sguardo più critico nella famiglia di Forsyte, un'incarnazione della classe media vittoriana, il cui test è esposto nel "potere di mai essere in grado di rinunciare a qualsiasi cosa anima e corpo e al "senso di proprietà". “. Racconta la tragica storia della condannata passione di Bosinney, fidanzata con June Forsyte ma attratta da Irene, moglie di Soames Forsyte. La storia inizia con la funzione di fidanzamento di June a Philip Bosinney, un aspirante architetto quando vengono introdotti tutti i Forsyte e le loro caratteristiche individuali vengono delineate. L'uomo di proprietà è Soames la cui decisione di assumere Bosinney per costruire la sua casa alla periferia di Londra porta alla fine alla tragedia. Soames è stato condannato a perdere la sua proprietà e lasciato con un matrimonio che era più una gabbia per lui e Irene. C'è meno sentimentalismo ma più compassione nella lingua dell'autore. Analizza spassionatamente la relazione di padre e figlio, in particolare di Jolyon con il figlio estraneo e tra i fratelli Forsyte. Nel suo stile, intriso di arguzia e ironia, osserva criticamente la moralità della classe media esibita da Forsytes ossessionata dalla proprietà ma impaurita dallo scandalo. È una tragedia intessuta intorno alla vita di una famiglia della classe media che si aggrappa a tutti i falsi valori collegati alla proprietà ma ha paura di lasciare la propria presa sulla proprietà. L'autore riesce, in una lingua priva di melodramma, a ritrarre gli alti e bassi dei personaggi e lasciare un'impressione duratura nelle menti dei lettori.
data di revisione 04/21/2020
Lissie Kistler

Sono decisamente un lettore di narrativa moderno. Questo libro ha dei veri meriti, ma il mio fattore divertimento è basso.
data di revisione 04/21/2020
Buote Mahabir

Galsworthy è uno scrittore straordinario, al prossimo libro della serie. Sono sicuro che i Forsytes hanno molto di più da insegnarmi!
data di revisione 04/21/2020
Broadbent Balliew

L'uomo di proprietà è il primo libro di La saga dei Forsyte, una trilogia di John Galsworthy. Galsworthy ha vinto il premio Nobel per la letteratura per il suo corpus di opere con questa trilogia che si colloca come il miglior esempio della sua "distinta arte della narrazione". La sua pagina autore afferma che oltre al suo lavoro come autore, Galsworthy era anche un "attivista sociale. Era un difensore schietto del movimento di suffragio femminile, della riforma carceraria e dei diritti degli animali. "

C'è un'agenda nella scrittura di Galsworthy, che ammiro, ma che spesso mi sembra di essere stato colpito alla testa con correttezza politica del diciannovesimo secolo. Definisce costantemente cosa sia un Forsyte piuttosto che permettere ai suoi lettori di prendere una decisione. Per esempio:

Il vecchio Jolyon era troppo forsorato per lodare qualsiasi cosa liberamente; soprattutto qualsiasi cosa per la quale avesse una vera ammirazione.

Il brivido per L'uomo di proprietà inizia come segue:

L'oggetto più apprezzato nella collezione di cose belle di Soames Forsyte è sua moglie, l'enigmatico Irene. Ma quando si innamora di Bosinney, un architetto senza un soldo che rifiuta completamente i valori di Forsyte, la loro relazione sfiora una serie di eventi che possono solo finire in disgrazia e disastro.

Nella maggior parte delle discussioni che ho letto su questo romanzo, c'è una concentrazione sull'amore per i possedimenti di Soames. Ma ho trovato la seconda frase in questo tumulto più interessante. Irene, la moglie di Soames era annoiata. Non posso dire di biasimarla. Una vita trascorsa accumulando proprietà è una vita noiosa quanto chiunque può scegliere. È la sua noia che porta all'affare.

Irene si innamora di Bosinney, apparentemente perché i suoi valori sono così diversi da quelli di Soames. Ma è difficile simpatizzare con la sua scelta. Bosinney sta progettando una casa per Irene e Soames e durante quel processo scuote costantemente la testa su Soames e agisce come se l'uomo non avesse alcun senso dello stile. C'è una differenza tra fiducia e arroganza e Bosinney ha più di quest'ultimo. E poi c'è giugno. June è un altro membro della famiglia Forsyte. È fidanzata con Bosinney ed è la migliore amica di Irene. È trattata in modo orribile, tradita da due parti e senza nemmeno la cortesia di parlarle della situazione. E questo dopo che giugno ha lavorato duramente per aiutare Bosinney ad avere successo nella sua professione prescelta. Sembra che Galsworthy veda in qualche modo il desiderio di June per Bosinney di raggiungere il successo come un atto di interesse personale.

L'uomo di proprietà non è il mio preferito della letteratura del diciannovesimo secolo che ho letto, ma vale la pena leggerlo. È abbastanza complesso da essere interessante ed è divertente leggere ciò che gli altri fanno del lavoro.

Steve Lindahl - autore di Anima senza madre
data di revisione 04/21/2020
Bridgid Wolff

L'uomo della proprietà - John Galsworthy
Perché non ho mai letto la Forsyte Saga prima? Questo primo volume era esattamente il mio tipo di libro. Al punto che non appena ho finito, ho scaricato la versione Kindle degli altri 8 volumi, anche se sto facendo del mio meglio per rimanere impegnato a leggere tutti i miei libri stampati prima di acquistarne di nuovi. Quindi ho resistito a iniziarne un altro, ma sono quasi elettrizzato dall'eccitazione per il mio futuro di lettura.
Suppongo che una delle ragioni per cui ho resistito sia la popolarità delle opere e il fatto che siano state scritte come fiction storica. Come vittorista addestrato, non sarebbero all'altezza della ricerca, ma ora che sono solo un accademico in ripresa, posso immergermi. Hanno tutto ciò che amo dei romanzi vittoriani - un complesso set di personaggi che, sebbene non sviluppati qui, hanno il potenziale per un impegno futuro. La famiglia ha soldi ma c'è una discussione costante sulla consapevolezza di classe come uomini d'affari piuttosto che sulla ricchezza ereditata. Le opere sono ambientate in un momento in cui i ruoli di genere per le donne stanno cambiando anche se non rapidamente e certamente non uniformemente tra le classi. Sì, ci sono tutti i problemi di amare questi romanzi come il loro trattamento esclusivo dei problemi delle maiuscole e il trattamento riduttivo della famiglia come soluzione a tutti i problemi, ma ancora, questo lavoro è stato una gloriosa esplorazione di segreti e tradimenti.
Quindi qui iniziamo con Irene e Soames. Avrebbe dovuto sposarlo? Aveva davvero la possibilità di non essere una donna bisognosa di sostegno finanziario? Sicuramente attraversa una morale, e se oggi stessimo considerando il lavoro, una linea legale nel suo trattamento di lei. Jane è una sciocca ad accettare questo giovane architetto con promesse, ma non necessariamente un record provato? Ha torto nel perseguire la sua visione artistica a spese di Soames?
Quello che mi è piaciuto qui è stato l'addolcimento di Old Jolyon quando si rende conto che la sua dedizione per i giovani ha un prezzo di condanna degli altri. Aveva ragione a mettere da parte suo figlio a causa delle sue indiscrezioni? Nel codice morale vittoriano, sì, ma quanto dovrebbe durare quella condanna? Se aggiungiamo il poscritto o l'interludio di The Indian Summer, Old Jolyon ha ragione per la sua devozione ad Irene o questo compromette la sua fedeltà a giugno?
Che lettura divertente! Non vedo l'ora di saltare direttamente al resto del lavoro.
data di revisione 04/21/2020
Arand Balboa

Ho dato 4 stelle a questo libro qualche giorno fa pensando che avrebbe avuto un inizio mediocre (2 o 3 stelle) con un finale superbo (5 stelle). Ma quando mi sono seduto per scrivere finalmente una recensione, mi sono reso conto del mio errore: in realtà ho ascoltato 2 libri distinti nella serie Forsyte: L'uomo di proprietà e L'estate indiana di un forsite che pensavo fosse l'epilogo, ma è un sequel. Quindi, un downgrade è in ordine qui. (Una nota positiva, Audiable mi ha venduto due libri in uno e ne sono abbastanza contento).

Dovrei menzionare che parte della mia difficoltà con questo libro è stata la mia antipatia per il narratore - David Case. A volte, mentre ascoltavo, mi chiedevo se ogni personaggio fosse simpatico come Case li fa sembrare. Ma sarebbe ingiusto, credo, incolpare tutto il signor Case. Se dovessi notare qualcosa su questo libro, è l'assenza di un personaggio che simpatizzo pienamente. Questo è probabilmente il gioco dei geni di John Galsworthy, questo è un libro di commenti sociali, e in un modo molto sottile - e forse non così sottile - Galsworthy ci apre le porte per entrare nella compagnia dei nuovi ricchi britannici alla fine del l'era vittoriana, e ciò che vediamo lì è una famiglia accecata dal suo senso di importanza e narcisismo. Un personaggio - il giovane Jolyon - è dipinto con colori migliori (forse dopo tutto mi è piaciuto), ma anche gli amanti, Irene e Boursine, sono contaminati dall'arroganza e dalla slealtà.

Non mi pento di leggerlo, ma se dovessi raccomandarlo, sarebbe come un prologo al sequel: Indian Summer of a Forsyte. In esso incontriamo il vecchio Jolyan e Irene in un modo più dettagliato e profondo, come se Galsworthy avesse dato il background completo di questo uomo molto ricco ora fosse più interessato a lui come persona, un uomo morente. Ma lo lascerò per la recensione su quel libro.
data di revisione 04/21/2020
Nattie Passarella

Sai come a volte sai qualcosa, ma hai difficoltà a esprimerlo a parole? I concetti esistono nella tua mente da qualche parte sotto il livello in cui possono essere facilmente raccontati e spiegati. Bene, in qualche modo John Galsworthy si è insinuato nella mia testa e ha impiantato questa foto della classe medio-alta di Londra che prima non c'era mai stata. Non avevo mai veramente pensato alla scomparsa di questo gruppo di persone prima d'ora, eppure esistono pienamente formate nella mia mente. Questo, questo è il trionfo dello spettacolo non dirlo! Non potrei darti una frase o un paragrafo particolare in cui la natura di uno di questi personaggi perfettamente concepiti mi sia diventata chiara, eppure mi sento come se li conoscessi così come la mia stessa famiglia.

Mi piace la prosa di Galsworthy. È leggermente ironico e giocoso, prende in giro e mostra profonda compassione e comprensione allo stesso tempo. Un estratto:

Era passato del tempo da quando [Soames] si era goduto la compagnia di [Irene] nel Parco. Quella fu una delle delizie passate delle prime due stagioni della sua vita coniugale, quando sentirsi padrone di questa gentile creatura prima che tutta Londra fosse stato il suo più grande, sebbene segreto, orgoglio. Quanti pomeriggi non si era seduto accanto a lei, estremamente pulito, con guanti grigio chiaro e un debole sorriso supercile, annuendo ai conoscenti e di tanto in tanto togliendosi il cappello!

Sebbene l '"interludio" (cosa dell'epilogo alla fine) sembrasse trascinarsi un po', il finale era perfetto, il finale perfetto per un libro perfettamente costruito.

E, dannazione, la sua caratterizzazione della valuta di questa classe come "proprietà" - la necessità di possedere e possedere, anche altri esseri umani (il climax del libro è meraviglioso), mi ha colpito come profondamente e irrevocabilmente vero. Una brillante interpretazione.

Lascia una recensione per L'uomo di proprietà