Homepage > Orrore > Classics > Finzione > HP Lovecraft: The Complete Fiction Recensioni

HP Lovecraft: The Complete Fiction

H.P. Lovecraft: The Complete Fiction
Da HP Lovecraft San Jos,
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Bene
Premiato
15
Bene
7
Media
5
Male
2
Terribile
1
Ecco la raccolta completa di fiction di HP Lovecraft. Le storie incluse sono: La città senza nome Il festival Il colore fuori dallo spazio Il richiamo di Cthulhu L'orrore di Dunwich Il sussurro nell'oscurità I sogni nella casa delle streghe Innsmouth "The Shadow Out of TimeAt the Mountains of Madness

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Vitia Desatnik

"Quello non è morto che può mentire per sempre,
E con strani eoni anche la morte può morire ".

326 giorni dopo ... Ho finito di leggere questa raccolta della narrativa completa di HP Lovecraft. Il maestro della strana narrativa e dell'orrore cosmico offre una serie di racconti e romanzi diversi, dai racconti agghiaccianti ai terrificanti.

Questa narrativa completa è cronologica, quindi è interessante vedere i progressi di Lovecraft nel corso degli anni. Certo, all'inizio è stato difficile superare alcune delle storie, ma una volta che ti sei abituato al modo in cui Lovecraft scrive, diventa molto più facile. Non solo, ma Lovecraft stesso migliora con la scrittura e la qualità delle sue storie migliora notevolmente. Pertanto, abbastanza prevedibilmente, le mie storie preferite sono in realtà verso la fine della collezione, quando Lovecraft ha davvero dominato il suo mestiere.

Lovecraft non è il maestro nel creare personaggi memorabili, ma è il maestro nel creare un'atmosfera e nello scrivere storie indimenticabili di terrore e orrore. Come fan di King, lo sviluppo del personaggio forte è qualcosa che cerco in molti dei miei libri (questo mi riporta a una recensione che ho letto di recente per Sleeping Beauties in cui il recensore ha commentato come King non è mai stato grande nello sviluppo del personaggio .. .. hahahahahaha, okay, certo), ma Lovecraft mi ha insegnato che non è sempre necessario per creare davvero una storia incredibile. Chiedimi i nomi dei personaggi in storie come The Shadow over Innsmouth e ti guarderei con uno sguardo vuoto, ma mi chiedo di raccontarti quella storia e il terrore e temere che mi abbia instillato, e non potevi chiudere me up (in realtà ho raccontato a Matthew quella storia una mattina a colazione e sono abbastanza sicuro di aver fatto un casino - Lovecraft non lo sono).

Non fraintendetemi, ci sono aspetti negativi nella scrittura di Lovecraft - è piuttosto denso, che sono sicuro che alcuni lettori amerebbero, ma quel tipo di scrittura richiede che io sia seduto in una stanza silenziosa dove posso concentrarmi. Dato che faccio una discreta quantità di lettura con il rumore di fondo (dato che mi piace stare nel calore del mio salotto), a volte ho faticato e mi ritroverei a leggere lo stesso paragrafo più e più volte. Questo potrebbe anche aiutare a spiegare perché ci sono voluti 326 giorni! È un grande fan di entrare nei dettagli inutili, che a volte può essere frustrante.

Capisco perfettamente che Lovecraft non è per tutti - le sue storie non si leggono facilmente come quelle di King, non c'è molto dialogo, ma non c'è nulla di male nel provare una o due storie prima di decidere se vuoi esplorare ulteriormente . Così! Ho pensato di raccomandare alcune storie per cominciare se vuoi avventurarti in qualche orrore cosmico ...

1. The Shadow over Innsmouth: inquietante, inquietante, inquietante. La tensione e il terrore sono costruiti e sostenuti per la maggior parte di questo, e ha anche uno dei miei finali preferiti.

2. The Thing on the Doorstep - anche una storia molto elaborata, con un altro finale epico - Lovecraft sa come portarli a termine !!

3. Il colore fuori dallo spazio - questo mi ha lasciato senza fiato, e forse potrebbe essere la mia storia preferita. Altamente raccomandato.

4. Alle Montagne della Follia - agghiacciante e teso ... mi è piaciuto molto!

5. The Call of Cthulhu - dai! Leggerai Lovecraft e non leggerai del Grande Vecchio ?! Sarebbe inaudito !!

Lovecraft ha consolidato fermamente la sua posizione di uno dei miei autori preferiti e rivedrò queste storie negli anni a venire. È stato un piacere. 5 stelle su 5 da me! E ricorda solo ... "ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn" che si traduce in "Nella sua casa a R'lyeh morto Cthulhu aspetta di sognare".
data di revisione 04/21/2020
Evoy Yahne

HP Lovecraft, il personaggio completo D & D5E

Nome e Cognome: HP Lovecraft

Classe e valutazione: Stregone, 3 stelle

Gara: Umano

Allineamento: Neutro caotico
HP Lovecraft is famously nativist (i.e. racist) – his way of describing non-white personages isn’t by describing the color of their skin so much as using a word like ‘mongoloid’ or ‘savage’ – AND female characters are almost non-existent in his works as anything besides window dressing. Nevertheless, if you delve into Lovecraft’s life, you can’t help but feel pathos. He was devoted to his mother, becoming near suicidal when she was committed to an asylum. He visited her and wrote her regularly, and was quite broken by her death. He struggled all his life to make ends meet and sometimes had to choose between paying for the postage to mail his latest story and feeding himself. So evil? By no means. For the other axis, nearly every Lovecraft story explores some aspect of how people respond when their perceptions of reality and cosmology are shaken. The result is, invariably, mental chaos.
Blocco stat

Forza: 7
The emotional strength of a HP Lovecraft story is low. They sometimes sort-of-kind-of have character arcs, but these arcs aren't compelling. His stories aren’t horrors either. There’s no sense of dread when turning the page. Rather, I would classify them as mysteries and more milieu mystery than character mystery. Any page-turning quality of a Lovecraft story arises because we’re interested in exploring the world-building and uncovering the truth of the story's strange cosmic mystery. We don’t particularly care about the fate of the protagonists, especially as most of the stories are narrated after-the-fact, anyway.
Destrezza: 16
Lovecraft’s stories often remind me of how nudity was depicted in early film. It was never shown directly. The Hays code didn’t allow it. Instead, you might see a silhouette. Or a dress fall to the ground at the woman’s feet. Or there’d be a bannister in the way. Lovecraft likewise has this propensity to avoid actually describing his cosmic horrors. His characters will instead simply say, ‘I cannot describe it, for my very mind rebelled against grasping such a reality! Mouth and teeth and tentacles!’ or ‘I refuse to share this knowledge, for it will inspire madness in all who hear it.’ It is, frankly, annoying.
Costituzione: 13
My copy of HP Lovecraft, The Complete Fiction is highly sturdy and well constructed. When it became temporarily possessed, I struck it with a hammer. It survived this blow intact.
Intelligenza: 16
HP Lovecraft was clearly a man of high intelligence. In particular, he possessed a certain arcane vocabulary that gives his stories an other-worldly aesthetic. I was delighted to discover him use not one but TWO of my favorite rare words: chiaroscuro (a word I once used in a story, which earned me a rejection note from the editor: ‘pass. too pretentious.’ bwahaha) as well as tenebrous, which I snuck into the opening for my review for PKD’s Flow My Tears, the Policeman Said. I even encountered a few words whose meaning I had to look up, which is quite the feat, given I am a connoisseur of words: fulgurite and noisome, for example. And of course there’s the classics that you’ve no doubt encountered if you’ve ever played a Cthulu game, words like eldritch or daemon or aeons or what have you, all of which serve to imbue his stories with a sense of vast cosmic mystique.
Saggezza: 5
I’m probably least impressed by the humanity of HP Lovecraft’s stories. Despite his clear intelligence, I’m quite certain Lovecraft didn’t understand people. Because of this, the characters come across less as human beings with rich inner lives and more as generic passive receptors of the world. At the least, the book displays a profound lack of insight when compared to modern psychology. Today we know that ‘insanity’ isn’t a single affliction at all – it’s not even a term used in medicine anymore. Rather, what might once have been called ‘insanity’ now has a much more specific classification, such as dementia or schizophrenia, and we have some grasp of the neurological reasons behind these illnesses. Thus the madness we encounter throughout Lovecraft's stories is less a specific ailment of a specific human being than it is the general madness of our entire race as a whole.
Carisma: 6
The stories aren’t charming or magical or inspiring or anything like that. Which is fair, they’re cosmic horror. But don’t expect to come out of reading these stories energized to do good in the world or to treat your fellow human beings with greater love and kindness. Unless you think doing good in the world involves sacrificing a goat to the Elder Gods to stave off their hunger and imminent return. In which case you may well be plenty inspired.
Caratteristiche della classe

Patrono ultraterreno: il grande vecchio
In Lovecraftian mythos, the universe contains vast and powerful beings - Gods to some - who are beyond mortal ken. To them, we are but ants, and we draw their attention at our peril. Thus, science is in many ways foolish to so wantonly sift through the mysteries of the universe. What happens when we uncover something that is beyond our comprehension – or, worse, our control?
Patto Boon: Patto del Tomo …Si.

Invocazione di Eldritch: conoscenza del New England
Much like Stephen King, HP Lovecraft set most of his stories in New England, where he lived all of his life. His knowledge of its towns, history, and geography comes through strongly and confidently.
Invocazione di Eldritch: falsa conoscenza delle lingue antiche
HP Lovecraft didn’t know Sumerian, Babylonian, or Aramaic. But that didn’t stop him from making up incantations in other worldly languages. ph’nglui mglw’nafh Cthulu R’lyeh wgah’nagl fhtagn! Yi-nash Yog-Sothoth-he-lgeb-fi-throdog-Yah!
Eldritch Invocations: Frame Narrative
HP Lovecraft’s stories consistently use a literary technique called the Frame Narrative, which was popular at the time but is now rather antiquated. Most of HP Lovecraft’s stories actually consist of an outer framing narrative, within which the (outer) narrator encounters someone who relates the inner, usually more interesting story. The result is that each story is actually being told AFTER THE FACT. This technique makes Lovecraft’s stories more philosophical/reflective, but at the cost of drastically lowering the tension.
Libro degli incantesimi

Dagon
Coniugazione di 1 ° livello
Componenti: Follia, Deep Ocean, Elder Gods
Tempo di lancio: pagine 5
Un uomo naufragato in mare si ritrova su una strana isola ...
Dagon is to Call of Cthulhu what Magic Missiles is to Fireball. It’s not that one is superior to the other per se, but Dagon is the clear precursor, containing many of the same elements while being generally shorter and simpler. Given that, Dagon was a quicker, lighter read, but with less oomph than Call of Cthulhu. (...and yes I know Magic Missiles and Fireball aren't Warlock spells.)
The Outsider
Divinazione di 2 ° livello
Componenti: Morte, ultraterrena
Tempo di lancio: pagine 6
Un uomo che vive in una terra remota cerca di scappare ...
This is a short and fairly simple story that, while undeniably atmospheric, is also undeniably juvenile. It all builds toward a twist that is – these days at least – a bit overdone. Whereas many of these other stories are uniquely Lovecraftian, I found this one derivative.
The Lurking Fear
Trasmutazione di 4 ° livello
Componenti: NE, Follia, Rurale, Morte, Atavismo
Tempo di lancio: pagine 17
Una leggenda rurale narra di una dimora abbandonata infestata e di creature morte che si nascondono in ...
The Lurking Fear is a bit different than others on the list, and consequentially, I found it refreshing. For one thing, it’s less of a frame story. The narrator is the one who actually experienced the events of the story, which grants it a much better immediacy than the other stories. For another, instead of the horrors coming from outside of us, this is more about the horrors that dwell within us.
Il Richiamo di Cthulhu
Evocazione di 7 ° livello
Componenti: Frame, NE, Deep Ocean, Madness, Elder Gods
Tempo di lancio: pagine 25
Una massa di terra si alza dal mare e il richiamo del sacerdote degli dei più anziani risuona ...
Probably my favorite spell in the book. It’s one of the better plotted, with a real sense of unfolding layers of mystery. And, rarely for Lovecraft, it actually directly addresses the greater mythos. Most of the other stories indirectly reference a world-view in which humanity is insignificant. For example, the following spell - The Case of Charles Dexter Ward - contains some necromancy, sure, but it never actually talks about where the souls of the dead reside or what that might mean for us. Call of Cthulu, however, specifically speaks of the Elder Gods and humanity’s place in a universe where such beings exist. This made it more coherent and interesting.
Il caso di Charles Dexter Ward
Negromanzia di 3 ° livello
Componenti: Frame, NE, Madness, Death, Doppleganger
Tempo di lancio: pagine 104
Un giovane storico diventa ossessionato da un antenato che ha approfondito le questioni arcane ...
Not a big fan of this spell. That casting time. 104 pages! And it hits this slump in the middle where there’s a REALLY OBVIOUS plot-twist every reader will guess, but the characters are totally oblivious, and it just drags on and on and on. To the point that I began to feel a little embarrathy (this is a word I invented and am foisting upon you: it means second hand embarrassment) for Lovecraft because a huge chunk of suspense in the story hinged on this reveal.
Il colore fuori dallo spazio
Evocazione di sesto livello
Componenti: Frame, NE, Rural, Madness, Ultraterreno
Tempo di lancio: pagine 23
Una strana meteora cade dallo spazio e inizia a deformare i suoi dintorni ...
I don’t think I’d call this Lovecraft’s most iconic story – that one must be Call of Cthulu – but I might consider it his most prototypical. Many consider it his best. You have an otherworldly visitor. In this case, it’s a comet or meteor with an, umm, let’s say a chromatic passenger (Dexter reference...). It strikes in a rural New England locale. And it’s largely told by proxy. That is, the (outer) narrator himself didn’t experience the primary events of the story. Even the (inner) narrator can only offer a first-hand account of SOME aspects. So the story is actually a frame-within-a-frame! This second-hand, third-hand approach just drains the tension from the story. That said, I had great fun because it’s dripping with horrific wonder, a uniquely Lovecraftian emotion.
In effetti, ehi wow, in realtà, cosa? Ho appena ottenuto un 20 con quella frase, quell'orribile meraviglia? È stato un colpo critico?

Perché davvero quelle due parole sono un perfetto riassunto di ciò che rende Lovecraft Lovecraft e del perché è stato sopportato per oltre cento anni. Unisce due emozioni che di solito sono considerate completamente diverse - meraviglia e orrore - e mostra come, in realtà, siano due facce della stessa medaglia. Quando qualcosa di nuovo emerge al di là della profondità della nostra attuale esperienza, sperimentiamo o la paura che la nostra visione del mondo sia minacciata o un senso di meraviglia per l'evoluzione della nostra visione del mondo. Oppure, come nel caso di molte storie di Lovecraft, riusciamo a sperimentare entrambi, contemporaneamente. Una meraviglia inorridita. Diciamo che siamo meravigliati.
data di revisione 04/21/2020
Mullins Gogocha

Il capo. Questo libro è l'insieme delle sue opere, quindi ovviamente ci sono alcuni titoli più deboli inclusi in questo volume pesante. Mi è davvero piaciuto leggere questa edizione, perché ogni storia è elencata nell'ordine in cui è stata scritta. Puoi davvero avere un'idea del genio crescente di Lovecraft e mi è piaciuto vedere quell'evoluzione. Consiglierei di leggere prima la più lodata delle sue storie, e poi se sei ancora ossessionato prendi questa. Il mio preferito è l'incredibile "Alle montagne della follia", e non riesco ancora a capire come questa favola favola non sia ancora stata trasformata in un film!

Ammetto che mi vergogno di aver aspettato così tanto tempo per leggere le sue storie, soprattutto perché hanno influenzato così pesantemente alcuni dei miei autori preferiti. Tuttavia, ora che ho letto tutto il suo lavoro, finalmente riesco a capire di cosa si tratta.
data di revisione 04/21/2020
Waneta Kandel

Indispensabile per i fan seri. Lovecraft era uno scrittore instancabile che copriva un po 'più di territorio di cui gli viene generalmente riconosciuto. "The Shadow Over Innsmouth" è un ottimo esempio della capacità di Lovecraft di fondere la sua osservazione acuta e la coinvolgente conoscenza della sua nativa New England con la sua immaginazione oltraggiosa. Il destino del protagonista, mentre è orribile nella tipica moda di Lovecraft, è anche veramente triste e commovente.

Mentre molte storie seguono un ritmo prevedibile e ben consumato (il protagonista inorridito dichiara il suo orrore quando scopre la terrificante verità di qualche antico orrore), le gemme lucidate dall'azione abrasiva di questi sforzi sono alcune delle storie più soddisfacenti di qualsiasi genere. "The Strange High House in the Mist" è diventato immediatamente uno dei miei preferiti di tutti i tempi quando l'ho letto per la prima volta negli anni '70 e il tempo non gli ha tolto nulla. "Lui" non è sembrato particolarmente originale o sorprendente fino a quando non l'ho letto alla luce dell'affermazione dell'editore che rifletteva l'esperienza infelice di Lovecraft con la vita a New York City. Questa consapevolezza ha aggiunto un elemento umano raramente, se mai, associato a Lovecraft e sospetto che un tale elemento possa nascondersi anche in altre storie.

Oscurato dalla reputazione di Lovecraft come maestro dell'orrore è il suo contributo unico come visionario di fantascienza. Non ci sono elementi soprannaturali nelle sue storie. Nessuna. Tutte le sue orribili creazioni sono creature di una scienza incomprensibile ma strettamente materialistica.

Ultimo ma non meno importante, la struttura di Lovecraft è un fantasista lirico e poetico. Sono stato sorpreso di scoprire che molte di queste storie sono state respinte per la pubblicazione. È troppo male; Penso che possano essere le sue opere più oneste, rivelando i sogni e i desideri di un materialista notoriamente ateo intrappolato in un mondo brutale. Sono più belli di quanto il suo orrore sia terrificante.
data di revisione 04/21/2020
Chad Shamblin

La fiction completa di HP Lovecraft è praticamente completa;
Manca solo una storia che è stata "In the walls of Eryx", scritta da Lovecraft e Kenneth J. Sterling.

L'opera completa incarna la progressione di Lovecraft come scrittore e riempie bene il suo mito. L'unica lamentela che ho trovato è che alcuni lavori precedenti non resistono alla prova del tempo o resistono bene. Tuttavia, non è più necessario trovare altre compilation. Per coloro che amano l'horror noir, i mostri epici e la mente ridotta che vede i terrori indicibili e deve razionalizzare la paura, questo è un grande libro. Con alcuni che amano le tradizioni amorose del gioco, altri autori o persino la mania dei creepypasta e non leggono le opere originali: compralo subito. Nessun altro libro copre così tanto. Ogni altro libro avrà la maggior parte delle selezioni popolari, non tutte. Al prezzo non si può sbagliare.

C'è un avviso con questo: si prega di acquistare la seconda stampa. Il primo ha molti errori di ortografia, tutti risolti nella seconda stampa. La differenza evidente è il segnalibro di stoffa. Oro per la prima stampa, viola per la seconda.
data di revisione 04/21/2020
Ott Zehrer

Se non ti dispiace scrivere in alta e POV in prima persona, allora questa è una classica fiction da leggere. Questo è il volume più completo e attraente del maestro Lovecraft! Ho adorato ogni storia, ma soprattutto The Tree e Dunwich Horror.

Sono sicuro che tornerò di nuovo su questo come tendo a fare ogni anno o giù di lì.
data di revisione 04/21/2020
Lorrimer Bibb

[
Un'introduzione di Eric Carl Link, Ph.D. nella letteratura americana
La bestia nella caverna
L'Alchimista
La tomba
Dagon
Una reminescenza del dott. Samuel Johnson
Polaris
Oltre il muro del sonno
Memoria
Vecchi insetti
La transizione di Juan Romero
La nave bianca
The Stret
Il destino che è venuto a Sarnath
La dichiarazione di Randolph Carter
Il Terribile Vecchio
I gatti di Ulthar
L'Albero
Celephais
L'immagine in casa
Il Tempio
Caratteristiche
data di revisione 04/21/2020
Annis Harr

Questa edizione "Knickerbocker Classics" della Fiction Completa (più o meno) di Lovecraft (in realtà più o meno) è in realtà una copia apparentemente autorizzata dei contenuti della famigerata edizione Barnes and Noble (famigerata) con errori di battitura (completa dello stesso carattere), vale a dire la seconda edizione "corretta" che risolve la maggior parte degli errori di battitura, ma ne introduce alcuni nuovi. L'edizione B&N ha più materiale, ma questa edizione presenta un'introduzione di Eric Carl Link, non di ST Joshi (anche le note introduttive di Joshi per ogni storia sono state escisse). Ho verificato il testo rispetto ad alcuni dei refusi trovati nell'edizione B&N originale di Martin Andersson e ai refusi nella seconda stampa "corretta" trovata da me e da un altro lettore dedicato che ha cercato la versione "corretta" B&N per ulteriori errori. Questa nuova edizione pubblicata da Knickerbocker Classics presenta correzioni ad alcuni degli errori di battitura aggiuntivi trovati nella seconda stampa B&N "corretta", ma non tutti (sembra che chiunque abbia fatto le correzioni per questo volume di Knickerbocker abbia cercato su Google il nostro lavoro di correzione e poi abbia fatto le correzioni ... ma si fermò a un certo punto). In realtà non ho ancora letto l'intero volume, quindi potrebbe avere le sue "sorprese" speciali in agguato, ma sembra essere un volume molto fine in tandem con la seconda stampa B&N corretta, con alcuni errori di battitura in meno, sebbene questa funzioni nessuno dei "Juvenilia" o altri bonus nel volume B&N, ed è leggermente meno visivamente bello rispetto all'edizione Leatherbound. Tuttavia, viene fornito con una bella fodera, ed è piuttosto pesante e robusto.

Questi sono i refusi che ho verificato finora che sono stati trasferiti su questo volume, non corretti dall'ultimo volume B&N (tieni presente che gli errori di battitura sono a sinistra, delimitati da trattini poiché Amazon non consente la formattazione, con la corretta versione a destra):
202.11: peccati come tolemaismo, calvinismo, -anti-darwinisn,] peccati come tolemaismo, calvinismo, -anti-darwinismo-,
456.34: Il giorno successivo hanno parlato con una nave con vele viola] Il giorno dopo hanno parlato con una nave con vele viola
902.11: Non ho fatto -progessa-.] Non ho fatto -processo-.
994.1 L'avevo visto -uno- o due volte in gioventù] L'avevo visto -una volta- o due volte in gioventù

I contenuti non sembrano essere elencati da nessuna parte, quindi trascriverò dal sommario:

CONTENUTO:
- "Introduzione" [di Eric Carl Link]
- La bestia nella caverna
- L'alchimista
- La tomba
- Dagon
- Una reminescenza del dott. Samuel Johnson
- Polaris
- Oltre il muro del sonno
- Memoria
- Vecchi insetti
- La transizione di Juan Romero
- La nave bianca
- La strada
- Il destino che è venuto a Sarnath
- La dichiarazione di Randolph Carter
- Il Terribile Vecchio
- I gatti di Ulthar
- L'albero
- Celephaïs
- L'immagine in casa
- Il tempio
- Fatti riguardanti il ​​compianto Arthur Jermyn e la sua famiglia
- Dall'aldilà
- Nyarlathotep
- The Quest of Iranon
- La musica di Erich Zahn
- Ex Oblivione
- Dolce Ermengarde
- La città senza nome
- L'intruso
- La palude della luna
- Gli altri dei
- Azathoth
- Herbert West-Reanimator
- Hypnos
- Cosa porta la luna
- The Hound
- The Lurking Fear
- I topi nei muri
- The Unnamable
- Il Festival
- Sotto le piramidi
- La casa evitata
- The Horror at Red Hook
- Lui
- Nel Vault
- Aria fredda
- Il richiamo di Cthulhu
- Modello di Pickman
- La strana casa alta nella nebbia
- La chiave d'argento
- The Dream-Quest of Unknown Kadath
- Il caso di Charles Dexter Ward
- Il colore fuori dallo spazio
- Il discendente
- The Very Old Folk
- Storia del Necronomicon
- The Dunwich Horror
- Ibid
- Il sussurro nelle tenebre
- Alle montagne della follia
- The Shadow Over Innsmouth
- I sogni nella casa delle streghe
- Attraverso le porte della chiave d'argento
- The Thing on the Doorsp
- The Evil Clergyman
- Il libro
- The Shadow Out of Time
- The Haunter of the Dark
- "The Life and Times of HP Lovecraft" [essenzialmente una biografia in stile timeline condensata]
- "Ulteriori letture"
data di revisione 04/21/2020
Haswell Diliberto

Ho iniziato questo libro ad ottobre per una lettura di recupero a tema Halloween. Le creature di Lovecraft sono citate così spesso nella fantasia urbana che volevo vedere da solo da dove proveniva tutto.

Le storie sono interessanti individualmente, ma il loro formato condiviso diventa piuttosto ripetitivo quando le legge una dopo l'altra. Quindi ho messo giù il libro per un po 'prima di tornare per finirlo.

Saltando un po ', ho finito con The Mountains of Madness, che sembra legare tutti i diversi fili delle sue varie storie, anche se sembra trascinarsi per sempre. (Sembra un racconto allungato per riempire lo spazio di una novella.) Decisamente originali (sebbene spesso imitati) queste storie eccitano ancora l'immaginazione.
data di revisione 04/21/2020
Ginnifer Storz

Ero entusiasta di trovare questa edizione rilegata di The Complete Fiction di HP Lovecraft presso Barnes & Noble - un'edizione esclusiva B&N - al prezzo ragionevole di $ 20.
Negli ultimi 20 anni ho letto e riletto quasi tutti i racconti e le novelle contenuti all'interno, ma è abbastanza bello averli compilati in un unico grande volume e mi diverto a rileggerli ancora ancora.
Questo volume in stile "edizione da collezione" è piuttosto grande, ma ben rilegato e visivamente accattivante. Mi piacciono i piccoli tocchi: bordi argentati all'esterno delle pagine, un nastro segnalibro rilegato nel volume (adoro i segnalibri incorporati convenienti!) E brevi introduzioni da parte dell'editor di questa raccolta prima di ogni racconto, poesia o novella.
Tutte queste cose hanno davvero poco a che fare con la revisione dei contenuti scritti all'interno, ma ritengo che non sia necessario qui. Salvalo per compilation più piccole.
Se sei già un fan affermato di Lovecraft, questo volume è meraviglioso, a causa di quanta parte del suo lavoro è stata compilata all'interno.
Se sei nuovo alle opere di Lovecraft, questo potrebbe essere un po 'travolgente, ma potrebbe anche essere una buona scelta per lo stesso motivo. Contiene quasi tutte le sue opere di finzione.
Ad ogni modo, divertiti!
data di revisione 04/21/2020
Woodie Castrovinci

questo craptank puzzolente si avvicina a una sola stella, e sono convinto che chiunque si definisca un fan delle amorose sia mentalmente carente o semplicemente mentendo. in entrambi i casi, non si dovrebbe tollerare ulteriormente la loro presenza; chiamali sulla loro merda e fai una rapida uscita.

l'ho letto perché robert anton wilson ha usato illoigor e Old Ones e con grande efficacia in La trilogia degli Illuminatie la scena in cui Robert Putney Drake incontra HP Lovecraft è una delle più belle del libro, e RAW ha chiaramente pensato che l'uomo avesse un talento profondo. Voglio dire, non aveva senso trascinare vecchi Ctulu e Kadath nei freddi rifiuti e tutto ciò nell'Illuminato! Trilogia, ma è stato tutto meraviglioso. quando Fission Chips veniva trascinato attraverso i deadlights di Tsathoggua ... beh, RAW fa del suo meglio, dopo tutto:

A damned huge ugly brute of a spider. Black gods, Saint Toads, rats, mysterious and heathenish capitalized Gates, that nasty-looking shoggoth character, and now spiders. A buggering tarantula it looked like, in fact. Next, Count Dracula, he thought grimly, testing the vestry door. It slid open smoothly and he stepped back out of visible range, waiting a moment.

They were either not home or cool enough to allow him the next move.

He stepped through the door and flashed his light around.

"Oh, God, no," he said. "No. God, no."

"Good-bye, Mr. Chips," said Saint Toad.

Did you ever take the underground from Charing Cross to one of the suburbs? You know, that long ride without stops when you're totally in the dark and everything seems to be rushing by outside in the opposite direction? Relativity, the laboratory-smock people call it. In fact, it was even more like going up a chimney than going forward in a tunnel, but it was like both at the same time, if you follow me. Relativity. A bitter-looking old man went by, dressed in turn-of-the-century Yankee clothing, muttering something about "Carcosa." An antique Pontiac car followed him, with four Italians in it looking confused- it was slow enough for me to spot the year, definitely 1936, and even to read the license plates, Rhode Island AW-1472. Then a black man, not a Negro or a wog, but a really truly black man, without a face and I'd hate to tell you what he had where the face should have been. All the while, there was this bleating or squealing that seemed to say "Tekeli-li! Tekeli-li!" Another man, English-looking but in early 19th-century clothing; he looked my way, surprised, and said, "I only walked around the horses!" I could sympathize: I only opened a bleeding door. A giant beetle, who looked at me more intelligently than any bug I ever saw before- he seemed to be going in a different direction, if there was direction in this place. A white-haired old man with startling blue eyes, who shouted "Roderick Usher!" as he flew by. Then a whole parade of pentagons and other mathematical shapes that seemed to be talking to each other in some language of the past or the future or wherever they called home. And by now it wasn't so much like a tunnel or even a chimney but a kind of roller coaster with dips and loops but not the sort you find in a place like Brighton- I think I saw this land of curve once, on a blackboard, when a class in non-Euclidean geometry had used the room before my own class in Eng Lit Pope to Swinb. and Neo-Raph. Then I passed a shoggoth or it passed me, and let me say that their pictures simply do not do them justice: I am ready to go anywhere and confront any peril on H.M. Service but I pray to the Lord Harry I never have to get that close to one of those chaps again. Next came a jerk, or cusp is probably the word: I recognized something: Ingolstadt, the middle of the university. Then we were off again, but not for long, another cusp: Stonehenge. A bunch of hooded people, right out of a Yank movie about the KKK, were busy with some gruesome mummery right in the center of the stones, yelling ferociously about some ruddy goat with a thousand young, and the stars were all wrong overhead. Well, you pick up your education where you can- now I know, even if I can't tell any bloody academic how I know, that Stonehenge is much older than we think. Whizz, bang, we're off again, and now ships are floating by- everything from old Yankee clippers to modern luxury liners, all of them signaling the old S.O.S. semaphore desperately- and a bunch of airplanes following in their wake. I realized that part must be the Bermuda Triangle, and about then it dawned that the turn-of-the-century Yank with the bitter face might be Ambrose Bierce. I still hadn't the foggiest who all those other chaps were. Then along came a girl, a dog, a lion, a tin man and a scarecrow. A real puzzler, that: was I visiting real places or just places in people's minds? Or was there a difference? When the mock turtle, the walrus, the carpenter and another little girl came along, my faith in the difference began to crumble. Or did some of those writer blokes know how to tap into this alternate world or fifth dimension or whatever it was? The shoggoth came by again (or was it his twin brother?) and shouted, or I should say, gibbered, "Yog Sothoth Neblod Zin," and I could tell that was something perfectly filthy by the tone of his voice. I mean, after all, I can take a queer proposition without butting the offender on the nose- one must be cosmopolitan, you know- but I would vastly prefer to have such offers coming out of human mouths, or at the very least out of mouths rather than orifices that shouldn't properly be talking at all. But you would have to see a shoggoth yourself, God forbid, to appreciate what I mean. The next stop was quite a refrigerator, miles and miles of it, and that's where the creature who kept up that howling of "Tekeli-li! Tekeli-li!" hung his hat. Or its hat. I shan't attempt to do him, or it, justice. That Necronomicon said about Yog Sothoth that "Kadath in the cold waste hath known him," and now I realized that "known" was used there in the Biblical sense. I just hope he, or it, stays in the cold waste. You wouldn't want to meet him, or it, on the Strand at midday, believe me. His habits were even worse than his ancestry, and why he couldn't scrape off some of the seaweed and barnacles is beyond me; he was rather like Saint Toad in his notions of sartorial splendor and table etiquette, if you take my meaning. But I was off again, the curvature was getting sharper and the cusps more frequent. There was no mistaking the Heads where I arrived next: Easter Island. I had a moment to reflect on how those Heads resembled Tla-loc and the lloigor of Fernando Poo and then this kink's version of a Cook's Tour moved on, and there I was at the last stop.

tutto in quel paragrafo è infinitamente migliore di qualsiasi cosa in questo vorticoso douchecanoe di una raccolta di immondizia. potrei andare in profondità, ma sai una cosa? lo riassumo così:

(1) una delle storie più consigliate, "l'orrore di Dunwich, usato il dialetto, che è generalmente imperdonabile, e certamente così qui.
(2) il suo "alle montagne della follia", origine degli shoggoth, ruota attorno a un'impossibilità geologica (montagne estremamente alte in un ambiente a bassa deposizione, ad alta erosione) processi eolici.
(3) gli shoggoth? erano bolle. molte bolle. anche se probabilmente non così tante bolle come in La colazione dei campioni, nella grotta del miracolo sacro. non importa. bolle fottute.

abbastanza terribile tutto intorno. molte recensioni a 5 stelle di questo libro. come ho detto, sei ritardato o mentendo, o entrambi.
data di revisione 04/21/2020
Priebe Raque

"La cosa più misericordiosa del mondo, penso, è l'incapacità della mente umana di correlare tutti i suoi contenuti. Viviamo su una placida isola dell'ignoranza in mezzo al Mar Nero dell'infinito, e non intendeva che dovremmo viaggio lontano: le scienze, ognuna tendendo nella propria direzione, ci hanno finora fatto un po 'male, ma un giorno l'unione di conoscenza dissociata aprirà viste così terrificanti della realtà e della nostra terribile posizione in essa che dovremo andare pazzo per la rivelazione o fuggire dalla luce mortale nella pace e nella sicurezza di una nuova era oscura ".

Questo paragrafo di apertura di Call of Cthulhu di Lovecraft riassume praticamente quel nebuloso aggettivo "lovecraftiano" usato per descrivere tutto, dalla prima stagione di True Detective, alla casa infernale infestata dai fantasmi nel film spaziale, Event Horizon. Sono un grande fan di questa filosofia di un universo oscuro, impenetrabile e indifferente più di quanto non lo sia delle storie vere che ho letto in questa raccolta. Pensavo che molte delle storie soffrissero di troppa diarrea in bocca e che non accadessero abbastanza. Grazie a Cthulhu per l'HP Podcast che mi ha aiutato a strisciare attraverso queste storie e mi ha dato molto più intrattenimento di quanto avrei sperimentato leggendo da solo su una roccia inquietante da qualche parte. Penso che queste storie mi avrebbero spazzato via le calze se fossi tornato negli anni '1920, ma ormai sento che altri hanno fatto la cosa lovecraftiana meglio e più divertente di ... beh ... Lovecraft.

Non ho letto l'intero contenuto del libro, ma ho letto solo quanto segue. Sono ancora abbastanza interessato alla sua narrativa che probabilmente mi immergerò lentamente in altre sue storie che non ho letto.

La tomba
Dagon
Polaris
Oltre il muro del sonno
La transizione di Juan Romero
La nave bianca
Il destino che è venuto a Sarnath
La dichiarazione di Randolph Carter
Il Terribile Vecchio
L'albero e i gatti di Uther
The Street
Poesia degli dei e Celaphais
From Beyond
L'immagine in casa
Nyarlathotep
Il caos strisciante
Ex Oblivione
La città senza nome
The Quest of Iranon
The Moon-Bog
The Outsider
Gli altri dei
La musica di Erich Zann
Herbert West
Hypnos
Cosa porta la luna
Azathoth
L'orrore a Martin's Beach
Il segugio
The Lurking Fear
I ratti nei muri
L'Inamovibile
Il Festival
L'orrore di Red Hook
Il Richiamo di Cthulhu
Il colore fuori dallo spazio
At the Mountains of Madness (solo prime 2 parti)
data di revisione 04/21/2020
Had Kluemper

Leggere l'intero Lovecraft è un miscuglio. La sua prosa è notoriamente densa, viola in modo gratuito, ma alla fine ci si scalda, anzi, possiede uno strano fascino. E la qualità del suo lavoro varia da usa e getta a magistrale. Tuttavia, a differenza di Poe (la cui narrativa completa ho appena recensito la scorsa settimana), quando Lovecraft ha capito di cosa era bravo, ha continuato a farlo, piuttosto che trasferirsi in un territorio dilettante sperimentando genere, forma e stile. La maggior parte delle lamentele su Lovecraft - il suo razzismo e la xenofobia, il suo snobismo, il suo linguaggio eccessivamente polposo e pretenzioso - svaniscono a metà del suo lavoro. Verso la fine, passò da racconti a novelle più lunghe e passò dal nebuloso Cthulhu Mythos a una serie di opere molto più interconnesse, in cui Nyarlathotep, un agente umanoide del caos. e le forze insensate della distruzione degli Shoggoth, fanno avanzare la trama. Forse le storie verso il terzo medio della sua carriera sono le più memorabili, ma è stato solo alla fine che ha davvero cucinato.
data di revisione 04/21/2020
Feinleib Reissig

Questa è un'edizione eccellente di lavoro mediocre. Come molti autori le cui opere principali sono racconti, Lovecraft è meglio sorseggiato che inghiottito. Quasi ogni storia è esattamente la stessa: uno scienziato scopre qualcosa di oscuro e misterioso, lo insegue, è inorridito e poi tutto diventa nero. È profondamente insoddisfacente dal punto di vista narrativo e la prosa è così viola che sanguina. Non ho mai visto la parola "ciclopico" usata così tante volte, né lo farò mai. Trasmetti questo libro, oppure lascialo stare sul tuo scaffale per sembrare carino, e occasionalmente aprilo e leggi una o due storie. Non tentare in nessun caso di leggere questo libro direttamente. Consiglierei l'edizione intitolata "Necronomicon" per un "maggior successo" più accessibile, se sei interessato a Lovecraft.
data di revisione 04/21/2020
Yettie Spradling

Sempre 5 stelle brillanti per l'eterna Lovecraft !!

Icona HTML5
data di revisione 04/21/2020
Steddman Holizna

Finalmente ho finito questa collezione; Lo leggo da diversi anni. Di gran lunga, ho ottenuto più chilometraggio da questo rispetto a qualsiasi libro che abbia mai posseduto. Ora sono vicino ad essere un completista di Lovecraft, poiché ho letto questo insieme ad alcuni dei suoi saggi. Sarebbe piuttosto un compito scrivere una recensione di ogni storia; Ho scritto recensioni di solo alcuni di essi.

Dagon p. 23
Ho letto Dagon diverse volte, anche se questo non significa molto, considerando la sua lunghezza. Alcune storie mi sono piaciute di più la seconda volta, anche se Dagon non era poi così sorprendente la terza o la quarta volta. Credo che abbia coperto molte delle stesse idee in storie diverse nel tentativo di migliorare e scrivere la storia perfetta. Alcuni sono migliori di altri.
Dagon è stato uno dei suoi primi scritti ed è una buona introduzione alla filosofia alla base del mito di Cthulhu. Da quando ho acquisito familiarità con il suo lavoro, ho una comprensione e un apprezzamento più profondi. Dagon è più importante come integratore che autonomo. Non mi sarei divertito tanto con le altre storie di Cthulhu senza di essa. Ti dà un assaggio di ciò che verrà, come il tempo e lo spazio profondi, il mondo dei sogni, gli dei dei pesci e l'orrore inimmaginabile.

La dichiarazione di Randolph Carter p. 76
Ho letto questo racconto super corto alcune volte e mi è piaciuto abbastanza bene. Contiene i grandi elementi horror / fantascientifici che ci si può aspettare da Lovecraft. In questa storia, il protagonista, Randolph Carter, era l'assistente di Harley Warren. Sta scrivendo una lettera che dice alle autorità perché non può davvero spiegare cosa gli è successo; deve essere stato l'uomo nero che lo ha preso!
L'esperienza di Carter mi ha ricordato alcune esperienze di lavoro che ho avuto (tranne quelle più fredde e inquietanti). Dal momento che è l'assistente, non sa nulla del lavoro; è più simile a quello di Warren. Quando arrivano nel punto in cui stanno per esplorare, Warren non lascerà che Carter scenda nella buca con lui. Questo sconvolge Carter, perché vuole sentirsi utile, come se stesse facendo qualcosa oltre a essere solo uno spettatore. Quindi Warren scende nel buco e Carter deve aspettare a lungo senza sentire una risposta o sapere cosa sta succedendo. Continua a chiamarlo e non riesce a decidere se dovrebbe andare a cercarlo o semplicemente aspettare come gli è stato detto, quindi c'è molta tensione. Alla fine, capisce che Warren è morto.

Fatti riguardanti il ​​compianto Arthur Jermyn e la sua famiglia p. 102
Si tratta della ricerca di un ragazzo per scoprire il mistero dei suoi antenati. La storia descrive i suoi nonni che risalgono a diverse generazioni. Molti di loro erano deformati e incasinati mentalmente, quindi si supponeva che ci fosse una sorta di mistero su ciò che causava queste anomalie. Ho trovato interessanti le descrizioni di questi antenati. La scrittura di Lovecraft a volte può essere "secca" (per mancanza di un termine migliore), ma la maggior parte delle volte trovo la secchezza affascinante. Questo è stato un caso in cui non ha funzionato affatto. Inoltre, ho avuto difficoltà a distinguere dove ogni nonno rientrava nella linea di origine. È stato particolarmente fastidioso.
L'idea di un uomo che si accoppia con una scimmia è solo una cattiva idea per un'opera di finzione. Preferisco la scienza attuale quando si tratta di questo argomento. Chiunque capisca la speciazione sa che questo tipo di cose si verificano in natura. L'Homo sapiens è cresciuto con i Neanderthal prima che finalmente ci separassimo. Questa storia puzza di darwinismo sociale. Chiunque crede in quella spazzatura può andare dritto all'inferno. Non passare Go. Non raccogliere $ 200. Gli do una stella.

Celephaïs p. 110
Il mondo dei sogni è qualcosa di cui sono affascinato e di cui voglio imparare e leggere di più. È un tema comune nella scrittura di Lovecraft, con la mia introduzione al di là del muro del sonno. È uno dei miei racconti preferiti di sempre, e anche Celephaïs è sorprendente. Beyond the Wall of Sleep intrattiene l'idea che il mondo dei sogni sia il nostro mondo primario, con il mondo della veglia secondario. Questo principio può applicarsi anche a questa storia, soprattutto perché il protagonista cerca di passare la maggior parte del tempo a dormire per raggiungere la sua missione nel mondo dei sogni. Sta cercando di trovare la città di Celfei, che ha visitato in gioventù ma che non riesce a ritrovare. Anch'io ho avuto la sensazione di apparecchi permanenti nei miei sogni. C'è una casa nel mio mondo dei sogni che è sempre stata lì; Lo visito di tanto in tanto e la sua posizione e struttura rimangono costanti. Sono anche nel mezzo di The Interpretation of Dreams di Sigmund Freud. È più psicologico e scientifico della finzione di Lovecraft. A causa della mia ossessione per questo argomento, devo avere il meglio di entrambi i mondi. Prenderò tutto ciò su cui posso mettere le mani. Questi libri mi fanno pensare e ricordare molto di più il mio mondo dei sogni durante le mie ore di veglia e quanto sia bizzarro.

Nyarlathotep p. 121
Dopo aver letto e familiarizzato con il mito di Cthulhu, questa storia sembrava una versione supercondensata di ciò, senza aggiungere nulla. Forse questo potrebbe servire come introduzione a Cthulhu per qualcuno che non ha familiarità, ma ne dubito. Ho dovuto immergermi nel mondo di Lovecraft per capirlo. Lo leggo costantemente da anni ormai e lo apprezzo più di prima.
Ironia della sorte, questa storia mi ha ricordato lo Zen e la natura ciclica della realtà. L'universo si muove in cicli con stagioni, nascita / morte, ecc. La conoscenza di questo può portare una contentezza pacifica, ma con Lovecraft è orribile. Nyarlathotep ritorna dopo 2700 anni, riportando l'umanità nell'oscurità che esisteva prima. "Ci giuriamo l'un l'altro che la città era esattamente la stessa, e ancora viva; e quando le luci elettriche iniziarono a svanire, maledivamo ancora e ancora la compagnia e ridevamo delle facce strane che facevamo." Qui sembra che stiano diventando pazzi, ma è un pazzo primordiale, che inconsapevolmente ritorna alle loro radici.

Attraverso le porte della chiave d'argento p. 889
Questa storia ha ricevuto alcune recensioni negative e persino lo stesso Lovecraft non ne è stato del tutto soddisfatto, ma non vedo perché. Ho pensato che fosse fantastico. È un sequel di The Silver Key, che non ricordo davvero, ma non importa. Ha ancora un buon flusso ad esso. Randolph Carter è il personaggio principale della storia. Carter era anche in The Statement of Randolph Carter, che, come ho indicato nella mia recensione, era buono, ma non così buono! È l'alter ego di Lovecraft, quindi è stato bello immaginare lo stesso Lovecraft fluttuare in tutte le diverse dimensioni che la storia descrive.
Carter ha una chiave d'argento che gli consente di attraversare cancelli che vanno in periodi di tempo diversi e anche al di fuori del regno terrestre. Come un uomo adulto, attraversa una delle porte e viaggia indietro di diversi decenni fino a quando era un ragazzo. Quindi passa attraverso un altro cancello che conduce a dimensioni esterne e le cose diventano piuttosto bizzarre da lì. Le vivide descrizioni dell'autore di questi mondi possono davvero stimolare l'immaginazione. Vedo come avrebbe potuto influenzare gli autori di fantasy contemporanei. Alla fine, sta lottando per tornare sulla Terra e nel periodo in cui ha interrotto. Una delle maggiori abilità di Lovecraft è quella di poter scrivere un finale epico, e questo non delude. Non lo rovinerò qui per te.

La cosa alla porta p. 919
Ciò che mi è veramente piaciuto di questa storia sono state le amicizie e le relazioni in essa contenute; due amici che crescono insieme e uno si spegne e si sposa. Poi c'è la confusione delle anime che scambiano corpi. Le relazioni non erano una parte importante della scrittura di Lovecraft, probabilmente perché era un tale recluso. E questa storia è stata una delle poche ad avere un forte personaggio femminile. Penso che abbia parlato raramente con le donne nella vita reale. Ora che ci penso, Stephen King potrebbe aver avuto la sua idea per Christine da questa storia. In Christine, il corpo del protagonista è invaso dall'anima del precedente proprietario della sua auto.

The Shadow out of Time p. 948
Questo è l'ultimo grande lavoro di Lovecraft e posso vedere come molte delle sue idee, in particolare sul deep-time, si sono unite per aiutarlo a affinare il suo mestiere e creare qualcosa di eccezionale. Non ne sono sicuro, ma credo che questa sia stata la seconda volta che leggo questa storia. La prima volta, non mi piaceva o non capivo affatto; Probabilmente gli avrei dato una stella. Ma questa volta, poiché ho capito le sue idee, ho pensato che fosse fantastico. (Conosco abbastanza bene gli dei più grandi a questo punto.) Parte del racconto si svolge in Australia, dove il protagonista e i suoi compagni viaggiano per fare le loro ricerche e fare le loro scoperte su quelli antichi. Ho pensato che fosse interessante perché non sono a conoscenza delle impostazioni della storia dell'orrore in quel continente.
Questo è un altro in cui lo butta fuori dal campo di baseball con il suo finale da un liner. Altri autori possono portare in giro una storia e sorprenderti con un finale, ma nessuno può farlo bruscamente come Lovecraft. L'ho anticipato portando a qualcosa di eccezionale mentre mi avvicinavo alla fine.
"Erano, invece, le lettere del nostro alfabeto familiare, che spiegavano le parole della lingua inglese nella mia calligrafia."

The Haunter of the Dark p. 999
La cosa più bella di questa storia è che parla di una vera chiesa a Providence, RI che è stata demolita nel 1992. L'idea era che fosse una chiesa stregata. Adoro l'idea che il protagonista guardi fuori dal suo appartamento sullo skyline della città e si chiedesse cosa fosse successo a quell'edificio, quindi sentendo il bisogno di andare a dare un'occhiata. Ho lo stesso tipo di curiosità e fascino. Le storie di Lovecraft erano ambientate in molti luoghi diversi in tutto il mondo, ma la sua casa era la Provvidenza e occupava un posto speciale nel suo cuore. Credo sia una città importante per il genere horror e voglio visitarla un giorno.
Nella storia, la creatura malvagia che perseguita la chiesa non può funzionare se non nella completa oscurità (da cui il titolo della storia), quindi mi ha ricordato i romanzi sui vampiri che ho letto di recente. Non sono a conoscenza del fatto che Lovecraft abbia mai scritto dei vampiri, quindi immagino che questo sia il più vicino possibile. Segue il suo tema comune di tempo profondo e divinità anziane, con un po 'di svolta che la maggior parte delle sue storie ha.

Conclusione:
Purtroppo, poiché non ho trattato alcune delle sue migliori storie, penso che questa recensione non renda giustizia a Lovecraft. Le mie storie preferite che non ho recensito sono Beyond the Wall of Sleep, The White Ship, The Picture in the House, The Outsider (un altro grande finale) e At the Mountains of Madness.
data di revisione 04/21/2020
Hum Ajman

Vado a zampillare qui, quindi sii avvisato.

Prima di tutto, sì, Lovecraft era un razzista orrendo anche per gli standard dei suoi giorni e l'erroneità di ciò dovrebbe essere riconosciuta. Detto questo, quei sentimenti si manifestavano più fortemente nelle sue lettere che nella sua finzione. Raramente è una caratteristica centrale della narrativa (come in The Street, He, The Horror at Red Hook e Facts riguardo al tardo Arthur Jermyn e la sua famiglia - che hanno accenni di autobiografia), più spesso rivelandosi nelle occhiate con impatto minimo o nullo sulla storia.

E sì, ci sono un sacco di critiche da fare sullo stile di scrittura di Lovecraft, alcune delle quali sono sicuro che abbiano un peso accademico. Dopotutto è stato pubblicato in pulp e per lo più autodidatta, aspirando al livello di rispetto sociale, accademico e artistico dovuto a un signor James, ma non avendo alcun mezzo per raggiungerlo nella sua vita. Se una delle sue opere sia considerata "letteratura" è un dibattito che potrebbe continuare all'infinito.

Detto questo, Lovecraft ha realizzato qualcosa di immenso con il suo marchio di "cosmismo" che era originale per il suo tempo e insuperato da allora. Lasciando da parte la sua influenza su film, musica, giochi ecc. E considerando solo la particolare nicchia letteraria della strana narrativa, possedeva una tempesta perfetta di stile, sostanza, abilità, erudizione ed essere nel posto giusto al momento giusto per legare tutto insieme. A quelli di una certa disposizione che condivido, il suo lavoro esemplifica il detto che "il genio colpisce un bersaglio che nessun altro può vedere".

Sinceramente ci sono poche opere preziose qui che non amo in misura maggiore o minore e anche nei suoi presunti sforzi minori trovo molto da ammirare. Questo è particolarmente vero con il suo materiale successivo come The Haunter of the Dark, The Thing on the Door e The Dreams in the Witch House, che sono poco celebrati ma i miei preferiti. Forse il mio preferito di tutti è The Music of Erich Zann - quasi una scelta convenzionale - anche se a seconda dell'umore potrei dover dare un cenno a The Call of Cthulhu. Il fascino del poster-poster della strana narrativa non può essere facilmente resistito.

Poi c'è l'utile inclusione del saggio "Supernatural Horror in Literature" per chiudere la collezione. A parte il valore della sua critica letteraria, è almeno una solida lista di lettura di romanzi gotici e romanzi bizzarri del valore di due secoli, oltre a una visione degli autori che hanno ispirato Lovecraft. Sono in qualche modo nel collezionare e leggere le molte opere citate.

L'editore ST Joshi è un uomo che divide le opinioni, essendo diventato lo studioso più prolifico al mondo di horror soprannaturale e finzione strana. A giudicare esclusivamente da questo libro, le sue introduzioni alla raccolta e ogni singolo lavoro sono brevi e istruttive, dando l'impressione di una ricerca lodevolmente approfondita senza insistere su opinioni prepotenti e onorificenze.

Il libro stesso - il mio è l'edizione Barnes & Noble del 2011 - è un'opera d'arte a sé stante e uno degli oggetti più belli che possiedo. C'è una sinergia estetica e tattica con il contenuto, dalla rappresentazione iridescente sulla copertina anteriore alle pagine con bordi d'argento e segnalibro in raso viola. Vorrei una copia di questo volume se non contenesse altro che manuali utente di microonde.

The Complete Fiction per me è più di un semplice libro che mi è piaciuto immensamente. È una porta verso una vera tana di coniglio di parole scritte e altre opere d'arte prima, durante e dopo la vita di Lovecraft. Le influenze sono ora così estese che essere "Lovecraftian" è quasi uno stile di vita.

Presto non si esaurirebbe il materiale leggendo le sue influenze come Bierce e Chambers, i suoi contemporanei come James, Machen e Blackwood, la sua cerchia di corrispondenti come Howard, Smith, Bloch e Long, i suoi seguaci e conservatori da August Derleth in poi , più tardi scrittori di Cthulhu mythos come Campbell, Klein e Lumley, e poi naturalmente gli autori moderni che sperimentano dalla base delle sue influenze, come Barron, Ligotti e Kiernan.

Con il senno di poi, autori come questi sono esattamente ciò per cui ho sempre avuto la mia giovinezza, ma senza i mezzi per conoscerli. Ai tempi di Internet dial-up ci sarebbe voluta più scema di quella che ho avuto per un bambino in una piccola città di campagna per trovare questo materiale, quindi sono felicissimo di ora approfondire il tipo di scritti che avrei felicemente divorato da adolescente se solo l'avessi saputo.

Nonostante tutte le legittime critiche, per me personalmente do cinque stelle su Cthulhu.

ps Per altri Lovecraft, ci sono anche le sue collaborazioni, molte delle quali sono raccolte in "The Horror in the Museum" e le sue poesie raccolte in "The Ancient Track".
data di revisione 04/21/2020
Terle Kubert

"L'emozione più antica e più forte dell'umanità è la paura, e il tipo più antico e più forte di paura è la paura dell'ignoto."

Ho completato la mia prima lettura in assoluto di Complete Fiction di Lovecraft all'inizio di questo mese. Ho sempre saputo delle sue opere, ma non avevo preso un solo libro. Questo volume comprende le sue storie e poesie minori e ben note. Alcune delle sue storie più famose che conoscevo a causa della loro popolarità e le altre meno conosciute e importanti per la sua carriera erano interessanti da trovare. Di seguito è riportato un elenco di alcuni spiccano per me.

Il Festival

The Shunned House

In The Vault

Il richiamo di Cthulhu

L'orrore di Dunwich

Alle Montagne Della Follia

The Shadow Over Innsmouth

I sogni nella casa delle streghe

La cosa a portata di mano

The Evil Clergyman

The Haunter Of The Dark

The Secret Cave

L'Alchimista

La bestia nella caverna

La tomba

The Lurking Fear

La città senza nome

La dichiarazione di Randolph Carter

Penso che sia facile dire che sono diventato un suo fan. È stato interessante leggere le descrizioni prima di ogni storia, dando al lettore un piccolo retroscena su di esse. Ho imparato così tanti fatti interessanti su Lovecraft e posso vedere attraverso la scrittura chi lo ha influenzato, ad esempio Edgar Allan Poe, il cui lavoro mi piace e gli autori che Lovecraft ha influenzato anche nel corso degli anni.
data di revisione 04/21/2020
Simons Baddour

Ho incontrato per la prima volta il lavoro di HP Lovecraft da adolescente. Il mio punto di ingresso era lo stesso di molti altri: le storie di Cthulhu, che Del Rey aveva pubblicato in una serie di tascabili con copertine adeguatamente raccapriccianti. Dopo un po ', il mio interesse è svanito e ho venduto le mie copie. Di recente, però, l'interesse di un amico mi ha spinto a rivisitare Lovecraft, questa volta intraprendendo la sua intera opera. E sono contento di averlo fatto.

Leggere un compendio del lavoro di Lovecraft mi ha rivelato sia che il suo lavoro consiste in qualcosa di più dei racconti del mito di Cthulhu sia che i racconti di Cthulhu incarnano l'essenza della sua prospettiva. Nel loro insieme, riflettono la visione del mondo di un vecchio WASP americano terrorizzato da un mondo modellato da forze al di là della sua comprensione. Questo si trova davvero in storie come "The Street" e "Facts Concerning the Late Arthur Jermyn and His Family", che riflettono la paura degli immigrati e degli africani tanto profondamente espressa quanto quella dei vecchi dei e di altri esseri soprannaturali. Sebbene sia stato scioccante leggere quei negozi oggi, mi hanno davvero aiutato a capire meglio Lovecraft come scrittore, e per questo apprezzerò sempre la prospettiva che offrono.
data di revisione 04/21/2020
Luise Lohrey

Volume incredibile. Correzione di alcune recensioni.

Penso che questo corregga le recensioni precedenti parlando di storie e pagine mancanti, e quindi dico 10 su 10!

In primo luogo, l'edizione 2011 corretta è un bellissimo cartonato rilegato in pelle con dorso increspato, con un bellissimo pennarello di pagina di tela rilegato al suo interno. Le pagine con bordi argentati sono una bella aggiunta.

Per quanto riguarda le recensioni di Amazon.co.uk che affermano che è "incompleto" - ho esaminato tutte le altre recensioni che menzionano alcune opere di finzione che mancano da questo volume, quindi in effetti non lo rendono "completo" per quanto riguarda alla finzione di Lovecraft. Vedi sotto:

Wentworth's Day (1957), The Gable Window (1957) e The Horror From The Middle Span (1967) sono menzionati come mancanti ma questi non sono inclusi nell'elenco bibliografico su Wikipedia, ma in realtà sono comunque scritti da August Derleth.

The Thing In The Moonlight, Horror in the Museum, Poetry and the Gods e In the Walls of Eryx sono menzionati come mancanti, ma si tratta di collaborazioni con note sulla bibliografia di Wikipedia.

I funghi di Yuggoth sono menzionati come mancanti, ma questa è comunque poesia secondo la bibliografia di Wikipedia.

The Loved Dead è menzionato come mancante ma non è elencato nella bibliografia su Wikipedia ed è stato effettivamente scritto da CM Eddy, Jr.

The Evil Clergyman non manca, è nei contenuti e nelle funzionalità a pagina 941.

Ho appena confrontato (27 dic 2013) la sezione "fiction" della bibliografia di Wikipedia con tutte le storie presenti in questo volume. Tutta la fiction è inclusa in questo volume.

Tuttavia, include Through the Gates of the Silver Key, che in realtà era una collaborazione con E. Hoffman Price e Under the Pyramids, che era una collaborazione con Harry Houdini.

Nel volume dice sotto Juvenilia che sono inclusi The Little Glass Bottle, The Secret Cave, The Mystery of the Grave-Yard, The Mysterious Ship (versione corta e lunga) e una bozza scartata di The Shadow Over Innsmouth. Loro sono.

Nella sezione Juvenilia della bibliografia di Wikipedia elenca anche The Alchemist e The Beast in the Cave - questi sono effettivamente elencati nella sezione principale della fiction nel volume.

L'unica cosa che ho notato è che nella sezione Juvenilia della bibliografia di Wikipedia è che elenca The Haunted House, John, the Detective, The Noble Eavesdropper e The Picture. Questi non sono nel volume sotto la fiction principale o nell'appendice di Juvenilia - ma su Wikipedia si dice che questi non sono ancora pubblicati.

Le recensioni hanno detto che il 1099 è un "Informazioni sull'autore", ma arriva solo al 1098. Il mio arriva solo al 1098 ma l'indice non menziona comunque questa sezione e termina come dovrebbe nell'ultima pagina di Supernatural Horror
In letteratura.

Ancora una volta, ripeto, penso che questo corregga le recensioni precedenti parlando di storie e pagine mancanti, e quindi dico 10 su 10!
data di revisione 04/21/2020
Charters Boyanton

Bene, cosa posso dire, sono stato un grande fan di Lovecraft per anni ormai, ma non ho mai davvero letto molte delle sue opere, che è atteso da tempo.

Posso dire che in generale mi piace scrivere Lovecrafts, dal momento che è abbastanza adatto per i tipi di storie che scrive. Usa una vasta gamma di vocaboli e spesso tende a usare parole più antiquate di quelle semplici. Questo è spesso appropriato, a causa dei suoi personaggi spesso educati, studenti di filosofia o personaggi simili. Tuttavia, a volte anche io devo dire che le sue lunghe descrizioni e il suo persistere in alcuni dettagli non importanti possono essere fastidiosi.

Per quanto riguarda le storie, mi sono piaciute quasi tutte. Molte delle sue opere precedenti che non erano ancora del suo tipico genere horror cosmico erano ancora abbastanza divertenti come brevi spaventi o racconti contorti.

Una parte dei suoi scritti, che non mi è piaciuta, erano molte storie del suo ciclo dei sogni. La maggior parte delle volte sembrano essere nient'altro che spari in un mondo da sogno che narra storie dimenticabili se non altro. La più lunga di queste opere "The Dream-Quest of Unknown Kadath" è stata una delle cose più noiose che ho letto nella mia vita. La storia era (a parte alcune parti e il finale) noiosa, ripetitiva e dimenticabile e il lavoro consisteva principalmente in descrizioni di luoghi favolosi con nomi strani che non avevano importanza per la storia.
Direi onestamente che i lavori di Dream Cycle di Lovecraft non valgono affatto la lettura e possono semplicemente essere saltati.

Le opere che mi sono piaciute di più sono state le sue storie e novelle più lunghe che ha scritto più avanti nella sua vita, che sono anche le sue opere più iconiche e parte dei suoi Cthulhu Mythos, come ho già detto in precedenza, alcune delle sue opere precedenti. Un breve elenco di lavori che si dovrebbe leggere su Lovecraft dovrebbe secondo me includere le seguenti storie e novelle:
- L'intruso
- I topi nei muri
- La musica di Erich Zann
- The Lurking Fear
- Il sussurro nelle tenebre
- Alle montagne della follia
- The Shadow Out of Time
- The Dunwich Horror
- Il richiamo di Cthulhu
- Il colore fuori dallo spazio

Come ultimo punto devo anche menzionare che le opere di Lovecraft possono a volte essere piuttosto razziste (The Street, The Horror at Red Hook). La paura delle cosiddette "razze inferiori" e la loro influenza è spesso una caratteristica chiave in molte delle sue opere. Alla fine, però, penso che non si debba lasciare che queste cose si allontanino da uno degli scrittori horror più influenti di tutti i tempi.
data di revisione 04/21/2020
Telfer Caviggia

Potrei aver impiegato circa 10 mesi, ma lo considero un investimento utile del mio tempo di lettura. Di seguito ho incluso (principalmente per mio riferimento) il mio punteggio 1-5 per ogni storia. Noterai una tendenza generale secondo la quale le opere successive hanno una propensione a guadagnare un punteggio più alto. Stando così le cose, nonostante la mia preferenza generale per le storie di Lovecraft in formato corto, a differenza dei pezzi di novella più lunghi, credo sia illustrativo della sua maggiore capacità di narrazione nel tempo e della sua raffinatezza di quegli elementi che rendono una storia "Lovecraftian".

3 The Tomb
3 Dagon
2 Polaris
4 Oltre il muro del sonno
1 Memoria
1 vecchi bug
1 La transizione di Juan Romero
1 La nave bianca
2 Il destino che è venuto a Sarnath
3 La dichiarazione di Randolph Carter
1 The Terrible Old Man
1 L'albero
2 I gatti di Ulthar
3 Il tempio
2 fatti riguardanti il ​​compianto Arthur Jermyn e la sua famiglia
1 The Street
2 Celfei
3 Da oltre
3 Nyarlethotep
2 L'immagine in casa
1 Ex Oblivione
3 La città senza nome
2 The Quest of Iranon
2 The Moon-Bog
4 The Outsider
2 Gli altri dei
4 Herbert West - Reanimator
2 Hypnos
2 Cosa porta la luna
1 Azathoth
2 The Hound
3 The Lurking Fear
3 I ratti nei muri
2 L'innominabile
2 Il festival
2 The Shunned House
2 The Horror at Red Hook
1 He
2 Nel Vault
2 Il discendente
3 aria fredda
4 La chiamata di Cthulhu
4 Pickman's Model
2 La chiave d'argento
1 La strana casa alta nella nebbia
4 The Dream Quest of Unknown Kadath
1 Il caso di Charles Dexter Ward
2 Il colore fuori dallo spazio
1 The Very Old Folk
2 La cosa al chiaro di luna
1 La storia del Necronomicon
1 Ibid
3 The Dunwich Horror
4 Il sussurro nelle tenebre
4 Alle montagne della follia
3 The Shadow Over Innsmouth
2 I sogni nella casa delle streghe
5 La cosa a portata di mano
1 The Evil Clergyman
2 Il libro
5 The Shadow Out of Time
4 The Haunter of the Dark
data di revisione 04/21/2020
Selle Lachino

Da qualche tempo cercavo un discreto volume raccolto del lavoro di HP Lovecraft senza fortuna. Ogni collezione che ho trovato soffriva di ovvi buchi nella fiction raccolta, nella costruzione scadente o in entrambi. Ho trovato questa edizione a Barnes and Noble (è una delle loro edizioni "librerie") e sono rimasto immediatamente colpito. Questa edizione è rilegata in pelle con segnalibro a nastro. La copertina è relativamente di buon gusto e l'illustrazione della copertina interna è assolutamente stupenda (se ti piacciono i cultisti di Dagonite che aprono una porta verso gli orrori degli eldritch).

In termini di raccolta, questo è il più completo possibile. Tutte le opere pubblicate, diverse storie antiche e persino una bozza scartata di The Shadow of Innsmouth sono inclusi insieme a una biografia e un'introduzione ben fatta. Nonostante tutto il suo lavoro sia disponibile gratuitamente online, a $ 20 questo è un vero affare. Grazie Barnes and Noble per aver finalmente messo insieme una collezione HP Lovecraft degna e definitiva!
data di revisione 04/21/2020
Feliks Olgin

Ho appena finito questo libro. È stata onestamente una delle migliori raccolte di racconti e fiction che io abbia mai letto. Adoro Lovecraft. Chiunque sia un fan di Edgar Allan Poe amerebbe sicuramente questa raccolta in quanto si concentra più sull'aspetto psicologico dell'orrore piuttosto che sui salti e sul sangue. C'è sempre un senso di terrore strisciante e le emozioni dei personaggi sono estremamente palpabili nella storia.
Se qualcuno si definisce un fan dell'orrore, allora dovrebbe assolutamente leggere questo.
data di revisione 04/21/2020
Bambi Ferino

"Quello non è morto che può mentire per sempre.
E con strani eoni anche la morte può morire ".
-dal Necronomicon del folle arabo Abdul Alhazred.

Questa è un'edizione fantastica con una grande introduzione di ST Joshi. Joshi include anche un breve paragrafo introduttivo che spiega cosa ha ispirato ogni storia e dove è stata pubblicata per la prima volta. Sfortunatamente, ho trovato le storie stesse mediocri.

Un grosso problema con i primi racconti di Lovecraft è meglio riassunto dallo stesso Lovecraft: "Il mio costante parlare di cose" inimmaginabili "e" non menzionabili "era un dispositivo molto puerile, abbastanza in linea con la mia modesta reputazione di autore. porre fine alle mie storie con immagini o suoni che paralizzavano le facoltà dei miei eroi e le lasciavano senza coraggio, parole o associazioni per raccontare ciò che avevano vissuto ". (Questa è una citazione da The Unnamable. Lovecraft in realtà non sta descrivendo i suoi stessi scritti, anche se potrebbe anche essere.) Mentre è vero che troppa spiegazione uccide una storia dell'orrore e la cosa più spaventosa è l'ignoto, Lovecraft interpreta questo aspetto è troppo.

Le due maggiori influenze di Lovecraft furono Edgar Allen Poe e Lord Dunsany. Non mi importava della sua scrittura ispirata a Dunsany ed ero a malapena in grado di farcela attraverso la noiosa Dream-Quest di Unknown Kadath. Le sue storie ispirate a Poe sono migliori, ma le trovavo ancora inutilmente lunghe e di solito riuscivo a indovinare la sorpresa che terminava a metà. Sono stato anche infastidito dal razzismo di Lovecraft e dalla mancanza di forti personaggi femminili, anche se suppongo che questi siano un prodotto del suo tempo.

Non è affatto male, tuttavia. C'è una risata parodia ad alta voce di Horatio Alger e un'interessante storia scritta in collaborazione con Houdini che si svolge in Egitto. Mi piace il fatto che i numerosi alieni nelle storie di Lovecraft siano veramente alieni. Alcuni comunicano con gesti delle mani o mostrando i colori invece di parlare. Alcuni scivolano sul terreno invece di camminare. Molti di loro hanno tentacoli e sono così avanzati che gli umani sono completamente alla loro mercé. Di solito sono descritti come chimere. Ad esempio, gli alieni di Plutone sono in parte crostacei e in parte funghi.

Ho letto un paio di queste storie prima. At the Mountains of Madness, anche se sicuramente ha i suoi momenti, è stato ancora più lungo e noioso della prima volta che l'ho letto. D'altra parte, ho apprezzato The Dreams in the Witch House, in cui un personaggio esplora dimensioni alternative, molto più la seconda volta.

Alcune delle mie storie preferite sono The Statement of Randolph Carter, Rats in the Walls, Call of Cthulu e The Case of Charles Dexter Ward, che contiene la grande frase "Le tombe non sono dannose per diggare, né gli acidi si accumulano". La migliore storia di questa raccolta è The Evil Clergyman, che in realtà non è una storia ma piuttosto un sogno che Lovecraft ha fatto. È incluso anche un grande saggio scritto da Lovecraft in cui fornisce una breve panoramica della storia dell'orrore soprannaturale da Il castello di Otranto di Horace Walpole ai contemporanei di Lovecraft. Nel complesso, mi è piaciuto leggere Lovecraft, ma la maggior parte delle sue storie merita di essere saltata.
data di revisione 04/21/2020
Lay Bresemen

Nuovo su Lovecraft? Questo è il posto migliore per iniziare!

Nuovo nell'orrore cosmico? Ti sei mai chiesto di cosa tratta tutto il fuzz? Non preoccuparti più. Questa è una raccolta ampia ma facile da leggere dei migliori racconti di Lovecraft. È un buon punto di partenza per qualsiasi lettore o fan dell'orrore. A differenza della maggior parte degli scrittori di narrativa di oggi, Lovecraft ha scelto di passare gran parte della sua scrittura concentrandosi sull'indescrivibile follia dell'antico orrore che ha perseguitato l'umanità da tempi immemorabili rispetto ai mostri stessi. E questo perché ha capito che l'approccio di ciascuno a questi orrori sarebbe diverso. C'è anche un po 'di umorismo leggero e parodia inclusi in questo tomo in cui sotto uno pseudonimo, Lovecraft ha scelto di deridere le tendenze della società, i generi e i cliché preferiti. Quindi c'è un po 'di tutto per il lettore medio.
data di revisione 04/21/2020
Brawner Ragucci

Che splendida edizione questa è con la sua raffinata copertina e cofanetto. Un libro adorabile per non parlare di tutte le storie di HP Lovecraft in un unico libro, al contrario di tutte le pessime edizioni tascabili che avevo acquisito negli anni, le più sgargianti delle quali erano probabilmente le edizioni Ballantine dei primi anni '1970. Finalmente un libro che rende giustizia a questo maestro del macabro. Continuo a non pensare che nessuno, a parte Lovecraft, abbia catturato la pura "alterità" e "l'alienità" di questo tipo di orrore, nonostante gli eccessi talvolta della sua prosa. Un grande libro per un grande maestro. - BH.
data di revisione 04/21/2020
Talia Balle

Un'edizione molto bella che contiene quasi tutto il lavoro di Lovecraft, tra cui alcune collaborazioni, frammenti e persino il suo saggio Supernatural Horror in Literature.

Sicuramente una lettura degna. Per quanto ne so, gli unici pezzi mancanti per considerare questo un set completo sono la maggior parte delle sue collaborazioni e storie di Lovecraft scritte da fantasmi.
data di revisione 04/21/2020
Rubens Vanblaricum

Come posso eventualmente commentare l'intero corpus di lavori di un tale autore? La sua fantasia è fantastica, il suo orrore è orribile e la sua poesia è ... ammettiamolo, imperscrutabile.

La raccolta che ho letto non è quella in cui sto scrivendo questa recensione. È l'edizione iTunes di The Complete Lovecraft, in due volumi. Comprende numerosi saggi, la maggior parte delle sue poesie e tutti i suoi romanzi e racconti.

Lascia una recensione per HP Lovecraft: The Complete Fiction