Homepage > Psicologia > Saggistica > Filosofia > L'interpretazione dei sogni Recensioni

L'interpretazione dei sogni

The Interpretation of Dreams
Da Sigmund Freud
Recensioni: 28 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
5
Bene
13
Media
5
Male
4
Terribile
1
La scoperta di Freud che il sogno è il mezzo con cui l'inconscio può essere esplorato è senza dubbio il passo più rivoluzionario in avanti nell'intera storia della psicologia. I sogni, secondo la sua teoria, rappresentano l'adempimento nascosto dei nostri desideri inconsci.

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Weirick Kuchta

Meno male! Un classico scoraggiante con molti momenti imbarazzanti, ma assolutamente da leggere. Materiale Bucketlist, di sicuro. Un ringraziamento speciale a Michael Page che ha narrato la versione audio integrale. La sua narrazione è assolutamente perfetta, l'incarnazione totale di uno psicologo analitico. Senza l'audio probabilmente non l'avrei letto, e sarebbe un peccato.

Ciò che amo di più è l'analisi infinita. Sì, alcune delle teorie di Freud sono piuttosto selvagge - e lo farò - ma c'è molto da imparare sulla condizione umana, sia nei suoi stati di sonno che di veglia. Freud analizza ogni possibile sogno da così tante angolazioni che confonde la mente. Ma, essendo un sognatore costante, le sue teorie mi hanno tenuto in grande attenzione.

I miei sogni sono spesso diversi e sfaccettati. Freud ne parla tutti e molti altri. Gli esempi che fornisce dei sogni che si manifestano dalla realtà sono particolarmente interessanti. Questo mi succede spesso. Sognerò una storia elaborata, con caratterizzazione, trama crescente, mistero e intrighi, e proprio al culmine, quando il protagonista sta per essere colpito da un treno, c'è un suono clamoroso nel mondo reale. Solo il vero suono non è un treno, sembra essere la mia sveglia.

Come diavolo è possibile? Il mio stato di sogno può tramare se stesso al millisecondo in modo che il climax coincida con il mio squillo di allarme? È miracoloso, inspiegabile. Eppure, Freud lo spiega. O almeno ci prova. Anche dopo 600+ pagine - o 21 ore di audio - c'è spazio per il mistero, credo. E lo stesso Freud afferma che due persone possono sognare la stessa identica cosa e ha significati completamente diversi in base al contesto.

Ad esempio, cadendo. Se hai sognato di cadere da una grande altezza, potrebbe essere una reazione corporea a un piede che pende dal materasso. O, sorpresa sorpresa, potrebbe trattarsi di sesso. Secondo Freud, una donna può manifestare un sogno di cadere come riflesso simbolico del suo inconscio sentimento di essere - o desiderare di essere - una "donna caduta".

Avviso spoiler: Freud praticamente conclude che tutti i tuoi sogni riguardano il sesso.

C'è la sua teoria attesa sul simbolismo fallico, ovviamente. Se sogni stocchi di mais o cetrioli, sappiamo tutti cosa stai davvero sognando. Ma sono in gioco anche oggetti che colpiscono con oggetti sessuali. Come la "donna caduta".

L'esempio più bizzarro che Freud usa è il sogno dei bambini. Poiché era in voga riferirsi al membro maschile come "piccolo uomo", Freud conclude che sognare un bambino è spesso il subconscio che usa il simbolismo. E se sogni di picchiare il bambino? Beh, ovviamente questo deve significare che il tuo subconscio sta esprimendo il desiderio di masturbarsi.

Freud è una figura controversa a causa di idee come queste, ma sarebbe una perdita non riconoscere quante di queste teorie sono cruciali per comprendere la psicologia. E per coloro che lo accusano di essere un maniaco ossessionato dal sesso, dovremmo ricordare che tutti gli esseri viventi sono maniaci ossessionati dal sesso. Dagli alberi che riempiono l'aria di primavera con il loro polline, alla vedova nera maschio che rinuncia alla sua vita per il bene del bisogno biologico. E sì, anche gli umani.

Indipendentemente dal fatto che tu voglia ammetterlo, siamo fatti per pensare in quel modo, e il continuo ritorno al sesso di Freud si presenta meno come le chiacchiere di una ninfomane che amano la cocaina e più come qualcuno che capisce cosa fa un segno di spunta umano.

Per lo meno, tutti i passaggi sulla cocaina medicinale e sul simbolismo sessuale rendono questa lettura infinitamente più divertente di quanto potrebbe essere altrimenti.

Nel complesso, lo segnerei facilmente come un classico da leggere. Dove altro puoi trovare un libro di testo spesso davvero coinvolgente? Ti farà pensare, interrogarti e capire te stesso. Se non altro, mi ha reso iper consapevole dei miei sogni. Ora ricordo TUTTI LORO. Invece di svegliarli e scuoterli via, li sto immediatamente ripetendo nella mia mente e pensando: "Oh Dio, cosa direbbe Freud di QUELLO?"
data di revisione 04/21/2020
Nafis Saldedo

Ho letto varie edizioni di vari libri che affermano di interpretare i sogni che vediamo mentre siamo inconsci o subconsci. Tuttavia, il libro di Freud è diverso. Essendo uno psicologo e famoso, le sue interpretazioni si basano principalmente su credenze, cultura e analisi popolari. Nel contesto indiano, gran parte di esso non può essere esemplificato. Tuttavia, il libro va bene e degno di nota anche oggi.
data di revisione 04/21/2020
Heimlich Desko

Die Traumdeutung = L'interpretazione dei sogni, Sigmund Freud
The Interpretation of Dreams (tedesco: Die Traumdeutung) è un libro del 1899 dello psicoanalista Sigmund Freud, in cui l'autore introduce la sua teoria dell'inconscio rispetto all'interpretazione dei sogni e discute su ciò che sarebbe poi diventato la teoria del complesso di Edipo. Freud ha rivisto il libro almeno otto volte e, nella terza edizione, ha aggiunto una vasta sezione che trattava letteralmente il simbolismo dei sogni, in seguito all'influenza di Wilhelm Stekel. Freud ha detto di questo lavoro, "Insight come questo rientra nella propria sorte, ma una volta nella vita".
عنوانها: تفسیر خواب ؛ تعبیر خواب و بیماریهای روانی ؛ نویسنده: زیگموند فروید ؛ تاریخ نخستین خوات:
Nome: Lingua inglese: 1328 novembre
عنوان: تعبیر خواب و بیماریهای روانی; نویسنده: زیگموند فروید; مترجم: ایرج پورباقر; تهران, نشر آسیا, 1342; در 462 ص; چاپ پنجم 1378; چاپ هتم 1382; شابک: 9649067981 mila;
عنوان: تفسیر خواب; نویسنده: زیگموند فروید; مترجم: شیوا رویگردان; تهران, نشر مرکز 1382; در 885 ص شابک: 9643056732 mila; چاپ دوم 1383; چاپ سوم 1384; پنجم 1386 ششم 1387; هفتم و هشتم 1388; نهم و دهم 1389 ؛ چاپ پانزدهم 1393 ؛ شابک: 9789643056735 ؛
عنوان: تفسیر خواب ؛ نویسنده: زیگموند فروید ؛ مترجم: احسان لامع ؛ تهران ، پارسه ، 1393 ؛ در 436 صک؛ ش؛
عنوان: تفسیر خواب ؛ نویسنده: زیگموند فروید ؛ مترجم: عفت السادات حق گو ؛ تهران ، شباهنگ ، 1394 ؛ دش 567 9786001301100
بیشاز یک سده پیش از امروز, فروید, با نوشتن همین کتاب, برای تفسیر خواب و رؤیا, که پیش از آن موضوع حدس و گمانهای عوامانه و سطحی بود, پایه و اسلوبیعلمی, و نظاممند, فراهم کرد, و گامی بزرگ در زمینه ی جستجوی علمی در ذهن انسانی ، و فهم پدیده‌ ها ، و مسائل ذهنی ، برداشت. با این حال در آغاز کتاب, پیش از ارائه ی نظریه ی خویش, یعنی تلقی خواب دیدن, به منزله ی تحقق آرزو, سابقه ی تحلیل علمی رؤیاها را, به تفصیل بررسی کرد, که آن نیز نمونه ای از کار دقیق پژوهشگرانه, و ارجشناسی تلاش‌های دیگران ، به‌ شمار می‌آید. فروید خوابها را «بزرگراهی به درون ناخودآگاه» میدانست, و عالمان پس از او نیز, همچون خود او, از این بزرگراه, برای راه یافتن به جهان پیچیده ی ذهن انسانی, بهره های بسیار بردند. روان‌کاوی و روان‌ درمانی امروز ، بی‌تردید به‌ کار پیشاهنگ و پیشتاز فروید ؛ بسیار وامدار است. ا. شربیانی
data di revisione 04/21/2020
Nerty Soldow

Questo è stato un libro molto più interessante di quanto pensassi. La natura dei sogni è qualcosa che è difficile non trovare affascinante. Il fatto è che passiamo un bel po 'di tempo a sognare - non la terza delle nostre vite che trascorriamo dormendo, ma abbastanza tempo per farci chiederci perché sogniamo affatto. Sembra incomprensibile che i nostri sogni siano completamente privi di significato. Ma poi, possono essere così bizzarri che è difficile sapere cosa potrebbero significare.

Freud inizia con una rapida panoramica di come i sogni sono stati interpretati in passato - da Aristotele in poi. Aristotele è un buon punto di partenza, poiché dice che sogniamo cose che sono rimaste irrisolte dal giorno - e questa è un'idea chiave che Freud include anche nella sua teoria dei sogni.

In sostanza, Freud vede i sogni come un ruolo chiave nell'aiutarci a elaborare cose che sono successe durante il giorno. Ma i sogni sono una verità a cui piace nascondersi. Il loro significato si ricopre di allusioni e immagini straordinarie che sono spesso in modo divertente, ma a volte è come se fossimo determinati a nascondere il vero significato dei nostri sogni anche a noi stessi.

Freud chiarisce che questo non sarà un libro di interpretazioni standardizzate: "oh, hai sognato un leone ieri sera, ciò significa che dovresti essere nato Leo e passare il tempo a inseguire la gazzella". Per Freud è impossibile comprendere e interpretare i sogni da un elenco di simboli standard. Ciò non significa che se interpreterai i sogni non dovrai conoscere molto i simboli e i loro significati comuni, ma questa conoscenza non è mai abbastanza. I simboli sviluppano i loro significati all'interno del testo che è il sogno. Proprio come in The Sick Rose di Blake, la rosa può essere letta per significare qualsiasi cosa, dalla natura, alla Chiesa cristiana, ai genitali femminili, così nei sogni l'interpretazione è significativa nel contesto del sogno e nella vita del sognatore. E il sogno è rilevante per la vita immediata del sognatore. Generalmente è una risposta a ciò che è accaduto quel giorno - anche se le immagini utilizzate potrebbero riferirsi all'infanzia del sognatore in modo che il significato più profondo sia un'opera della vita.

L'altra conclusione straordinaria che Freud trae è che i sogni sono soddisfazioni dei desideri. Ora, questo sembra tutt'altro che ovvio. Certo, quando facciamo sogni facciamo sesso con supermodelle, è abbastanza ovvio che Freud è coinvolto in qualcosa. Ma questi non sono gli unici sogni che vede come soddisfazioni dei desideri. Anche i sogni in cui muoiono i propri cari sono visti da Freud come fondamentalmente la realizzazione dei desideri - ma ancora una volta, il sogno non è sempre così facile da interpretare come potrebbe sembrare inizialmente e il desiderio potrebbe non essere così facile da capire come potrebbe essere immediatamente evidente da ciò che accade nel sogno. Il fatto che ci svegliamo urlando e scrollandoci di dosso un sogno non può significare che non vi è alcun desiderio coinvolto nella cosa che ci terrorizza - anche se, dovrei dire che non penso che abbia affrontato gli incubi quasi come avrebbe dovuto.

È qui che Freud discute del complesso edipico - come la nostra prima attrazione sessuale è verso il genitore del sesso opposto a noi stessi e quindi desideriamo rimuovere un genitore dalla scena in modo da prendere il loro posto. Mentre siamo bambini, le implicazioni complete di questo desiderio sono oscure per noi - ma quando invecchiamo il tabù associato a questo desiderio aiuta a sopprimere il nostro riconoscimento di questi desideri, o reprimerli, piuttosto - ma solo dalla mente cosciente. La mente subconscia ricorda ancora cosa potremmo preferire dimenticare e quindi usa queste immagini, come le prime immagini dei nostri desideri di risveglio, come potenti immagini nei nostri sogni. Il significato dell'immagine potrebbe non essere niente del genere che vogliamo uccidere nostro padre e fare sesso con nostra madre - potrebbe in realtà riferirsi a un risveglio di interesse sessuale in qualcun altro che abbiamo incontrato solo di recente - ma il sogno usa questo 'primordiale 'immagine come qualcosa per aiutarla a dare un senso al nostro mondo attuale e ai nostri desideri, anche se l'immagine continua a confonderci l'inferno.

Tempo per una storia. Una volta ho lavorato con una donna di nome Frances Nolan. È stata davvero adorabile, una delle persone più belle con cui abbia mai lavorato, ma non mi piaceva davvero. Voglio dire, era carina e incredibilmente carina, ma era un po 'più giovane di me e non ero molto interessata a lei in quel modo. Ma ogni mattina andavo a piedi alla stazione ferroviaria e quando arrivavo in una certa parte di Church Street mi balzava all'improvviso nella mia testa grande come la vita. Stavo iniziando a pensare che avrei dovuto iniziare a innamorarmi di lei - era la sensazione più strana e abbastanza confusa. Fino a quando un giorno mi sono reso conto che c'è un negozio di scarpe in Church Street che si chiama Frances Nolan Shoes - e il cartello è enorme e ci passerei sotto ogni giorno. Faccio davvero fatica a credere di non aver notato consapevolmente questo cartello per tutto il tempo in cui avevo camminato per quella strada e ho immaginato di innamorarmi della povera Frances.

Questo libro è interessante come avevo immaginato che sarebbe stata una lettura molto più difficile di quanto si sia rivelato - ho anche pensato che sarebbe stato un libro molto più sciocco di quanto si sia rivelato. È estremamente ben scritto. Non credo di essere completamente d'accordo con Freud, ma è un caso molto forte. I miei problemi principali con la sua teoria hanno a che fare con Sherlock Holmes. Perché è quello che mi è sembrato molto. Qualcuno ha un sogno e Freud fa l'intera cosa "Elementare, mio ​​caro Watson". Arriva persino sul palco dove dice che a volte le cose significano il contrario di ciò che sembrano significare nel sogno. In tal caso, qualsiasi interpretazione riguarda fondamentalmente l'imposizione di preconcetti sul significato dei simboli nel sogno.

Tendo a pensare che i sogni probabilmente non significano quasi quanto ci piace pensare che facciano - ma quello che fanno è vomitare un sacco di immagini casuali, immagini che cerchiamo di dare un senso ed è che 'fare di senso 'che dice cose interessanti su di noi. E che si tratti di immagini da sogno o di tarocchi o di punti inchiostro sulla carta, il nostro senso delle immagini casuali dice cose interessanti su di noi. Ma dovremmo andare delicatamente in questa roba. Dovremmo andare in punta di piedi. Perché le storie hanno una vita propria e noi siamo più deboli di una buona storia e lo sarà sempre.

Una volta ho letto un libro intitolato Drawing on the Right Side of the Brain. Penso che in quel libro affermi che le linee hanno uno slancio che è molto difficile da controllare - ma controllare lo slancio delle linee è una grande parte di ciò che riguarda il disegno. Le storie hanno anche un momento difficile da controllare. Le narrazioni che raccontiamo di noi stessi sono una cosa - la narrazione che raccontiamo dei nostri sogni è piuttosto un'altra.

Personalmente, penso di preferire le letture freudiane di romanzi alle letture freudiane di persone - ma posso certamente vedere perché questo libro abbia avuto un tale impatto. Se il problema con il libro è che Freud interpreta Holmes, è solo un problema perché è così dannatamente intelligente da cavarsela. Sono sorpreso che lo farò - non avrei mai pensato di farlo quando ho iniziato a leggere - ma penso che consiglierei questo libro. È una lettura affascinante, anche se mi ha lasciato un po 'meno che convinto.
data di revisione 04/21/2020
Efrem Sumaya

Ho sognato di aver scritto un'enorme riscrittura moderna di Moby Dick, tranne invece che una balena cacciavano un tasso. Era pieno di scene gotiche di Achab che fissava lunatico in un leggero bosco, ricordando come una volta la bestia bianca si fosse morso il piede e come alla fine avrebbe 'terra l'odiato odio nella sua terra umida e puzzolente, e finirlo completamente'. Invece di Pequod, Achab e il narratore hanno pedalato attraverso la foresta su una bicicletta in tandem, studiando tracce e scrutando attraverso gli arbusti. Ogni tanto uno di loro indicava i rami e gridava: "Lo! Il tasso bianco! ', E avrebbero pedalato.

Nella mia mente si trattava di un serio progetto letterario. Purtroppo non ho mai finito Moby Dick, e così il libro si è appena trasformato in capitoli pieni di fatti interminabili sulla biologia del tasso, sullo stile di vita e sulla storia culturale e sul ruolo fondamentale che svolgono nella mitologia di innumerevoli società boschive (il che non è vero). Ricordo di aver copiato una citazione da Re Lear dove si dice che qualcuno è "simile al tasso stracciato", ma tristemente al risveglio ho scoperto che questa linea non esiste. D'altra parte, ricordo anche di aver usato ripetutamente l'aggettivo "meline" che, in realtà, esiste e non è una parola che sapevo di conoscere.

Se qualcuno può interpretarlo per me, sono tutto orecchi. Nel frattempo, se mi scusi, ora ho 200,000 parole da scrivere sulla caccia al tasso.

(Aug 2018)

Un altro strano sogno, anche legato agli animali. Stavo alloggiando in una vecchia casa nella campagna intorno al Lago Maggiore. Era un grande palazzo fatiscente, circondato da paludi e boschi come qualcosa di Edgar Allen Poe. Era il crepuscolo. In un torrente buio nelle vicinanze, abbiamo trovato uno squalo e lo abbiamo catturato in una rete. Mi è stato spiegato che questo era un tipo molto raro di squalo che si trovava solo nella palude di questa zona e che si chiamava squalo gatto di Mercer. L'abbiamo capovolto sul terreno. Aveva un corpo piccolo e un muso largo, ed era completamente coperto da una corta pelliccia scura.

(Mar 2020)
data di revisione 04/21/2020
Gittel Faruolo


Mi è piaciuto leggere il libro di Freud. Quando parla dei sogni e della loro interpretazione, mi viene in mente una microfiction che avevo pubblicato anni fa, in cui l'editore mi aveva detto che era la storia più strana che abbia mai letto e che uno psicoanalista freudiano avrebbe avuto un'interpretazione del giorno sul campo. Eccolo qui sotto. Se qualcuno si preoccupasse di offrire un'interpretazione secondo Freud o qualsiasi altra scuola di psicoanalisi, sono sicuro che potresti divertirti.

The Roof Dancer

Sidney e Sam, gemelli identici, conciatetti da cracker, iniziarono a lavorare su un tetto una afosa mattina di luglio quando Sam inciampò su un pezzo di catrame sulla cima del tetto e scivolò giù per primo. Sarebbe precipitato dritto a terra se Sidney non si fosse avvicinato all'ultimo momento e lo avesse afferrato per gli stivali.

Appeso al lato sottosopra, Sam aveva una vista dalla finestra della camera da letto al secondo piano. La padrona di casa era completamente nuda. La sua ampia parte posteriore stava oscillando e oscillando verso una polka suonando su un enorme fonografo antico.

Sidney tirò Sam di nuovo sul tetto ma Sam divenne così eccitato nel processo, che eiaculò il suo seme di seme. Quando il seme spuntò dal fondo dei suoi salopette, rotolò giù dal tetto e atterrò nel cortile, aveva le dimensioni di un melone.

Da tutti gli angoli del cortile i bambini saltarono e iniziarono a giocherellare con il seme. Il suo contorno rotondo è cresciuto fino alle dimensioni di un'anguria nelle loro mani.

Sam fissò i bambini. Cominciò a ballare allegramente in alto, in parte mazurka, in parte gavotte, in parte rumba, in parte cornamusa proprio lì sul tetto, dal basso verso l'alto, da un bordo all'altro, volteggiando come una ninfa di legno incantata, il suo ventre piatto che tremava in pura estasi.

Non passò molto tempo prima che l'uomo di casa, un calvo, baffuto signor Verea, risalì la scala. "Cos'è tutta questa racchetta che sto ascoltando?" chiese, scrutando il tetto.

Sam piroettò delicatamente in cima, levandosi il berretto da baseball. Il signor Verea ha afferrato Sidney per le bretelle e ha gridato: "Pensi che vi abbia ingaggiato per mettere un nuovo tetto a casa mia o esibirmi in un balletto?"

"Sì, signore, subito, signore" balbettò Sidney, gocce di sudore che gli colavano dalla fronte e dal naso a bulbo.

Il signor Vera spinse sgarbatamente Sidney. "Ora, dico, fallo adesso!"

Sidney vacillò all'indietro, quasi cadendo oltre il limite ma riacquistò l'equilibrio e spinse indietro il signor Verea. Ne conseguì un fiammato rapido per tutta la lunghezza del tetto. Allo stesso tempo Sam svolazzò in punta di piedi, raccolse una manciata di fuoco di Sant'Antonio e iniziò a metterli in posizione.

Una signora Verea completamente vestita fece la sua apparizione in cima alla scala. “Torna quaggiù”, disse a suo marito. "Lascia che quegli uomini finiscano il loro lavoro."

"Nessuno mi spingerà sul mio tetto", ha risposto.

"Dico di venire giù", ha insistito la signora Verea.

"Vieni giù," disse il signor Verea.

Salendo dalla scala verso il tetto, la signora Verea diede un calcio al marito nei pantaloni. Smise di spingere Sidney, si voltò e iniziò a spingerla, dopodiché anche lei iniziò a spingerlo furiosamente.

Sidney si girò a ventaglio con il suo berretto da baseball e guardò suo fratello - proprio ora, tra i salti acrobatici di un saltarello, Sam mise l'ultima delle tegole sul catrame.

Come se fosse alla corte di Luigi XIV, Sidney fece un inchino con grazia, poi indicò la scala prima di scendere da solo. Sam lo seguì, i fianchi oscillarono ma cadde tra i pioli. Sidney non poteva fare altro che guidare la scala, con suo fratello incastrato, fino al furgone.

I bambini si avvicinarono; ora tenevano il seme disteso, la forma e la lunghezza di un tubo da giardino: traslucido con macchie d'oro, luce scintillante e radiante nelle loro mani. Quando Sam sussultò e scalciò lungo il vialetto, i bambini scuotevano il magnifico seme, e ogni scossa emetteva polvere d'oro che si trasformava in corsi d'acqua quando toccava la terra.



data di revisione 04/21/2020
Karim Currelly

Che trucco continua per renderci consapevoli di ciò che non lo è. Certamente non per il gusto di tutti gli scienziati, ma dovevi provarli.
Tanto di cappello all'artista perché lasciamo il cartesiano "Penso di sì" per andare verso lo spinozismo "pensa in me". Quale è più un Philo che uno psicopatico?
Scienziati certamente, ma dovevi averli per provarlo.
Mi è piaciuto molto questo libro che solo uno psichiatra della cocaina potrebbe scrivere.
data di revisione 04/21/2020
Feucht Steiling

Sono solo io o il vecchio signor Freud è stato il più grande pervertito nel mondo della psicologia? Non fraintendetemi, questa è una lettura interessante dal punto di vista storico, ma è così difficile prenderla sul serio! È anche molto datato e sembra seguire la famiglia media del tempo, senza tener conto di chi non si adatta a ciò che era "corretto" di allora.
data di revisione 04/21/2020
Freddie Casselman

L'interpretazione dei sogni riguarda principalmente ciò che il titolo implicherebbe; è un esame del mondo dei sogni secondo Freud, si potrebbe dire. Freud usa il soggetto dei sogni come base su cui basarsi, usando l'analisi e l'interpretazione dei sogni come strumenti per la sua teoria psicoanalitica (al momento in via di sviluppo). Si potrebbe dire che questo è il libro in cui l'autore presenta le sue opinioni e la sua teoria relative alla mente inconscia. In questo libro, Freud usa spesso aneddoti ed eventi della vita reale per discutere della teoria dei suoi sogni. Personalmente, il libro è stato sorprendentemente facile da leggere. Mi sono piaciuti abbastanza gli aneddoti e sono stato piacevolmente sorpreso dal calore (non riesco a pensare a un termine migliore) di alcune delle osservazioni più personali di Freud.

So che dovrei dire qualcosa di molto profondo dopo aver finito questo libro. Probabilmente dovrebbe trattarsi della natura o della psicoanalisi o dell'importante ruolo che Freud ha avuto nello sviluppo del pensiero moderno, ma non mi va di andarci. Invece dirò solo che ciò che mi è piaciuto di più di questo libro è stata la giocosità e la curiosità della sua mente di Freud. La sua giocosità che in un certo senso ricorda quella di un bambino. Lo intendo come complemento. Anche quando non sono d'accordo con quello che scrive, mi piace leggerlo. Freud era decisamente in anticipo sui tempi in molti modi.

Znam da bih trebala reći nešto dubokoumno, ali najviše od Inviatoa meni je Freud jednostavno simpatičan. Sviđa mi se kako piše, sviđa mi se kako razmišlja, a najviše od Inviatoa kod njega mi se sviđa ta nekakva radoznalost sa kojoj gleda na svijet, nešto je gotovo dječje i zaigrano u njegovim teori. Zato neću reći ništa o tome kako je su jako bitan za modenu misao, utemeljitelj psihoanalize i što ja znam što sve ne, to ionako svi znaju. Zato ću reći da me ugodno iznenadila toplina u nekim Freudovim opaskama osobnije prirode i jednostavan način pisanja. Doista mi se svidjela ova knjiga.

data di revisione 04/21/2020
Adham Altaf

L'interpretazione dei sogni di Sigmund Freud è piena delle teorie di Freud sulle connessioni tra sogni e vita reale che ha scoperto attraverso le sue ricerche. Freud copre tutto, dai contenuti all'interno dei sogni alle strategie necessarie per interpretarli, oltre ad approfondire gli aspetti più fini come la memoria nei sogni e le connessioni con la vita di tutti i giorni. Freud cita spesso la vasta ricerca che è già stata fatta nel campo dell'analisi dei sogni, ma sottolinea che tutto il lavoro finora è stato inconcludente e, in sostanza, ha sollevato più domande di quelle a cui ha risposto. In questo lavoro Freud fa del suo meglio per rispondere in modo definitivo alle domande che avevamo ancora sull'interpretazione dei nostri sogni.

Ho pensato che questo libro fosse davvero affascinante perché ha risposto a molte delle mie domande di ricerca sul modo in cui il nostro subconscio è collegato agli eventi della nostra vita quotidiana e ai nostri ricordi. La parte più interessante per me è stato il capitolo intitolato "Memory in Dreams" perché ha risposto a tante domande su diverse oscurità che sembrano non essere collegate ad alcun evento singolare. Ha sottolineato che le persone spesso sognano alcuni dettagli finiti che non si sarebbero mai aspettati di ricordare. Questo passaggio è stato così sorprendente perché ha risposto ad alcune delle mie domande sul fatto che i nostri pensieri inconsci siano collegati alla nostra vita quotidiana. Mi ha anche fatto capire quanto sia potente la nostra mente e il fatto che in realtà prendiamo così tanti dettagli nella vita di tutti i giorni che potremmo buttarci via come insignificanti ma sorgere nei nostri sogni.
data di revisione 04/21/2020
Tova Saling

Scritto con densità scientifica, ma manca di rigore o chiarezza scientifica. Può essere noioso, vago e confuso. Freud dirà che farà qualcosa (come non usare esempi personali) solo per dimenticare di averlo detto e farlo comunque. Oppure riconoscerà il difetto con il suo approccio e quindi non farà nulla per correggerlo (il che è meglio che non ammetterlo, immagino). Ad esempio, usa i suoi pazienti, i "neurotici", per analisi e commenti su come ciò non tragga le sue conclusioni da un campione rappresentativo. Ma quel commento è dove si ferma, non c'è correzione o analisi reale su come ciò abbia influenzato le sue conclusioni.
O inizierà con una frase chiara e poi lo spiegherà fino a quando non scende in un disordine illogico. O si riferirà a qualcosa di non ovvio come qualcosa di ovvio. Oppure dirà che ci sono numerosi casi di qualcosa e poi non li elenco. Potrei andare avanti. Dà troppi esempi, sminuisce i punti che finisce per fare, riferimenti che confondono il gioco di parole tedesco ...
Non commetterò lo stesso errore di Frued. Smetterò di parlare una volta che la mia tesi è stata presa. E penso che sia fatto.
data di revisione 04/21/2020
Thrift Vongsamphanh

Questo era uno di quei libri che ho cercato di leggere da solo come giovane studente universitario. Non faceva parte di nessun corso, quindi non avevo nessuno che potesse aiutarlo a legare idee più grandi. Se ricordo, penso di aver finito per ricavarne il mio significato stravagante ... che era una specie di cosa collettiva junghiana dell'UNCS o un'altra.

Ma poi l'ho riletto a scuola di specializzazione nel contesto degli altri lavori di Freud e ha iniziato a dare un senso un po 'più sensato. Mi è piaciuto il suo ipotetico "linguaggio primordiale" perché suggerisce l'esistenza di simboli come indipendenti dal linguaggio verbale, che come artista visivo è una nozione in cui sono profondamente investito. Questo "linguaggio" non è quindi qualcosa in cui è "usato" sogna come una traduzione di CSNESS, ma piuttosto la sua più sottile e fluida organizzazione indipendente di significato. Il "linguaggio" è non lineare e non cronologico.

Quando penso a questa idea, mi viene in mente la Trasfigurazione di Rapael: http://en.wikipedia.org/wiki/Transfig...
Questo è uno di quei pezzi in cui l'artista è in grado di rappresentare (in immagini una sopra l'altra) occorrenze simultanee che possono essere lette nel testo originale solo una dopo l'altra (e quindi riflesse come simultanee).

Questo gioco con il tempo è qualcosa che mi piace fare nel mio lavoro, in particolare nel tirare immagini fisse dai media basati sul tempo in modo che lo spettatore possa entrare nel lavoro a piacimento piuttosto che essere tenuto prigioniero da esso (come nel guardare una sequenza dall'inizio alla fine). I media Internet soddisfano un bisogno simile.
data di revisione 04/21/2020
Luther Degirolamo

Questo è uno dei libri che mi ha aiutato a comprendere il genio di Freud, nonché il valore della psicoanalisi. Mi fa male tanto che sempre meno persone vogliono capire o apprezzare Freud. Sì, mi rendo conto che la prospettiva freudiana, specialmente su cose come l'interpretazione dei sogni, ha un valore limitato nelle culture non occidentali e che per alcuni l'interpretazione dei sogni stessa potrebbe non essere il modo più perspicace di comprendere il subconscio.

Ancora - venire on. Questo libro ha cambiato l'Europa, il corso della storia e la consapevolezza dell'umanità delle nostre vite interiori. Lo adoro.
data di revisione 04/21/2020
Cyril Liesch

Il modo in cui Freud tratta l'inconscio e l'inconscio è veramente diverso e apre una lunga strada per esplorare qualcosa di nuovo in questo campo. Le sue idee hanno fornito un nuovo mondo per esplorare l'opportunità. Prima dei suoi scritti, la mente inconscia era solo un'immagine che non può essere spiegata da nessuna spiegazione scientifica.
data di revisione 04/21/2020
Buehler Hardnette

Qualunque cosa tu pensi delle teorie di Sigmund Freud, devi ammettere che (almeno nella traduzione inglese) è uno scrittore molto bravo e persuasivo. Il fatto che abbia avuto un'influenza molto importante sulla storia del 20 ° secolo è un eufemismo, in particolare dal momento che suo nipote, Edward Bernays, è noto come l'inventore della pubblicità.

Bernays essenzialmente ha creato la cultura del consumo che ha dominato gli Stati Uniti e gran parte del mondo occidentale negli ultimi 80 anni circa. Lo ha fatto modificando la base in base alla quale i consumatori giudicano i prodotti. Prima di Bernays, i prodotti venivano presentati in modo fattuale, enfatizzando le loro virtù, dimensioni, capacità e quant'altro, consentendo al consumatore di fare una scelta relativamente razionale e spassionata tra i prodotti di diversi produttori. (Questo modo di presentare il prodotto si trova nei cataloghi Sears & Roebuck del XIX secolo.)

Bernays, in costante contatto con suo zio, vide l'opportunità di applicare le idee di Freud sulle origini inconsce del comportamento e il primato dei desideri sessuali, per cambiare sostanzialmente il cliente dal decisore razionale della teoria economica classica a uno zombi malleabili, le cui decisioni si basano sulla presentazione di prodotti sexy o che assicurano popolarità e simili - separando la desiderabilità dei prodotti dalla loro reale funzione. Ciò si è rivelato così efficace che è stato adottato praticamente da tutte le vendite al dettaglio, trasformando i clienti in consumatori. Nel processo, Bernays ha usato le idee di Freud per consegnare i consumatori irrazionali a società benestanti, i cui prodotti non venivano più giudicati in base alla loro efficacia ma a presentazioni estrazionali irrazionali.

Ciò è diventato più ovvio in televisione, dove ciò che sta realmente accadendo è che gli spettatori sono il "prodotto" venduto da vari canali televisivi commerciali, per una grande quantità di denaro pagato alle agenzie televisive da agenzie pubblicitarie, che a loro volta sono pagate altamente da parte dei produttori per l'attenzione data ai persuasivi "messaggi", che sono essenzialmente una propaganda non informativa che non ha molto a che fare con le virtù dei prodotti o dei servizi che vengono licenziati.

Come ha sottolineato Noam Chomsky, il lavoro della pubblicità è quello di distruggere i mercati, che sono definiti nell'economia classica come il luogo d'incontro di venditori razionali e acquirenti di prodotti a un prezzo che è reciprocamente piacevole. L'applicazione di Bernay delle teorie degli zii per manipolare le decisioni degli acquirenti, mette gli acquirenti in un notevole svantaggio rispetto ai venditori, poiché i consumatori non possono più confrontare i prodotti nel loro merito da un lato, poiché i prodotti sono stati intrisi di molte proprietà irrazionali, e i notevoli costi di tutti questi inganni si aggiungono semplicemente al prezzo che il consumatore deve pagare.

Poiché i prodotti non possono essere confrontati in base ai loro meriti reali, la concorrenza che si verifica nei mercati reali viene rimossa; ciò non solo ritarda il miglioramento del prodotto da parte dei venditori, che non competono più sull'effettiva efficacia dei loro prodotti, ma elimina i prezzi dei prodotti dal costo della loro realizzazione, anche perché la vera concorrenza viene eliminata e le decisioni del consumatore vengono definizione, irrazionale.

Ritornare al libro di Freud, sebbene sia una lettura affascinante, è piuttosto debole dal punto di vista scientifico, un problema sempre affrontato da profeti visionari le cui predisposizioni spesso ostacolano un approccio più spassionato. Sebbene Freud e i suoi "simboli sessuali" siano stati a lungo il calcio della derisione pubblica, la loro influenza sulla metà del 20 ° secolo non può essere facilmente respinta, nonostante il loro merito come "scienza".
data di revisione 04/21/2020
Brocky Luhn

L'interpretazione dei sogni si pone come un'opera unica e classica nella storia della psicologia. Originariamente pubblicato in tedesco con il titolo "Die Traumdeutung" nel novembre del 1899, il libro delinea la convinzione di Freud che i sogni sono altamente simbolici, che contengono sia significati palesi (contenuto manifesto) sia pensieri sottostanti inconsci (contenuto latente). I sogni, ha suggerito, sono i nostri desideri inconsci, soprattutto quelli sessuali, mascherati.

L'analisi di Freud sui pazienti lo ha portato alla convinzione che le nevrosi si siano evolute da desideri sessuali repressi, di solito risalenti all'infanzia lontana. Ha anche discusso dell'opera teatrale di Sofocle "Oedipus Rex" (e del "complesso Electra") per sostenere la sua idea di tendenza universale di un bambino ad essere attratto sessualmente da un genitore e di voler sconfiggere l'altro - in seguito fu chiamato " Complesso di Edipo'.

I sogni, secondo Freud, sono tutte forme di "realizzazione del desiderio" - Ma Freud si chiese, perché il desiderio è così racchiuso in strani simboli e immagini? Perché dovrebbe essere necessario evitare l'ovvio?

La risposta è che molti dei nostri desideri sono repressi e possono avere la possibilità di raggiungere la nostra coscienza solo se sono mascherati. Un sogno potrebbe sembrare l'opposto di ciò che desideravamo, perché molti dei nostri desideri potremmo essere difensivi o desiderare di nascondere, quindi l'unico modo in cui un sogno può far conoscere un problema è sollevarlo nel suo senso opposto.

Con i sogni, se la nostra psiche vuole darci un messaggio, mostrandolo chiaramente o vestendolo come qualcos'altro. Il motivo per cui dimentichiamo così facilmente i sogni è che il sé cosciente vuole ridurre l'impatto dell'inconscio sulla sua vita di veglia. Non sorprende che, man mano che la giornata procede, abbiamo sempre più probabilità di dimenticare ciò che abbiamo sognato.

Uno dei punti chiave di Freud è che i sogni sono sempre egocentrici. "I desideri realizzati in essi", scrive, "sono invariabilmente i desideri di questo sé". Quando altre persone compaiono in un sogno, spesso sono semplicemente simboli di noi stessi o simboleggiano ciò che un'altra persona significa per noi.
È una delle opere più importanti di Freud !!
data di revisione 04/21/2020
Gans Swiney

C'è uno stupido passatempo di gonfiore della propria importanza personale "dimostrando" che Freud aveva torto su qualcosa. Tale disputa regredisce dietro ciò che si lusinga come superando e promulgando rancorosamente nient'altro che la propria incapacità di comprendere l'argomento. Non cadere per questo. A parte tutti i fatti feticistici, qualsiasi pagina di Freud è sufficiente per stabilire che era e rimane incomparabilmente brillante. La profondità e la portata, la portata e la penetrazione sono inimitabili. Il suo lavoro è quasi convulsivamente interessante. Questa non è idolatria servile, è apprezzamento di un'eredità insostituibile e inesauribile troppo comunemente travestita, una che lavorava sotto la più acuta autocoscienza dei limiti del semplice inizio di qualcosa che gli altri avrebbero dovuto continuare, se avessero osato. Nonostante tutte le sue pretese positiviste, Freud non presenta mai come conclusivo ciò che è incipiente ed esplorativo. La psicoanalisi non è una cosa finita, è un atto infinito e L'interpretazione dei sogni è la sua fanfara d'apertura.

Il libro elude qualsiasi definizione: prende parte a quasi tutti i generi finora esistenti, dal diario accademico al febbrile confessionale. Diventa noioso e ripetitivo nello sforzo insistente di convincere accumulando aneddoti. L'intero primo capitolo non fa altro che dimostrare la familiarità di Freud con la letteratura esistente sui sogni; non sta improvvisando nel vuoto. Gli ultimi due capitoli, il sesto e il settimo, comprendono quasi metà della maggior parte del testo, ed è qui finalmente dove "Freud diventa Freud", tutto il resto finora è in gran parte preparatorio. La barriera tra la nostra cosciente coscienza razionale censura e la nostra inconsapevole incoscienza indomita indisciplinata non regge. Nessun invito e conclusione migliori potrebbero esserci delle parole di combattimento ormai famose e sommative di Freud:

L'interpretazione dei sogni è la via regale per la conoscenza delle attività inconsce della mente.
data di revisione 04/21/2020
Lyndsie Sasson

Imagine I have a picture-puzzle (a rebus) in front of me: a house with a boat on the roof, then a single letter, then a running figure with an apostrophe for a head, and so on. I could drop into a critical stance and say that such a combination and its components are nonsense. A boar does not belong on the roof of a house, and a person without a head cannot run; also, the person is bigger than the house, and if the whole thing is intended to represent landscape, the individual letters do not fit in since they do not occur in nature, Obviously, the correct assessment of the rebus emerges only if I raise no such objection to the overall thing and the details thereof but try to replace each image by a syllable or a word that may, by some link or other, be represented by the image. The words assembled in this way are no longer meaningless; in fact, they can produce the most beautiful and most meaningful poetic aphorism., Well, a dream is a picture-puzzle like that, and our precursors in the field of dream-interpretation made the mistake of judging the rebus as a pictorial composition. As such, it struck them as nonsensical and valueless.

In our dream-interpretation hitherto we have so often come across the element of absurdity in dream-content that we are loath to put off any longer investigating where it comes from and what it might mean. Remember, the absurdity of dreams was one of the main arguments put forward by those who, rejecting a positive appraisal of dreams, see them as nothing but the meaningless product of a reduced, fragmented level of mental activity. I begin with a number of examples in which the absurdity of the dream-content is only apparent; on closer examination of the meaning of the dream, it vanishes completely.
__________
I do not claim to have uncovered the meaning of this dream in its entirety or that my interpretation of it is complete.

I am aware of the problems this causes the reader, yet I see no way of avoiding them.

__________
Freud ha molti pensieri sui sogni.

Sono tutti veri?

?

Li afferma di essere?

No.

Ma sono decisamente interessanti.

Freud inizia con un'indagine attuale sulla letteratura sui sogni, di cui discute mentre offre alcuni dei suoi pensieri, prima di passare alle sue teorie che sono sorte durante i suoi anni di amministrazione del trattamento psicoanalitico.

La sua idea centrale è che i sogni servano a soddisfare i desideri. E da qui, entra in una serie di argomenti, idee e teorie: distorsione del sogno, materiale e fonti del sogno (eventi banali dei giorni precedenti, ricordi dell'infanzia, importanza dell'associazione ...), fonti somatiche del sogno (sensoriale esterno, sensoriale interno, fisico interno, puramente fisico), sogni tipici, il processo (i) del lavoro onirico (compressione, spostamento, rappresentazione, parola, assurdità ...) che termina con alcuni (relativamente complessi) ulteriori processi.

Personalmente ho trovato plausibili molte delle sue teorie. Prendi una teoria per un sogno che molti di noi hanno senza dubbio sperimentato: stiamo per (ri) sostenere un esame. Freud propone che questo sogno si verifica solo per le persone che hanno superato l'esame in questione e che lo scopo del sogno è quello di alleviare lo stress di un evento imminente verso il quale il sognatore nutre ansia, ricordando loro che non hanno nulla di cui preoccuparsi :
"Don't worry about tomorrow, think how anxious you were before your exam, and nothing happened to you.”
Ragionevole, no?

Durante la lettura, non ho cercato di applicare nulla di tutto ciò ai miei sogni. Tuttavia, questo potrebbe essere qualcosa che non sarò in grado di evitare di fare. . .
Also, in all people an interest in dreaming is known to increase substantially the number of dreams remembered on waking.
Anche se Freud avverte il suo lettore:
Let me put forward at this point something that I need to say about interpreting dreams and that may possibly give some guidance to any reader wishing to verify my contentions by working on his own dreams. No one should expect the interpretation of his dreams t fall into his lap effortlessly.
__________
Stavo riascoltando il Nel nostro tempo episodio su Proust recentemente, e uno degli ospiti ha detto qualcosa "che è stato straordinario che Freud e Proust non si sono mai letti una parola mentre pensavano e scrivevano le stesse cose".

Ho notato due somiglianze durante la mia prima incursione freudiana:

1) Il riconoscimento delle memorie latenti dei tempi passati
And the value of dream as regards knowing the future? That, of course, is quite out of the question. Better to say: as regards knowing the past.
2) La capacità di formare e riconoscere associazioni complesse nella vita di tutti i giorni
However, not only the composite idea ‘botanical monograph’ but also its separate elements ‘botanical’ and ‘monograph’ penetrate more and more deeply, as a result of multiple associations, into the jumble of the dream-thoughts. Belonging to ‘botanical’ are memories of the person of Professor Gärtner, of his wife, who looked blooming, of my patient, named Flora, and of the lady who had told me the story of the flowers that had been forgotten. Gärtner leads in turn to the laboratory and the conversation with Königstein; mention of the two patients belongs to the same conversation. From the woman with the flowers, a train of thought forks off to my wife’s favourite flower, the other exit of which lies in the title of the monograph glimpsed briefly during the day. ‘Botanical’ further recalls an episode at secondary school and an examination during my university years, and another topic touched on in that conversation (my hobbies) links up, through the medium of what is jokingly referred to as my ‘favourite flower’, the artichoke, with the train of thought proceeding from the flowers the had been forgotten; behind ‘artichoke’ is my memory of Italy on the one hand and, on the other, of a scene from my childhood with which I began what has since become an intimate relationship with books. So ‘botanical’ is the real nodal point at which numerous trains of thought pertaining to the dream come together—trains of thought that, as I can confirm, were with full justification connected up with one another in that conversation.

Essendo un ardente ammiratore di Proust, non vedo l'ora del mio viaggio con Freud.
__________
Non è, come nella vita di veglia, solo le cose più significative che meritano di essere ricordate, ma al contrario anche le cose più banali e poco appariscenti.

Hildebrandt aveva indubbiamente ragione nel dire che tutte le immagini dei sogni sarebbero state spiegabili geneticamente se in ogni occasione avessimo trascorso tempo e concentrazione sufficienti a rintracciarne le origini. Lo ammette sicuramente "un compito estremamente laborioso e ingrato. Perché si tratterebbe principalmente di stanare ogni sorta di cose psichicamente piuttosto inutili negli angoli più remoti della memoria, sinterizzando ogni sorta di m momenti completamente indifferenti da tempi dimenticati che l'ora successiva potrebbe aver seppellito e riportandoli alla luce del giorno.' Tuttavia, devo dire quanto mi dispiaccia che questo astuto scrittore si permetta di impedirsi di seguire una strada che inizia in modo così poco appariscente; lo avrebbe portato direttamente alla grande spiegazione dei sogni.

Nella nostra analisi della vita onirica, quindi, abbiamo l'impressione in ogni fase che sia inammissibile elaborare regole universali senza consentire riserve sulla forma di un "spesso"; o 'in linea di massima' o 'di solito', e senza essere preparati per la validità delle eccezioni.

Infine, l'oblio dei sogni è favorito dal fatto che la maggior parte delle persone ha comunque scarso interesse per i propri sogni. Qualcuno che si interessa al sogno per un certo periodo (come un ricercatore, per esempio) sognerà anche più del solito durante quel periodo, il che presumibilmente significa che ricorderà i suoi sogni più facilmente e più spesso.

Robert afferma che l'unica posizione corretta è: le cose che una persona ha pensato completamente non scatenano mai sogni, solo cose che indugiano nella memoria incompleta o che toccano brevemente la mente di passaggio. "Questo è il motivo per cui non si può, di regola, spiegare un sogno a se stessi, perché è stato causato proprio da quelle impressioni sensoriali del passato che il sognatore aveva catturato in modo inadeguato."

Il semplice sogno è provocato dalla sete, la sete che sento al risveglio. Da questa sensazione deriva il desiderio di bere e il sogno mi mostra questo desiderio realizzato. In tal modo, ha una funzione — che presto rilevo. Ho il sonno profondo, non sono abituato a essere svegliato da un'esigenza. Se riesco a placare la mia sete sognando che sto bevendo, non devo svegliarmi per soddisfarlo. In altre parole, è un sogno confortante.

Se ora consulto la mia esperienza riguardo all'origine degli elementi che compaiono nel contenuto dei sogni, devo prima avanzare l'affermazione che in ogni sogno è possibile tracciare un collegamento con le esperienze del giorno appena trascorso. Indipendentemente dal sogno che faccio, sia esso mio o di qualcun altro, trovo invariabilmente confermato questo fatto.

Sulla base di molte esperienze simili, devo avanzare la proposta secondo cui il lavoro onirico è sotto una specie di impulso per combinare, nel sogno, tutte le fonti disponibili di stimolo onirico in un'unica entità.

Quanto più profondo si lascia diventare nell'analisi dei sogni, tanto più spesso si è in pista sulle esperienze dell'infanzia che svolgono un ruolo, come fonti di sogno, nel contenuto latente del sogno.

La mia collezione, ovviamente, ha una sovrabbondanza di tali sogni di pazienti, la cui analisi riporta a impressioni vagamente ricordate o completamente dimenticate dell'infanzia, spesso dei primi tre anni di vita. Tuttavia, sarebbe un peccato se, da loro, dovessimo trarre delle conclusioni che si presume si applichino al sogno in generale; per la maggior parte, dopo tutto, si tratta di persone nevrotiche e in particolare isteriche e il ruolo assegnato alle scene dell'infanzia nei loro sogni potrebbe essere governato dalla natura della loro nevrosi piuttosto che dall'essenza del sogno.

Il vecchio fisiologo Burdach [1830] ci dimostra che anche nel sonno la mente è in grado di interpretare correttamente le impressioni sensoriali che la raggiungono e di reagire secondo l'interpretazione corretta. Lo fa spiegando come certe impressioni sensoriali che sembrano importanti per l'individuo possano essere esentate dall'abbandono durante il sonno e mostrando che una persona ha molte più probabilità di essere svegliata con il proprio nome rispetto a qualsiasi vecchia impressione uditiva, il che presuppone che anche nel sonno la mente distingue tra sensazioni.

Ma c'è solo un'obiezione che influenzerebbe seriamente la teoria di Scherner sulla simbolizzazione degli stimoli corporei attraverso il sogno. Tali stimoli corporei sono sempre presenti e il consenso generale è che la mente è anche più accessibile a loro durante il sonno che nello stato di veglia. Quindi non si capisce perché la mente non sogna continuamente durante la notte, ogni notte, di ogni singolo organo.

Molto diversi sono i sogni in cui viene rappresentata la morte di un parente amato e si sperimentano emozioni dolorose. Tali sogni significano ciò che suggerisce il loro contenuto, vale a dire il desiderio che la persona interessata muoia, e poiché a questo punto posso aspettarmi che i sentimenti di ogni lettore e di ogni persona che sogna qualcosa di simile si ribellino alla mia spiegazione, devo sforzarmi per dimostrare il punto sulla base più ampia possibile. . . Quando qualcuno sogna, con espressioni di dolore, che suo padre o sua madre, suo fratello o sua sorella sono diademi, non uso mai quel sogno come prova che ora li desidera morti. La teoria del sogno non è così esigente; è contento di concludere che il sognatore li ha desiderati morti in qualche momento durante l'infanzia.

Si apprende a questo proposito che i desideri sessuali del bambino si svegliano molto presto e che la prima inclinazione della ragazza è verso suo padre, i primi desideri infantili del ragazzo sono per sua madre.

Devo ulteriormente chiarire il sogno dell'esame con un commento fatto una volta da un collega istruito durante una discussione scientifica. Disse in quell'occasione che, figlio come è a conoscenza, il sogno della Matura si verifica solo nelle persone che hanno superato l'esame, mai in coloro che non lo hanno superato. In altre parole, l'esame ansioso sogna che, come confermato ripetutamente, arriva quando uno affronta un compito responsabile il giorno successivo o si aspetta la possibilità di disgrazia ha (sembrerebbe) cercato un'occasione in passato in cui la grande ansia della persona si è trasformata in sono stati ingiustificati e sono stati confutati dal risultato. Questo sarebbe un esempio molto sorprendente del contenuto del sogno frainteso dalla mente del risveglio., Il tipo di obiezione indignata incorniciata dal sogno ("Ma sono già un dottore, te lo dico!") Sarebbe in realtà il la consolazione offerta dal sogno, così correrebbe, 'Non preoccuparti per domani, pensa quanto eri ansioso prima del tuo esame di Matura e non ti è successo niente. Oggi sei già un dottore "(o qualunque cosa possa essere).

'Impiccati!' equivale a dire "Qualunque costo, mettiti duro".

Tutti i sogni sognati nella stessa notte appartengono in termini di contenuto allo stesso insieme; il loro essere separati in diversi frammenti e il raggruppamento e il numero di quei frammenti sono tutti significativi e possono essere considerati come un pezzo di comunicazione dai pensieri latenti del sogno.

Includere un certo contenuto in un 'sogno dentro un sogno' equivale a desiderare che ciò che è descritto come un sogno in questo modo non fosse accaduto. Per dirla in un altro modo: se il lavoro onirico inserisce un evento particolare in un sogno, implica la conferma più decisiva della realtà di quell'evento, la più forte approvazione possibile di esso. Il lavoro onirico sta usando il sogno stesso come una forma di rifiuto, attestando così la conclusione che i sogni sono realizzazione del desiderio.

Ecco il sogno floreale, raccontato da una mia paziente, che ho annunciato in precedenza. Nell'account, ho messo in modo contrastante tutto ciò che richiede un'interpretazione sessuale. È un sogno adorabile, ma una volta interpretato il sognatore ha detto che non le piaceva più.

Giocare con un bambino piccolo, schiaffeggiare un bambino piccolo, ecc. Sono spesso rappresentazioni oniriche di masturbazione.

Inoltre, il secondo sogno indica la teoria sessuale infantile secondo cui le bambine sono fatte da ragazzi per castrazione. Dopo che le ho parlato di questa opinione infantile, trova una conferma immediata in lei conoscendo la storia del ragazzo che chiede alla ragazza: "Tagliato?" a cui la ragazza risponde: "No, è sempre stato così".

L '"estensione infinita" di un raccolto equestre non può significare facilmente altro che un'erezione.

Apparentemente, il simbolismo dei sogni ha già ricevuto conferme sperimentali dirette. Nel 1912, incoraggiato da H. Swoboda, il dott. K. Schrötter generò sogni in persone profondamente ipnotizzate mediante istruzioni suggestive che stabilirono gran parte del contenuto del sogno. Quando il suggerimento ordinò alla persona di sognare un rapporto sessuale normale o anormale, il sogno eseguiva tali istruzioni sostituendo il materiale sessuale con i simboli a noi familiari dall'interpretazione psicoanalitica del sogno. Ad esempio, seguendo il suggerimento che la donna ipnotizzata sogna di un rapporto omosessuale con una ragazza, la ragazza apparve nel sogno risultante portando una valigia squallida etichettata con le parole "Solo per donne". Presumibilmente, alla donna che sognava non era mai stato detto nulla sul simbolismo nei sogni e nell'interpretazione dei sogni. È un peccato che la valutazione di questo importante studio sia stata interrotta dal fatto infelice che il dottor Schrötter si sia suicidato poco dopo.

Le persone che spesso sognano di nuotare sono in genere ex bagnanti che ripetono in sogno un piacere da cui si sono guadagnati da tempo l'astensione.

Più tempo si passa a risolvere i sogni, più si deve accettare prontamente che la maggior parte dei sogni degli adulti si occupano di materiale sessuale e esprimono desideri erotici. Solo qualcuno che analizza veramente i sogni, penetrando dal contenuto manifesto dello stesso fino ai pensieri latenti del sogno, può formarsi un'opinione su di essi, mai qualcuno che si accontenta semplicemente di registrare il contenuto manifest.

Cerchiamo di essere chiari fin dall'inizio che questo fatto non ci sorprende in alcun modo; piuttosto, si accorda completamente con i nostri principi di chiarimento dei sogni. Nessun'altra spinta, fin dall'infanzia, ha dovuto subire tanta soppressione quanto il desiderio sessuale nelle sue numerose componenti; nessuno ha lasciato irrisolti così tanti desideri inconsci potenti che ora, nello stato di sonno, generano sogni. Mai, in relazione all'interpretazione dei sogni, si dovrebbe trascurare l'importanza dei complessi sessuali, ma neppure, naturalmente, dovrebbe essere esagerata al punto da escludere tutto il resto.

L'affermazione secondo cui tutti i sogni richiedono un'interpretazione sessuale, contro la quale una instancabile polemica viene introdotta in letteratura, non ha posto nei miei sogni interpretativi. In realtà, non si trova da nessuna parte in sette edizioni di questo libro, e si trova in contraddizione tangibile con le altre cose in esso contenute.

E credimi: i sogni nascosti di rapporti sessuali con la propria madre sono molte volte più frequenti di quelli semplici.

Ci sono sogni di paesaggi o luoghi in relazione ai quali, nel sogno, viene evidenziata una certezza ("Sono stato qui prima"). Nei sogni, tuttavia, questo sentimento di déjà vu ha un significato particolare. Lì, il posto è sempre la regione genitale della madre; anzi, da nessun'altra parte si può affermare con tale certezza di essere "stati qui prima". Solo una volta un nevrotico ossessivo mi ha imbarazzato raccontando un sogno in cui, così disse, stava visitando un appartamento dove era già stato in due occasioni. Tuttavia, la paziente stessa mi aveva raccontato qualche tempo prima di un evento che aveva avuto luogo nel suo sesto anno, quando una volta aveva condiviso il letto di sua madre e aveva approfittato impropriamente dell'opportunità di inserire un dito nell'organo sessuale della donna addormentata.

D'altra parte, ci sono persone che evidentemente si aggrappano, di notte, alla consapevolezza di essere addormentati e sognanti, e che quindi sembrano possedere una capacità cosciente di dirigere la loro vita da sogno.

__________
La gentilezza che esercito ogni giorno è in gran parte un tale travestimento.

Quando sono diventato uno studente, non ho sviluppato una marcata predilezione per la raccolta e il possesso di libri. . .

. . . lo stesso rimprovero che mi è stato livellato allora, vale a dire che ho lasciato andare le mie fantasie all'eccesso.

Il seno femminile è dove l'amore e la fame si incontrano.

. . . lo squilibrio dei miei studi e la natura costosa dei miei hobby.

. . . ha evitato ogni contaminazione che comporta la miscelazione con le persone.

È una sciocchezza, essere orgogliosi dei propri antenati. Preferisco essere un antenato, un suppear, me stesso.

Ero circondato da oggetti d'arte; nella mia libreria alla moda c'era il mio Omero senza tempo, il mio imponente Dante. . . tutti i grandi maestri, tutti gli immortali. Mi sentivo come se stessi scoprendo questa dolcezza idilliaca, questa esistenza pacifica, metrica e brillantemente cerebrale in cui avevo sperimentato una così tranquilla felicità umana così spesso e così profondamente - mi sentivo come se stessi scoprendo di nuovo tutto da capo. —Roosegger, Fremd gemacht ['Fired'], Waldheimat ['Forest Home']

__________
"Prestami qualcosa da leggere." Le offro She di Rider Haggard. "Uno strano libro ma pieno di significati nascosti", le voglio spiegare; 'l'Eterno Femminile, l'immortalità delle nostre emozioni. . .' A questo punto mi interrompe: 'Lo so già. Non hai niente di tuo? "No, le mie opere immortali non sono ancora state scritte." "Quindi, quando usciranno, le tue cosiddette" spiegazioni finali "che dici che anche noi saremo in grado di leggere?"
data di revisione 04/21/2020
Porte Gurley

Da dove cominciare con l'interpretazione dei sogni? Le prime cento pagine che esaminano la letteratura scientifica contemporanea sui sogni sono una specie di slogan. Non credo che dovresti leggere questa sezione se non hai un forte interesse storico per la letteratura medica della fine del XIX secolo. I paragrafi conclusivi di ciascun capitolo di questa parte meritano comunque uno sguardo, in quanto si inseriscono nei successivi appelli descrittivi e concettuali di Freud. La logica di base del testo inizia qui e, se non altro, dimostra l'impressionante erudizione, il ragionamento convincente e gli immensi doni di Freud come lettore e autore di letteratura. Ogni sua valutazione è misurata ed equa, impegnata in un accurato positivismo scientifico. E come scrittore, le sue frasi sono un mirabile equilibrio di stile felice, pellucido e sofisticato, che non sacrifica mai lo stile a favore del rigore; né, sorprendentemente, viceversa. La vincita del Premio Goethe per la letteratura di Freud è stata ampiamente meritata.

Per inciso, sto leggendo le nuove (ish) traduzioni di pinguini di Freud, a cura di Adam Phillips. Sono meno puntuali delle edizioni standard Classici vintage, più creativi e letterari. E dove mancano di scrupolosità, queste traduzioni più indulgentemente stilizzate catturano molto meglio lo spirito di Freud come scrittore. Ma se preferisci un trapianto pignolo della sua sintassi, vai su Vintage.

Dopo il sondaggio iniziale, le cose si fanno strane. Hai sentito le critiche. Freud era ubriaco dello scandaloso iconoclastia delle sue teorie non plausibili; sconsiderato, testardo o derivato; un razionalista inflessibile, un maniaco sessuale abbandonato o un mistico ciarlatano. Un tossicodipendente di cocaina assediato da un pessimismo reazionario sulla mente come una fossa di serpente profano. C'è almeno un granello di verità in ognuna di queste vituperazioni, ma nessuna scredita il suo progetto o si avvicina al raccontare l'intera storia.

Penso che sia importante capire cosa Freud stava cercando di fare. La psicoanalisi era senza precedenti in molti modi e si appollaia ancora al di fuori della sfera generale della cultura occidentale. La mente umana è un oggetto non ancora indicizzabile da qualsiasi forma di indagine, la mente patologica anche il moreso, e il maturo Freud, il Freud della psicoanalisi, non era uno scienziato, un patologo o un filosofo; non stava testando un'ipotesi, somministrando medicine o facendo speculazioni con guanti bianchi. Stava cercando di guarire qualcosa che non era, e non è, ben compreso. Questa situazione non invidiabile richiedeva un metodo ibrido e sperimentale, con un animus teorico allo stesso modo. Le variabili del comportamento umano, l'interazione delle nostre storie personali e temperamento idiosincratici, erano (e sono) troppo variegate per essere controllate in un ambiente di laboratorio tradizionale. La salute mentale non è proprio come la salute fisica. Ma Freud procedette comunque, abbandonando l'approccio disposzionalista cartesiano dominante che era impossibile quadrare con le prove della sua pratica clinica. Ha identificato alcuni dei modelli, principi e preconcetti congeniti inconsci della mente, la cui strutturazione, ancora oggi, ha un'intuizione e un'autorità persuasive. Dai suoi studi è stata data una forma all'inconscio, il luogo sotterraneo della nostra mente di sentimenti repressi pericolosi e pulsioni libidiche. Freud non "inventò l'inconscio", come sostengono alcuni, ma formalizzò il negozio di ossa e ossa sotto la nostra coscienza nel suo resoconto più risonante. Come Wittgenstein disse di Freud, "C'è un incoraggiamento a dire:" Sì, certo, deve essere così. "

In questo sistema i sogni contano perché sono la "strada reale" verso l'inconscio. La stranezza dei nostri sogni è una profondità criptata. Anche se potessimo mappare o ascoltare digitalmente i sogni delle persone (e capisco che questa tecnologia è in una fase dello sviluppo), se accettiamo la materialità dell'inconscio, come la maggior parte dei neuroscienziati moderni fa in una forma o nell'altra, non potremmo dire prima facie l'origine o il significato dell'opera dei sogni, della sua organizzazione e simbologia. È qui che entra in gioco l'associazione libera. La nostra prospettiva sui nostri sogni, il particolare linguaggio verso cui siamo costretti, le associazioni, gli affetti e i ricordi che i nostri sogni evocano spontaneamente, sotto la guida di un abile analista, produrranno un quadro forte di le nostre preoccupazioni inconsce, repressioni e disturbi. La meticolosità di Freud nello sviluppo dell'interpretazione dei sogni è affascinante da leggere. C'è molto di più qui del vago determinismo sessuale nato dall'analisi secolare di donne ricche isteriche. Questo libro dovrebbe incoraggiare tutti i suoi lettori a iniziare a tenere un diario dei sogni. Mi ha fatto.

Quindi è vero? Soddisfa i criteri del naturalismo epistemico? Può essere legittimato oltre la soggettività oscura dell'ermeneutica e della terapia della parola? Se per te queste cose sono importanti, esiste un corpus crescente di neuropsicoanalisi che mette alla prova le affermazioni di Freud contro le conoscenze emergenti in neuroscienza. Cerca Mark Solms. Non sono sicuro che questo sia il modo migliore per leggere Freud, nonostante Freud stesso, poiché la codificazione in fatto scientifico è ciò che desiderava. Ma sembra essere importante per le persone; tutti vogliono accreditare o screditare Freud secondo standard materialistici. Sconfiggetevi, immagino.

Qualunque sia il tuo punto di vista, abbiamo ancora molto da imparare da Freud. Non importa quante volte lo leggi, è sempre morto interessante.
data di revisione 04/21/2020
Prudy Binger

The Interpretation of Dream (in questo caso l'ottava e ultima edizione pubblicata nel 1930), una teoria sul possibile significato e sulla costruzione di sogni scritta da Sigmund Freud all'inizio del 1899, è il primo libro psicologico / filosofico che ho letto, e è sicuramente il libro più difficile che abbia mai incontrato in vita mia ... così difficile, infatti, che l'autore afferma addirittura che non si aspetta che i suoi lettori capiscano le sue teorie e ammette la loro natura complessa (Capitolo 7E).

Questa è l'unica ragione per cui mi astengo dal dare a questo libro un totale di cinque stelle. Si dice che Freud abbia scritto questo libro sugli elefanti (guarda solo quanto è lungo) principalmente per se stesso, il che spiegherebbe i principali difetti di questo libro: il modo in cui esprime le sue teorie, la cattiva disposizione del libro, come gli piace tenere il lettore al buio e tralasciare le sue spiegazioni per (letteralmente) centinaia di pagine. Vedete, la lunghezza di Interpretare i sogni non ha nulla a che fare con la difficoltà di questo libro; è solo la presentazione effettiva della sua teoria che provoca la nostra frustrazione nel non riuscire a comprenderne alcuni aspetti.

Tuttavia, The Interpretation of Dream è un libro fenomenale. In seguito ai precedenti tentativi di diversi filosofi di interpretare il fenomeno del sogno, Freud ha sviluppato la semplice teoria secondo cui il sogno non è altro che la realizzazione del desiderio per l'inconscio dell'individuo ... e in qualche modo è riuscito a svilupparlo in questo mostro di un libro. Fornisce argomenti (e teorie) complicati per sostenere la sua convinzione, innumerevoli esempi di sogni (compresi quelli dell'autore) e analisi di detti sogni. Inizialmente, Freud sembra coprire ogni aspetto e tipo di sogno all'interno di queste pagine, a giudicare dalla lunghezza del suo libro. Questo, tuttavia, non si rivela essere il caso.

Per comprendere assolutamente tutto ciò che riguarda la teoria di Freud, è necessario conoscere tutte le funzioni e le origini della psiche umana, come spiega l'autore. Solo dopo aver acquisito familiarità con le relazioni e gli scopi della coscienza, il pre e l'inconscio; l'id, l'ego e il super-io; il suo "apparato psichico" auto-sviluppato; le origini dell'eccitazione e delle accuse psichiche; ecc. ecc. ecc .; si può comprendere appieno il concetto e il pieno significato del sogno. L'interpretazione del sogno è lungi dall'essere completa, poiché esclude (per fortuna) molte informazioni sulla psiche che Freud avrebbe solo più tardi espresso nelle successive pubblicazioni.

Il che mi porta al mio punto principale. Il momento clou di The Interpretation of Dream non è, stranamente, il fenomeno del sogno stesso; questo libro è sorprendente per la luce che ha diffuso sulla psiche umana nel suo insieme. È un dato di fatto, quando ho finito il "capolavoro" di Freud, mi è sembrato che l'autore avesse semplicemente usato il sogno come macguffin per darci la perfetta introduzione della mente umana e delle sue funzioni (vedi anche The Joke and the Relation to l'inconscio). Freud è stato in grado di spiegare il fenomeno del sogno attraverso osservazioni sui suoi pazienti isterici e nevrotici (che ci crediate o no), ed è davvero sorprendente come chiaramente l'isteria e il sogno siano collegati l'uno all'altro. Si potrebbe dire che il sogno è in realtà una variazione di isteria (o viceversa, non ne sono sicuro). Attraverso il sogno e la nevrosi, Freud è stato in grado di penetrare nel funzionamento del pensiero e di dare al lettore una visione più comprensibile non solo della mente, ma anche di molti altri problemi filosofici.

The Interpretation of Dream è quindi la perfetta introduzione alle opere di Freud, nonostante la sua lunghezza. Non solo ci fornisce una bozza approssimativa (sebbene complicata) del funzionamento delle nostre menti; introduce anche alcune teorie per la prima volta (in particolare il famigerato complesso di Edipo) e ci offre un assaggio delle sue opere successive. Sì, è una lettura difficile e merita di essere capita molte riletture (soprattutto il settimo e ultimo capitolo, "Sulla psicologia dei processi onirici"). Questo libro, tuttavia, cambierà le tue prospettive non solo sui sogni ma, soprattutto, sulle tue azioni, pensieri, relazioni sociali, mente e sé. Questo è un libro che, se la sua teoria si rivelerà vera, ti darà una migliore comprensione di te stesso.


"L'interpretazione dei sogni è la strada reale per la conoscenza dell'inconscio nella vita della mente"

data di revisione 04/21/2020
Maker Comly

Questo mi ha richiesto più tempo di qualsiasi altro libro, nonostante non sia uno dei grandi libri che ho letto; mi ci sono voluti circa 4 mesi leggendo solo un paio di libri nel frattempo. Eppure, questo era uno di quei libri in cui volevo leggere molto lentamente alla fine, solo per prolungare il mio tempo con il libro.

Scritto in un linguaggio arcaico, complicata formazione di frasi con contenuto intenso in ognuno. Questo è più vicino a una pubblicazione scientifica che a un romanzo. Sebbene sapessi che la psicologia è una branca della scienza, ero del presupposto che si trattasse più di una scienza non esatta, più di previsioni calcolate, di una combinazione di possibilità, ma sono stato sorpreso di apprendere da questo libro quanto di una esatta è, il modo in cui Freud ha azzerato alcune certezze deducendo dagli studi empirici. Più una teoria sembrava complicata, più tempo ci voleva per afferrare il paragrafo, c'era più nascosto in esso per imparare, divertirsi.

Dal punto di vista della scrittura, è stato interessante leggerlo come leggere un articolo scientifico che ha una sfumatura di narrazione, pieno di casi studio in luoghi appropriati. La ridondanza era molto minore nonostante il contenuto molto intenso in ogni frase degli oltre 500 pagine del libro. Da quando ha scritto questo libro per la prima volta, Freud lo ha scritto da solo, ha idee condensate e mi ha portato a rileggere più volte per capire cosa stavo leggendo; mi è piaciuto molto poiché preferirei rileggere piuttosto che leggere idee sparse in diverse pagine. Guardando in modo diverso, il libro non assume che il lettore sia una persona ingenua, c'è un certo livello di rispetto intrinseco con cui il lettore è trattato. Inoltre, mentre continuavo a leggere il libro, il tasso di lettura non è migliorato come accade con ogni altro libro, dal momento che qui, sebbene tu possa sentire lo stile di scrittura dell'autore, il livello delle idee continua ad aumentare, quindi la velocità della lettura rimane essenzialmente lo stesso. Di conseguenza, anche il tasso di rilettura è rimasto lo stesso.

Va detto che per leggere questo libro non è necessario sapere nulla sul campo della psicologia, ma si dovrebbe avere un gusto per il pensiero analitico. Sul lato negativo ero irritato da qualche parte nel mezzo del libro quando Freud cercava di illustrare il significato dei simboli nei sogni, sembrava aver consumato un buon numero di pagine che non meritava, e aggiungendo a quanto sopra -generalizzazione in esso quando il punto è già stato adeguatamente illustrato. Più tardi, ho appreso che questa parte del libro è stata aggiunta più tardi dopo la prima edizione, probabilmente quando non era al suo apice.

Come Freud sottolinea in questo libro, faremmo meglio ad analizzare i nostri sogni piuttosto che seguire il libro alla cieca, è stato incredibile quando l'ho provato, lo provo ogni tanto, grazie all'aiuto di questo libro che rende si abita nel meraviglioso mondo dei sogni, la strada reale per gli Ucs (Inconscio freudiano).

data di revisione 04/21/2020
Touber Polaco

mentre Freud ha certamente spalancato l'uovo dell'inconscio per far meravigliare tutti, in questi giorni è probabilmente un cliché dire che queste prime interpretazioni di vari stati di sogno sono piuttosto goffe. tuttavia, è così che li vedo. ciò che Freud non è riuscito a capire è che l'autore del sogno da solo è quello che detiene la chiave del significato, e che le fonti esterne, pur essendo in grado di guidare il soggetto a scoprire le proprie letture, non possono mai offrire un significato libero da la loro propensione e visione del mondo.
data di revisione 04/21/2020
Mart Amerski

Sono affascinato dalla psicoanalisi che rasenta tragicamente il romanticismo. Da adolescente disaffezionato, mi sono rivolto a Wikipedia per le risposte ai miei sentimenti di alienazione, sociali ed esistenziali (anche se non ero mai senza amici e la mia ansia di essere vivo era uno spazio per rimuginare comodamente più di un'indagine pressante). Ho appreso dei test DSM e Myers-Briggs. La mia folle passione è stata rivelata dalla prima, il mio genio incompreso riconosciuto dalla seconda. È una cosa terribilmente imbarazzante autodiagnosticare 5 disturbi contraddittori della personalità come disturbi dell'anima, ma le categorie di affetto schietto mi hanno permesso di inventarmi, dal nulla, attraverso la procedura.

La psicologia è un'arte delicata, anche quando si sforza più ferventemente di essere riconosciuta come scienza. Peggio ancora della possibilità di vivere con la schizofrenia in crescita e l'autismo segreto, non diagnosticato, era riconoscere la realtà della mia sensibilità spesso banale. Era normale sentirsi anormali. Non trasgredivo i confini del sentimento umano. Ero vulnerabile ai miei pregiudizi inconsci come il prossimo uomo.

Imbarazzato dai miei precedenti tentativi di sistematizzare il mio essere, persi interesse per la psicologia, accettando che fondamentalmente lo stavo considerando erroneamente. Ma accettare non mi conoscerò mai (come intendevano i Greci) attraverso elenchi e quiz non era rifiutare del tutto le possibilità della psicologia. Avevo bisogno di scartare le mie ipotesi. E ne avevo e ne ho molti. Ultimamente mi sono interessato alle possibilità implicate nella psicoanalisi lacaniana. Se Lacan sosteneva "un ritorno a Freud", dovevo leggere Freud per me stesso, perdendo nel miglior modo possibile i pregiudizi e le controversie insite nella mia idea del suo lavoro.

L'interpretazione dei sogni non è, per il laico, la chiave dello scheletro per comprendere le sfumature delle teorie psicoanalitiche di Freud. Come suggerisce il titolo, si tratta di sogni. Caratteristica del lavoro di Freud sono i suoi esempi e casi di studio, sia un vantaggio che una noia per il suo stile. Lui usa Un sacco di esempi, e poiché i sogni sono in genere più interessanti per il loro sognatore, potrebbero non essere molto illuminanti, il che è un peccato poiché sono, per la maggior parte, le porzioni meno secche della scrittura di Freud, che è necessariamente clinica e utilitaristica. So che è un po 'ridicolo affermare che un libro chiamato L'interpretazione dei sogni focalizzato un po 'troppo sui sogni, ma per il lettore che cerca di leggere di persona le idee chiave di Freud, questo grande libro è straordinariamente leggero.

Soddisfazione dei desideri, il complesso di Edipo e la necessità di accettare l'importanza del sesso nella nostra vita inconscia - e quindi nella nostra veglia. Quando Freud scrive degli aspetti più famosi del suo lavoro, è divertente e persuasivo. Il fatto che questo libro contenga molte minuzie fondamentali per condurre un'indagine panoramica sull'interpretazione dei sogni significa che non è una lettura da copertina a copertina, a meno che non ci si concentri interamente sulla comprensione di Freud sui sogni. L'id / ego / superego non gioca alcun ruolo qui, né la teoria di Freud sullo sviluppo psicosessuale. Queste idee, insieme alla scrittura sulla pulsione di morte, dovranno essere esplorate altrove.

Il lettore che cerca di digerire le idee di Freud tutte in una volta potrebbe essere meglio guardare un lettore che approfondire centinaia di pagine di testi primari. Freud è affascinante, ma non l'ho trovato quella affascinante, e immagino che prima il lettore di hobbisti passerà ai critici e agli interpreti di Freud, meglio sarà per capire ciò che la psicoanalisi ha da offrire. I difetti della metodologia di Freud sono riconoscibili dalla sua lettura, ma non penso che sia definitivamente "sbagliato" e che non abbia nulla da offrire. Bisogna essere disposti a ricercare, e se desideri essere pragmatico nella tua ricerca, come mi sforzo di essere, non studierai questo libro in dettaglio.
data di revisione 04/21/2020
Osana Prosise

Anche se molte delle sue teorie sono state superate o screditate dalla psicologia moderna, nessuno può ridurre la massiccia influenza di Freud sulla cultura e sulla letteratura occidentali. Indipendentemente dal fatto che nessuna delle sue teorie sia vera o no, è oltre il punto. Con questo in mente, ho deciso di leggere L'interpretazione dei sogni per sperimentare direttamente il lavoro di Freud. Mentre c'erano molti elementi interessanti nel suo lavoro, nel complesso ho trovato quasi impossibile leggere. Ho ripetutamente perso il filo degli argomenti di Freud, il che è facile da fare poiché a volte ritarda le spiegazioni per centinaia di pagine. A suo merito, Freud si ferma spesso e tenta di riassumere ciò di cui ha già discusso, ma poiché questi riassunti raramente sono più brevi della presentazione iniziale, spesso ho perso la traccia dei progressi dell'argomento molto prima che il riassunto fosse concluso. Gran parte di questo è causato dalla sua diligenza nel non fare affermazioni prima che abbia messo a punto tutte le prove e le abbia presentate al lettore, il che dimostra un'onestà intellettuale ma che richiede anche al lettore di raggiungere la fine del lavoro prima che il quadro generale sia completamente svelato. Ho il sospetto che Freud pensasse che avrebbe ricevuto meno resistenza alle sue teorie se avesse accompagnato il lettore lungo i suoi processi di pensiero, facendo apparire le conclusioni finali ovvie e ragionevoli, ma l'accordo rende molto difficile digerire il lavoro.

Tutti questi reclami, tuttavia, si concentrano solo sulla presentazione del lavoro. Il contenuto stesso è molto interessante e probabilmente oltre la mia capacità di riassumere facilmente. I sogni sono soddisfazioni dei desideri. La loro natura surreale è il risultato del tentativo della mente di censurare pensieri onirici inaccettabili per la mente cosciente. Il contenuto dei sogni è spesso un mix di eventi e ricordi recenti (a volte ricordi repressi e dimenticati) della prima infanzia.

Nel complesso, tuttavia, riuscivo a malapena a finire il libro: era prolisso, ripetitivo e mal organizzato. Quindi, questo potrebbe essere uno dei pochi casi in cui penso che un riassunto o un'edizione ridotta potrebbero essere la scommessa migliore.
data di revisione 04/21/2020
Lionello Froehlich

Sai, leggendo Freud mi accorgo di essere leggermente in vantaggio. Penso sempre che dovrei avvicinarmi a ciò che dice con un sacco di sale, ma questo libro è la prova che non ha sempre sbagliato. Il metodo di interpretazione dei sogni che Freud avanza non si occupa affatto di guardare i simboli dietro i sogni, ma si occupa invece di dare un senso agli apparati dell'anima. Crede che i sogni siano manifestazioni dell'inconscio, che è interamente censurato durante il giorno attraverso un meccanismo di repressione. Notoriamente, Freud afferma che: "il sogno è l'adempimento (mascherato) di un desiderio (soppresso)". Difende faticosamente la sua teoria contro le obiezioni, ma ovviamente i sogni d'ansia e gli incubi sono difficili da spiegare nel contesto della realizzazione dei desideri. Fa ricorso alle sue teorie su come la società è fondamentalmente guidata dal sesso e dalla violenza, così come da alcune teorie sessiste non troppo sottili come "invidia del pene" (Vale la ricerca di Wikipedia). Per non parlare del fatto che questo libro contiene l'inizio del complesso di Edipo con la giustificazione di Freud per questa teoria.

Un testamento incredibilmente ben scritto per lo spirito, un libro che è quasi senza pari nel modo in cui ha plasmato le nostre menti. Sicuramente vale la pena leggere!
data di revisione 04/21/2020
Clarise Poynton

Interessante. Meno secco di quanto mi aspettassi, e mi è piaciuto vedere di più il lato personale di Freud nei suoi aneddoti e sogni.
data di revisione 04/21/2020
Valle Zeidman

Non andremo nei dettagli qui se non per dire che questo libro è molto più leggibile di quanto tu possa pensare e quindi, se ti stai chiedendo di provarlo, non lasciarti scoraggiare dal peso della storia e di Freud La reputazione. Ciò che trovi tra le copertine potrebbe anche scoraggiarti, poiché la tesi ben argomentata di Freud, anche se necessariamente aspra e selettiva, non è invecchiata bene. Leggi come un pezzo storico, tuttavia, questa è roba interessante - e leggere sul complesso di Edipo mentre entra nella storia è affascinante ed emozionante. Per quanto sorprendente sia stato questo libro al momento della pubblicazione, è un po 'stupido da leggere ora.
data di revisione 04/21/2020
Rudwik Jesseman

Un secolo di contraccolpi vituperativi - probabilmente con un picco negli anni '80 con l'accusa che Freud ha ignorato i ricordi recuperati dei suoi pazienti di abusi sessuali - non toglie lo splendore di questo audace, paradigmatico pensatore, o dal fascino che continua a esercitare anche mentre la psicoanalisi vecchio stile continua a perdere terreno per la neurobiologia. I metodi contemporanei per i Big Data potrebbero essere più utili per il suo progetto di assegnare significati simbolici ai sogni - così com'è, i dettagli sono un po 'poco convincenti. E sì, diventa un po 'noioso ...

Lascia una recensione per L'interpretazione dei sogni