Homepage > Orrore > Storie brevi > Fantasia > Celephais Recensioni

Celephais

Celephaïs
Da HP Lovecraft
Recensioni: 28 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
5
Bene
10
Media
9
Male
4
Terribile
0
"Celephaïs" è una storia fantasy dello scrittore di horror americano HP Lovecraft, scritta all'inizio di novembre 1920 e pubblicata per la prima volta nel numero di Rainbow di maggio 1922. Il titolo si riferisce a una città immaginaria che in seguito appare in HP Lovecrafts Dream Cycle, incluso il suo novella The Dream-Quest of Unknown Kadath (1926) .Celephaïs è stata creata in un sogno da Kuranes (che è

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Greta Abo

Un altro di quei racconti ipnotici onirici che solo Lovecraft poteva scrivere. Kuranes è l'ultimo della sua famiglia. Vive sempre di più nei suoi sogni sperando per sempre di stabilirsi nella terra promessa dell'eterna giovinezza e della gloria Celfei. Bene, alla fine (del suo denaro e probabilmente della sua vita) sfugge alla realtà e viene nominato re di quella terra, ripensando alla sua esistenza terrestre in cui un birraio milionario vive l '"atmosfera acquisita della nobiltà estinta". Una grande storia con critiche dirette alla civiltà. Assolutamente consigliato!
data di revisione 04/21/2020
Powder Zelada


Scritto nel 1920 quando Lovecraft aveva trenta anni, "Celephais" ricorda "L'incoronazione di Thomas Shap" di Lord Dunsany (anche se i destini dei loro eroi differiscono considerevolmente), e la storia è un bell'esempio dello stile dunsaniano di Lovecraft.

Racconta di un uomo di nome Kuranes, successivamente visitato da Randolph Carter nella sua "ricerca dei sogni" - che a metà della vita, "l'ultimo della sua famiglia, e solo tra gli indifferenti milioni di Londra", inizia a cercare una città migliore nel terra dei suoi sogni. Qui scopre il porto di Celephais, una città che non cambia nel tempo e da cui il viaggiatore può viaggiare attraverso la terra dei sogni, fino al regno di Sarranian tra le nuvole. Il modo in cui trova la città, la perde e la ritrova (insieme al suo destino fisico nel regno terrestre) è l'argomento della storia.

Una storia ben raccontata, con meno ornamenti floreali del solito nei racconti dunsaniani di Lovecraft, "Celephais" dovrebbe piacere a tutti i lettori di Lovecraft, sia i principianti che i fan. Ma per coloro che sono interessati allo sviluppo di Lovecraft, detiene un'importanza particolare, mostrandoci come il suo atteggiamento nei confronti dei sogni e della memoria personale cambia nel tempo. In "Celephais" (1920), Kuranes premia la sua città sognata più dei ricordi della sua nativa Cornovaglia, ma più tardi, quando incontra Randolph Carter in The Dream Quest of Unknown Kadath (1927), i suoi atteggiamenti sono cambiati. Come osserva ST Joshi nei suoi appunti a "Celephais" in The Call of Cthulhu e altre strane storie: We are now told that Kuranes ‘could no more find content in those places [of his imagination], but had formed a mighty longing for the English cliffs and downlands of his boyhood’...Just as Lovecraft felt the need to return to his New England roots after two years in New York, so too does Randolph Carter in the novel find that the ‘sunset city’ of his dreams is nothing more than the memories of his boyhood in Boston. Both Lovecraft and his imagination have come home. .
data di revisione 04/21/2020
Callean Balin

Una storia da sogno meravigliosa, ma agrodolce.
Kuranes sognava una città meravigliosa di Celephais quando era bambino. Era quasi arrivato a una cucina che stava aspettando nel porto.
Celephais
Oggi non ha soldi, anche le sue terre se ne sono andate, non gli piace la vita contemporanea, ma i suoi sogni sono più vividi con ogni nuovo sogno. Comincia persino a usare droghe per accelerare il processo. 'The more he withdrew from the world about him, the more wonderful became his dreams;' Il fatto è che Kuranes si rese conto che le storie della nostra infanzia contengono meraviglie. Le persone perdono la capacità di vederle grazie al "veleno della vita".
Il finale è meraviglioso e triste. Quasi la maggior parte della storia ha immagini meravigliose. La parte triste, tuttavia, menziona Innsmouth e si adatta bene al finale.
data di revisione 04/21/2020
Susette Rodine

Il mondo dei sogni è qualcosa di cui sono affascinato e di cui voglio imparare e leggere di più. È un tema comune nella scrittura di Lovecraft, con la mia introduzione "Beyond the Wall of Sleep". È uno dei miei racconti preferiti di sempre, e anche "Celephais" è sorprendente. "Beyond the Wall of Sleep" intrattiene l'idea che il mondo dei sogni è il nostro mondo primario, con il mondo della veglia secondario. Questo principio può applicarsi anche a "Celephais", soprattutto perché il protagonista cerca di passare la maggior parte del suo tempo a dormire per raggiungere la sua missione nel mondo dei sogni. Sta cercando di trovare la città di Celfei, che ha visitato in gioventù ma che non riesce a ritrovare. Anch'io ho avuto la sensazione di apparecchi permanenti nei miei sogni. C'è una casa nel mio mondo dei sogni che è sempre stata lì; Lo visito di tanto in tanto e la sua posizione e struttura rimangono costanti. Sono anche nel mezzo di The Interpretation of Dreams di Sigmund Freud. È più psicologico e scientifico della finzione di Lovecraft. A causa della mia ossessione per questo argomento, devo avere il meglio di entrambi i mondi. Prenderò tutto ciò su cui posso mettere le mani. Questi libri mi fanno pensare e ricordare molto di più il mio mondo dei sogni durante le mie ore di veglia e quanto sia bizzarro.
data di revisione 04/21/2020
Mattson Xu

«(...) la cosa brutta che è la realtà»

«Non ci sono molte persone che sanno quali meraviglie sono loro aperte nelle storie e nelle visioni della loro giovinezza; poiché quando da bambini ascoltiamo e sogniamo, pensiamo solo a pensieri semi formati, e quando come uomini cerchiamo di ricordare, siamo noiosi e prosaici con il veleno della vita. »

«(...) quel mondo di meraviglia che era nostro prima che fossimo saggi e infelici»
data di revisione 04/21/2020
Sheilah Wolfsberger

[
Il vero orrore cosmico lascia cambiare la prospettiva del lettore.

Inoltre The Yellow King, Hastur of Leng. (nascondi spoiler)]
data di revisione 04/21/2020
Nessie Sahiba

Un racconto di Lovecraft. Questa storia è abbastanza diversa da molte altre storie di Lovecraft. L'atmosfera è molto rilassata e come molti altri hanno sottolineato, agrodolce. Direi che la storia è in realtà romantica.

Quindi, non la solita Lovecraft ma una bella lettura d'atmosfera.
data di revisione 04/21/2020
Autum Heatherly

BREVE E DOLCE !!!!



La trama ricorda quella di Lord Dunsany, "L'incoronazione di Mr. Thomas Shap" in The Book of Wonder, in cui il personaggio del titolo diventa sempre più assorbito nel suo immaginario regno di Larkar fino a quando non inizia a trascurare gli affari e i compiti di routine di vita quotidiana e alla fine viene messo in un manicomio. Le immagini dei cavalli alla deriva dalla scogliera potrebbero derivare da "A Horseman in the Sky" (1891) di Ambrose Bierce. [2]

data di revisione 04/21/2020
Derzon Sager

Non ci sono molte persone che sanno quali meraviglie sono loro aperte nelle storie e nelle visioni della loro giovinezza; poiché quando da bambini ascoltiamo e sogniamo, pensiamo solo a pensieri semi formati, e quando come uomini cerchiamo di ricordare, siamo noiosi e prosaici con il veleno della vita. Ma alcuni di noi si svegliano di notte con strani fantasmi di colline e giardini incantati, di fontane che cantano al sole, di scogliere dorate a strapiombo su mari mormoranti, di pianure che si estendono fino a città addormentate di bronzo e pietra, e di oscure compagnie di eroi che cavalcano cavalli bianchi bardati lungo i bordi di fitte foreste; e poi sappiamo che abbiamo guardato indietro attraverso le porte d'avorio in quel mondo di meraviglia che era nostro prima di essere saggi e infelici.

Mio marito adora la citazione sopra e ora capisco perché! Questa malinconica fiaba fantasy sembra una poesia. Scrittura adorabile in questo paesaggio da sogno visivo.
data di revisione 04/21/2020
Osmund Paletta

Ecco un'altra delle storie di Dream Cycle di Lovecraft. Se ti piace il lavoro di Neil Gaiman, in particolare la sua roba su Sandman, probabilmente ti piacerà. Sono storie come questa che sottolineano davvero l'influenza di Lovecraft su Gaiman. Il concetto di un intero altro universo contenuto nei nostri sogni è un concetto intrigante. Alla fine è più fantasy che horror, ma ha avuto i suoi momenti.
data di revisione 04/21/2020
Lull Palacios

Questa è una fiaba fantasy di Lovecraft, racconta la storia del sognatore Kuranes che si reca a Celephais nella valle Ooth-Nargai dove non esiste percezione del tempo. Alla fine diventa sovrano lì dopo la sua morte ......
data di revisione 04/21/2020
Christina Ramming

È stata una bella pausa dalle solite descrizioni oscure e contorte. Ho adorato le belle descrizioni del mondo.
data di revisione 04/21/2020
Karlyn Alley

Ciò che inizia come una profonda riflessione sulla bellezza che si trova nei sogni dell'infanzia, se non nella realtà, si sofferma in una di quelle descrizioni dei paesaggi statici lovecraftiani.
data di revisione 04/21/2020
Trocki Zampella

La storia è ben scritta - Lovecraft ha un modo fantastico con le parole - ma la storia e l'anonimo protagonista in bianco non sono avvincenti. Deludente.
data di revisione 04/21/2020
Delainey Jauregui

Non mi piace molto Lovecraft, ad essere sincero. Penso di aver letto abbastanza di lui da dirlo ormai. La sua scrittura è ingombrante e piena di troppe descrizioni, e il suo palese razzismo traspare troppo spesso.

Eppure, qualcosa mi fa venir voglia di leggere di più. La mitologia che ha costruito è molto affascinante, dato che non sono assolutamente l'unico a pensare.

Celephais era per lo più pieno di aggettivi, ma dava alcuni indizi sulla natura dei mondi sognanti. E questo è praticamente il modo in cui è sempre stato con Lovecraft per me: la storia non aveva importanza, ma c'erano anche cose che mi interessavano.
data di revisione 04/21/2020
Adaurd Ciers

Un aristocratico britannico caduto in tempi difficili ha una vita fantastica nelle Dreamlands, dove è potente e saggio. Mentre cade nei momenti più difficili e cerca di tornare al suo alternarsi, diventando dipendente dall'oppio nell'affare, ossessiona anche il ritorno nella città titolare dei suoi sogni. Alla fine affoga a morte, un disgraziato senzatetto, ma diventa un re saggio immortale nelle Dreamlands. Quindi immagino sia uno di quei rari filati Lovecraft a lieto fine. Ciò che passa felice nel suo lavoro, intendo.
data di revisione 04/21/2020
Aprile Gilstrap

HP Lovecraft scrive una breve storia fantasy dal punto di vista di un narratore onnisciente che racconta gli ultimi giorni di un uomo della Cornovaglia, che vive a Londra, dove sogna di guidare i cittadini di Celfei con il suo nuovo nome "Kuranes". Un finale a sorpresa complica la conclusione della trama e il suo utilizzo invita a letture multiple per comprendere la storia. Mentre alcuni lettori potrebbero essere sopraffatti dalla lingua secolare della storia, altri lettori che cercano una storia sull'evasione dell'urbanita dei primi del 20 ° secolo o sul mistero dei sogni dovrebbero essere intrattenuti.
data di revisione 04/21/2020
Bertelli Wojewoda

4.1
Mi è piaciuto molto, ma non è stato davvero meraviglioso. Alcune delle descrizioni erano belle, ma mi sentivo come se non fosse perfetto. Ottenere un 4.1 è fantastico. È difficile arrivare più in alto.
Per qualche ragione, la parte della droga sembrava forzata e la fine non era forte per me. Tuttavia, le descrizioni delle sequenze dei sogni erano belle e compensate per questo.
data di revisione 04/21/2020
Aney Abubakr

È interessante il modo in cui Lovecraft lega i suoi mondi. Questo racconta di un mondo onirico, presente anche nelle sue altre storie brevi. Dirò, questa storia sembra estremamente simile ai suoi altri brevi orrori. In questo modo, non è stato così interessante per me, anche se le descrizioni sono belle, come sempre.
data di revisione 04/21/2020
Snyder Silva

Difficile da capire poiché ruota attorno a un uomo che sogna una città utopica. Non credo di poter apprezzare appieno la storia, quindi rivedrò più tardi. Altrimenti è una cosa carina da leggere.
data di revisione 04/21/2020
Saber Lycan

Caspita, che fine. Mi piacciono molto queste storie di Dream Cycle più di quanto mi aspettassi. Questo è allo stesso tempo trionfante e tragico, in un modo che solo Lovecraft poteva offrire. Pochi altri riuscivano a colmare senza soluzione di continuità fantastici scenari da sogno con l'orrore schietto e urbano della realtà.
data di revisione 04/21/2020
Lenhard Kutella

Cerca di essere grande, ma per me fallisce. È così elaborato che sai solo quale sarà il colpo di scena.

E poi lo è, e poi è finito.

Yawn.
data di revisione 04/21/2020
Neil Comiskey

Pur non essendo una grande storia, questa ha alcune delle linee più memorabili di Lovecraft, tra cui "prima che fossimo saggi e infelici".
data di revisione 04/21/2020
Zink Bartimus

La linea di demarcazione tra realtà e paesaggio da sogno viene sapientemente rimossa, poiché Lovecraft descrive vividamente un mondo al di là del nostro ken.
data di revisione 04/21/2020
Gagliano Kilichowski

Un sognatore trova i suoi sogni, forse. Mi è davvero piaciuto molto questo. *incredulità*

(Spostamento della revisione 2015 per separare il lavoro per lasciare spazio alla revisione per la revisione, settembre 2017.)

Lascia una recensione per Celephais