Homepage > Biografia > Humour > Saggistica > Che cosa è successo a Margo? Recensioni

Che cosa è successo a Margo?

Whatever Happened to Margo?
Da Margaret Durrell Gerald Durrell,
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Male
Premiato
1
Bene
7
Media
9
Male
7
Terribile
6
Nel 1947, con due bambini piccoli da sostenere, Margaret Durrell prese il consiglio della zia nubile e iniziò una pensione a Bournemouth. Ma tutte le speranze di una clientela convenzionale sono state deluse mentre lo stabilimento era colonizzato da una miriade di eccentrici, tra cui un pittore di nudi, una moglie maltrattata, un muratore sciovinista e un transessuale maltese. Con

Recensioni

data di revisione 04/21/2020
Llewellyn Noa

Il libro di memorie di Margaret Durrell è stato originariamente pubblicato nel 1995 e sospetto che sia a causa del famosissimo programma televisivo di successo The Durrells che questo è stato ripubblicato e rivisitato.
C'è stato un enorme aumento di interesse per la famiglia Durrell negli ultimi anni e chiunque leggerà My Family and Other Animals di Gerald Durrell saprà che Margo è stato sapientemente ritratto sui nostri schermi televisivi.

Non ero a conoscenza del fatto che Margaret avesse scritto un libro di memorie, quindi ero davvero interessato a vedere a cosa si era alzata dopo che la famiglia aveva lasciato Corfù. Margo sposò un uomo britannico della RAF e ebbe due figli. Tuttavia in seguito divorziarono e Margo e i suoi figli tornarono a Bournemouth nel 1947. Lottando finanziariamente, viene incoraggiata dalla zia Patience ad aprire una pensione.

In perfetto stile Margo, si appresta a fare proprio questo, e i suoi ricordi del suo assortimento di ospiti sono a volte abbastanza esilaranti. Margo sembra attrarre le persone più strane, ma poiché la sua famiglia non è la più normale della gente, prende tutto a suo agio. È bello essere ridipinti con sua madre; Louisa e i suoi tre fratelli, Lawrence, Leslie e Gerry. Nessuno di loro è davvero cambiato, e ovviamente Gerry è accompagnato da una collezione di animali ... beh, perché non dovrebbe essere?

Con un attaccante scritto da Gerald Durrell, questo è un divertente libro di memorie che mi ha fatto sorridere molto. Ci sono stati momenti in cui ho trovato la scrittura un po 'fiorita e forse potrebbe essere definita come vecchio stile. Tuttavia, immagina solo che Margo parli, ed è davvero una misura perfetta!
data di revisione 04/21/2020
Cutler Guzman

Ho sempre amato My Family and Other Animals di Gerald Durrell e ho visto con grande gioia l'attuale adattamento televisivo della sua trilogia di Corfù. Margot Durrell è uno dei miei personaggi preferiti, quindi avere un libro scritto da lei è stata una gioia assoluta.

Incontriamo di nuovo Margot in Qualunque cosa sia successa a Margot? nel 1947 a seguito del divorzio da un pilota britannico della RAF. Al suo ritorno in Inghilterra da Corfù e con risorse finanziarie limitate viene convinta da sua zia Patience ad aprire una guest house nel signorile Bournemouth. Questa idea è accolta con leggero scetticismo ma, come sempre, Margot con notevole aplomb si imbarca su questa impresa con grande gusto.

La pensione di Margot è presto piena di un assortimento di ospiti, alcuni sono davvero strani e altri sono così divertenti che ti fanno ridere a crepapelle di gioia. Le loro avventure sono varie quanto i loro personaggi e presto diventa evidente che i nuovi occupanti di questa grande casa edoardiana, in una tranquilla strada alberata, scuoteranno sicuramente il quartiere. E mentre la guest house inizia e inizia a influenzare l'area, così Margot nella comunità inizia a bussare, specialmente quando la gente la accusa di gestire un bordello.

Gli altri Durrell che entrano e escono dalla storia aggiungono un vero senso di continuità ed è stato bello incontrarsi di nuovo con la signora Durrell, sempre con il suo interminabile lavoro a maglia al seguito, e, naturalmente, non vedevo l'ora di una visita dal più giovane di Margot fratello, Gerald, che è atterrato nella foresteria accompagnato da una cassa di scimmie e un grande pitone.

In Qualunque cosa sia successa a Margot ?, Margaret Durrell ha raccontato le sue avventure come padrona di casa con un occhio attento per il ridicolo e un vero senso del tempo e del luogo. E chiunque abbia mai letto uno qualsiasi dei romanzi di Durrell riconoscerà quel meraviglioso spirito autoironico che è sempre così evidente. L'auto esuberanza di Margot continua questa tendenza, e scrive con un talento naturale per l'osservazione e più che un accenno di eccentrico.

Se sei un fan delle serie TV, allora Qual è successo a Margot? è una grande continuazione della storia della vita affascinante e piena di eventi di Margot.



data di revisione 04/21/2020
Holsworth Stoecker

http://www.jerasjamboree.co.uk/2018/0...

Che cosa è successo a Margo? è una lettura divertente dovuta in parte ai residenti del n. 51 (e ai vicini) ma anche a causa dello stile di scrittura di Margaret Durrell.

Dal primo ospite, Edward Feather, sai solo che sarà una famiglia eccentrica (nonostante l'elenco di cose da fare e da non fare di zia Patience a cui Margo non ha alcuna possibilità di attenersi). Dopo aver letto questa biografia, una cosa che posso dire con certezza è quanto la serie TV segua da vicino la vita reale con quelle stravaganti personalità di Durrell.

Questo non è un libro su Bournemouth stesso (speravo in più frammenti della città) ma sulle buffonate degli inquilini e dei vicini nella pensione di St Albans Avenue. Ti consiglierei di leggere l'articolo menzionato nella mia introduzione da Dorset Life. Ci sono un paio di foto che danno vita al n. 51.

Consigliato se sei un fan dei Durrells e sei interessato alle loro vite.
data di revisione 04/21/2020
Ule Farrel

Come grande fan del lavoro di Lawrence e Gerald Durrell, questo è stato una grande delusione e ad un costo sorprendentemente grande: il libro è fuori catalogo e difficile da trovare per una buona ragione. Anche se affascinante come parte del clan mercuriale Durrell, i suoi deboli sforzi per gestire una pensione popolata da eccentrici in "Pudding Island" (il termine di Lawrence per l'Inghilterra fradicia) non giustificano mai il costo dell'ingresso.
data di revisione 04/21/2020
Healion Abasta

Una storia piuttosto dolce di un'altra epoca, in cui grandi case potevano essere scattate a Bournemouth per una canzone e trasformate in guest house amatoriali da un giovane divorzio, ma viziate da un brutto montaggio. Le informazioni e persino le battute e le frasi si ripetono all'interno delle pagine l'una dell'altra e ci sono troppi aggettivi e avverbi. Sono sicuro che i suoi amici l'hanno trovata divertente, ma questo lettore ha trovato il suo umorismo un po 'forzato.
data di revisione 04/21/2020
Dietz Milare

Amando i libri di Gerald Durrell come faccio io, non vedevo l'ora di leggere questo libro di memorie di sua sorella sul suo periodo in cui dirigeva una pensione a Bournemouth negli anni '1940. È iniziato in modo promettente, ma poi è sembrato vagare in un modo curiosamente piatto con un gruppo di personaggi eccentrici, stranamente poco coinvolgenti. A pagina 100 ho smesso di leggere. Sono deluso. ?
data di revisione 04/21/2020
Salter Amayamartinez

Un sacco di personaggi eccentrici in questa reminescenza di una pensione nel 1950 di Bournemouth, ma la commedia tende a cadere un po 'piatta. Di interesse soprattutto per i fan di Gerald Durrell, che completano i suoi racconti autobiografici molto più divertenti.
data di revisione 04/21/2020
Valdas Loban

Mi è piaciuto molto questo libro, è bello vedere la famiglia così spesso rappresentata da Gerald da una prospettiva diversa.
data di revisione 04/21/2020
Lindley Donnely

Ho rinunciato a questo. È un piccolo libro divertente, non ero dell'umore giusto per apprezzarlo.
data di revisione 04/21/2020
Polk Luker

Ho sempre pensato che i romanzi di Gerald Durrell a Corfù dovessero essere un po 'ingiusti nel loro ritratto di Margo. Sicuramente non può essere stata così sciocca e assetata, giusto? Bene, ora che ho letto questo libro, scritto da Margo su Margo, mi sento qualificato per dire ... La rappresentazione di Gerald di sua sorella era in realtà abbastanza accurata.

Ma di più su questo tra un momento.

Il libro mira ad essere una raccolta di aneddoti vagamente collegati su individui eccentrici e sulla loro strana vita quotidiana, nella vena della mia famiglia e di altri animali, suppongo, ma l'umorismo di solito cade a terra. I personaggi sono caricature di una nota o insignificanti non entità, e le loro "avventure" sono del tutto impercettibili: ho finito il libro solo circa una settimana fa e sto già lottando per ricordare cosa (se qualcosa) è realmente accaduto in esso.

L'unica cosa che ricordo chiaramente - e vorrei non averlo fatto - è quanto spiacevole Margo-il-narratore venga fuori. È enormemente classista (e fa quella cosa fastidiosa in cui tutti i personaggi della classe operaia scrivono il loro dialetto foneticamente, ma i personaggi di classe media e alta non lo fanno, anche quando sono noti per parlare con un accento regionale). C'è una corrente sotterranea generale di, idk, competitività sull'attenzione maschile che corre attraverso il libro - ogni volta che Margo incontra un uomo, di solito nota se è attraente o meno e sembra che sia attratto o meno da Margo (e se le credi , la risposta è in genere sì). Le donne tendono ad essere rappresentate con meno simpatia rispetto agli uomini. È gratuitamente cattiva nei confronti di una femmina in particolare, la chiama pianura ad ogni occasione e la prende in giro per credere che gli uomini potrebbero essere interessati a lei. E quando "Plain Jane" viene molestata a una festa, Margo la tratta come un aneddoto divertente, perché immagino che lo stupro sia divertente quando capita a una donna poco attraente. Nel complesso è piuttosto disgustoso.

(Inoltre, uno dei personaggi è un grasso ragazzo pre-adolescente, e la narrazione non manca mai di ricordarci quanto è grasso. Cinque o dieci volte per pagina, se necessario. Di solito non sono incline a notare cose così, ma wow, il grasso shaming era INTENSO.)

Nel complesso, questo è un libro mal scritto con personaggi sgradevoli, noiosi e senza trama di cui parlare. Alcuni potrebbero raccomandarlo per i fan di Durrell, ma io stesso sono un fan di Durrell e non lo consiglierei a nessuno. Salta questo e risparmia il mal di testa.
data di revisione 04/21/2020
Astred Burris

Il libro si apre nel 1947, quando Margo Durrell è divorziato e lei e i suoi due figli piccoli vivono a Bournemouth con la madre sempre paziente di Margo. Margo è persuasa dalla formidabile zia Patience ad aprire una guest house, e presto si ritrova con una colorata collezione di pensionanti, infermiere, artisti, musicisti, commessi e il precoce scolaretto Nelson e sua madre. Margo si ritrova presto coinvolta nelle complicate vite dei suoi ospiti, e c'è anche suo fratello Gerald, che è pronto a presentarsi con collezioni di animali esotici che viene convinta a casa. Per non parlare del fatto che si sta innamorando di uno dei suoi ospiti.
Questo è un memoriale molto divertente. Sembra che la famiglia Durrell abbia avuto un talento per essere coinvolta in eccentrici colorati e Margo non ha fatto eccezione. Vorrei solo che avesse scritto di più sulla sua vita, mi piacerebbe sapere di più su quello che le era successo durante la guerra, ad esempio, e il lavoro che aveva in seguito lavorando su una nave da crociera. O solo di più sui suoi folli inquilini.
data di revisione 04/21/2020
Cailean Thuesen

Questo libro avrà un seguito molto piccolo. Se sei un fan del programma televisivo "The Durrells of Corfu", o se hai letto la trilogia di Gerald Durrell Corfu o altre opere, allora apprezzerai questo libro. È bello sapere cosa è realmente successo a Margo e alla famiglia. Finisce in Inghilterra con due bambini da sostenere. Questo libro è il suo libro di memorie della vita alla guida di una pensione. Vengono citati i membri della sua famiglia ed è divertente anche sentir parlare di loro. Sebbene questo libro sia un racconto sconclusionato di se stessa e dei pensionanti che incontra, sono contento che i redattori non abbiano provato a renderlo una lettura corretta. L'hanno lasciata essere se stessa e si sono allontanati. Queste sono le sue parole sulla vita, e sebbene non sia una grande scrittrice, mi è comunque venuta l'apprezzamento di sapere cosa succede realmente dopo la vita di Durrell dopo lo show televisivo e la trilogia di Corfù.
data di revisione 04/21/2020
Cohe Olbrish

Probabilmente devi essere un seguace dei Durrells a Corfù o aver letto alcuni dei libri precedenti per apprezzarlo. Ma l'ho adorato. La mia linea preferita nel libro è nell'introduzione di suo fratello Gerald: "... Margo è ancora pieno di fagioli". Descrive tutta la famiglia. Sono aperti, vulnerabili, all'altezza, un po 'creduloni e molto divertenti. Il commento "pieno di fagioli" mi piace molto. Alcuni dei miei familiari preferiti si adattano a quella descrizione gentile e vivace. Mi ricorda che le persone non devono essere paragoni per essere meravigliose.

È interessante notare che la copia cartacea di questo libro ha un prezzo di $ 200-600 su Amazon. Fortunatamente, la versione Kindle è di $ 10. Concludo anche che Margo suona in modo abbastanza autentico nella splendida serie PBS.
data di revisione 04/21/2020
Pattie Kruempel

Margo Durrell ha sicuramente la stessa propensione ad usare molte parole, proprio come suo fratello Gerald. Le sue storie non sembravano comiche come le sue, ma era in grado di descrivere personalità in modo che i lettori potessero conoscerle, ed è lì che è arrivato il divertimento. Soprattutto, il suo inquilino, Nelson! Mentre leggevo le storie, ho avuto difficoltà a equiparare i personaggi a quelli creati nella serie TV, The Durrells in Corfu, come ho potuto fare leggendo i libri di Gerald. Non sembravano affatto uguali. Una buona lettura, anche se mi ci è voluto un po 'per superarlo.
data di revisione 04/21/2020
Morly Riggie

Ho amato tutti i libri di Gerald Durrell per anni, quindi ovviamente volevo leggere il libro di sua sorella. Mi è piaciuto "incontrare di nuovo" Margo, e il libro ha un cast di personaggi meraviglioso e fantasioso, e molti episodi piuttosto ridicoli, ma, mentre rido sempre forte leggendo i libri di Gerald, non ho trovato che Margo sia altrettanto divertente scrittore. Sono contento di averlo letto e ho recuperato la sua vita dopo Corfù, ma non ho riso ad alta voce
data di revisione 04/21/2020
Wilfrid Sithal

La nipote di Margaret (Margo) ha trovato questo romanzo inedito nella soffitta delle nonne e l'aveva pubblicato nel marzo 1995. Sono un fan degli scrittori di Durrell e mi è piaciuto questo libro. Margo ha divorziato con due ragazzi per crescere e ha deciso di gestire una pensione su consiglio di sua zia Patience. Margo attira molte persone con problemi e sopporta le loro eccentricità. Sua madre e suo fratello si aggiungono al caos. Purtroppo questo è l'unico libro di Margaret.
data di revisione 04/21/2020
Web Prys

Che bello vedere Margo Durrell qualche anno dopo il libro di Gerald Durrell sulla loro giovinezza a Corfù (La mia famiglia e altri animali).

Eccola qui, una madre divorziata di due ragazzi, che apre una pensione con tutti i membri della famiglia coinvolti, e lo riempie di ogni sorta di persone strane e meravigliose. Dopotutto, inquilini noiosi non sarebbero stati così divertenti!
data di revisione 04/21/2020
Blanca Tero

In Qualunque cosa sia successa a Margo? c'è un senso che le cose siano un po 'esagerate per intrattenere, e Margaret Durrell è sia affascinante che divertente. Per coloro che amano meglio Gerald Durrell - appare anche qui - così come Leslie e la longeva signora Durrell.

Era il 1947, Margo divorziato con due giovani figli, la famiglia Durrell viveva nella periferia di Bournmouth e Margo non aveva idea di cosa avrebbe fatto dopo. Fu la sua formidabile zia Patience a iniziare tutto. Sua zia; ansioso che Margo faccia qualcosa di utile e proficuo - e signorile - suggerisce che Margo apra una pensione. Margo viene subito preso dall'idea. La ricerca di una casa adatta inizia e termina, abbastanza stranamente da dove è iniziata, in una casa dall'altra parte della strada rispetto alla casa della famiglia Durrell. Margo inizia a preparare la sua nuova casa per ricevere ospiti. L'idea di zia Patience era stata la dimora di gentili zitelle, sacerdoti in pensione e rispettabili colonnelli - e Margo si sforza di tenere a mente il tipo di stabilimento che sua zia aveva previsto per lei.

Inutile dire che le cose non vanno proprio così. Margo è destinata a radunare attorno a sé una collezione di eccentrici e nuovi pozzi, a cominciare dal suo primo pensionante Edward Feather, un pittore di nudi.

“Il mio santuario stava andando dritto nei guai, prima ancora che venissi istituito.
"Mi dispiace, non puoi dipingere nudi dappertutto," ero disperatamente dispiaciuto, sentendo di essermi inserito nella categoria della banale padrona di casa.
"Non dappertutto," mi assicurò Edward Feather in modo rassicurante, dandomi uno sguardo fugace di divertimento da morbidi occhi nocciola, una dolcezza convincente che si insinuava per combattere le mie deboli difese. 'Solo in una stanza.' ”

Recensione completa: https://heavenali.wordpress.com/2018/...
data di revisione 04/21/2020
Abeu Scarsella

Margo non è alla pari con la scrittura aneddotica del fratello Gerald e sfortunatamente questo non era così ricco di umorismo come avevo sperato nonostante il materiale che l'eclettico mix di inquilini della sua pensione aveva da offrire. Tuttavia è stata un'interessante aggiunta all'archivio della famiglia Durrell.
data di revisione 04/21/2020
Aubin Uber

Adoro il senso dell'umorismo e dello stile di Durrell. Vorrei averli conosciuti e aver fatto parte del loro folle mondo! Dotty Margo si batte da sola per diventare padrona di casa nonostante i dubbi della sua famiglia.
Naturalmente caos e follia fanno la fila per fare il check-in in questo stabilimento di Bournemouth.

Lettura meravigliosa.
data di revisione 04/21/2020
Korman Larrinaga

Non ne vale la pena per finirlo. Sono un centinaio di pagine dalla fine e sembra essere sempre la stessa inanità. Sì, è ribelle e stravagante, e una buona occhiata alla vita inglese della metà del secolo, ma non riesco proprio a continuare!
data di revisione 04/21/2020
Weisler Brandolini

Questo è un libro che non sarebbe mai stato pubblicato se non fosse stato per il fratello più famoso e ampiamente pubblicato dell'autore. Mi sono trovato intensamente antipatico quasi tutti nel libro, incluso il narratore. Non ci sono conclusioni; il libro finisce.
data di revisione 04/21/2020
Levi Neally

Non del tutto negativo, ma sembra che Margaret Durrell non sia stata una brava scrittrice come i suoi fratelli.
data di revisione 04/21/2020
Andree Mcraney

Nel complesso, mi sono divertito una volta superato la vecchia scrittura. Questo è circa un anno della sua vita successiva come pensione di Bournemouth, Landlady.
data di revisione 04/21/2020
Rosio Goonez

Ci è voluto un po 'per entrarci, ma alla fine mi sono goduto lo stile bizzarro, i personaggi oscuri e le vignette della vita in una città di mare. Margo merita di raccontare la sua storia.
data di revisione 04/21/2020
Hinkle Sartorius

Cosa è successo a Margo? Gerald divenne un naturalista ed era un autore di talento che scriveva con umorismo sulle sue esperienze e sulla sua famiglia, Lawrence divenne un romanziere, scrivendo il geniale Il quartetto di Alessandria, Leslie ha fatto di tutto, cacciare, pescare, dipingere e coltivare in Kenya, finendo come portineria di un hotel di Marble Arch. Una vita interessante, sembra, ma non ne ha mai scritto. Margo aveva dei fidanzati, si era sposata, aveva avuto dei figli, aveva divorziato e aveva comprato una casa dall'altra parte della strada da sua madre. Lo trasformò in una pensione per ospiti paganti poco interessanti. E poi ne ha scritto. Male.

La sua scrittura è piena di descrizioni e aggettivi, similitudini, passaggi fantasiosi che non sono del tutto lirici, né umoristici, e per nulla interessanti completati da conversazioni dettagliate che non avrebbe mai potuto ricordare in così tanti dettagli. Tuttavia, ha dovuto riempire le pagine.

Stavo cercando un brano scritto così male, che illustrasse quanto fosse cattivo questo libro sia dal contenuto che dalla scrittura, ma non riuscivo a trovarne uno, è tutto così. Ma questo è il paragrafo in cui pensavo che non ci fosse davvero alcuna ricompensa per la sofferenza ed era tempo di andare avanti. È il secondo paragrafo del capitolo 9 (ci ho davvero provato).

"(Per i suggerimenti di Edward di una festa d'addio come tributo a Gordon aveva portato grida di approvazione e messo le donne in una pantomima di pavoneggiarsi mentre nuovi abiti diventavano il discorso del giorno.)

Stavo facendo proprio questo, davanti all'unico specchio lungo nella mia parte della casa ed esaminandomi alla ricerca di rigonfiamenti indolenti. Avvolto in una frenetica combinazione di strisce di caramelle - una sottoveste di colori patriottici, la gonna una massa di pieghe e pizzi - increspata mentre la mia fantasia mi ha portato a vedere l'effetto che avrebbe creato sotto un vestito, mentre davo un commento continuo sui miei progressi a Andy. Si stava accovacciando con la terra in mezzo al pavimento del salotto, occupato a sventrare il set wireless mentre mi ascoltava con attenzione divisa, perché anche Nelson stava chiamando per essere notato. Era sistemato, come un re, nella finestra a bovindo nella solita posizione della mamma, persino verso il sipario, discretamente tirato in punti per consentire luce e osservazione, ma non l'attenzione indesiderata di un passante. Stava istruendo i bambini in un gioco di merda. Non ero preparato per bussare, la porta si apriva e - posato nell'atteggiamento di un cartone animato di Giles - i visitatori. "

L'hai superato? Volevi sapere cosa è successo dopo?

Il libro non ha qualità redentrici a parte la curiosità di un lettore che conosce Gerald e Lawrence e vuole sapere cosa è successo a Margo.
data di revisione 04/21/2020
Rento Juniel

stelle 2

Ho sempre amato i libri di Gerald Durrell, ecco perché ho dato una possibilità a questo libro. È circa un periodo della vita di Margo in cui teneva una pensione. Bene, Margo non è uno scrittore, e lo dimostra.

Andava bene, ma tutt'altro che una lettura avvincente.
data di revisione 04/21/2020
Fillender Hydron

L'ho trovato particolarmente poco interessante. Nonostante le storie spiritose della mia famiglia e degli altri animali scritte da Gerald Durrell e la bella scrittura del fratello Lawrence, non si deve presumere che tutti i membri della famiglia saranno ugualmente dotati di autobiografi di talento.

C'è un sacco di materiale in questo autobiog per tessere una storia divertente e divertente - molti residenti "strani" nella guest house gestita da Margo, ma tutto cade piuttosto piatto `- con un po 'di tonfo sordo.

Alla fine non mi sono preoccupato per nessuno dei personaggi, e non è così che un biog dovrebbe lasciarti sentire - amali o detestali, dovresti CURA!
data di revisione 04/21/2020
Nona Fraulo

Inizialmente è stato abbastanza divertente, ma ho perso interesse a metà e confesso di non averlo finito. Era troppo ripetitivo e autocosciente per i miei gusti, ma considerando che non aveva molta pratica nello scrivere, era un memorabile memorabile. È stato bello vedere un'altra prospettiva di Durrell sulla vita caotica della famiglia Durrell, in particolare Gerald.

Lascia una recensione per Che cosa è successo a Margo?