Homepage > Mistero > Finzione > Criminalità > L'ultima storia di Sherlock Holmes Recensioni

L'ultima storia di Sherlock Holmes

The Last Sherlock Holmes Story
Da Michael Dibdin Rosalie Kerr,
Recensioni: 29 | Valutazione complessiva: Male
Premiato
2
Bene
6
Media
6
Male
5
Terribile
10
Per cinquant'anni dopo la morte del dottor Watson, un pacchetto di carte, scritto dallo stesso medico, rimase nascosto in una scatola chiusa a chiave. I documenti contenevano un rapporto straordinario sul caso di Jack lo Squartatore e gli orribili omicidi nell'East End di Londra nel 1888. Il detective, ovviamente, era il grande Sherlock Holmes - ma perché il rapporto fu tenuto nascosto così a lungo? Questo è il

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Bouley Kash

Oh mio Dio. Letteralmente. Basta non leggere questo libro. Questo è tutto ciò che posso dire. Mi prometti? PROMETTERE? Non farlo Ti rovinerà per almeno un'intera giornata con rabbia e un'intensa sensazione che hai appena perso due ore della tua vita che non puoi tornare. Ma sai, se vuoi che qualcuno prenda Holmes e lo distrugga principalmente come personaggio, allora sì, provaci. Questo è SOLO il libro per te. Altrimenti, STAI LONTANO.
data di revisione 04/21/2020
Vig Bekele

Buono ma non buono.
Una cosa è certa che nessuno è bravo come Sir Arthur. Ho sentito un po 'di delusione durante la lettura di questo. Chi gli ha detto di finire la storia in quel modo ???
data di revisione 04/21/2020
Scotty Marcinka


Guardando attraverso le altre recensioni, posso vedere che o ami questo libro o lo odi. Sono nel primo gruppo. Innanzitutto, Dibdin ti mostra che riesce a cogliere perfettamente il sapore delle vecchie storie di Arthur Conan Doyle; quindi, non contento di limitarsi a imitare, aggiunge alcuni elementi inquietanti alla leggenda. Nella postfazione, ti chiede di perdonarlo. È un'eresia, ammette liberamente, ma l'eresia del vero credente. Un riassunto eloquente e accurato!

data di revisione 04/21/2020
Selmore Hardinson

"The Last Sherlock Holmes Story" è scritto da MIchael Dibdin. Quando ho finito di leggere questo libro, non posso credere che la storia di questo libro sia una vera storia. È stato davvero fantastico e fantastico.
Quindi, non mi è piaciuta questa storia di questo libro, quando ho letto questo libro per la prima volta, ho pensato che questo libro fosse un detective Conan,
ma non c'erano molti quiz misteriosi.
Mi piace la parte in cui Holmes e Mr. Waston mostrano la loro amicizia.
data di revisione 04/21/2020
Kali Tarshis

Se sei un fan di Sherlock Holmes, non penso che questo sia un libro per te. Questa dovrebbe essere una storia di Holmes scritta dal Dr. Watson e trattenuta per 50 anni come previsto dalla sua volontà. Forse è un romanzo di buona lettura, anche se sai quasi cosa succederà a metà strada, ma non mi importava del suo ritratto di Holmes. Gli Holmes in questa storia non sono i "miei" Holmes.
data di revisione 04/21/2020
Ivanna Contos

Rileggilo più di 35 anni dopo la sua prima pubblicazione. Probabilmente il miglior pastiche di Sherlock Holmes mai scritto. Questo è stato il primo romanzo di Michael Dibdin ed è una storia fantastica, dato che Holmes e Watson cercano di dare la caccia a Jack The Ripper. Ma c'è una svolta in questa storia che è incredibile. A deve leggere per ogni fan di romanzo poliziesco.
data di revisione 04/21/2020
Krantz Nelis

Un abominio di un romanzo di Sherlock Holmes per i puristi. Di per sé merita una storia debole. I documenti non sigillati di Watson descrivono la ricerca di Holmes di risolvere gli omicidi di Squartatore. Se questo sembra pigro, è perché lo è.
data di revisione 04/21/2020
Issy Mainwaring

Anche se scritto in uno stile che riflette gli scritti originali, devo dire che questo libro non mi è piaciuto a causa del modo terribile in cui ha fatto apparire Sherlock Holmes.
Era un colpo di scena che era ovvio all'inizio del libro ed era triste che l'autore dovesse prendere Holmes e renderlo l'assassino.
Cosa c'è di sbagliato nell'avere eroi buoni? Perché sembra che se c'è una svolta, il bravo ragazzo deve rivelarsi il cattivo? Con il modo in cui le cose vanno nel mondo, sarebbe bello mantenere i nostri "supereroi" e le icone in una luce positiva per mostrare che va bene essere buoni e fare la cosa giusta.
data di revisione 04/21/2020
Carlyn Hanold

Quando ho iniziato a leggere questo, ho pensato che fosse una buona lettura che rimaneva fedele alle precedenti opere di ACD, ma che dava anche alcune spiegazioni e modifiche inventive per dare una prospettiva diversa sul famigerato Sherlock Holmes. Tuttavia, il colpo di scena viene rivelato a metà del libro e, sebbene abbandonato da Watson come ridicolo in alcuni punti, non porta ancora a un finale a sorpresa e sembra essere molto un anti-climax dopo una narrazione a pezzi in alcune parti. Anche se vale ancora la pena di leggerlo, secondo me perde la sua strada e si sforza troppo di fornire una sorta di psicologia amatoriale sul personaggio complesso e ben amato di Holmes.
data di revisione 04/21/2020
Karli Palanza

I fan di Holmes dovrebbero stare alla larga. Questo libro è una perdita di tempo. Non solo la lingua è una fregatura molto povera e noiosa, ma la caratterizzazione fallisce totalmente. Holmes si presenta come un mostro arrogante con solo una frazione dell'intelletto per cui è conosciuto e Watson come un duffer che non riusciva a vedere oltre il suo naso. Potrei scrivere una recensione più ripugnante, ma che includerebbe troppi spoiler.
data di revisione 04/21/2020
Sofer Snater

Da adolescente ho letto tutti i volumi di Sherlock Holmes di mio padre, ho riversato su ogni disegno di Strand e mi sono innamorato un po '. Ho letto questo ed ero così arrabbiato che ho scritto all'autore l'odio nella posta. Non credo che mia mamma mi abbia lasciato pubblicare. Sono abbastanza sicuro di aver pianto davvero.

Questo libro è tradimento. Se sei un aspirante autore lascia che te lo dica, solo perché hai un'idea non significa che dovresti scriverla.

Penso che Moffat e Gatiss ne facciano riferimento nell'ultima versione TV di Sherlock Holmes. Penso che i frammenti in cui il sergente Donovan sta dicendo che è un mostro e un giorno si annoierà di scoprire un omicidio stanno suggerendo l'idea che questo libro mette in luce. Anderson lo definisce uno psicopatico. Ma

Non fraintendetemi. Holmes non capisce l'emozione. Penso che sia una specie di sociopatico. Non può simpatizzare come tutti noi e non ho mai comprato l'idea di avere Asperger. Può recitare e imitare in modo incredibilmente accurato e questo non si adatterebbe con Asperger. Avrebbe combattuto per arrivare alla soluzione, avrebbe gettato via qualcuno senza rendersi conto che si sarebbero arrabbiati. Ucciderà persino qualcuno senza scrupoli se va bene. Ma non è un sadico. Da nessuna parte nelle storie di Conan Doyle si vede che gli sta deliberatamente infliggendo dolore per il divertimento.
data di revisione 04/21/2020
Barbur Laxmi

Questo ha avuto la stoffa di un'interpretazione molto interessante degli amati personaggi di Sir Arthur Conan Doyle, eppure sono rimasto incredibilmente impressionato. Sono, certamente, un irriducibile fan di Holmes e non posso negare di averlo trovato un po 'doloroso immaginare questo iconico eroe come un cattivo. Mentre l'esperienza è stata dolorosa, la conclusione non è stata certamente inconcepibile. In realtà mi è piaciuta l'interpretazione di Dibdin di Holmes. Attinge dettagli concreti direttamente da ACD. Qualsiasi fan dovrebbe essere d'accordo sul fatto che Holmes è, senza dubbio, una personalità instabile, e lega bene le estremità. Tuttavia, la prefazione ha rovinato quella che avrebbe potuto essere una svolta interessante e scioccante. Purtroppo, l'ho trovato incredibilmente prevedibile. Vorrei aver completamente ignorato la prefazione. Inoltre, sarebbe bello se gli editori si asteressero dall'usare sulla copertina parole come "twist", "controverso" e "scioccante". Queste parole chiave sono probabilmente lì per attirare i lettori, ma piantano anche un seme nel cervello del lettore per aspettarsi l'inaspettato. Il risultato: trama rovinata. Cosa potrebbe esserci di più "scioccante" o "controverso" di quanto lo stesso Holmes sia "Jack lo Squartatore"?
data di revisione 04/21/2020
Thomson Stonecipher

The Last Sherlock Holmes Story è una storia di Sherlock Holmes e del suo amico Dr Watson. Un pacchetto di carta, scritto dal dottore, giaceva nascosto in una scatola chiusa a chiave. Si tratta del caso di Jack lo Squartatore, degli omicidi nell'East End di Londra e del detective Sherlock Holmes. Perché il rapporto è stato tenuto nascosto per così tanto tempo?

Non mi piace questo libro perché mi piace Sherlock Holmes, e questo libro ha un finale che la maggior parte delle persone, specialmente per i fan di Sherlock Holmes, rimarranno deluse, ma quando guardo la trama e continuo a leggere, mi piace davvero lo stile del storia e questo libro, ma penso ancora che l'unico problema di questo libro per me sia, il personaggio principale di questo libro è Sherlock Holmes.
data di revisione 04/21/2020
Janeczka Gerrald

Un'interpretazione estremamente intelligente dell'intero concetto di Holmes v / s Ripper, con un finale che ti toglierà il respiro! Lo so, si legge come quelle sfocature che possiamo leggere sui tascabili ("La copertina ti mostrerà qualcuno sparato / la parte posteriore ti dirà qual è la trama"!), Ma questa è la descrizione più succinta di questo libro che io può produrre senza produrre spoiler in massa! Leggilo, maledisci Michael Dibdin fino in fondo (il ragazzo è morto, quindi non può davvero fare alcun danno), e poi continua a pensare: che cosa se ... Letture consigliate per notti tempestose e nebbiose, quando stai aspettando il tuo famiglia per tornare a casa, e la strada sta diventando sempre più deserta!
data di revisione 04/21/2020
Elke Madeau

Chi diavolo pensava che fosse questo autore?

* Spoiler *







Comincia trasformando il defunto Sir Arthur Conan Doyle in un personaggio immaginario a cui Watson ha permesso di prendere in prestito i suoi appunti per scrivere un libro su Holmes. Holmes legge e insulta uno studio scarlatto affermando che la roba mormone era stata inventata.

Holmes si rivela quindi essere Jack lo squartatore Ripper! L'autore si prende anche il tempo di insistere sul fatto che l'ultimo stand è stato un finale falso!

Un insulto assoluto ai libri originali.

NON LEGGERE!!!!!
data di revisione 04/21/2020
Anson Moehn

OK, quindi questa è stata una seconda lettura, ma nonostante sapessi il finale, mi sono divertito nel modo intelligente in cui Dibdin si intrecciava con Holmes e Watson negli eventi raccapriccianti di Whitechapel nel 1888 - un concetto immaginario troppo usato in questi giorni, ma piuttosto originale quando la storia è stato pubblicato nel '78. Una voce irresistibile e autentica che si interrompe a lume di candela il maldestro Dottore di Conan Doyle o il suo enigmatico "detective di consulenza".
data di revisione 04/21/2020
Greenwell Pesenti

Hmmm sembra che la gente ami o odi questo libro, ma sono un po 'lacerato. Ho odiato lo stile di scrittura e il sangue (non ho bisogno di leggere dei feti nei barattoli grazie mille) ma ho adorato la trama e la conclusione. Vedere il nostro amato Sherlock diventare abbastanza pazzo era in realtà una prospettiva molto affascinante. E devo ammettere che da quello che ho sentito questo si lega molto bene con la serie della BBC.
data di revisione 04/21/2020
Jarvis Planell

Se non riesci a concepire il nostro eroe preferito ritratto come un tossicodipendente senza speranza trasformato in un pazzo con un disturbo della personalità diviso, stai lontano da questo libro. Ma se riesci a digerire una versione diversa, ma molto logica, di Sherlock Holmes, verrai trattato con una storia molto intelligente e ben scritta con una fine devastantemente grintosa.
data di revisione 04/21/2020
Nan Kachelmeyer

Mi piace la serie Holmes, ma non avevo letto l'ultima storia prima. Mi piace una storia misteriosa, quindi ho letto questo libro molto velocemente, ma a chi non piace questo tipo di libri potrebbe sembrare noioso. Sono rimasto un po 'scioccato perché il personaggio principale Holmes è morto ... Ma, l'ultima storia di Holmes. È meraviglioso!!
data di revisione 04/21/2020
Ethelbert Alirez

Mi piace in generale, ma la cosa peggiore è che dà ai lettori una cattiva idea dei grandi holmes di sherlock.
data di revisione 04/21/2020
Laddy Cheney

Michael Dibdin è deceduto, presumibilmente per cause naturali, nel 2007. Immagino che questo abbia salvato molte persone dal problema di averlo ucciso. (È legale finanziare un omicidio tramite GoFundMe? Chiedere un amico.) The Last Sherlock Holmes Story è un vero abominio, e questa è una delle mie parole meno amate, non la uso alla leggera. Non riesco a contare in quanti modi questa storia sia sbagliata al suo interno. I fattori ovvi sono la scarsa caratterizzazione di Watson e la totale calunnia perpetrata su Sherlock Holmes. Il concetto di Sherlock contro Jack lo Squartatore è naturale (è stato sicuramente fatto prima) ma la soluzione presentata qui SPOILER ALERT è che Sherlock IS Jack lo Squartatore, così come Moriarty END SPOILER è veramente offensivo. Suppongo che devi fare qualcosa per attirare l'attenzione su di te se stai scrivendo il tuo primo libro. L'idea di creare un pastiche di qualità Holmes non era abbastanza per soddisfare il signor Dibdin, molto più facile ottenere qualche titolo piuttosto che produrre qualcosa che suonasse vero. Forma scadente.
data di revisione 04/21/2020
Oak Lahne

Non sono stati i dettagli cruenti che mi hanno disturbato, quel genere di cose va di pari passo con il territorio dello Squartatore. Era la mancanza di rispetto degli autori per le persone reali coinvolte.

Mi è sembrato che si fosse dimenticato di non scrivere narrativa totale.

L'ho preso in prestito dalla biblioteca, ce l'ho da 3 settimane, onestamente non credo che lo finirò. Una volta che ha iniziato a riferirsi al popolo delle donne della Cappella Bianca come qualcosa di diverso dall'essere umano, l'ho semplicemente gettato di nuovo sulla mia pila e sono andato avanti a cos'altro ho controllato.

Erano persone vere in una brutta situazione.
data di revisione 04/21/2020
Timotheus Eakin

Coloro che sono puristi di Holmes farebbero bene a evitare questo libro. Coloro che non lo sono e sono alla ricerca di una storia che colmerà le lacune sia nel personaggio di Holmes sia in uno dei più grandi misteri irrisolti della Londra vittoriana contemporanea può trovare molto divertimento in questa storia. Attenzione, non è per i deboli di cuore e trasformerà tutto ciò che pensavi di sapere su Holmes all'orecchio. Allacciate le cinture di sicurezza e preparatevi a leggere un adattamento ben studiato e ponderato di Holmes diverso da qualsiasi altro prima o da allora che cambierà la vostra visione del suo personaggio per sempre.
data di revisione 04/21/2020
Jorry Minko

Sherlock Holmes vive! E lo fa grazie ai numerosi risvegli, pasticcini e reinventazioni del materiale originale di AC Doyle. Il debutto di Dibdin (continuerà a produrre la serie di romanzi polizieschi Aurelio Zen) riesce a rientrare in tutte e tre le categorie. Fingendo di essere le memorie del dottor Watson, finalmente rilasciato dopo un embargo di cinquant'anni, rivelano la sconvolgente verità sull'identità di Jack lo Squartatore e della nemesi di Holmes Moriarty.
data di revisione 04/21/2020
Forland Cantujr

Questo è un libro brillante scritto in un convincente stile Conan Doyle, tanto che mi ha rimandato alle storie originali per la rilettura.

L'autore di Aurelio Zen, Michael Dibdin, ha fatto un lavoro fantastico nel catturare la voce del dottor Watson, anche se gli eventi diventano sempre più estremi e non-holmes.

Lancia Jack lo Squartatore nel mix e hai una delle più grandi storie non-Doyle di Sherlock che ci siano. 5/5
data di revisione 04/21/2020
Ruperto Eppolito

Semplicemente non riuscivo a superarlo a causa dell'idea di Holmes come lo Squartatore. L'idea di Moriarty come frutto dell'immaginazione di Holmes è stata fatta in precedenza ed è interessante (vedi Credo, la soluzione al 7%, in cui Holmes va nel Continente per riprendersi dalla sua dipendenza da cocaina). Scritto decentemente, ma non la mia tazza di tè per Holmes. Non lo consiglierei.

Lascia una recensione per L'ultima storia di Sherlock Holmes