Homepage > Fumetti > GraphicNovels > Fantasia > Promethea, Vol. 1 Recensioni

Promethea, Vol. 1

Da Alan Moore JH Williams III, Mick Gray,
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Bene
Premiato
12
Bene
11
Media
3
Male
3
Terribile
1
Problemi 1-6. Sophie Bangs era una normale studentessa universitaria in una New York stranamente futuristica quando un semplice incarico le cambiò la vita per sempre. Durante le ricerche su Promethea, una mitica guerriera, Sophie riceve un avvertimento criptico di interrompere le sue indagini. Ignorando l'avvertimento, continua gli studi e viene quasi uccisa da una creatura oscura quando lei

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Hezekiah Dawes

Promethea è una brillante graphic novel fantasy del leggendario Alan Moore. Segue una donna che sta cercando una storia per la sua tesi, solo per scoprire che la storia vive davvero nell'immaginazione e può esplodere nel mondo reale in modi sorprendenti e mistici.

"Dimmi, bambina, come ti chiami?" "Promethea".

È una rivisitazione intelligente e incline al genere di Prometeo. Ma presenta l'esplorazione e la conoscenza dei mondi mistici della Cabala come il dono di Prometeo al mondo, invece della solita interpretazione letterale del dono del fuoco per illuminare la notte.

Sembra essere il destino di Promethea di riportare il fuoco e la conoscenza all'immaginazione dell'umanità al fine di cambiare il mondo per sempre in meglio.

"Sono Promethea, il pettegolezzo, il ramo mitico che la ragione tende a piegare. Sono quella voce lasciata, una volta che il libro è finito ... Sono il sogno che il risveglio non finisca."

Per liberare la sua mente condizionata dai limiti di questa realtà, la donna, che ora porta l'incarnazione di Promethea, deve imparare dalle sue precedenti incarnazioni. Se non afferra rapidamente i segreti delle quattro armi sacre, la coppa, la spada, il pentacolo e la bacchetta, gli antichi nemici di Promethea la faranno a pezzi.

"Gli esseri umani sono anfibi, Sophie. Ciò significa che vivono in due mondi contemporaneamente: materia e mente. Tuttavia molte persone notano solo il mondo solido a cui sono stati condizionati a pensare come più reali mentre tutti intorno a loro i ghiacciai di diamanti scricchiolano e vulcani stellari tuono."

Questo romanzo grafico è abbastanza lontano là fuori. Mi sono piaciuti molto i temi mitici e occulti e i personaggi femminili forti.

C'è un po 'di nudità, ma niente di troppo ridicolo. Una delle incarnazioni di Promethea è stata creata da un autore che ha usato le parole e la sua immaginazione per modellare la sua padrona in qualcosa di più. A causa di questo risveglio a tema sessuale, indossa solo un lenzuolo, ma copre tutti i pezzi traballanti. Appena.

Altamente raccomandato per i lettori adulti che amano i romanzi di fantasia. Ci sono pochi autori che scrivono questi temi meglio di Alan Moore.
data di revisione 04/21/2020
Monti Severs

Il 99 percento della mia vita a cui sono stato mentito / Ho appena scoperto che Alan Moore fuma più droga che poi.
data di revisione 04/21/2020
Ruthi Lamson

Promethea, Vol. 1 (Promethea # 1), Alan Moore, JH Williams III, Mick Gray
Promethea è una serie di fumetti creata da Alan Moore, JH Williams III e Mick Gray, pubblicata da America's Best Comics / WildStorm. Data di pubblicazione: agosto 1999 - aprile 2005.
Racconta la storia di Sophie Bangs, una studentessa universitaria di una futuristica New York City alternativa nel 1999, che incarna la potente entità nota come Promethea il cui compito è portare l'Apocalisse.
تاریخ نخستین خوانش: سی و یکم ماه می سال 2001 میلادی
عنوان: پرومته - مجلد نخست ؛ نویسندگان: آلن مور ؛ جی.اچ. ویلیامز ، میک گری ؛ امریکا ، وایلداستورم ؛ 2001 ، در 178 ص ؛ شابک: 9781563896675 ؛
ا. شربیانی


data di revisione 04/21/2020
Klemens Guhr

Questo è così Alan Moore e così interessante. È in qualche modo una storia di tipo supereroe Alice nel paese delle meraviglie. È trippy e viene discusso il significato della vita. È una storia molto interessante. Apprezzo molto l'opera d'arte. Spero di poterne avere un po 'di più perché vorrei saperne di più.

C'è una scena che Promethea sta parlando con l'originale o l'elevato potere di Promethea. Parla dell'uso della spada. L'originale dice "'Ti insegnerò la via della spada.'
"Che cosa è come tagliare le persone a pezzi?", "Oh tesoro sei piuttosto letterale. Vedi, tesoro, a questo livello, tutto è simbolico. Le spade rappresentano la ragione e la discriminazione. Francamente, cara, hanno tagliato le cazzate. " "Continua dicendo" La ragione si divide attraverso illusioni e allucinazioni. "

Quindi entrambi affrontano un usurpatore di quella terra di immaginazione. È uno scrittore che scrisse le prime storie di Promethea negli anni '1. Cominciano a combattere e il nuovo avatar di Promethea inizia a usare la ragione per hackerare questa presenza malvagia. Sa che c'erano un sacco di persone che hanno scritto le storie e inizia a elencarle tutte e questo ha hackerato questa idea fino a dimensioni facilmente sconfitte.

Voglio dire, penso che tutto ciò sia qualcosa di davvero sorprendente proprio lì. Adoro questo tipo di pensiero e idee e wow! Per me questo è il tipo di cosa che è potente. È un livello superiore di pensiero ed è una delle ragioni per cui amo così tanto le fiabe e altre storie di fantasia. Arrivano a una verità superiore sulla vita. Qui, Alan Moore spiega semplicemente tutto. Questa è roba geniale. Ci è voluto un po 'per arrivare a questo, ma è stato un grande guadagno.

Non vedo l'ora di leggere di più.
data di revisione 04/21/2020
Procto Brame

"So you just wrote a POEM about Promethea and you BECAME her?"
"That's right. Do you think if I want to be Sophie again I should write about HER?"
Stacia, la spalla che tratta l'eroina magra della studentessa universitaria mentre l'ombra imbarazzante dell'ombra si trova nel suo posto oscuro dietro la spalla. In ogni caso, non ho mai desiderato ardentemente quel tipo di amicizia femminile (che cos'è per chiunque altro quanti ragazzi la loro ragazza scopa, comunque?). Quindi Stacia ha questo tipo di pettinatura da ape e ha una grande bocca che si spalanca per parlare e mangiare molto (questo è visto più tardi con le ciambelle). Grandi labbra da fumetto, prepotenza in stile vintage. Si lancia lentamente per "ottenere" e chiedere o piangere le risposte che il protagonista non possiede. Ho pianto queste ragazze nei fumetti della domenica. Ho sempre voluto che Charlie dicesse a Peppermint Patty di dirigere il suo show. Perché sto parlando di Stacia? Mi piace quando i suoi capelli scendono. Se potessi vedere la storia venire giù. Gli amici possono dormire insieme, forse c'è di più. Ma probabilmente non penserei che valga la pena di lasciarsi andare a una troia persistente. La studentessa universitaria Sophie Bangs non è più dietro di lei nella luce del cassonetto. È dietro la visione di Promethea. Dietro il sipario nel suo cervello. Finora il punto purtroppo non sembra essere quello di cui si tratta.
Quindi nel pannello Promethea ha gli occhi bianchi e sta perdendo Sophie. Tratto nella sua visione di Promethea. Head head gear e salva l'eroismo del giorno. Non fare nulla, però. Non proprio Promethea, non quasi Sophie. Sono dietro la sede del concerto rock dove suona The Limp (con testi appropriati). Mi ricorda tutte quelle scene del club The Bronze on Buffy the Vampire Slayer. Posso sentire il wah wah wah del 1999 suonare. Buffy ucciderebbe molti vampiri in questo dietro il cassonetto del club. Vorrei che Buffy fosse reale. I cattivi cercano Promethea. Ora stanno cercando Sophie. È la nuova Promethea. Lei rappresenta qualcosa. Vorrei che ci fosse meno rappresentanza. Vorrebbe che Promethea fosse reale perché ha bisogno di lei. Lei non sta facendo niente. Vorrei che ci fosse stato più desiderio nelle sue visioni che aver bisogno del suo culo salvato. Ho sempre voluto uscire con Buffy e la banda. Nei giorni di cattiva depressione guardavo sempre gli episodi della seconda stagione perché era allora che la banda era la migliore amica. Voglio quello che ha Promethea / Sophie? Che cosa ha lei?

La storia narra che se vai alla ricerca di storie verranno a cercarti. È successo prima. Sophie ha pensato a Promethea. La gente pensa molto a Promethea. Sta scrivendo per il college su come le persone pensano molto di Promethea. Mi è piaciuto che Sophie abbia scritto la sua poesia su Promethea. È quando pensa a lei da sola. Secondo gli altri Prometea (la stanno tutti osservando dal mondo dell'immaginazione, chiamata Immateria) e i cattivi che è nel nuovo palcoscenico quando è ancora parte di se stessa, parte di Promethea. Mi piace che non sappia chi sia la sua Promometea se sta scrivendo la storia con lei. Alcune delle altre ragazze (e un uomo, Bill) sono state trasformate in Promethea da scrittori maschi. Ho adorato il capitolo successivo quando hanno abbattuto gli scrittori di fantasmi per lo pseudonimo della serie polposa degli anni '1920 su di lei. Il poeta che ha trasformato la sua "musa", la cameriera Anna, nel suo amante fantasma della sua stessa storia (figlio fantasma e tutto il resto) si stava muovendo. Lei lo adorava. Non ha mai amato Anna. È dietro la visione e lui non la vede. La mia ipotesi è che Moore volesse davvero scrivere delle fantasie maschili imposte alle donne che le recitano qui. Non lo so perché non sono ancora così lontano nella serie (ci sono solo sei fumetti in questa edizione "volume uno" raccolta), ma quanto era Anna e quanto era Promethea? Le ragazze di Promethea sembrano condividere un ricordo raccolto, eppure sono le loro stesse donne. Alcuni, come Margaret, incarnano maggiormente l'immagine archetipica. Salvali e stringi le loro facce piene di lacrime agli occhi del suo hoo-has. Margaret indossa un tessuto sottile per coprire a malapena il seno e il fondo. Vuole confortare i soldati che vogliono davvero solo le loro madri. Grace Brannagh si ribella contro gli scrittori di quei romanzi trasandati di guerrieri Hy Brasil (il suo seno non si è mai sollevato, grazie mille). Adoro Grace perché è la sua Promethea (dannazione per l'uomo) ma sospetto che la mia preferita sia Barbara. La sua introduzione è stata nel mondo mortale (sta morendo alla fine di quello che ho letto, però). La sua immaginazione di Promethea non era molto e la sua somigliava molto a se stessa. Sarebbe interessante da esplorare poiché Sophie vuole ancora essere Sophie e non solo Promethea. Ma chi è Sophie, a parte una studentessa in uniforme di jeans e una canotta? Vorrei che fosse reale, che il mondo dell'immaginazione fosse un posto in cui poter vivere. Vorrei che tu potessi scrivere di Promethea ed essere lei. Non so se vorrei essere affatto me. Vorrei che Moore avesse voluto scriverne e meno sull'inviare ciò che altri hanno fatto. Che cosa significano quei fumetti di eroina per i creatori di fumetti di Promethea diversi da altri tizi che gli piacevano vestirsi in abiti attillati e far loro perdere la stretta fatale di un tizio cattivo? Se vuoi scriverne, dovresti chiederti perché questa donna Anna sarebbe la Prometrea di qualcun altro? Chi era Sophie che avrebbe fatto questo? Cosa l'ha attratta da questa donna a cui molti altri prima di lei pensavano? Oltre agli abiti succinti. Sophie mette la sua Promethea in un duro involucro dorato (stile mini gonna). Non mi importa davvero dei vestiti.

Va bene, quindi c'è un passo falso nel quinto e sesto capitolo. Quando i Prometheas Margaret e Grace insegnano a Sophie i "poteri" di Promethea, spiegano troppo che erano stati lì nel tonfo del cuore contorto nel pensare che potevi essere in grado di andarci. Era già lì quando l'originale Promethea era una bambina dell'Egitto romano. Suo padre la dà (o sacrifica se la vedi in questo modo) nel mondo di Immateria dopo che è stato portato dai cristiani. I cattivi (non ci ho ancora capito) avvertono Sophie che Promethea vuole porre fine al mondo. Immaginazione contro irrealtà, ma finora questo è solo accennato a ciò che Promethea è destinato a fare, quando è un'idea di qualcuno come il padre, o che la sta "recitando". I Promethea la avvertono che alcuni traggono beneficio dal fatto che viviamo in un mondo materiale e tu sei il nostro modo di fare materiale per ragazze. Trova un lavoro, prendi una macchina, tutto ciò che Alice Cooper non può fare perché non ha scarpe e non può andare a scuola. Ho avuto un interesse più intenso nel lavorare per me stesso su quelle storie e stiamo scrivendo le storie o le stiamo solo consumando. Significano molto per me. Lo so. Voglio che siano reali più di ogni altra cosa. Conosco sogni, finzioni, fantasie e speranze sessuali. Compilano un futuro che incombe solo come quello che è successo prima. Di 'a Promethea su un poster Margaret di chiuderlo, Alan Moore. L'ho già capito. Cosa faresti se potessi rendere tutto reale?

Sapevo già che il fumetto (che lo amavo) piangendo Gorilla che spazzava la futuristica New York City del 1999 con magliette e frasi di cattura era la storia sicura con un'armatura rivestita di ironia. Piangi e fai una battuta nello stesso respiro. So tutto di autoprotezione. Vivi in ​​questo modo. So che il Lupo Cattivo fa paura quando sei un bambino perché potrebbe davvero prenderti. Guardalo ora, è diventato più piccolo o sono diventato più grande? Ma mi è piaciuto quando lo incontrano in Immateria e devi immaginarti tu e Cappuccetto Rosso per salvarti. Mi piace quando incontrano Gorilla piangente ed è proprio come quando suonavo la musica di Thom Yorke e mi dispiaceva per me stesso perché mi stavo abbandonando di nuovo a scuola. Non posso farlo! Raccontati una storia. Dolore umano raccolto. Lo sai e ora lo dimentichi. Ride di quella scimmia che ha divorziato e lavora nel telemarketing. Stacia non pensa più che sia così divertente. Dov'è il suo cuore inchiostrato sulle pagine. Sophie vuole credere in qualcosa di meglio. Ecco perché ama così tanto le storie. Conosco la sensazione. Conosco la sensazione e scommetto che lo fanno anche gli altri. L'esposizione non è tanto necessaria. È stato un peccato perché stavo per dire che questi fumetti sono dannatamente buoni per tutti i potenziali difetti. Sono incuriosito da come convergeranno tutte queste diverse menti che sognano la loro Promethea. Dove si inseriscono i sogni di Sophie? Dove si inserisce Sophie? Puoi salvarti con le storie? Alcune recensioni di Amazon iniziano con "non è una novità" o cose del genere. Certo che no. Leggo / penso a queste cose abbastanza spesso. È perché lo voglio davvero. In questi giorni sto leggendo la poesia del libro di William Carlos Williams Paterson e c'è molto in esso su come non si possa avere l'arte senza la persona. È vero, significava qualcosa per qualcuno, prima bruciato da qualche parte. In The Recognitions di William Gaddis possiamo avere noi con l'arte, se ne hai abbastanza in ginocchio. Bruciava ancora per colpa tua. Penso molto a ciò che non avrei senza l'arte. A cosa non puoi avvicinarti senza di essa perché chi ti lascerà? Sono più incline ad amare di più l'arte perché non so avere altro. Ho perso un po 'il respiro chiedendomi se qualcosa come Promethea ti avrebbe lasciato fare. Forse mi piacciono molto anche le grandi idee sui fumetti. Spero che queste varietà di storie vengano raccolte su queste altre Promethea. Quelli che hanno creato Prometha, quelli che sono stati "realizzati" da altri. È una buona idea. Non mi importa se non è nuovo.
Ma è troppo tardi per dire loro (perché sono già stati scritti, M) che Buffy il film non era brillante come Buffy della serie perché vivevano al di fuori di ciò che gli scrittori potevano dire. Buffy era un'eroina perché ha combattuto anche per se stessa. Significava sempre di più che un tizio pensava che la cheerleader bionda non potesse salvarsi. Può e se tu sei il tipo di persona che sogna che ciò accada, lascia che accada, allora forse è più interessante in primo luogo che inviare la storia più pallida. Quindi chi diavolo è Sophie e chi è la sua Promethea? La mia giuria è ancora fuori.

(visualizza spoiler)[ (nascondi spoiler)]

Non ho avuto il mio "problema di fissazione" sull'opera d'arte. Volevo portare Promethea fuori di lì. L'abbigliamento di altri look femminili da supereroe. Non mi interessava molto. È come se Buffy trasformasse il mito della cheerleader sulla sua testa. Comunque, non penso alle stupide ragazze bionde come fanciulle in difficoltà. Possono vestirsi come vogliono. Immagino che molto di questo sia perso per me perché non ho letto quel tipo di fumetti in primo luogo.
Le espressioni facciali che ho sintonizzato nel modo in cui dimenticherò che sto leggendo i sottotitoli di film stranieri. Non li ho notati come faccio in altre foto. La buona sensazione di spaziare e il minimo cambiamento nella postura da pannello a pannello significa qualcosa per me. L'unico che significasse davvero qualcosa per me era Barbara, la più pesante Promethea. Ho potuto vedere Barbara nella Promethea. Era qualcosa. Immaginava Promethea come se stessa. Forse non sapeva come relazionarsi con Promethea, quindi era solo se stessa (immagino che questo stia dicendo che è come Keanu Reeves o qualche altro cattivo attore che non fa davvero nulla. Se vuoi guardarlo in quel modo). Ma mi è piaciuto perché è lì e ho potuto guardare le foto per scovare parti di Promethea e parti di Barbara. Non sono neanche sicuro dell'ambientazione futuristica del 1999. Sento comunque che il desiderio di narrazione è senza tempo. Immagino che l'arte sia come quando arrivi al villaggio di Munchkin e tutto è in technicolor. Vuoi essere in una terra fantasy, ma cosa succede se c'è una grande strega cattiva e cosa succede se vuoi tornare a casa. Ho guardato cos'altro stava succedendo. Ma non ho sentito quello che volevano sui loro volti. Mi manca perché è quello che studio sempre nei film e nella vita, forse un giorno (vorrei) sapere cosa diavolo la gente intende e se posso crederci o no. Vorrei che questi volti fossero più interessanti, dato che c'è molto di più dietro l'immaginazione della storia. Ci dovrebbe essere. Sono meno un fan dell'arte che la storia a causa dei volti.

Ok, quindi alcuni dialoghi sono scadenti. Ho bisogno di un fumetto.

I feel full of meaning.

Mi piace comunque. Volevano vivere in fumetti di supereroi e romanzi polposi. Forse non vogliono sembrare fighi.

Ho solo un volume. Vorrei averne di più perché odio non sapere cosa succede.
data di revisione 04/21/2020
Kiyohara Kosak

Questo è fantastico Ho letto molto Alan Moore, ma non ero ancora arrivato a questo, e quando finalmente l'ho letto sono stato colto di sorpresa. La decostruzione della storia, della finzione e dell'immaginazione, il mescolarsi di fantasia, mito e fantascienza - tutto ciò è stato adorabile come mi sarei aspettato da Moore. Ma ciò che mi ha sorpreso è stata la gestione delle donne nella storia. Alan Moore ha sempre avuto un ... rapporto preoccupante con personaggi femminili, credo; li disegna bene, ma non riesce mai a sfuggire alle sue ossessioni di stupro e prostituzione. Qui sono presenti quei tropi, ma non hanno lo stesso impatto perché quasi ogni il personaggio nella storia è femmina, non solo uno o due. Da tutte le ex Promethea alla protagonista, Sophie, e alla sua migliore amica, i personaggi rappresentano un'ampia fascia di umanità e nessuno può dire di "tutte le donne"; nessuno è rappresentativo di tutti gli stereotipi. Tuttavia Promethea come concetto È tutte le donne, una forza del mito da non sottovalutare, e non c'è dubbio sul suo potere e sulla sua influenza.

Questo non vuol dire che non ci sono problemi. Darò al libro il beneficio del dubbio che il bavaglio in esecuzione sul sindaco con personalità multiple alla fine equivalga a qualcosa, ma per ora sembra solo una presa in giro inutile dei malati di mente. È mediocre allo stesso modo di alcune gag su aspetti della moderna cultura pop, e il più santo che disprezzo delle masse è un po 'una svolta per me. Ma il resto è così brillante e ben eseguito che non posso davvero lamentarmi, e sono ansioso di iniziare il libro 2.
data di revisione 04/21/2020
Luby Vipperman

Brillante. Come il lavoro di Neil Gaiman se Gaiman non era così duro e fastidioso. Potrebbe essere il mio Moore preferito ancora, ma è da un po 'che non leggo gli altri.

Un'altra cosa: non ricordo se il fenomeno del "gorilla piangente" appare per la prima volta in questo volume o nel secondo, ma il personaggio dei media e il bizzarro investimento emotivo pubblico in lui mi ricordano il meme di Harambe del 2016 - che rafforza il mio sospetto che lì è una forma di precognizione distribuita nell'inconscio collettivo che viene incanalata attraverso la cultura pop.
data di revisione 04/21/2020
Hillel Moench

Mi è piaciuto molto il gioco tra realtà e immaginazione. L'opera d'arte è stata fantastica, all'inizio mi sono trovato troppo confuso. Probabilmente non è stato il miglior romanzo da leggere la mattina presto.
data di revisione 04/21/2020
Merrie Luetmer

Roba divertente, ma quasi rivoluzionaria. Il mio amico Andy mi ha consigliato di sapere che amavo Sandman, ed è simile nella sua enfasi sulla meta mitologia (per favore sparami), cercando di intrecciare tutta la narrazione umana in un quadro mitologico comune. Promethea è abbastanza diverso però. Per uno, è un libro di supereroi (anche se molto buono), con tutte le rifiniture: il bambino guadagna un potere inaspettato, deve imparare il mestiere, ha un compagno, ecc. Inoltre non è altrettanto innovativo dal punto di vista visivo come Sandman spesso, adottando un stile supereroe piuttosto convenzionale per la sua data di pubblicazione alla fine degli anni '90 / primi anni '00. Le scene apparentemente più visivamente sconvolgenti nell'Immateria sono il tuo miscuglio di margine di legante di fate, funghi velenosi e assemblaggi chimerici di bodyparts. Confronta questo con il lavoro di Sam Kieth (in Sandman e altrove), che presentava argomenti simili ma con linee fantasticamente elaborate, o con i collage di fotocopie eery di Mike Dringenberg e l'inchiostrazione iper-reale ad alto contrasto.

Le mie parti preferite di questo libro (e il secondo) sono i piccoli dettagli strani del wold (una New York troppo futuristica nel prossimo futuro), come il Gorilla piangente e i Five Swell Guys.
data di revisione 04/21/2020
Suzetta Segoviano

Mi è veramente piaciuto. Alan Moore lo ha scritto ed è molto bello. Moore, il filosofo / storico / intellettuale del fumetto, reinventa un vecchio personaggio che emerge per primo in una poesia rinascimentale e allusione al sogno di una notte di mezza estate e precursori della fantasia di oggi ... Il personaggio principale per vent'anni in un fumetto seriale in all'inizio del ventesimo secolo ... reinventato periodicamente in vari formati e generi, Moore prende il suo turno con il mito di una donna, nel nuovo secolo a New York, Sophie Bangs, (o forse serie di donne sono anche Promethea nel tempo, e co -esistere in un continuum fuori dal tempo, in questo universo alternativo Immateria-- che è il mondo dell'immaginazione, della storia, del mito, contrapposto al mondo del commercio, delle discussioni, del destino, della guerra e della distruzione del cervello destro. C'è un pazzo vorticoso romantico colorato opere d'arte che si adattano alla storia fantasiosa, che ha alcune parti predicative e alcune cose sciocche come i Five Swell Guys ... Moore è giocosa e femminista - e ancora oscena in un paio di posti - Abbastanza fantastico, nel complesso. .. Un selvaggio, im giro aginativo con una riflessione complessiva sulla necessità di storia e immaginazione nel mondo medio e autodistruttivo di oggi ...
data di revisione 04/21/2020
Rainger Gabaldon

Il linguaggio di Magick è simboli. I simboli trasmettono idee che aggirano l'articolazione o il pensiero logico. Quindi è stata solo una questione di tempo prima che un adepto dell'Artigianato utilizzasse la graphic novel come veicolo per l'educazione magica. Ma questo non è un esercizio pedante. Piuttosto questa è una storia vivace e provocatoria alla pari con i romanzi più all'avanguardia. Come sottoprodotto di questa lettura intensamente divertente, si può conoscere Cabala, Tarocchi, Angelico Enochiano e molto altro. L'equilibrio tra testo e informazioni simboliche è perfetto. Segui l'eroina Sophie mentre incontra e poi diventa Promethea, vivendo una serie di avventure iniziatiche radicate nella vera tradizione magica occidentale. A sua volta questa serie è divertente, spaventosa, provocatoria e avvincente. Leggi tutti i 5 volumi, ora in edizione economica. Altamente raccomandato
data di revisione 04/21/2020
Maurer Magueira

Mi è davvero piaciuto. L'idea di un'eroina che è la massima sostenitrice dell'immaginazione, sono stata subito conquistata. Ma mi piace anche come sia in un 1999 super futuristico alternativo. Mi è piaciuto il dettaglio di questo nell'arte. Mi è piaciuto anche confrontare quel momento fino ad ora. E il Gorilla piangente era * genio * !!! Ora ho un altro supereroe che scavo davvero (sono un grande fan di Wonder Woman)! Leggerò il volume due e tre e quattro e cinque! Unica critica: le battute sul seno. Già abbastanza. È stato divertente la prima volta e anche allora non è stato così divertente.
data di revisione 04/21/2020
Lenhard Attia

Alan è capace di molto di più. Questa è la scrittura derivata nel peggiore dei casi e Alan è completamente fuori dalla sua profondità qui, non con il materiale, ma con le caratterizzazioni.
data di revisione 04/21/2020
Adiana Abramovich

Cinque stelle per le splendide opere d'arte. Tre stelle per la storia.

Ho letto un sacco di Alan Moore, ma per qualche ragione non mi ero mai avvicinato a questo fino a quando un amico occultista me lo ha consigliato. Capisco perché lo ha fatto: gran parte di esso legge come un libro di testo sul sistema ermetico occidentale. E per me, quello era il problema con il libro.

L'approccio di Moore agli elementi ermetici - che sono il punto centrale della storia - è didattico e pesante. I personaggi passano pannello dopo pannello recitando concetti l'uno con l'altro. E per un libro dedicato al potere dell'immaginazione, è tutto curiosamente letterale. Esempio di dialogo:

(visualizza spoiler)[Sophie: Queste due cose che la Goetia mi ha attaccato, e ora la mia amica Stacia se n'è andata, e ...
Barbara: Whoah. Hai detto Goetia?
Sophie: Sì. I loro nomi erano Andras e Marchosias. Dissero che Goetia significava "ululare".
Barbara: Caro dio. Qualcuno deve essere davvero incazzato con te, ragazza. Come li hai banditi. Fammi indovinare ... hai usato il pentagramma, giusto?
Io: Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaargh. [Pugnala in testa con la matita.] (nascondi spoiler)]

Inutile dire che quanto fastidioso lo trovi dipenderà da quanto hai già familiarità con i concetti in questione e dai tuoi gusti - non solo nella narrazione, ma anche nell'occultismo. Personalmente non mi piace molto la magia dei grimori e penso che le persone che vanno in giro per evocare i demoni siano idioti, quindi (visualizza spoiler)[Il signor Solomon e le sue buffonate Goetic (nascondi spoiler)] non avrei mai fatto galleggiare la mia barca.

Eppure, e ancora. La parte più fastidiosa di tutte è che funziona. Promethea ha iniziato a presentarsi nei miei sogni. Accidenti a questi grimori di fumetti.
data di revisione 04/21/2020
Surbeck Balzotti

oh mio fottuto dio. prima di tutto, se non sei venduto dall'associazione di ALAN MOORE e JH WILLIAMS, non c'è davvero speranza per te. se potessi inventare una "squadra dei fumetti" sarebbe facilmente questi due. promethea combina tutto alla perfezione con la scrittura filosofica di Moore e lo stile artistico ridicolmente inventivo di William, raccontando la storia di una donna che è in parte umana e in parte storia. venduto? venduto. leggi se ti piacciono le favole, il sandman, la donna delle meraviglie, ecc.
data di revisione 04/21/2020
Pinelli Kusiak

Deludente. Non mi piace la fantasia, quindi non aiuta. Ma questa è la prima cosa che non ho adorato di Alan Moore. E ti spiego.

C'è troppo da fare mentre manca di sostanza. Sei pazzo? tu chiedi. In realtà no. Se potessi sintetizzare l'intero romanzo con poche parole, sarebbe questo: simbolismo, tette, gambe, lesbiche / misoginia velata, personaggi piatti, cultura pop sdolcinata degli anni 2000, iperbole, allucinazioni, demoni, pseudo-mitologia, meta come un figlio di puttana . L'intero libro è solo una iperindulgenza di vasta portata nel "meta" e nel crollo della quarta parete. All'inizio c'è una trama sciolta, proprio come Alice nel Paese delle Meraviglie. Alice è annoiata o altro, rifiuta la sua realtà e si aggira nella tana del coniglio. Dopodiché praticamente tutto va bene e non ha senso nulla. Verso la fine lo spiegano qualunque cosa è simbolismo, azione, oggetti, esistenza e improvvisamente sono tornato al liceo inglese leggendo una favola e cercando di capire cosa sia tutto si intende. La tua spada è verità, il mio pugno è intolleranza. Scendi dal tuo cavallo alto, che è ovviamente un simbolo di supremazia intellettuale.

Ho appena scoperto che si tratta di una narrativa molto secca, noiosa e errante. Il dialogo è stato di cattivo gusto. I personaggi mi annoiano. E Promethea, non ti prendo in giro, ho rubato alcune righe a Xena Warrior Princess. La storia è andata così: la ragazza scopre il potere, impara a usare il potere, il potere la travolge, ...? ..., ...? ..., ...? ..., la fine. Quindi si Uno e fatto. Moore non è infallibile.
data di revisione 04/21/2020
Meaghan Llaguno

Due parole: magia moderna. Oh sì, Promethea è un giro divertente! Grazie Alan Moore e JH Williams III. Il primo volume (ovviamente) ci introduce nel mondo di Promethea, dove magia, fantascienza e mito esistono nel mondo reale. Promethea è un piacere per noi e il nostro biglietto per la visione di Moore sulla religione.
data di revisione 04/21/2020
Lati Avilez

Cominciando dall'inizio. Williams offre arte INCREDIBILE. Sono così felice di aver acquistato le edizioni assolute di Promethea, è una vera gioia vedere la sua illustrazione in grande formato. Lo scenario è davvero Alan Moore. Questo ragazzo, anche se ami o odi i suoi fumetti, devi ammettere che sarà sempre qualcos'altro. Le sue idee sono fresche, uniche, assolutamente surreali e spesso sempre interessanti da leggere. Voglio dire, un'eroina dinamica che è una manifestazione fisica della più pura immaginazione attraverso il tempo e lo spazio? Cmon, è il massimo, non puoi superarlo!

Tutto sommato, questo primo tpb promette grandi cose della serie, quando torno a casa ai miei assoluti ho dei compiti da fare. Fino ad allora, lo scannerizza.
data di revisione 04/21/2020
Nero Millbrand

In cui un Cappuccetto Rosso fumatore di catena sfoggia una mitragliatrice. Un gorilla piangente si lamenta di non aver acquistato Windows 95, e uno scrittore di hacker si scrive un percorso verso Godhood.

Promethea ha molto da offrire sia al lettore generale che agli scrittori. La storia inizia con due storie, delicatamente intrecciate. La cosa grandiosa della tecnica narrativa usata nel primo capitolo è che otteniamo la leggenda alla base della storia moderna senza inibire la storia. Ogni volta che una storia richiede un contesto di questa natura, se non gestita con finezza, la storia può asciugarsi relativamente rapidamente. Generalmente il retroscena, sebbene rilevante per la trama generale, fa ben poco per far avanzare quella trama. Piuttosto, il retroscena sembra alleviare o assolvere punti confusi che sorgono più avanti nella narrazione e aumenta il ritmo con cui un lettore può digerire la storia. Qui vediamo la narrazione di Moore sia al servizio della tradizionale funzione del retroscena, che contemporaneamente fa avanzare la trama. Naturalmente, la tecnica del pannello parallelo di Moore, impiegata in classici come The Killing Joke, serve a rendere più fluide le transizioni tra il retroscena e l'attuale racconto di Promethea.

Oltre a una grande trama, Moore accenna a una teoria sull'immaginazione che è parallela al concetto di inconscio collettivo di Jung. Le idee di Moore sull'immaginazione che esistono in un regno separato, in cui tutto ciò che è mai stato concepito esiste, nascono in Supreme e in molti altri racconti di Moore. È sviluppato nella massima misura a Promethea e dovrebbe essere tenuto in grande considerazione dai fan di Moore solo per questo motivo.

Ma il libro ha molto di più da offrire. Consiglio vivamente questo titolo non solo ai fan della graphic novel, ma a tutti i lettori.

data di revisione 04/21/2020
Isbel Donis

Rassegna della serie: Like Lost Girls, un fumetto Moore di fine periodo scandalosamente autoindulgente. Inizia come una striscia di supereroi okay, presenta alcune opere d'arte interessanti e intelligenti, specialmente verso la fine, e raggiunge il culmine con alcune fantastiche cose da demolizione a quarta parete; ma dèi, la sezione centrale della serie è solo una questione dopo l'altra di Moore che cerca di venderci la sua ridicola pseudo-filosofia cultuale, attraverso una serie di discariche informative che mi hanno ripetutamente fatto brillare gli occhi.
data di revisione 04/21/2020
Abbe Woodby

Una giovane donna è chiamata ad assumersi i poteri dell'immaginazione, in modo piuttosto letterale.

Una rilettura, con l'eccezione di due problemi che erano nuovi. Avevo raccolto la serie quando è uscito e ne ho perso un paio.

Quindi nel complesso la serie regge, anche se ci sono alcuni Rants che ho scremato. Quando ho letto la serie per la prima volta, ero un po 'fuori di testa - non avevo letto molto Alan Moore a quel punto. La serie inizia come relativamente normale, con personaggi, ambientazione e trama; tuttavia, si sposta in un riassunto educativo dei Tarocchi, della Kabbalah e dei molteplici concetti esoterici con una sottile impiallacciatura di trama posta sopra. Questa serie è uno sforzo per educare le persone (per lo più donne, probabilmente e persone di colore) a tradizioni esoteriche, non una serie di eventi basati sulla trama o addirittura sui personaggi. Idea-driven, questa è la frase per questa serie.

È stato, ed è, comunque, commovente leggere, soprattutto quando invecchio e devo ridere di alcune delle cose che i personaggi attraversano: riconosco più del cammino spirituale come descritto, anche se mi sento sempre meno la moderna Promethea e più simile al suo predecessore, ora che sono di mezza età.

Il finale apparente è un po 'un'appendice; la storia si ferma dove finisce, e quell'ultimo numero è più un bel riassunto di concetti che altro.

Consigliato per i fan di Alan Moore, i fan dell'esoterico e le persone il cui cervello va bene facendo scorrere un po 'le idee.
data di revisione 04/21/2020
Sharl Schatt

Se Prometeo, l'uomo che rubò il fuoco agli dei e lo diede agli uomini, immagina la tecnologia, quindi Promethea deve capire l'immaginazione. Nella visione di Alan Moore, è cresciuta in America, con radici settecentesche nell'oscura poesia coloniale, ed è cresciuta solo nel ventesimo secolo, nei fumetti e nella fiction polpa. Un trionfo di arguzia e responsabilità che lavorano insieme, Promethea dà un ruolo a ogni paragone femminile - Saggezza, Sensibilità, la donna guerriera e persino la femminista francese Hélène Cixous - all'interno del molto campo di fumetti fanciullesco.

Promethea è una meta-fantasia ambiziosa, ma amante del divertimento, familiare ai lettori di I Watchmen e League of Extraordinary Gentleman. Apparentemente Moore vede "l'Immateria" come qualcosa di più di una metafora dell'immaginazione - è qualcosa di simile a uno stile di vita per lui adesso. Comunque, anche se wikipedia riserva un'intera sezione della sua voce su "Religione e magia", è chiaro che l'apprendimento della Cabala e lo svolgimento di cerimonie sono solo variazioni, o forse estensioni all'arte di raccontare storie. Forse sono principalmente di natura più sociale o teatrale - Moore ha l'aspetto di un mago o di un altro maestro di poteri segreti, e se dovesse parlare di incantesimi nella mia zona, pagherei per ascoltarlo. Il contenuto politico del lavoro di Moore parla anche di una visione della società umana come popolazioni riunite e distrutte da successi e insuccessi dell'immaginazione, un punto che egli sottolinea in modo molto vivido Promethea ricordando l'orrore della guerra espresso da Wilfrid Owen. Questi interessi in quelli che vengono chiamati "magia" e "anarchismo" diventano, nelle storie di Moore, molto meno simili a teorie radicali e molto più simili al tipo di saggezza comune che dovremmo insegnare ai nostri figli.
data di revisione 04/21/2020
Tyson Kottman

Ho appena preso questo libro perché l'ho visto un paio di volte sugli scaffali della mia biblioteca e questa volta è capitato di trovarne uno nel volume. È (non sorprendentemente) molto bello, sapevo che Alan Moore è bravo con storie, mi piacciono V per Vendetta e (in una certa misura) Watchmen. Questo libro richiede un po 'di tempo per decollare all'inizio, ma quando lo fa è fantastico e sono contento di averlo raccolto per caso. Il libro dovrebbe aver luogo nel 1999, ma una versione molto futuristica di esso. Ci sono poliziotti nei dischi volanti e la moda e la musica sembrano essersi completamente disintegrati. Sono stato sorpreso di apprendere che i libri risalgono al 1999-2000 poiché il futuro o il presente sembrano essere un retro molto anni 'XNUMX.

C'è una chiara atmosfera di Sandman nel libro. Si occupa fortemente del mito e della curva tra fantasia e realtà. Le persone hanno superpoteri ma è ancora realtà e l'Immateria e l'Hybrasil sono il mondo dell'immaginazione. Promethea è una sorta di super eroina eterea o dea che può abitare persone che si aggiungono alla sua tradizione. L'attuale avatar o sua incarnazione è Sophie Bangs, una studentessa universitaria che sta per terminare il suo mandato sulla tradizione di Promethea. Dopo non essere riuscita a ottenere un'intervista con la moglie dell'ultima persona che ha scritto su Promethea, si ritrova in tutti i tipi di problemi poiché lo spirito di Promethea ha apparentemente scelto di abitarla come sua ultima incarnazione.

Questo è uno dei migliori libri che ho letto quest'anno, graphic novel o no. Continuerò a leggerlo quando avrò più tempo. Lo consiglio a tutti coloro a cui piacciono le eroi femminili in armature, i mondi fantasy urbani o che hanno bisogno di metadone letterario per facilitare il loro ritiro da Sandman.
data di revisione 04/21/2020
Gavini Farrel

2 stelle per l'arte (anche se ineguale nella qualità) e che influenzano in seguito (e significativamente superiori) graphic novel di altri scrittori e illustratori.

0 stelle per glorificare predatori sessuali e "maghi" più anziani che manipolano donne molto giovani per fare sesso per "scoprire la loro vera evoluzione magica" e sbloccare il loro potenziale. Purtroppo, questi predatori esistono nella vita reale e ne sono stato testimone tra la fine degli anni '80 e gli anni '90.

Non ci sono scuse per questo comportamento e questa mentalità (specialmente da quando Promethea è stato scritto in altezza di circoli aperti e rituali aperti - questo non deve essere confuso con le varie comunità neo-pagane che non tendono ad avere i problemi di cui sopra come è improbabile che il complesso guru si verifichi in un gruppo egualitario e cooperativo; tuttavia, i predatori hanno contribuito alle comunità di cui sopra per chiudere le loro covenelle e cerchie ed eliminare gli eventi pubblici).

Se leggi la serie completa di Promethea (in particolare l'ultimo libro), gli atteggiamenti misogini e antisemiti diventano prevalenti e intrisici nei confronti della serie.

Non consigliato-- leggi invece la serie Marvel 2014/2015 con l'adolescente Kamela Khan. La signora Marvel è una serie meravigliosa piena di potere femminile. Kamela è una ragazza pakistana complessa, bizzarra e forte che lotta e si diletta con i suoi nuovi poteri. Kamela potrebbe non esistere senza Promethea, ma è un personaggio molto più interessante e realistico e aveva più profondità in un libro rispetto al Promethea completo.

Occhio di Falco di Matt Fraction, Poteri di Brian Michael Bendis e Lazzaro di Greg Rucka sono i superiour di Promethea e sono altamente raccomandati.
data di revisione 04/21/2020
Curhan Wathen

Quindi, come parte del mio status di autista di sedili posteriori ininterrotto, indesiderato, ingiustificato e auto-nominato nel club di lettura di fumetti per ragazze di Oriana, ho iniziato a voler rileggere effettivamente alcuni dei libri che sto chiedendo di provare luogo di ciò che sta effettivamente leggendo. ("Non leggere Predicatore! Letto Transmetropolitan! Non leggere Il ritorno del cavaliere oscuro! Letto Anno uno! E per l'amor di Dio non leggere Favole!") La maggior parte della mia collezione di fumetti è attualmente dall'altra parte del paese, ma uno dei miei consigli che non ho mai posseduto (e quindi posso uscire e acquistare senza la colpa immediata del tipo di gratificazione del rebuy) è Promethea.

Quindi questa settimana ho raccolto e riletto il primo libro. Non posso dire che c'è qualcosa di rivelatore nella seconda lettura che mi sono perso la prima volta, a parte una maggiore sensazione di chiarezza nel riuscire a discernere le diverse personalità in gioco in una storia in cui cinque dei personaggi principali hanno lo stesso nome.

Ma mi sto davvero divertendo, ed entusiasta di rileggere la serie. È bello che all'età di 31 anni, possa ancora sentirmi quell'accogliente "costruire una fortezza nel cervello" Watchmen mi ha dato quando avevo 12 anni. Chi conosceva la strana ridicolità acida di Promethea era ciò che l'avrebbe portato di nuovo in giro.
data di revisione 04/21/2020
Wendi Thronson

In attesa di Vol 2. Ci sono suggerimenti in questo di un tema più ampio relativo alla gestione di identità multiple ... non è stato completamente esplorato in questo, ma sperando che possa crescere ulteriormente nei volumi futuri.

Ancora una bella contrapposizione tra il sindaco che è una persona reale con molteplici personalità immaginarie, e Sophie e le molteplici persone reali che diventano parte di una personalità immaginaria. È il tipo di dettaglio di sfondo che Alan Moore introduce spesso in cui amo.

Anche se ad un certo punto ha avuto un po 'di spiegazione, spero sia solo perché questo è il primo della serie, perché c'è un sacco di potenziale che potrebbe renderlo un inferno di una serie.
data di revisione 04/21/2020
Sigismond Deuell

Una narrativa molto fantasiosa piena di simbolismo e avvolta in una bellissima formulazione posta tra l'arte meravigliosa. Si distingue sicuramente per me sia nella forma che nella sostanza, ricordandomi in parti della storia infinita inserendo sia il lettore, il protagonista e persino gli autori all'interno della storia. Non sono sicuro se scivolerà nei regni affini alla strega o qualcosa di completamente nuovo immaginato, ma spero di crogiolarvi abbastanza presto.
data di revisione 04/21/2020
Sibyl Brazie

Questo è stato davvero interessante e interessante, ma non è andato così tanto in esoterica / l'occulto come mi aspettavo che si basasse su ciò che gli altri hanno detto in merito a questa serie. Forse lo farà in altri volumi, ma sono rimasto un po 'deluso. Mi è piaciuto il numero 5 quando Sophie e una delle passate Prometheas hanno attraversato i diversi "livelli" dell'Immateria
data di revisione 04/21/2020
Yetty Heyd

Postato sul mio libro blog.

Sophie Bangs è una studentessa universitaria nell'odierna New York in un universo in cui il mondo è completamente dominato dalla scienza. Ci sono macchine volanti ed edifici ad alta tecnologia, trattamenti medici all'avanguardia, e la finzione e il mito sono cose del passato, relegate a studi accademici. Sophie è interessata a un personaggio misterioso di nome Promethea, che continua a comparire in tempi diversi e apparentemente non correlati nella storia. Presto, la sua ricerca la avvicina all'incarnazione fisica di Promethea e scopre di essere la persona successiva a incanalare il potere dell'immaginazione.

Questo mi è stato consigliato da un amico che di solito è molto attento ai libri che mi piaceranno. Abbastanza sicuro, non sono rimasto deluso. L'esplorazione dell'immaginazione e dei sogni, della comunicazione e delle storie come fase successiva nell'evoluzione degli esseri umani, è stata estremamente interessante. Ho adorato l'umorismo nel suo ritratto della società moderna in tutta la sua assurdità. Anche le opere d'arte sono state fantastiche, con i pannelli che raffigurano abilmente la narrazione e i mondi "paralleli".

In attesa della prossima puntata della serie.
data di revisione 04/21/2020
Besse Peli

È difficile per me individuare esattamente cosa sia di Promethea che mi piace così tanto, ma può darsi che sia un fumetto di supereroi così perfetto. La scrittura di Alan Moore si combina magnificamente con l'arte di JH Williams III e Mick Gray, elevandola immediatamente dall'universo a quattro colori del supereroe-dom. Come è la tendenza di Moore, qui sta raccontando una storia più grande di quella di una ragazza e del suo alter ego superpotente, anche se ci vuole tempo per entrare in quello che è. Ci vengono date esplorazioni di magia, immaginazione, sessualità e altro, oltre alle divertenti e banali avventure di un supereroe (completo di irritante aiutante alla Jimmy Olsen, Robin e molti altri).
Sarebbe perfettamente facile scriverlo come Wonder Woman di Alan Moore, ma c'è molto di più. Questo primo libro fa un lavoro adorabile e succinto non solo per presentarci a questo nuovo mondo (appena lasciato del nostro), ma anche per mostrarci le storie del passato di Promethea ... indietro al primo e come è diventata quello che è ora .
Promethea è una lettura fantastica, un personaggio meraviglioso, e per i miei soldi il più grande successo di Moore nei migliori fumetti d'America.

Lascia una recensione per Promethea, Vol. 1